La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La ricerca del rischio estremo: aspetti psichiatrici Dott. Daniele Pieralli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La ricerca del rischio estremo: aspetti psichiatrici Dott. Daniele Pieralli."— Transcript della presentazione:

1 La ricerca del rischio estremo: aspetti psichiatrici Dott. Daniele Pieralli

2 Criteri diagnostici per il Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività A. O (1) o (2) 1) Sei (o più) dei seguenti sintomi di disattenzione sono persistiti per almeno 6 mesi con una intensità che provoca disadattamento e che contrasta con il livello di sviluppo: Disattenzione (a)Spesso non riesce a prestare attenzione ai particolari e commette errori di distrazione nei compiti scolastici, sul lavoro, o in altre attività (b)Spesso ha difficoltà a mantenere lattenzione sui compiti o sulle attività di gioco (c)Spesso non sembra ascoltare quando gli si parla direttamente (d)Spesso non segue le istruzioni e non porta a termine i compiti scolastici, le incombenze, o i doveri sul posto di lavoro (non a causa di comportamento oppositivo o di incapacità a seguire le istruzioni) (e)Spesso ha difficoltà a organizzarsi nei compiti e nelle attività (f)Spesso evita, prova avversione, o è riluttante ad impegnarsi in compiti che richiedono sforzo mentale protratto (come compiti a scuola o a casa) (g)Spesso perde gli oggetti necessari per i compiti o le attività (per es. giocattoli, compiti di scuola, matite, libri o strumenti) (h)Spesso è facilmente distratto da stimoli estranei (i)Spesso è sbadato nelle attività quotidiane

3 2) sei (o più) dei seguenti sintomi di iperattività/impulsività sono persistiti per almeno 6 mesi con una intensità che causa disadattamento e contrasta con il livello di sviluppo: Iperattività: a) Spesso muove con irrequietezza mani o piedi o si dimena sulla sedia b) Spesso lascia il proprio posto a sedere in classe o in altre situazioni in cui ci si aspetta che resti seduto c) Spesso scorrazza e salta dovunque i modo eccessivo in situazioni i cui ciò è fuori luogo (negli adolescenti e negli adulti ciò può limitarsi a sentimenti soggettivi di irrequietezza) d) Spesso ha difficoltà a giocare o a dedicarsi a divertimenti in modo tranquillo e) E spesso sotto pressione o agisce come se fosse motorizzato f) Spesso parla troppo Impulsività: g) Spesso spara le risposte prima che le domande siano state compilate h) Spesso ha difficoltà ad attendere il proprio turno i)Spesso interrompe gli altri o è invadente nei loro confronti (per es. si intromette nelle conversazioni e nei giochi) B. Alcuni dei sintomi di iperattività/impulsività o di disattenzione che causano compromissione erano presenti prima dei 7 anni di età C. Una certa menomazione a seguito dei sintomi è presente in 2 o più contesti (per es. a scuola, o al lavoro, e a casa) D. Deve esservi una evidente compromissione clinicamente saignificativa del funzionamento sociale, scolastico, o lavorativo E. I sintomi non si manifestano esclusivamente durante il decorso di un Disturbo Generalizzato dello Sviluppo, di Schizofrenia, o di un altro Disturbo Psicotico, e non risultano meglio attribuibili ad una ltro disturbo mentale (per es. Disturbo dellUmore, Disturbo dAnsia, Disturbo Dissociativo o Disturbo di Personalità)

4 Criteri diagnostici per il Disturbo della Condotta A.Una modalità di comportamento ripetitiva e persistente in cui i diritti fondamentali degli altri o le principali norme o regole scoietarie appropriate per letà vengono violati, come manifestato dalla presenza di 3 (o più) dei seguenti criteri nei 12 mesi precedenti, con almeno un criterio presente negli ultimi 6 mesi: Aggressioni a persone e animali 1)Spesso fa il prepotente, minaccia o intimorisce gli altri 2)Spesso dà inizio a colluttazioni fisiche 3)Ha usato unarma che può causare seri danni fisici ad altri (per es. un bastone, una barra, una bottiglia rotta, un coltello, una pistola) 4)E stato fisicamente crudele con le persone 5)E stato fisicamente crudele con gli animali 6)Ha rubato affrontando la vittima (per es. aggressione, scippo, estorsione, rapina a mano armata) 7)Ha forzato qualcuno ad attività sessuali Distruzione della proprietà 8) Ha deliberatamente appiccato il fuoco con lintenzione di causare seri danni

5 9) Ha deliberatamente distrutto proprietà altrui ( in modo diverso dallappiccare il fuoco) Frode o furto 10) E penetrato i nun edificio, un domicilio, o una automobile altrui 11) Spesso mente per ottenere vantaggi o favori o per evitare obblighi (cioè raggira gli altri) 12) Ha rubato articoli di valore senza affrontare la vittima (per es, furto nei negozi, ma senza scasso, falsificazioni) Gravi violazioni di regole 13) Spesso trascorre fuori la notte nonostante le proibizioni dei genitori, con inizio prima dei 13 anni di età 14) E fuggito da casa di notte almeno 2 volte mentre viveva a casa dei genitori o di chi ne faceva le veci (o una volta senza ritornare per un lungo periodo) 15) Marina spesso la scuola, con inizio prima dei 13 anni di età B. Lanomalia del comportamento causa compromissione clinicamente significativa del funzionamento sociale, scolastico o lavorativo C. Se il soggetto ha 18 anni o più, non sono soddisfatti i criteri per il Disturbo Antisociale di Personalità DISTURBO DEL COMPORTAMENTO DIROMPENTE NAS Questa categoria si usa per i disturbi caratterizzati da condotta o comportamenti oppositivi provocatori che non soddisfano i criteri per il Disturbo della Condotta o per il Disturbo Oppositivo Provocatorio. Per es. include i quadri clinici che non soddisfano pienamente i criteri per il Disturbo Oppositivo Provocatorio o per il Disturbo della Condotta, ma in cui vi è menomazione clinicamente significativa

6 Criteri diagnostici per Gioco dazzardo Patologico A.Persistente e ricorrente comportamento di gioco dazzardo maladattivo, come indicato da 5 (o più) dei seguenti: 1)E eccessivamente assorbito dal gioco dazzardo (per es. nel rivivere esperienze passate al gioco, nel soppesare e programmare la successiva avventura o nel pensare ai modi per procurarsi denaro per giocare) 2)Ha bisogno di giocare dazzardo con quantità crescenti di denaro per raggiungere leccitazione desiderata 3)Ha ripetutamente tentato senza successo di controllare, ridurre o interrompere il gioco dazzardo 4)E irrequieto o irritabile quando tenta di ridurre o interrompere il gioco dazzardo 5)Gioca dazzardo per sfuggire problemi o per alleviare u umore disforico (per es. sentimenti di impotenza, colpa, ansia, depressione) 6)Dopo aver perso al gioco, spesso torna un altro giorno per giocare ancora (rincorrendo le proprie perdite) 7)Mente ai membri della famiglia, al terapeuta o ad altri per occultare lentità del proprio coinvolgimento nel gioco dazzardo

7 8) Ha commesso azioni illegali come falsificazione, frode, furto o appropriazione indebita per finanziare il gioco dazzardo 9) Ha messo a repentaglio o perso una relazione significativa, il lavoro, oppure opportunità scolastiche o di carriera per gioco dazzardo 10) Fa affidamento sugli altri per reperire il denaro per alleviare una situazione finanziaria disperata causata dal gioco dazzardo B. Il comportamento di gioco dazzardo non è meglio attribuibile ad un Episodio Maniacale

8 Criteri diagnostici per Disturbo Antisociale di Personalità A.Un quadro pervasivo di inosservanza e di violazione dei diritti degli altri, che si manifesta fin dalletà di 15 anni, come indicato da 3 o più dei seguenti elementi: 1) Incapacità di conformarsi alle norme sociali per ciò che concerne il comportamento legale, come indicato dal ripetersi di condotte suscettibili di arresto 2) Disonestà, come indicato dal mentire, usare falsi nomi, o truffare gli altri ripetutamente, per profitto o per piacere personale 3) Impulsività o incapacità di pianificare 4) Irritabilità ed aggressività, come indicato da scontri o assalti fisici ripetuti 5) Inosservanza spericolata della sicurezza propria ed altrui 6) Irresponsabilità abituale, per es. ripetuta incapacità di sostenere una attività lavorativa continuativa o di far fronte ad obblighi finanziari 7) Mancanza di rimorso, per es. essere indifferenti o razionalizzare dopo aver danneggiato, maltrattato o derubato un altro B. Lindividuo ha meno di 18 anni C. Presenza di un Disturbo della Condotta con esordio prima dei 15 anni D. Il comportamento antisociale non si manifesta esclusivamente durante il decorso della Schizofrenia o di un Episodio Maniacale

9 Criteri diagnostici per Disturbo Narcisistico di Personalità A.Un quadro pervasivo di grandiosità (nella fantasia o nel comportamento), necessità di ammirazione e mancanza di empatia, che compare entro al prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti, come indicato da 5 o più elementi: 1) Ha un senso grandioso di importanza (per es. esagera risultati e talenti, si aspetta di essere notato come superiore senza una adeguata motivazione) 2) E assorbito da fantasia di illimitati successo, potere, fascino, bellezza e di amore ideale 3) Crede di essere speciale ed unico e di dover frequentare e potere essere capito solo da altre persone (o Istituzioni) speciali o di classe elevata 4) Richiede eccessiva ammirazione 5) Ha la sensazione che tutto gli sia dovuto, cioè la irragionevole aspettativa di trattamenti di favore o di soddisfazione immediata delle proprie aspettative 6) Sfruttamento interpersonale, cioè si approfitta degli altri per i propri scopi 7) Manca di empatia: è incapace di riconoscere o di identificarsi con i sentimenti e le necessità degli altri 8) E spesso invidioso degli altri, o crede che gli altri lo invidino 9) Mostra comportamenti o atteggiamenti arroganti e presuntuosi

10 Criteri diagnostici per Disturbo Borderline di Personalità A.Una modalità pervasiva di instabilità delle relazioni interpersonali, dellimmagine di sé e dellumore e una marcata impulsività, comparse nella prima età adulta e presenti in vari contesti, come indicato da 5 o più dei seguenti elementi: 1)Sforzi disperati di evitare un reale o immaginario abbandono 2)Un quadro di relazioni interpersonali instabili ed intense, caratterizzate dallalternanza tra gli estremi di iperidealizzazione e svalutazione 3)Alterazione dellidentità: immagine di sé e percezione di sé marcatamente e persistentemente instabili 4)Impulsività in almeno 2 aree che sono potenzialmente dannose per il soggetto, quali spendere, sesso, abuso di sostanze, guida spericolata, abbuffate 5)Ricorrenti minacce, gesti, comportamenti suicidari o automutilanti 6)Instabilità affettiva dovuta ad una marcata reattività dellumore (per es. episodica intensa disforia, irritabilità o ansia che di solito durano poche ore e soltanto raramente più di pochi giorni) 7)Sentimenti cronici di vuoto 8)Rabbia immotivata intensa o difficoltà a controllare la rabbia (per es. frequenti accessi di ira o rabbia costanti, ricorrenti scontri fisici) 9)Ideazione paranoide, o gravi sintomi dissociativi transitori, legati allo stress

11 Criteri per lEpisodio Ipomaniacale A.Un periodo definito di umore persistentemente elevato, espansivo o irritabile, che dura ininterrottamente per almeno 4 giorni e che è chiaramente diverso dallumore non depresso abituale B.Durante il periodo di alterazione dellumore 3 (o più) dei seguenti sintomi sono stati persistenti e presenti ad un livello significativo (4 se lumore è solo irritabile): 1)Autostima ipertrofica o grandiosa 2)Diminuito bisogno di sonno (per es. sentirsi riposato dopo solo 3 ore di sonno) 3)Maggiore loquacità del solito, oppure spinta continua a parlare 4)Fuga delle idee o esperienza soggettiva che i pensieri si succedano rapidamente 5)Distraibilità 6)Aumento dellattività finalizzata (sociale, lavorativa o sessuale), oppure agitazione psicomotoria 7)Eccessivo coinvolgimento in attività ludiche che hanno un alto potenziale di conseguenze dannose (per es. eccessi nel comprare, comportamento sessuale sconveniente, investimenti in affari avventati)

12 C. Lepisodio si associa ad un chiaro cambiamento nel modo di agire, che non è caratteristico della persona quando è asintomatica D. Lalterazione dellumore e il cambiamento nel modo di agire sono osservabili dagli altri E. Lepisodio non è abbastanza grave da provocare una marcata compromissione in ambito lavorativo o sociale, o da richiedere lospedalizzazione, e non sono presenti manifestazioni psicotiche F. I sintomi non sono dovuti allazione fisiologica diretta di una sostanza (per es. una droga dabuso, un farmaco o un altro trattamento), o ad una condizione medica generale (per es. ipertiroidismo) Nota: Episodi simil-ipomaniacali chiaramente indotti da un trattamento somatico antidepressivo (per es. farmaci, terapia elettroconvulsivante, light therapy) non dovrebbero essere considerati per la diagnosi di Disturbo Bipolare II

13 Criteri per lEpisodio Maniacale A.Un periodo definito di umore anormalmente e persistentemente elevato, espansivo o irritabile, della durata di almeno una settimana (o di qualsiasi durata se è necessaria lospedalizzazione) B.Durante il periodo di alterazione dellumore 3 (o più) dei seguenti sintomi sono stati persistenti e presenti ad un livello significativo (4 se lumore è solo irritabile): 1)Autostima ipertrofica o grandiosità 2)Diminuito bisogno di sonno (per es. sentirsi riposato dopo solo 3 ore di sonno) 3)Maggiore loquacità del solito, oppure spinta continua a parlare 4)Fuga delle idee o esperienza soggettiva che i pensieri si succedano rapidamente 5)Distraibilità 6)Aumento dellattività finalizzata (sociale, lavorativa o sessuale), oppure agitazione psicomotoria 7)Eccessivo coinvolgimento in attività ludiche che hanno un alto potenziale di conseguenze dannose (per es. eccessi nel comprare, comportamento sessuale sconveniente, investimenti in affari avventati)

14 C. I sintomi non soddisfano i criteri per lEpisodio Misto D. Lalterazione dellumore è sufficientemente grave da causare una marcata compromissione del funzionamento lavorativo o delle attività sociali abituali o delle relazioni interpersonali o da richiedere lospedalizzazione per prevenire danni a sé o agli altri, oppure sono presenti manifestazioni psicotiche E. I sintomi non sono dovuti agli effetti fisiologici diretti di una sostanza (per es. una droga di abuso, un farmaco o altro trattamento), o di una condizione medica generale (per es. ipertiroidismo) Nota: Episodi simil-maniacali chiaramente indotti da un trattamento somatico antidepressivo (per es. farmaci, terapia elettroconvulsivante, light therapy) non dovrebbero essere considerati per la diagnosi di Disturbo Bipolare I


Scaricare ppt "La ricerca del rischio estremo: aspetti psichiatrici Dott. Daniele Pieralli."

Presentazioni simili


Annunci Google