La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 IL NUOVO PORTALE DELLOSSERVATORIO MINISTERO DELLA SALUTE - ISPESL - REGIONI Osservatorio epidemiologico nazionale sulle condizioni di salute e sicurezza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 IL NUOVO PORTALE DELLOSSERVATORIO MINISTERO DELLA SALUTE - ISPESL - REGIONI Osservatorio epidemiologico nazionale sulle condizioni di salute e sicurezza."— Transcript della presentazione:

1 1 IL NUOVO PORTALE DELLOSSERVATORIO MINISTERO DELLA SALUTE - ISPESL - REGIONI Osservatorio epidemiologico nazionale sulle condizioni di salute e sicurezza negli ambienti di vita

2 2 Progetto CCM Ministero della Salute - ISPESL Supporto ed implementazione delle attività di sorveglianza e prevenzione degli incidenti domestici e stradali (progetto biennale)

3 3 Progetto CCM Raccolta di materiale informativo sugli infortuni in ambienti di vita con particolare riferimento agli ambienti domestici, mediante il coinvolgimento di Regioni, ASL, Enti Raccolta di materiale informativo sugli infortuni in ambienti di vita con particolare riferimento agli ambienti domestici, mediante il coinvolgimento di Regioni, ASL, Enti Obiettivo specifico 1

4 4 Progetto CCM Implementazione del portale dell'Osservatorio quale riferimento in materia di salute negli ambienti di vita per il Ministero della Salute Implementazione del portale dell'Osservatorio quale riferimento in materia di salute negli ambienti di vita per il Ministero della Salute Obiettivo specifico 2

5 5 Progetto CCM Sperimentazione di un sistema di sorveglianza sugli infortuni ad esito mortale basato sulle informazioni sanitarie correnti in riferimento alle schede per la denuncia delle cause di morte ISTAT Sperimentazione di un sistema di sorveglianza sugli infortuni ad esito mortale basato sulle informazioni sanitarie correnti in riferimento alle schede per la denuncia delle cause di morte ISTAT Obiettivo specifico 3

6 6 Ricognizione, analisi ed acquisizione di quanto pubblicato su materiale cartaceo e su web Ricognizione, analisi ed acquisizione di quanto pubblicato su materiale cartaceo e su web – Richiesta di materiale relativo agli infortuni DOMESTICI e STRADALI realizzato da Regioni, ASL, Enti Raccolta di documentazione

7 7 Raccolta di documentazione (II) Realizzazione di scheda bibliografica per la catalogazione dei documenti Realizzazione di scheda bibliografica per la catalogazione dei documenti – Autore – Titolo – Parole chiave – Descrizione

8 8 Analisi del materiale Selezione dei documenti da inserire nella banche dati Selezione dei documenti da inserire nella banche dati – Originalità / Attualità – Pertinenza – Attendibilità

9 9 Catalogazione dei documenti Creazione di un catalogo bibliografico in linea ad accesso pubblico, contenente i dati bibliografici relativi ai documenti Creazione di un catalogo bibliografico in linea ad accesso pubblico, contenente i dati bibliografici relativi ai documenti La ricerca può avvenire per autore, titolo, parole del titolo, descrittore, parole chiave, parole all'interno di qualsiasi campo La ricerca può avvenire per autore, titolo, parole del titolo, descrittore, parole chiave, parole all'interno di qualsiasi campo

10 10 Indicizzazione dei documenti (I) Ogni documento viene indicizzato in funzione dell'argomento Ogni documento viene indicizzato in funzione dell'argomento – PAROLE CHIAVE assegnate liberamente – DESCRITTORI (del thesaurus ILO/CIS)

11 11 Indicizzazione dei documenti (II) Consultazione DESCRITTORI (dal Thesaurus ILO/CIS sul sito ISPESL, Biblioteca Consultazione DESCRITTORI (dal Thesaurus ILO/CIS sul sito ISPESL, Biblioteca Consultazione elenco di PAROLE CHIAVE assegnate liberamente Consultazione elenco di PAROLE CHIAVE assegnate liberamente

12 12

13 13 Implementazione del portale (I) Realizzazione Realizzazione – BANCA DATI Infortuni domestici e stradali con il materiale informativo raccolto – Raccolta di MATERIALE NORMATIVO – Attivazione area NEWS – Attivazione area PRINCIPALI EVENTI – Implementazione area LINK UTILI

14 14 News Area dedicata alle NOVITA in materia di infortuni in ambienti di vita Area dedicata alle NOVITA in materia di infortuni in ambienti di vita – PROGETTI DI RICERCA – SEGNALAZIONE PUBBLICAZIONI – SEGNALAZIONE MATERIALE SCARICABILE – RASSEGNA STAMPA

15 15 Eventi Area dedicata agli EVENTI in materia di infortuni in ambienti di vita Area dedicata agli EVENTI in materia di infortuni in ambienti di vita – CORSI – SEMINARI – CONVEGNI

16 16 Links Area dedicata ai LINK di interesse in materia di infortuni in ambienti di vita Area dedicata ai LINK di interesse in materia di infortuni in ambienti di vita – ISTITUTI INTERNAZIONALI (es: NIOSH, OSHA, EPA, IARC) – ISTITUTI NAZIONALI – REGIONI – ASL – ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA – ALTRE ISTITUZIONI

17 17 Materiale normativo Area dedicata al materiale normativo di interesse in materia di infortuni in ambienti di vita Area dedicata al materiale normativo di interesse in materia di infortuni in ambienti di vita – LEGGI – NORME TECNICHE – LINEE GUIDA – ALTRO

18 18 Implementazione del portale (II) Realizzazione di unarea riservata agli operatori della prevenzione Realizzazione di unarea riservata agli operatori della prevenzione

19 19 Area riservata a operatori della prevenzione FORUM CON USER-ID FORUM CON USER-ID

20 20 Implementazione del portale (III) Progressiva integrazione ed estensione del materiale consultabile on-line Progressiva integrazione ed estensione del materiale consultabile on-line

21 21 I cambiamenti e le implementazioni del portale dellOSSERVATORIO

22 22 Un portale per lOsservatorio Epidemiologico Nazionale sulla salute e la sicurezza negli ambienti di vita 16 … il portale visto da vicino …

23 23 Area tematica: fonti di inquinamento Fattori ambientali / strutturali materiali di arredo e tappezzeria pareti, pavimenti e soffitti vernici sistemi di riscaldamento e condizionamento

24 24 Area tematica: fonti di inquinamento Abitudini e attività Abitudini e attività – fumo di tabacco – profumatori di ambiente – animali domestici – prodotti per la pulizia della casa – prodotti per la cura personale – pesticidi

25 25 FATTORI AMBIENTALI / STRUTTURALI ABITUDINI E ATTIVITA 1.AGENTI FISICI 2.AGENTI CHIMICI 3.AGENTI BIOLOGICI

26 26 Agenti inquinanti AGENTI FISICI AGENTI FISICI o RADIAZIONI ELETROMAGNETICHE o RUMORE o MICROCLIMA o ILLUMINAZIONE

27 27 Agenti inquinanti AGENTI CHIMICI o MONOSSIDO DI CARBONIO o COMPOSTI ORGANICI VOLATILI (COV) o BENZENE o IDROCARBURI AROMATICI POLICICLICI (IPA) o OZONO o PARTICOLATO AERODISPERSO o PESTICIDI o AMIANTO o RADON o METALLI o TOSSICITA - VEGETALI SIMBOLOGIA FRASI DI RISCHIO - R CONSIGLI DI PRUDENZA -S

28 28 Agenti inquinanti 3. AGENTI BIOLOGICI o BATTERI o VIRUS o POLLINI o FUNGHI E MUFFE o ACARI o ALLERGENI DEGLI ANIMALI DOMESTICI

29 29 Area tematica: stili di vita o OBESITÀ – ALIMENTAZIONE o ATTIVITÀ FISICA o POSTURE o ABUSO DI ALCOL o USO DI DROGHE o PATOLOGIE o ABUSO DI FARMACI E PREPARATI FITOTERAPICI o FUMO ATTIVO/PASSIVO

30 30 Area tematica: metodologie Area tematica nella quale verranno presentate le METODOLOGIE più utilizzate per il trattamento dei dati statistici Area tematica nella quale verranno presentate le METODOLOGIE più utilizzate per il trattamento dei dati statistici

31 31 Area tematica: infortuni stradali Implementazione della documentazione sugli INCIDENTI STRADALI Implementazione della documentazione sugli INCIDENTI STRADALI

32 32 Aree tematiche per categorie di utilizzatori ANZIANI ANZIANI CASALINGHE CASALINGHE BAMBINI BAMBINI ADDETTI AI LAVORI (badanti, baby- sitter, ecc.) ADDETTI AI LAVORI (badanti, baby- sitter, ecc.)

33 33 Il nuovo portale sarà il frutto della COLLABORAZIONE di tutte le istituzioni interessate, pertanto confidiamo nel vostro contributo ! Il nuovo portale sarà il frutto della COLLABORAZIONE di tutte le istituzioni interessate, pertanto confidiamo nel vostro contributo !

34 34

35 35 Obiettivo Individuazione di una metodica per lassegnazione di un punteggio di rischio che un bambino (0 – 14) corre in casa, utilizzando i dati provenienti da: o Volume Sicurezza in casa (1999) o Indagine multicentrica 9 Regioni (2004)

36 36 Conversione dei giudizi in punteggi Pagella di rischio del volume Sicurezza in casa Pagella di rischio del volume Sicurezza in casa Utilizzo di una funzione esponenziale per dare maggiore importanza agli agenti più pericolosi: y = e ax + b Utilizzo di una funzione esponenziale per dare maggiore importanza agli agenti più pericolosi: y = e ax + b Determinazione dei parametri a e b imponendo il passaggio per i punti (0,0) e (4,100) Determinazione dei parametri a e b imponendo il passaggio per i punti (0,0) e (4,100) Funzione: y = e ( x/4 ) log 101 – 1 Funzione: y = e ( x/4 ) log 101 – 1

37 37 Tabella dei punteggi CATEGORIAPUNTEGGIO poco pericoloso 2 abbastanza Pericoloso 9 pericoloso31 molto pericoloso 100

38 38 Pesi attribuiti alle stanze Indagine delle 9 regioni (2004) Indagine delle 9 regioni (2004) Peso dellambiente i.mo = Frequenza relativa degli incidenti accaduti ai bambini [0,14] nel vano considerato Peso dellambiente i.mo = Frequenza relativa degli incidenti accaduti ai bambini [0,14] nel vano considerato

39 39 Tabella dei Pesi LuogoFreqPesi Pesi Adj Bagno40,10,1 Balcone (El. Gen.) 30,0750,08 Camera da letto 120,30,3 Cucina150,3750,37 Soggiorno/cam.pranzo/ ingresso 60,150,15 Totale4011

40 40 Passaggio della funzione per i punti (0,0) e (3,100) Non pericolo 0 poco pericoloso 1 abbastanza Pericoloso 2 pericoloso3 molto pericoloso 4 Per trovare b 0 = e a x 0 + b=1+b quindi b=-1 Per trovare a 100 = e a x 4 -1 quindi 101= e a x 4 log 101= a x 4 quindi a=(log101)/4


Scaricare ppt "1 IL NUOVO PORTALE DELLOSSERVATORIO MINISTERO DELLA SALUTE - ISPESL - REGIONI Osservatorio epidemiologico nazionale sulle condizioni di salute e sicurezza."

Presentazioni simili


Annunci Google