La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto CRESCO Napoli, 3.4.09 Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto CRESCO Napoli, 3.4.09 Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy"— Transcript della presentazione:

1 Progetto CRESCO Napoli, Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy Massimo Celino, Simone Giusepponi, Michele Gusso, Roberto Grena, Giulio Gianese*, Vittorio Rosato* Scienza dei Materiali Computazionale in ENEA-GRID ENEA Italian Agency for New Technologies, Energy and Environment Casaccia Research Centre Rome, Italy *also Ylichron srl Casaccia Research Centre Rome, Italy In collaborazione con Silvio Migliori, Salvatore Raia, Giovanni Bracco, Salvatore Podda, Andrea Quintiliani e Pietro DAngelo del Progetto CRESCO

2 Progetto CRESCO Napoli, Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy Il Laboratorio Virtuale dellENEA ATTIVITÀ CODICI Storage dellidrogeno: MgH 2 Membrane metalliche per la produzione di idrogeno Interazione organico-inorganico: peptide su nanotubo Sistemi AX 2 liquidi e amorfi: SiSe 2, GeSe 2, GeS 2, etc Ordine icosaedrico in metalli sottoraffreddati ….. CPMD, CP2K GROMACS Homemade per gli intermetallici e semiconduttori

3 Progetto CRESCO Napoli, Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy The remarkable ability of magnesium to store significant quantities of hydrogen has fostered intense research efforts in the last years in view of its future applications where light and safe hydrogen-storage media are needed. Magnesium material, characterized by light weight and low cost of production, can reversibly store about 7.7 wt% hydrogen (MgH 2 ). However, further research is needed since Mg has a high operation temperature and slow absorption kinetics that prevent for the moment the use in practical applications. For these reasons a detailed study of the interface between Mg and MgH 2 is needed to characterize the dynamics of hydrogen at the interface. Thanks to Amelia Montone, ENEA TEPSI Project Desorbimento idrogeno: interfaccia Mg-MgH 2 Esperimento ENEA

4 Progetto CRESCO Napoli, Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy Starting configuration Mg surface MgH 2 surface Interface L x = 6.21 Å L y = Å L z = Å MgH 2 : 60 Mg atoms H atoms Idrogeno Magnesio Mg: 72 atoms Desorbimento idrogeno: interfaccia Mg-MgH 2

5 Progetto CRESCO Napoli, Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy T= 700 K Desorbimento idrogeno: interfaccia Mg-MgH 2 Atomo di Ferro T= 400 K

6 Progetto CRESCO Napoli, Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy mesh 576 on x axis Speedup Processing elements IBM SP5: ~ 8 sec - 64 PE CRESCO: ~ 8 sec – 150 PE ~ 3 sec – 576 PE Desorbimento idrogeno: interfaccia Mg-MgH 2

7 Progetto CRESCO Napoli, Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy Peptide su nanostrutture di carbonio Organico - Inorganico: dinamica molecolare classica

8 Progetto CRESCO Napoli, Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy Peptide+acqua su grafite: 1397 atomi 2062 stati elettronici – Box: 56x54x40 au sec 1986 MB sec 1153 MB sec 750 MB CORE CPU time Memory Restart file: ~ 45 GB Minimizzazione wfs Mesh 400x384x288 - cutoff=120Ry Peptide su nanostrutture di carbonio Organic - Inorganic: dinamica molecolare ab-initio

9 Progetto CRESCO Napoli, Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy Sistemi AX 2 liquidi e amorfi First Sharp Diffraction Peak in SiSe 2 liquido Sistemi da 500 atomi con 600 cores: 8 sec per passo

10 Progetto CRESCO Napoli, Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy Rame liquido e sottoraffreddato MD classica con TB semiempirico Common neighbor analysis per caratterizzare lordine icosaedrico a corto range


Scaricare ppt "Progetto CRESCO Napoli, 3.4.09 Massimo Celino ENEA, Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali C. R. Casaccia, Rome, Italy"

Presentazioni simili


Annunci Google