La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROPOSTA per il Polo di Innovazione Toscano di Optoelettronica per le Applicazioni Industriali, Biomedicali e Aerospaziali Roberto Pini IFAC-CNR

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROPOSTA per il Polo di Innovazione Toscano di Optoelettronica per le Applicazioni Industriali, Biomedicali e Aerospaziali Roberto Pini IFAC-CNR"— Transcript della presentazione:

1 PROPOSTA per il Polo di Innovazione Toscano di Optoelettronica per le Applicazioni Industriali, Biomedicali e Aerospaziali Roberto Pini IFAC-CNR Lucca, 1 Aprile 2011

2 Renzo Salimbeni, Presidente AREA CNR Firenze – Saluti e introduzione Roberto Pini, CNR – Presentazione dei risultati dello studio di fattibilità su un Polo di Innovazione Toscano nel settore Optoelettronica Roberto Pini, CNR – Presentazione del Bando sui Poli di Innovazione (scad. 20/04/2011) Maurizio Gamberucci, TK Consultant, Marcello Traversi, TINNOVA – Introduzione al Catalogo dei servizi qualificati per le PMI Toscane Guido Toci, CNR – Attività di ricerca nel settore Aerospaziale presso CNR-IFAC Agenda meeting

3 Cosè l OPTOELETTRONICA (Fotonica, Ottica Industriale..) LOPTOELETTRONICA nasce dallintegrazione delle metodologie dellottica classica (lenti, obiettivi, fibre ottiche) con le tecnologie elettroniche per la realizzazione di unampia gamma di componenti e dispositivi (ad es. laser, sistemi di illuminazione, dispositivi per terapia e imaging biomedicale, strumenti satellitari per lesplorazione spaziale). LOPTOELETTRONICA rappresenta un settore particolarmente strategico e trasversale perché sviluppa componenti HI-TECH, che costituiscono spesso la parte tecnologicamente più avanzata di molti prodotti, come ad esempio il diodo laser del lettore DVD. Altri dispositivi optoelettronici rivestono ruoli cruciali nei processi di lavorazione industriale di precisione, come i laser di potenza, o nella sensoristica di impiego biomedicale ed ambientale. LOPTOELETTRONICA è quindi una tecnologia abilitante rispetto ai principali settori produttivi delle HI-TECH, che integra e fornisce supporto essenziale ad altre tecnologie abilitanti.

4 L Optoelettronica come Tecnologia Abilitante per i Settori: Manifatturiero (lavorazioni laser di precisione nei campi Meccanico, Tessile, Orafo, Lapideo, ecc.) Biotecnologie (strumenti per diagnostiche ottiche, microscopi, sensori biomedicali, laser per chirurgia e terapia, nanotecnologie per PDT) Aerospazio, Difesa e Sicurezza (sensori, strumenti, reti, elaborazione dati) ICT (reti ad elevata velocità) Illuminazione e Segnaletica (emettitori LED e OLED) Fotovoltaico (celle solari) Ambiente e Beni Culturali Cosè l OPTOELETTRONICA

5 La situazione italiana (dati da Piattaforma Italiana di Fotonica PHORIT) 9 miliardi di Euro (2007) (~ il 17% del mercato EU) Tasso di crescita ~ 7-10% annuo (maggiore di quello della microelettronica) Numero di aziende: Addetti: Università e laboratori di ricerca pubblici o privati: 130 unità di ricerca con addetti

6 LOptoelettronica in Toscana In Toscana è individuabile un eccellenza tecnologica nel campo dellOptoelettronica, Fotonica e Ottica Industriale, rappresentata da imprese HI-TECH operanti nei settori della produzione di componenti ottici ed optoelettronici, dello sviluppo di strumentazione per metrologia, imaging, diagnostica medica, nelle applicazioni di tali tecnologie alle lavorazioni industriali, al biomedicale, allaerospazio, ai Beni Culturali, ecc. Ad essa si affianca una concentrazione, unica a livello nazionale, di competenze scientifiche nello stesso campo, rappresentata da centri di ricerca del CNR (IFAC, INO, ISC, ecc.) e delle Università Toscane (con particolare riferimento ai Dipartimenti di Fisica, Ottica e Optometria, Ingegneria, Medicina), oltre ad altri centri di ricerca di eccellenza, come il LENS e il NEST.

7 Principali sotto-settori del Polo di Optoelettronica Applicazioni nei processi e nella sensoristica Industriale Applicazioni nella strumentazione Biomedicale Applicazioni nelle tecnologie per lIlluminazione Applicazioni nelle tecnologie per i Beni Culturali Applicazioni nelle tecnologie Aerospaziali

8 Background del Polo La proposta OPTOSCANA si avvale delle precedenti esperienze nel settore Optoelettronica, condotte nei seguenti ambiti territoriali: a livello Toscano: tramite le Reti Regionali condotte in ambito DOCUP (Reti OPTONET, OMNIA, ABOVE, CETTO, ecc), PRAI (Reti OPTOMED, SERQUA, OPTOCANTIERI, PILOPT, ecc), POR CREO, PAR-FAS, che hanno censito e organizzato attività di trasferimento tecnologico circa 200 attori regionali del settore. Nel 2010 CNR IFAC ha coordinato lo studio di fattibilità a livello Nazionale: tramite lo studio condotto nellambito della Piattaforma Italiana del settore Optoelettronica e Fotonica, denominata PHORIT. a livello Europeo: tramite la partecipazione a Reti, come la NoE Photonics 4 Life; recependo le indicazioni sui cluster tecnologici dai Progetti ENOC -Network of Optical Clusters e CLUNET; recependo le indicazioni sulle priorità europee del settore dalla Piattaforma EU Photonics21.

9 Risultati della mappatura delle aziende e manifestazioni di interesse al Polo Nello studio sono state contattate circa 115 aziende (potenzialmente interessate) tramite un questionario dettagliato su n. addetti, fatturato, mercato di interesse, tecnologie sviluppate, interesse alle attività del Polo, ecc. Fra queste, 50 aziende hanno risposto positivamente manifestando interesse a partecipare al Polo di Optoelettronica. Da ACTIS Active Sensors srl… a Targetti Sankey SpA: 19 MICRO imprese (<10 addetti) 24 PICCOLE imprese (10-49 addetti) 3 MEDIE imprese ( addetti) 4 GRANDI Imprese (> 250 addetti) Comparto Toscano di Optoelettronica e Aerospazio: circa 3500 addetti (di cui il 13% ricercatori e addetti allinnovazione) fatturato stimato >700 MEuro (stima per difetto)

10 Risultati della mappatura delle aziende: manifestazioni di interesse al Polo Tipologia di rapporto che le aziende prevedono di avere con il Polo di Optoelettronica:

11 Risultati della mappatura delle aziende: manifestazioni di interesse al Polo Manifestazione di interesse secondo le tematiche del Catalogo dei Servizi Qualificati per le PMI :

12 Risultati della mappatura delle aziende: manifestazioni di interesse al Polo Manifestazione di interesse secondo le tematiche del Catalogo dei Servizi Qualificati per le PMI :

13 Risultati della mappatura delle aziende: manifestazioni di interesse al Polo Manifestazione di interesse secondo le tematiche del Catalogo dei Servizi Qualificati per le PMI :

14 Risultati della mappatura delle aziende: manifestazioni di interesse al Polo Manifestazione di interesse secondo le tematiche del Catalogo dei Servizi Qualificati per le PMI :

15 Ruolo della Ricerca Pubblica e Privata: >40 laboratori (fra CNR e Università, agenzie e imprese) verranno coinvolti nei processi di Trasferimento Tecnologico del Polo Governance del Polo: Soggetto Gestore che inizialmente avrà la forma una ATS (CNR società di servizi) con struttura snella, basata su poche (2) unità di personale operanti a tempo pieno Comitati di indirizzo tecnico-scientifico, gestionale, ecc., in cui troveranno rappresentanza le aziende principali, le Università e i centri di ricerca, le associazioni di categoria, i rappresentanti dei governi locali Opportunità in EU: partenza a breve dei Programmi dell 8° Programma Quadro in cui la Toscana può proporsi come (unico) interlocutore italiano nel settore Optoelettronica / Fotonica Conclusioni

16 Cluster Europei di Optoelettronica Grazie per lattenzione Roberto Pini IFAC-CNR

17 Segnalazione di Convegni Nazionali nel settore Fotonica per il 2011 FOTONICA 2011 Genova 9-11 Maggio BioPhotonics 2011 Parma 8-10 Giugno biophotonics.tlc.unipr.it/


Scaricare ppt "PROPOSTA per il Polo di Innovazione Toscano di Optoelettronica per le Applicazioni Industriali, Biomedicali e Aerospaziali Roberto Pini IFAC-CNR"

Presentazioni simili


Annunci Google