La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 1 Information & Communication Technology a 360° Giulio Di Giacomo Advisory Group Imprese x Innovazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 1 Information & Communication Technology a 360° Giulio Di Giacomo Advisory Group Imprese x Innovazione."— Transcript della presentazione:

1 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 1 Information & Communication Technology a 360° Giulio Di Giacomo Advisory Group Imprese x Innovazione Confindustria Napoli, 27 ottobre 2005

2 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 2 AGENDA Lo scenario, crescita produttività e competitività Limpatto dellICT sulla produttività e competitività Le proposte di Confindustria

3 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 3 LO SCENARIO, CRESCITA, PRODUTTIVITÀ E COMPETITIVITÀ

4 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 4 IL PROBLEMA: LA BASSA CRESCITA ECONOMICA (Pil a prezzi 1995; variazioni % medie annue, )

5 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 5 LA CRESCITA DELLA PRODUTTIVITA, (Totale economia; indici 1995=100) Gli indici si riferiscono alla produttività totale dei fattori. Fonte: OCSE.

6 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 6 PERDITA DI COMPETITIVITA E QUOTE DI MERCATO (Esportazioni in % delle esportazioni mondiali a prezzi correnti) (1) Bulgaria, Romania, Repubblica Ceca, Slovenia, Repubblica Slovacca, Polonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Estonia, Cipro e Malta. Fonte: FMI.

7 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 7 ITALIA: LE POSIZIONI DI LEADERSHIP NEL COMMERCIO MONDIALE (Settori in cui lItalia ha il miglior saldo commerciale a livello mondiale) Fonte: M. Fortis. Il made in Italy,.

8 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 8

9 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 9 Il valore della conoscenza nei prodotti

10 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 10 MIGLIORAMENTO CONTINUO E CAMBIO GENERAZIONALE Miglioramento continuo del prodotto/processo Prestazione del Prodotto/ Processo Arco temporale Prima generazione di un prodotto/processo Cambio generazionale del prodotto/processo Evoluzione del mercato/ambiente/società Seconda generazione di un prodotto/processo

11 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 11 IL MODELLO ITALIANO: INNOVAZIONE SENZA RICERCA? (Numeri indice: Unione europea=100) I dati si riferiscono al (1) Vendite in % del fatturato del settore manifatturiero e del settore dei servizi. Fonte: Quadrio A. Curzio (2004), Paradigmi di ricerca, sviluppo e innovazione: lItalia in Europa, in Il modello italiano di competitività, Il Sole24 Ore.

12 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 12 LINNOVAZIONE A 360°: LICEBERG DELLINNOVAZIONE Ricerca Tecnologia Investimenti privati e pubblici in R&S Education, spin-off e infrastrutture materiali e immateriali Organizzazione Luso efficiente delle tecnologie Capitale umanoLa cultura della qualità totale Internazionalizzazione & La leadership dellinnovazione Sostenibilità Lambiente regolativo e istituzionale Concorrenza, mercati e politiche pubbliche Il capitale sociale e ambientale

13 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 13 DIFFUSIONE E UTILIZZAZIONE DI TECNOLOGIE (Regno Unito=100) a) Imprese che hanno: infrastrutture ICT, accesso a internet, un sito web, accesso remoto al sistema informatico, collegamento larga banda; intranet. b) Imprese che: svolgono e-business, vendono prodotti on-line, ricevono ordini on-line, usano sistemi integrati per la gestione di ordini e di rapporti con i fornitori, usano market places elettronici. Fonte: Commissione europea, E-business watch, Diffusione delle infrastrutture ICT nelle imprese (a) Utilizzazione di tecnologie per il business (e-business) (b)

14 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 14 ORGANIZZAZIONE: IL GAP ITALIA-EUROPA (UE4*=100) * I primi quattro paesi per la quota di imprese innovatrici sono Germania, Belgio, Austria e Svezia. Fonte: Elaborazioni CSC su dati EUROSTAT, CIS-3.

15 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 15 IL 41% DELLE PMI A RISCHIO IL 43% IN UNA SITUAZIONE CRITICA DI SVILUPPO IL 16% CON UN CONSOLIDATO SENTIERO DI CRESCITA COMPETENZE INNOVATIVE DELLE PMI DALL INDAGINE ROAD MAP – CONFINDUSTRIA-MIUR

16 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 16 Limpatto dellICT sulla produttività e competitività

17 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 17 Mercato mondiale dellICT ( ) Fonte: Assinform / Netconsulting Mercato ICT 4.9% 0.7% 3.2% 5.9% -2.5% -0.7% 0.9% 2.5% Differenziale PIL 2.4% 3.2% 3.9% 5.0%

18 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 18 Crescita del mercato IT e TLC in Italia, in Europa e nel mondo IT Italia Europa Mondo 0% % su anno precedente TLC Italia Europa Mondo 0% % su anno precedente Fonte: Assinform / NetConsulting

19 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 19 Scenario dellevoluzione tecnologica e del mercato dei contenuti in Italia Evoluzione tecnologica/ Evoluzioni mercato dei contenuti Sviluppo nuove tecnologie (WI-MAX) Convergenza Fisso - Mobile Pervasività di massa della Banda Larga Switch off TV analogica (?) Sviluppo di contenuti di qualità basati su una maggior interattività (video, audio, ecc.) Avvio della penetrazione dei contenuti digitali nel mondo Education Any time any content any platform Fonte: Federcomin / DIT: Rapporto e-Content 2005 – Elaborazioni NetConsulting Ulteriore sviluppo degli accessi a Banda Larga Forte aumento utenti UMTS Convergenza Internet-TV Incremento del mercato musica e video >4,4 mln di accessi a Banda Larga >2 mln di utenti UMTS Mercato di contenuti basati su Loghi e Suonerie/Infotainment

20 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 20 Benchmarking internazionale degli investimenti in ICT

21 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 21 Il gap degli investimenti si concentra nellInformation Technology …

22 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 22 … e in particolare nella spesa per IT delle piccole imprese

23 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 23 Gli ostacoli allinnovazione delle Piccole Imprese 1.la difficoltà ad analizzare, conoscere e valutare il ruolo che linnovazione tecnologica può svolgere per il miglioramento dei processi interni e nei confronti degli interlocutori esterni con laumento della produttività e della competitività; 2.una insufficiente conoscenza e disponibilità di strumenti e finanziamenti disponibili, sia in termini sostanziali (incapacità ad individuare progetti adeguati e sostenibili), sia in termini formali (modulistica, tempistica, adempimenti formali); 3.lassenza di una fase di monitoraggio e valutazione degli investimenti nella fase di cantiere e nella fase di gestione; 4.sul fronte della conoscenza: una bassa capacità di reperimento degli skill necessari, una scarsa propensione alla ricerca e sviluppo, una bassa disponibilità e propensione alla collaborazione con altre imprese, con il mondo accademico e con i centri di competenza

24 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 24 Le proposte di Confindustria PID – Piano di Innovazione Digitale 2005

25 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 25 Nel definire il pacchetto di iniziative per dare impulso agli investimenti in innovazione delle piccole imprese è necessario prevedere accanto agli strumenti prettamente agevolativi e finanziari, un Progetto di accompagnamento complessivo che consenta di realizzare un contesto favorevole alla realizzazione degli investimenti medesimi. Il progetto accompagnamento 1.Formazione 2.Tutorship 3.Aggregazione

26 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 26 Le tre linee dazione del Progetto Accompagnamento 1.FORMAZIONE. Confindustria propone la realizzazione nelle proprie associazioni di un progetto complessivo di formazione allinnovazione rivolto ad imprenditori e manager denominato Imprese x Innovazione =I³ 2.TUTORSHIP. Lobiettivo è la costruzione di un network per linnovazione che coinvolga le associazioni territoriali e di categoria, Università e centri di ricerca. Si distinguono due fasi operative: –la prima consiste nella definizione e costruzione di procedure e contenuti di riferimento per gli operatori territoriali del sistema. –la seconda consiste nella realizzazione di Centri di accompagnamento a livello territoriale. Il collegamento tra la prima e la seconda fase sarà assicurato da unattività di formazione e da unattività di supporto. 3.AGGREGAZIONE. Creare delle piattaforme elettroniche collaborative tra imprese della stessa filiera produttiva, per aiutarle ad ottenere un risparmio di costi di gestione e di produzione, grazie al raggiungimento di economie di scala e ad una maggiore produttività. Le piattaforme dovrebbero essere create e gestite da service provider di filiera (attraverso il modello delle società di servizi delle associazioni di categoria ad esempio)

27 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 27 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Il Progetto

28 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 28 OBIETTIVI DEL PROGETTO AIUTARE LE PMI A CRESCERE ATTRAVERSO LINNOVAZIONE FORNIRE ELEMENTI PER LA COSTRUZIONE DI SCENARI E STRATEGIE DIFFONDERE LE BEST PRACTICES DELLINNOVAZIONE A 360°

29 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 29 Bari Information Technology 27 partecipanti Bari Information Technology 27 partecipanti Roma Information Technology 30 partecipanti Roma Information Technology 30 partecipanti Genova Internazionalizzazione 30 partecipanti Genova Internazionalizzazione 30 partecipanti Reggio Emilia, Information Technology Total Quality Management 60 partecipanti Reggio Emilia, Information Technology Total Quality Management 60 partecipanti Monza Innovazione a 360° 150 partecipanti Monza Innovazione a 360° 150 partecipanti Parma Innovazione a 360° 85 partecipanti Parma Innovazione a 360° 85 partecipanti LAquila Innovazione a 360° 75 partecipanti LAquila Innovazione a 360° 75 partecipanti Trieste Innovazione a 360° 100 partecipanti Trieste Innovazione a 360° 100 partecipanti Bologna Innovazione a 360° 100 partecipanti Bologna Innovazione a 360° 100 partecipanti 1000 IMPRENDITORI E MANAGERS FINORA COINVOLTI IN INCONTRI DI SENSIBILIZZAZIONE EVENTI REALIZZATI E PREVISTI Varese Milano Genova La Spezia Torino Arezzo Prato Pescara Ferrara Catania Regione Friuli Venezia Giulia Regione Campania Lecco Massa Carrara Parma Rimini

30 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 30 GLI EVENTI REALIZZATI LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE IMPRESE PARTECIPANTI

31 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 31 Protocollo ABI – Confindustria – Federcomin – ANIE – ABI LAB 14 dicembre 2004 IL PROTOCOLLO OFFRE ALLE PMI CHE INTENDONO REALIZZARE INIZIAITIVE DI AMMODERNAMENTO DELLA LORO ATTIVITA PRODUTTIVA O DI SERVIZIO, MEDIANTE LUSO DELLE TECNOLOGIE DELLINFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE, LA POSSIBILITA DI ACCEDERE, ATTRAVERSO I FORNITORI, AL CREDITO A MEDIO/LUNGO TERMINE SENZA INTACCARE LAFFIDAMENTO DEGLI INTERESSATI PRESSO LE LORO BANCHE. Prevede la concessione di finanziamenti in favore delle PMI sulla base dellanalisi di merito svolta dalle banche prevalentemente nei confronti del fornitore/venditore di tecnologie IL RISCHIO CREDITIZIO VIENE TRASLATO DALLE PMI ACQUIRENTI DI TECNOLOGIA AL FORNITORE, ESSENDO QUESTULTIMA RESPONSABILE IN CASO DI MANCATO PAGAMENTO DA PARTE DELLA DITTA ACQUIRENTE (PRO-SOLVENDO) La tecnica di Finanziamento utilizzata si fonda sullo sconto di effetti pluriennali attraverso unoperazione di fido bancario concesso ai fornitori accreditati presso le banche aderenti al protocollo

32 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 32 Il sostegno all innovazione digitale nelle imprese da parte del Governo a) sezione speciale tecnologie digitali presso il Fondo centrale di garanzia per le PMI con una dotazione di 160 Meuro fino al 2007 per agevolare la concessione di finanziamenti bancari a fronte di progetti di investimento in Innovazione Tecnologica, organizzativa e commerciale da parte di PMI. b) sostegno alla creazione di nuove imprese nel settore high-tech (100 Meuro) c) sostegno allinnovazione tecnologica dei distretti industriali tradizionali nelle aree obiettivo 1 (133 Meuro)

33 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 33 a. FONDO DI GARANZIA – SEZIONE TECNOLOGIE DIGITALI La Sezione tecnologie digitali rilascia garanzie su finanziamenti, di durata non inferiore a 36 mesi e non superiore a 10 anni e di importo non superiore a ,00 euro, concessi a piccole e medie imprese a fronte di programmi di investimento in tecnologie digitali Si intendono gli investimenti, sia materiali che immateriali, finalizzati allintroduzione di innovazioni di prodotti e di servizi e alla integrazione dei processi aziendali mediante lutilizzo di applicazioni di tecnologie digitali Unimpresa che necessita di un finanziamento a m/l termine per effettuare un programma di investimento finalizzato allintroduzione di innovazioni di processo, di prodotto e di servizio mediante luso di tecnologie digitali deve esplicitare alla banca a cui ha richiesto o intende richiedere il finanziamento che intende beneficiare, a garanzia del prestito bancario, dellintervento della Sezione tecnologie digitali del Fondo di garanzia per le pmi ex lege 662/96

34 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 34 b. FONDO HIGH-TECH Al fine di promuovere la nascita e lo sviluppo di imprese high tech nelle Regioni del Mezzogiorno, è stata prevista la costituzione di un Fondo per la partecipazione al capitale di rischio di imprese operanti nei settori dell' Information Technology, dell'elettronica, delle nanotecnologie e microtecnologie, degli strumenti elettromedicali, della meccanica ad alta tecnologia per automazione industriale. Il Fondo opererà sia mediante la partecipazione a fondi mobiliari chiusi già costituiti o da costituire, sia mediante il sostegno diretto alle attività di Venture Capital. Arco temporale Finanziamenti CIPE ex 20/ mln Regioni beneficiarie Amministrazione responsabile DIT Campania, Puglia, Sicilia, Sardegna, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria Progetto in sintesi

35 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 35 DISTRETTI DIGITALI A SUPPORTO DELLA FILIERA TESSILE E ABBIGLIAMENTO NEL MEZZOGIORNO Arco temporale Finanziamenti13,7 mln ex CIPE 17/2003 Regioni beneficiarie Attori coinvolti Regioni beneficiarie, DIT, Innovazione Italia Soggetti beneficiari Imprese / distretti Tessile Abbigliamento Campania, Puglia, Sicilia Progetto in sintesi DIT Campania Puglia Sicilia Ripartizione Finanziamenti Gli obiettivi generali del progetto sono: 1.facilitazione dellaccesso delle imprese distrettuali del settore tessile abbigliamento ai sistemi dintegrazione digitale; 2.creazione di una rete tra i distretti per la promozione e la diffusione di best practices di carattere gestionale e tecnologico nellItalia meridionale; 3.valorizzazione dei centri servizi esistenti nelle aree distrettuali e, lì dove assenti, creazione di strutture di servizio ex novo attraverso cui fornire alle imprese servizi di supporto negli ambiti dellinnovazione di processi e prodotti;

36 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 36 DIGITALIZZAZIONE DELLE IMPRESE NELLA FILIERA AGROALIMENTARE Finanziamenti 19,4 mln ex CIPE 17/2003 Regioni beneficiarie Attori coinvolti Regioni beneficiarie, DIT, Innovazione Italia Soggetti beneficiari Imprese / distretti Campania, Puglia, Sicilia Progetto in sintesi DIT Campania Puglia Sicilia Ripartizione Finanziamenti Lintervento attuativo previsto mira a: –Supportare la piccola e media impresa del settore –Migliorare le relazioni organizzativo- gestionali di filiera –Supportare la promozione del Made in Italy I servizi ICT ipotizzati riguardano: Gestione documentale Gestione on-line degli ordini E-procurement Tracking (conoscenza continua del posizionamento delle merci) Portali di distretto

37 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 37 Per diffondere la societ à dell informazione, in particolare nel Mezzogiorno, il Governo ha elaborato una strategia che, basandosi su risorse CIPE (circa 500 Meuro), si articola su diverse azioni affidate a due societ à appositamente costituite, Innovazione Italia e InfraTel Italia: ü sviluppo di contenuti digitali nel sistema scolastico (25,9 Meuro) ü Formazione nel sistema sanitario locale (22,7 Meuro) ü Piano integrato per il Sud (12 Meuro) ü Telemedicina (4,3 Meuro) ü Rete e formazione dei medici di medicina generale (25,8 Meuro) ü Sistemi avanzati per la connettivit à sociale (30 Meuro) ü Numero unico per le emergenze (9,7 Meuro) ü Infrastrutture di accesso - CAPSDA (22,4 Meuro) ü Infrastrutture di accesso – Centri di Servizio Territoriali (26,5 Meuro) ü Centri territoriali per l aggregazione dei sistemi di acquisto (8,5 Meuro) ü Servizi informativi integrati per la gestione del territorio (26 Meuro) ü Ampliamento del sistema pubblico di connettivit à (26 Meuro) ü Ponte digitale nell area dello Stretto di Messina (4 Meuro) ü Integrazione dell e-Government regionale – IRE SUD (19 Meuro) ü Scrutinio elettronico (10 Meuro) ü Sviluppo delle infrastrutture a larga banda nelle aree obiettivo (150 Meuro) ü Finanziamento alla realizzazione di progetti di T-Government (20 Meuro) ü Realizzazione di una Piattaforma Digitale Interattiva, denominata Italia.it, per promuovere il turismo internazionale verso l Italia (45 Meuro).

38 IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 38 Grazie per lAttenzione Giulio Di Giacomo


Scaricare ppt "IMPRESE X INNOVAZIONE = I 3 Advisory Group Innovazione 1 Information & Communication Technology a 360° Giulio Di Giacomo Advisory Group Imprese x Innovazione."

Presentazioni simili


Annunci Google