La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LIFEO2ENV/IT/000023 Provincia di Cremona Settore Ambiente GPPnet La rete degli acquisti pubblici verdi LIFE 02 ENV/IT/000023 Provincia di Cremona Settore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LIFEO2ENV/IT/000023 Provincia di Cremona Settore Ambiente GPPnet La rete degli acquisti pubblici verdi LIFE 02 ENV/IT/000023 Provincia di Cremona Settore."— Transcript della presentazione:

1 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente GPPnet La rete degli acquisti pubblici verdi LIFE 02 ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente – BARBARA ARMANINI Padova – SEP-POLLUTION 19 marzo 2004

2 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente PROVINCIA DI CREMONA scelta del distretto GPP net Superficie: Kmq Comuni:115 Abitanti: Crema Castelleone Soresina San Bassano Pizzighettone Cremona Pescarolo Vescovato Gerre dè C. Stagno L. Motta B. Piadena Spineda Casalmagg.

3 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Che cosa è il Green Public Procurement GPP Il GPP è uno degli strumenti principali che la P.A. ha a disposizione per mettere in atto strategie di sviluppo sostenibile ridurre gli impatti ambientali mirate a ridurre gli impatti ambientali dei processi di consumo e produzione. Implementare il GPP vuol dire infatti orientare gli acquisti orientare gli acquisti della P.A.verso prodotti più compatibili con l ambiente.

4 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente A cosa serve il GPP (1) lato della domanda Il GPP incide sia dal lato della domanda, poiché la P.A. nel ruolo di consumatore sostituisce i prodotti e i servizi di cui fa uso con altri a minore impatto sullambiente, lato dellofferta sia dal lato dellofferta, poiché i fornitori sono stimolati a migliorare i processi produttivi dal punto di vista ambientale. modello di buon comportamento Il GPP rappresenta un modello di buon comportamento per le imprese, le istituzioni private e i cittadini.

5 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente A cosa serve il GPP (2) ottimizzare il servizio offerto dal prodotto ridurre luso delle risorse naturali ridurre le emissioni inquinanti ridurre i pericoli e i rischi per la salute ridurre la produzione di rifiuti ridurre la produzione di rifiuti

6 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Limportanza del Gpp Il settore degli approvvigionamenti pubblici rappresenta mediamente il 12% del PIL dell'UE, ma raggiunge il 17% in Italia e addirittura il 19% in alcuni Stati membri come la Francia: queste cifre mettono in evidenza la grande importanza quantitativa del settore. modificare i comportamenti Lapplicazione del GPP su vasta scala potrebbe modificare i comportamenti dacquisto di soggetti che comprano beni e servizi per circa 1/5 del totale nazionale.

7 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Il GPP nella politica ambientale Strategia dAzione Ambientale per lo Sviluppo Sostenibile del Ministero dellAmbiente Il GPP è punto nodale dello Strategia dAzione Ambientale per lo Sviluppo Sostenibile del Ministero dellAmbiente che afferma (pag.61): Consumatore P.A. primo acquirente e utilizzatore di beni a Occorre configurare il Consumatore P.A. come il primo acquirente e utilizzatore di beni a ridotto impatto. ridotto impatto. entro il 2007: Lobiettivo che il Ministero dellAmbiente considera raggiungibile entro il 2007: almeno il 30% dei beni acquistati dovrà rispondere anche a requisiti ecologici.

8 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Il ruolo della P.A. (1) assumersi la responsabilità Le Amministrazioni Pubbliche dovrebbero assumersi la responsabilità di trainare il processo di gestione ecologica e di orientamento dei consumi verso prodotti più "verdi". Qualora le P.A. aumentassero la propria domanda di prodotti ecologici ci sarà un effetto enorme sul mercato dei prodotti compatibili con l'ambiente e l'industria si troverà ad aumentarne sensibilmente la produzione.

9 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Il ruolo della P. A. (2) possibilità concreta Gli enti locali, trasferendo la loro capacità dacquisto su prodotti a impatto ambientale ridotto ed includendo i criteri ambientali nelle procedure dacquisto, hanno quindi la possibilità concreta di orientare il mercato così da: ridurre gli impatti sullambiente delle proprie attività incrementare la domanda per i prodotti verdi spingere le imprese a produrre beni con migliori prestazioni ambientali fornire un modello di comportamento responsabile verso lambiente

10 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Altre esperienze di GPP A livello nazionale: DANIMARCA, GIAPPONE, OLANDA, SVEZIA, U.S.A. A livello locale: l ICLEI ( International Council for Local Environmental Initiatives ) coordina diverse esperienze, in particolare tramite l Eco-Procurement Programme ( EPP). rete degli enti locali che acquistano verde Da segnalare inoltre lesistenza della Big-Net ( Buy It Green), la rete degli enti locali che acquistano verde, allinterno della quale più di 50 enti di venti Paesi diversi scambiano puntualmente informazioni relative al GPP.

11 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Il GPP a Kolding (DK) 70% 1998 i criteri ecologici erano stati inseriti nel 70% degli accordi quadro relativi allacquisto di beni e servizi esistono requisiti dettagliati per i seguenti gruppi di prodotti: cibi (carne e pesce; generi alimentari; te e caffè); prodotti per uffici uffici (buste, moduli, carta per stampanti e fotocopie, altri materiali per ufficio, mobili, lavori grafici, cartucce toner, fotocopiatrici, fax e stampanti); prodotti sanitari (cerotti, garze, fasce; prodotti per diabetici; calzature ortopediche; prodotti per lincontinenza; guanti) prodotti per la pulizia (detersivi, pulizia delle scuole, carta igienica) contratti di servizio (trasporti con autobus; taxi; controllo ratti) articoli tecnici (prodotti tessili: tende, tappeti) giocattoli (giochi per asili e dopo-scuola) scuole e tempo libero (trucchi, scatole, libri)

12 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Le esperienze nazionali Nel 2000 lANPA ha pubblicato il Manuale delle caratteristiche dei prodotti ambientalmente preferibili da utilizzare nelle procedure di acquisto della P.A. Lapplicazione dei suggerimenti presenti nel manuale rientra tra gli obiettivi di alcuni progetti GPP implementati da alcune realtà italiane quali: la Provincia di Torino, il Comune di Ferrara, il Comune di Firenze. L APPA Trento sta sperimentando un sistema di GPP allinterno delle agenzie, mentre alcuni comuni in provincia di Lecco, stanno procedendo alla caratterizzazione del sistema GPP. Nel 2002 la Provincia di Cremona vince il Bando dellU.E. Life Ambiente con il progetto GPPnet la rete degli acquisti pubblici verdi

13 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente LIFE AMBIENTE

14 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Dati generali del progetto GPPnet la rete degli acquisti pubblici verdi Beneficiario: Provincia di Cremona 9 settori, 35 dipendenti Sperimentatori: 13 Comuni Assistenza esterna: Ecosistemi s.r.l. Inizio attività: Dicembre 2002 Durata : 24 mesi

15 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Obiettivi del Gpp net Sostituire nei principali settori della P.A. prodotti/servizi ad impatto ambientale elevato con altri ad impatto ambientale ridotto Diffondere ladozione di criteri comuni nelle attività quotidiane di gestione delle P.A. Costituire un modello di buon comportamento per P.A., istituzioni private e cittadini Orientare la produzione verso i principi dello sviluppo sostenibile

16 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Come arriviamo al raggiungimento degli Obiettivi ? Identificando le attività per ogni PA Formulando una gerarchia degli impatti Individuando le procedure di acquisto dei prodotti/servizi delle PA Integrando le procedure dacquisto con linserimento dei criteri ecologici

17 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente 8 differenti compiti TASKS LIFE 02 ENV/IT/ ) Gestione e comunicazione con la Commissione coinvolgimento delle P.A. 2) Individuazione e coinvolgimento delle P.A. che adotteranno il manuale di GPP Analisi 3) Analisi dei prodotti/servizi principali acquisiti dalle PA scelte come target capitolati 4) Individuazione dei capitolati sui quali intervenire per la riduzione degli impatti ambientali Manuale 5) Integrazione e adattamento del Manuale ANPA formazione 6) Comunicazione e formazione per ladozione del manuale GPP a Enti e fornitori gara dappalto esemplificativa 7) Adozione del manuale di GPP in una gara dappalto esemplificativa Disseminazione 8) Disseminazione

18 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Cronogramma Durata di c gengen febfeb marmar aprapr magmag giugiu luglug agoago setset ottott novnov dicdic gengen febfeb marmar aprapr magmag giugiu luglug agoago setset ottott novnov Gestione e comunicazione Individuazione e coinvolgimento del target Analisi dei prodotti/servizi Individuazione capitolati Elaborazione manuale GPP Formazione Implement. del manuale Disseminazione

19 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente AZIONI Ricerca dati su: progetti-pilota; prodotti/servizi; azioni ecompatibili; prodotti con ecolabel Integrazione del manuale ANPA con adattamento alle tematiche ambientali del target Individuazione dei destinatari della comunicazione e formazione interni ed esterni alla PA Estrazione dal manuale GPP di procedure e istruzioni operative per referenti delle PA Task 5) Integrazione e adattamento del Manuale ANPA PRODOTTI Schede tecniche dei prodotti eco-compatibili Procedure e istruzioni operative per i referenti delle PA Manuale GPP

20 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente La struttura del Manuale 300 pagine 3 sezioni (generale, metodologica, operativa) 14 marchi ecologici analizzati 4 macrocategorie 13 categorie di prodotti 189 prodotti

21 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente La Sezione Generale Che cosa è il GPP I riferimenti internazionali Le relazioni con la Politica Integrata di Prodotto (IPP) I casi italiani (esperienze locali, il GPPnet, Il bollettino GPPinfoNet) I casi internazionali (casi pilota, esperienze locali, strategie nazionali)

22 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente La Sezione Metodologica 1 I percorsi guidati: 1.Cosa deve fare una PA per sostituire un prodotto/servizio con un prodotto/servizio a basso impatto ambientale? 2.Cosa deve fare una PA per adottare il GPP come strumento per la sostenibilita?

23 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente La Sezione Metodologica 2 Gli strumenti di supporto: 1.Check list 2.Matrice di identificazione degli impatti ambientali 3.Matrice di valutazione degli impatti ambientali 4.Definizione dei criteri per stabilire le gerarchie

24 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Check list La check-list serve da supporto allanalisi delle attività di un Ente al fine di individuare le potenziali aree di intervento del GPP. COMUNE DI………… 1 Indicare la spesa totale assunta dallEnte…………… 2 Indicare il totale delle spese in conto corrente sostenute dallEnte 3 Indicare il totale delle spese in conto capitale sostenute dallEnte ………. B) ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO Cancelleria 1 Indicare la spesa sostenuta per lacquisto di articoli di cancelleria 2 Indicare larticolo acquistato e specificarne la quantità Risme di carta N° Penne Matite Blocchi … 3 Indicare se si tiene conto di criteri ecologici nellacquisto di cancelleria SI NO 4 Altro

25 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente La Sezione Operativa 1 Macrocategorie Categorie di Prodotto Criteri ecologici per unità elementari di prodotto Schede operative di applicazione

26 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Da dove vengono i criteri? 14 marchi analizzati

27 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Macrocategorie e categorie Uffici e Città: 57 Arredi, cantieri, strade, verde Energia, prodotti elettrici ed elettronici: 67 Illuminazione. Riscaldamento, elettronica, servizi rete elettrica, semafori, tessile Cibi, cancelleria e sostanze chimiche: 43 Cancelleria, ristorazione, pulizia, pittura, gestione edifici pubblici Trasporti e servizi ambientali: 22 Trasporti e servizi ambientali

28 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente Come funzionano le schede dei criteri ecologici? Prodotti (189 unità elementari) 2Arredo per uffici e per le scuole NF Environnement Materie prime: certificazione dell origine del legno utilizzato; Nel processo produttivo non devono essere utilizzati CFC in modo che non rientrino nella composizione del prodotto finito; i rifiuti contenenti pi ù del 5% di sostanze organiche (colle, solventi, ecc) sono trattati in siti autorizzati. Assenza di elementi a base di cadmio, cromo VI, mercurio, piombo, arsenico o composti degli stessi. R=quantit à di solventi in Kg/estratto secco in Kg<4 I reflui provenienti dal trattamento delle superfici metalli che dovranno essere conformi alle norme, in ogni caso la somma dei metalli pesanti<15mg/l; L energia necessaria alla trasformazione delle materie prime non deve eccedere gli 800Mjoules Per i pannelli agglomerati in legno trattati con formaldeide devono appartenere alla classe 1, secondo norma europea 312, 07/97. Per i pannelli composti contenenti il polimero diossicianato difenil metano, assenza di frammenti valutabili del monomero. Imballaggi costituiti da materiale facilmente riciclabile e di materie rinnovabili. Attestazione della presa in considerazione dei seguenti fattori: progettazione del prodotto, piano di trasporto, gestione degli imballaggi …. Possibilit à di acquistare ogni singolo elemento del mobile; possibilit à di acquistare almeno per 5 anni successivi alla data di produzione originale gli elementi sostitutivi con le stesse funzioni dell originale. Possibilit à di separare a fine vita del prodotto tutti gli elementi con peso>50gr Per i pezzi con peso>50gr: etichetta permanente sugli elementi in plastica; per pezzi in plastica con peso<50gr ma la cui massa totale è superiore al 10% della massa dell intero prodotto: etichetta permanente sui singoli pezzi. (informazioni ai consumatori sui metodi di smaltimento e riciclaggio).

29 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente 7) Adozione del manuale di GPP in una gara dappalto esemplificativa Entra nel Forum 8) Disseminazione Firenze Palermo ICLEI

30 LIFEO2ENV/IT/ Provincia di Cremona Settore Ambiente GRAZIE ! Dott.ssa MARA PESARO Dirigente Settore Ambiente Provincia di Cremona Ufficio Agenda 21 Via Dante CREMONA Tel 0372/ Fax 0372/406461


Scaricare ppt "LIFEO2ENV/IT/000023 Provincia di Cremona Settore Ambiente GPPnet La rete degli acquisti pubblici verdi LIFE 02 ENV/IT/000023 Provincia di Cremona Settore."

Presentazioni simili


Annunci Google