La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Luigi GARRETTI Regione Piemonte, corso Bolzano 44, Torino - Viola EMANUELLI CSI Piemonte, corso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Luigi GARRETTI Regione Piemonte, corso Bolzano 44, Torino - Viola EMANUELLI CSI Piemonte, corso."— Transcript della presentazione:

1 Luigi GARRETTI Regione Piemonte, corso Bolzano 44, Torino - Viola EMANUELLI CSI Piemonte, corso Unione Sovietica 216, Torino -

2 Proposta Progetto e-Gov (giugno 2002) Scheda B1- Descrizione del Progetto par. 2 - Servizi che si intendono realizzare (pag. 8) […] Il progetto provvederà in prima istanza a costituire linfrastruttura tecnica necessaria allimplementazione dei diversi servizi di consultazione, che gli altri enti sub-regionali provvederanno poi ad istanziare localmente presso la propria amministrazione per fornire servizi su temi/dati specifici. […] SITAD – Origine del progetto SITAD è il Sistema Informativo Territoriale Ambientale Diffuso degli enti pubblici piemontesi. L'obiettivo del progetto è la realizzazione di una Infrastruttura di Dati Geografici, per permettere la condivisione e l'interscambio di informazioni. Attraverso le pagine del portale è possibile cercare e visualizzare le informazioni territoriali e ambientali raccolte, documentate e messe a disposizione da parte dei vari enti che partecipano al progetto. SITAD - Obiettivo del progetto

3 Il concetto di sussidiarietà riveste un ruolo importante, soprattutto per gli aspetti non-tecnologici legati alla realizzazione della SDI, in particolare il coordinamento tra i vari soggetti coinvolti: in ambito europeo esistono diverse esperienze che dimostrano come, in assenza di un coordinamento nazionale (o in casi di "coordinamento debole"), sia stato possibile sviluppare efficienti meccanismi di coordinamento a livello regionale GINIE - Geography Information Network in Europe, 2002, Infrastrutture di Dati Spaziali (SDI): Raccomandazioni per agire, wwwlmu.jrc.it/ginie/doc/PG_SDI_it.pdf Dibattito a livello europeo: INSPIRE-concetti base Sussidiarietà: "i dati devono essere raccolti una sola volta e mantenuti al livello ove ciò può essere fatto nel modo più efficace" INSPIRE, 2003, Consultation Paper on Forthcoming EU Legal Initiative on Spatial Information for Community Policy-making and implementation, Compartecipazione: coinvolgimento "attivo" di tutte le parti interessate (stakeholders)

4 Il progetto piemontese di Infrastruttura di Dati Spaziali (Sistema Informativo Territoriale Ambientale Diffuso - SITAD) cura due particolari aspetti: informazioni multilivello (integrazione logica delle informazioni): i dati devono essere raccolti, mantenuti e gestiti localmente dagli enti coinvolti, e devono garantire condizioni minime per il loro riutilizzo, indipendentemente dalle scale e dagli scopi per i quali sono stati acquisiti; informazioni multimedia: le informazioni dellInfrastruttura regionale non devono essere solo di natura geografica/cartografica, ma possono essere anche testi, immagini, grafici, video, servizi web, …(per es. allestimenti cartografici, relazioni, delibere, registrazioni, …), legati alle attività di tutela ambientale, pianificazione territoriale e urbanistica, studi geologici, … SITAD … altri obiettivi

5 Informazioni multimedia: dati alfanumerici: database contenenti informazioni di natura numerica o testuale (senza riferimenti geografici) dati geografici: livelli cartografici digitali, in formato raster oppure vettoriali (punti, linee, poligoni), aventi informazioni alfanumeriche associate, eventualmente visualizzabili ed elaborabili all'interno di software GIS (Geographic Information Systems) prodotti cartografici: allestimenti cartografici, che, in formato digitale, possono essere visualizzati come immagini statiche attraverso comuni software di fotoritocco altri documenti: informazioni di tipo testuale, o fogli di calcolo, audio, video servizi: applicativi software che, se disponibili in modalità web, possono essere richiamati attraverso il relativo indirizzo ed consultati

6 Il SITAD offre servizi di ricerca, di consultazione e di scarico delle informazioni territoriali ed ambientali gestite dagli enti della P.A. regionale attraverso due portali: intranet.ruparpiemonte.it/serviziositad accesso (dati territoriali) ricerca e consultazione catalogo compilazione e pubblicazione metadati accesso riservato a utenti Rupar (enti PA regionale), accesso tramite certificato elettronico su browser (IRIDE- PA), compilazione metadati (ISO19115) di primo e secondo livello (questi ultimi ricavati automaticamente) multilayout: versione RUPAR (utenti PA registrati) e SistemaPiemonte (altri), modalità di ricerca per canali (argomenti, collezioni, parole chiave, …), interfaccia non vincolante (layout e criteri di ricerca ridefinibili) viewer GIS multimap service (WMS), visualizzazione dati geografici definita per profilo utente (metadato) SERVIZI WEB

7 Servizio on-line di compilazione e pubblicazione metadati Catalogo unico di metadati territoriali e ambientali, condivisibile tra le PA piemontesi, accessibile ed alimentabile via web, in accordo con le indicazioni ISO19115 e la specifica Dublin Core Multimedia Metadata Initiative. accesso (dati geo) ricerca e consultazione catalogo compilazione e pubblicazione metadati SERVIZI La soluzione scelta è unapplicazione web, che prevede un modulo on-line per l'accesso e la compilazione di metadati, sviluppato in tecnologia Enterprise Java Bean (EJB) insieme a componenti webGIS sviluppate sulla base di ArcIMS e Map Object Java della ESRI.

8 Perché la compilazione metadati on-line? La maggior parte dei metodi adottati per l'alimentazione del catalogo metadati si basano su soluzioni desktop: applicazioni sviluppate ad hoc oppure commerciali, tipo client-server, spesso prive di interfacce GIS in grado di velocizzare la raccolta di informazioni tecniche (sistema di riferimento, tipo e numero di entità, formato, bounding-box, …) Spesso questo tipo di soluzioni sono dichiarate ISO compatibili, nel senso che fanno riferimento ad un profilo (personalizzato) del Document Type Definition XML schema dello standard ISO19115: essendo una personalizzazione non è garantito linterscambio delle basi date prodotte (metadati) Un punto critico di applicazioni client-side è la necessità di installare su computer diversi software spesso non testato, o testato solo in determinate condizioni di sistema operativo (configurazione hardware,…) oltre alla necessità di mantenere aggiornata la versione presso tutte le postazioni che utilizzano tale applicazione. accesso (dati geo) ricerca e consultazione catalogo compilazione e pubblicazione metadati SERVIZI

9 Vantaggi della di compilazione metadati on-line catalogo di metadati unico messo a disposizione a tutti gli enti della PA locale, in fase di ricerca, permette prestazioni più elevate che non su cataloghi distribuiti accesso in compilazione e pubblicazione a tutti i funzionari della PA piemontese, riconosciuti ed autenticati tramite certificato digitale su browser rilasciato dalla Certification Authority SistemaPiemonte (CA riconosciuta dagli enti della PA regionale). lapplicazione web è unica, costantemente controllata, tutti i processi sono server-side, indipendenti dalle configurazioni hw-sw delle postazioni da cui gli utenti PA accedono multi-layout: luso di stili CSS2 e XHTML consente di soddisfare criteri di accessibilità e contemporaneamente di personalizzare linterfaccia a seconda del portale di arrivo upgrade funzionale ed architetturale unico: lapplicazione unica cresce a seconda delle singole esigenze degli enti, permette il riuso di nuove funzionalità per la PA locale; il compilatore del metadato può indicare le eventuali restrizioni allaccesso in visualizzazione e scarico dei dati Rupar & Internet: lapplicazione è messa a disposizione a tutte le PA attraverso la Rete Unitaria della Pubblica Amministrazione Regionale, e in sola consultazione al mondo internet.

10 … un esempio …metadato di I livello …metadato di II livello - ISO 19115

11 …. il II livello Compilazione e memorizzazione automatica di ulteriori attributi (secondo ISO19115) di layer geografici vettoriali e raster (sistema di riferimento, tipo e numero di entità, formato, bounding-box, attributi, …) gestiti dallente nella propria LAN oppure file grafici sul proprio pc Applet Java (Map Object Java ) ESRI shape-ESRI SDE 8.x/3.x-DGN-AutoCAD dwg/dxf-TIFF

12 altri utenti utenti RUPAR (PA regionale) Ricerca e consultazione del catalogo Attraverso il modulo di ricerca, è possibile cercare all'interno del catalogo dati geografici (ovvero livelli cartografici con relativi dati associati), database alfanumerici, allestimenti cartografici, documenti vari (es. testi) e servizi informativi (es. servizi webGIS); la ricerca può essere fatta per argomento, parola chiave, ambito territoriale,... accesso (dati geo) ricerca e consultazione catalogo compilazione e pubblicazione metadati SERVIZI

13 intranet.ruparpiemonte.it/serviziositad Ricerca Semplice: parola chiave

14 Ricerca Avanzata: argomento ente ambito temporale collezione ambito geografico

15 … i risultati della ricerca

16 accesso (dati geo) ricerca e consultazione catalogo compilazione e pubblicazione metadati Visualizzazione di dati geografici SERVIZI

17 dati CoTO Server GIS Comune TO Comune di Torino Aree di PRG

18 dati ProvTO Server GIS Provincia TO Provincia di Torino Catasto Comuni contermini TO

19 dati CoTO Server GIS Comune TO dati ProvTO Server GIS Provincia TO

20 dati Regione accesso (dati geo) Visualizzazione di dati geografici dati CoTO Server GIS Comune TO Server GIS Provincia TO dati ProvTO dati X Server GIS X SERVIZI ricerca e consultazione catalogo compilazione e pubblicazione metadati

21 Ente Centrale Metadati Componente ricerca, inserimento e pubblicazione metadati (Java) Componente geografica (ArcIMS) Browser Accesso via ArcXML Servizi Dati Server ArcIMS Dati Server ArcIMS Ente Federato SITAD 1 Ente Federato SITAD 2 Servizi I dati sono descritti in termini di metadati, di map service e host da contattare per la consultazione Accesso ai dati geografici: Multi-Map Service

22 … problema: i client (applicativi web o applicativi desktop connessi alla rete) non sono in grado di gestire tutte le diverse tipologie di risultati che i vari map server forniscono lOGC ha pensato di standardizzare i protocolli di comunicazione tra client e server cartografici … soluzione: Accesso ai dati geografici: Multi-Map Service protocollo per limplementazione di interfacce standard WMS (Web Map Server)

23 Integrazione in SITAD dellattuale servizio multi-map service con il protocollo WMS: permettere la visualizzazione simultanea di dati provenienti e gestiti dalle singole fonti (es. Province, altre Regioni, Ministero dellAmbiente, …) … vantaggi permettere ai client (applicativi web o applicativi desktop connessi alla rete) di poter eseguire più richieste a map server diversi per presentare allutente finale un applicativo ed un risultato unico. Attività in atto: connettore WMS … criticità La soluzione si adatta a situazioni di massiccia consultazione dei dati cartografici. LOGC ha istituito altri standard di interscambio dati cartografici quali il WFS e il WCS (non ancora consolidati) per la consultazione di dati non solo cartografici rasterizzati, ma anche dati vettoriali. Non sono ancora disponibili funzionalità avanzate di analisi e di elaborazione del dato In ambienti in cui lelaborazione dei dati è lattività principale, è necessario utilizzare soluzioni diverse (mix tra il recupero dei dati dai map server e lettura diretta dei dati dai DB cartografici).

24 Ente Centrale Metadati Componente ricerca, inserimento e pubblicazione metadati (Java) Componente geografica (ArcIMS) Browser Dati Server ArcIMS + Connettore WMS Dati Server GeoMedia + Connettore WMS Regione PiemonteRegione Liguria Servizi Accesso via WMS I dati sono descritti in termini di metadati, di map service e host da contattare per la consultazione Attività in atto: connettore WMS

25 esempio di integrazione tra servizi cartografici delle regioni Piemonte e Liguria

26 compartecipazione attiva di tutti i soggetti interessati (in prima istanza i diversi enti della PA regionale) per favorire un coordinamento efficace e la convergenza dei numerosi progetti in corso (verso il "minimo comune multiplo"); diffusione dell'uso degli standard internazionali ISO (specialmente per quanto riguarda la metadocumentazione) e Open GIS Consortium (specialmente per quanto riguarda l'interoperabilità dei dati)… appendice definizione di regole comuni e trasparenti per quanto riguarda accesso, uso e ridistribuzione dei dati (copyright, se e quanto far pagare…), regole che presumibilmente saranno diverse per i diversi tipi di dati (ad es. uso gratuito dei core data…) e per le diverse categorie di soggetti; realizzazione di servizi di accesso all'infrastruttura ben calibrati rispetto alle necessità degli utenti; azioni di promozione della SDI per incrementarne un uso efficiente e per far crescere la consapevolezza (in molti casi è tuttora insufficiente); Conclusioni

27 Appendice: luso degli standard in SITAD Metadocumentazione… XML DUBLINCORE (ISO 11179) / ISO TC211 (ISO/FDIS 19115) / CEN TC287 Interoperabilità dei dati… WMS… WFS e WCS Open GIS Consortium Usabilità interfacce… XML Schema W3C (World Wide Web Consortium)


Scaricare ppt "Luigi GARRETTI Regione Piemonte, corso Bolzano 44, Torino - Viola EMANUELLI CSI Piemonte, corso."

Presentazioni simili


Annunci Google