La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gli anziani in Europa e in Italia… N. Anziani in Europa (Eurostat, 2010) = 87.094.001 N. Anziani in Italia (ISTAT, 2010) = 12.301.537 N. Anziani nelle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gli anziani in Europa e in Italia… N. Anziani in Europa (Eurostat, 2010) = 87.094.001 N. Anziani in Italia (ISTAT, 2010) = 12.301.537 N. Anziani nelle."— Transcript della presentazione:

1

2 Gli anziani in Europa e in Italia… N. Anziani in Europa (Eurostat, 2010) = N. Anziani in Italia (ISTAT, 2010) = N. Anziani nelle Marche (ISTAT, 2010) = Vita Media in Italia (ISTAT, 2010) Vita Media in Italia (ISTAT, 2010): 79,1 M, 84,3 F. Vita Media nelle Marche (ISTAT, 2010) Vita Media nelle Marche (ISTAT, 2010): 80,01 M, 85,4 F

3 sessantacinque anni Negli ultimi dieci anni la percentuale di individui di sessantacinque anni e oltre è aumentata dal 18,4% al 20,3%, con un incremento di 1,8 milioni di individui. ottantancinquenni La crescita della popolazione di ottantancinquenni e oltre passa dal 2,2% al 2,8%. Il 27,8% delle persone oltre i 65 anni vive da solo, le donne rappresentano la maggioranza ultracentenari Gli individui ultracentenari sono triplicati dal 2001 al 2011, arrivando ad oltre 16 mila individui Gli anziani con disabilità sono circa 2 milioni. Gli anziani in Italia… FONTI: ISTAT 2010, INRCA 2010; OSSERVASALUTE 2010

4 Il rapporto tra anziani e tecnologia… La società dellinformazione è anche una società dellinvecchiamento La società dellinformazione è anche una società dellinvecchiamento: la tecnologia e laumento dellaspettativa di vita hanno il medesimo trend. anche allinterno della società anziana. Parallelamente, le innovazioni tecnologiche stanno penetrando anche allinterno della società anziana.

5 Anziani e nuove tecnologie FONTE, ISTAT 2010 Le famiglie di persone di 65 anni e più (sole o in coppia) continuano ad essere escluse dal possesso di beni tecnologici: Lunico bene diffuso, oltre il tv color, è il cellulare (63,6%) il 9,8% possiede il personal computer l8,1% ha laccesso ad Internet il 37,5% possiede il decoder digitale terrestre Il 16,7% possiede lantenna parabolica

6 Anziani, bisogni, tecnologie, barriere Per vivere indipendente, ho bisogno Il supporto tecnologicoMa ci sono dei problemi di: Dieta/PrevenzioneMonitoraggio assunzione cibo/acqua, aiuto nella dieta, internet shopping (es. Sensori attivi nellambiente domestico) - Necessità di norme per l'etichettatura intelligente e imballaggio delle confezioni - Mancanza di skills, accettazione tecnologia Contatti con il medico o altri operatori socio-sanitari Dispositivi di comunicazione user-friendly (es. Cellulari, chiamate via web, etc) Mancanza di skills, accettazione tecnologia Cure sanitarie a domicilioEs. Telemedicina, Tele-care- Incompatibilità tra sistema sanitario e lattuale tele- assistenza - Mancanza di skills, accettazione tecnologia Certezza che arriverà chi mi assiste Monitoraggio elettronico da parte del caregiver, comunicazioni immediate (es. Pc in rete, sensori, etc) Mancanza di skills, accettazione tecnologia

7 Telemedicina e Assistenza Sanitaria U.O. di Cardiologia-UTIC (Responsabile Dott. R.Antonicelli) Dimissione Protetta Teleprotezione cardiologica di soggetti anziani UTENTI: soggetti anziani ospiti in case di riposo, utenti di farmacie e Medici di Base TECNOLOGIA: tele- elettrocardiografo, telefono (anche cellulare) Dati attività : N° Totale Interventi: 6100 UTENTI: pazienti cardiopatici in dimissione protetta TECNOLOGIA: tele- elettrocardiografo, telefono (anche cellulare)

8 FP7 - Grant Agreement n Self Mobility Improvement of eLderly by counteractING falls SMILING DURATA: DURATA: 36 mesi DATA INIZIO: DATA INIZIO: 1 Gennaio 2008 FINANZIAMENTO: FINANZIAMENTO: 2,250,000 Euro

9 Impatto economico Una persona su tre di 65 anni e più, è a rischio di caduta Il costo di ogni caduta è pari a ,00 euro e ,00 euro per l'anno successivo BACKGROUND Cadute Problemi psicologici La paura di cadere induce le persone a limitare la propria attività Il 50% delle persone cadute ha paura di cadere ancora Deficit fisico Riduzione partecipazione sociale

10 costruire e sviluppare un prototipo non invasivo e computerizzato per combattere e prevenire la tendenza a cadere degli anziani OBIETTIVI DEL PROGETTO sviluppare un algoritmo per il training che si adatti ai bisogni specifici degli utenti finali testare il prototipo e lalgoritmo in reali condizioni duso. implementare un nuovo sistema di training in campo riabilitativo per gli anziani, utilizzabile allinterno di Centri sanitari e palestre di riabilitazione.

11 RISULTATI 1. Un set di prototipi avanzati costituiti da scarpe motorizzate indossabili e sensori per lanalisi del cammino; 2. Sperimentazione su 97 pazienti in 4 nazioni (Italia, Israele, Slovacchia e Svizzera); 3. Miglioramento nella capacità del cammino e diminuzione della paura di cadere; 4. Un database completo che include dati di performance tests, gait analysis, accettazione valutazione del prototipo.

12 AAL A Home Based APProach to the Years of AGEING HAPPY AGEING DURATA: 28 mesi DATA INIZIO: 1 Aprile 2009 FINANZIAMENTO: Euro

13 BACKGROUND Essereindipendenti Essere indipendenti significa poter compiere semplici attività quotidiane in autonomia nella propria casa La maggior parte delle difficoltà, che insorgono con il progredire dellinvecchiamento, coinvolgono i processi cognitivi, la vista e la mobilità e, in aggiunta, anche fattori psicologici, quali il senso di insicurezza e la paura che possa accadere qualcosa.

14 Il sistema HAPPY AGEING Sviluppo di un ausilio per il monitoraggio delle azioni quotidiane, composto da tre moduli principali: Lifestyle Monitor, che ricorda all'utente le principali attività da svolgere (es. prendere le medicine) e monitora l'assenza di attività per un lungo periodo di tempo o la comparsa di comportamenti inusuali del soggetto. Personal Assistant caratterizzato da funzioni di supporto allo svolgimento di attività comuni (es. comporre un numero telefonico) e di ricerca di oggetti personali smarriti in casa (es. chiavi, occhiali, ecc.). Personal Assistant, caratterizzato da funzioni di supporto allo svolgimento di attività comuni (es. comporre un numero telefonico) e di ricerca di oggetti personali smarriti in casa (es. chiavi, occhiali, ecc.). Navigation Assistant, che supporta l'utente nel muoversi in un ambiente chiuso, aiutando specialmente gli anziani con scarsa capacità visiva e di orientamento.

15 HAPPY AGEING Survey Aspettative nei confronti della tecnologia Campione (IT, NL, HU): 180 soggetti, 76 uomini e 104 donne, età media 75.7 anni ± 6.6 (M ± SD). Vorrei imparare ad usare semplici strumenti tecnologici, se possono aiutarmi in caso di problemi Penso che potrei usare alcuni dispositivi di assistenza per migliorare la qualità della mia vita Penso che le soluzioni tecnologiche possono aiutarmi in caso di circostanze sfavorevoli o di incidente Penso che le innovazioni tecnologiche potrebbero aiutare gli anziani a soddisfare i loro bisogni e problemi (% d'accordo/molto d'accordo) 73% 79% 85%

16 HAPPY AGEING Survey Motivazioni per lutilizzo della tecnologia (Deciderei di usare un nuovo dispositivo se…) Aiutasse il lavoro di chi si prende cura di me Mi fosse consigliato dalla mia famiglia o da chi mi assiste Fosse scientificamente approvato e certificato Mi sentissi più sicuro a casa mia quando sono solo Il dispositivo migliorasse veramente le mie attività quotidiane Luso del dispositivo fosse consigliato da un medico o da altri professionisti Aumentasse la fiducia in me stesso e la mia capacità di gestire lambiente87%87% % 83 % 81% 79% 75% 71% 70%

17 HAPPY AGEING Survey Barriere allutilizzo della tecnologia Ho alcune preoccupazioni sulla sicurezza dei nuovi dispositivi tecnologici Ho paura che il dispositivo sostituisca chi mi assiste Ho paura che alcuni dispositivi possano rappresentare una restrizione alla mia privacy Ho paura che alcuni dispositivi possano essere intrusivi e/o possano modificare il mio ambiente domestico Penso che i dispositivi tecnologici di supporto per gli anziani siano troppo costosi Le soluzioni tecnologiche sono troppo difficili da usare senza addestramento 65% 54% 32% 30% 25% 21% 8% (% d'accordo/molto d'accordo)

18 HAPPY AGEING Survey Fattori che influenzano lacquisto di un dispositivo Stato di salute (72%) Facilità di utilizzo (64%) Valore di utilizzo percepito (52%) Possibilità che lo Stato/l'assicurazione paghi in parte o del tutto i costi (52%) Costo (51%) FATTORI DACQUISTO

19 Promozione della tecnologia e supporto allutilizzo Le figure fondamentali per la promozione dellutilizzo delle tecnologie da parte dellutente anziano, sono: Coloro che progettano la tecnologia Coloro che progettano la tecnologia, i quali devono condurre ricerche e attenersi a paradigmi di usabilità condivisi, tra cui la lergonomia cognitiva. I famigliari o i caregivers I famigliari o i caregivers, come mediatori del processo di apprendimento, in quanto conoscono le risorse e i bisogni degli anziani. Le istituzioni pubbliche e private Le istituzioni pubbliche e private, come garanti della diffusione della tecnologia, attraverso il sostegno economico e le dicisioni.

20 Conclusioni La popolazione anziana è interessata al mondo della tecnologia La tecnologia può favorire/supportare lautossufficienza dellanziano

21 Conclusioni La tecnologia va progettata secondo le esigenze e le aspettative degli anziani per garantirne laccettazione e lusabilità Caregiver, professionisti socio-sanitari e familiari possono contribuire ad aumentare la diffusione della tecnologia e fornire aiuto nellacquisizione delle competenze per il corretto utilizzo dei dispositivi


Scaricare ppt "Gli anziani in Europa e in Italia… N. Anziani in Europa (Eurostat, 2010) = 87.094.001 N. Anziani in Italia (ISTAT, 2010) = 12.301.537 N. Anziani nelle."

Presentazioni simili


Annunci Google