La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 Quadro normativo riguardante la comunicazione politica LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 Quadro normativo riguardante la comunicazione politica LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di."— Transcript della presentazione:

1 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 Quadro normativo riguardante la comunicazione politica LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist:

2 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: La lezione di oggi - Quadro normativo riguardante la comunicazione politica - Il Corecom - Autorità del Garante delle Comunicazioni

3 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: La lezione di oggi - Quadro normativo riguardante la comunicazione politica - Il Corecom - Autorità del Garante delle Comunicazioni - Par Condicio e legge n. 28 del 2000

4 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: Normativa nazionale. Comunicazione e propaganda politica. La normativa disponibile in questa sezione è da considerarsi una copia di lavoro non conforme a quanto pubblicato nelle relative Gazzette Ufficiali, e pertanto non ha valore legale. * Delibera n. 85/06/CSP. Atto di indirizzo sulla rilevazione degli indici di ascolto e di diffusione dei mezzi di comunicazione * Legge 3 maggio 2004, n Norme di principio in materia di assetto del sistema radiotelevisivo e della RAI-Radiotelevisione italiana Spa, nonché delega al Governo per lemanazione del testo unico della radiotelevisione. * Legge 28/2000 (testo coordinato) così come modificata dalla Legge 313/2003 * Codice di autoregolamentazione delle emittenti radiotelevisive locali

5 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: Normativa nazionale. Comunicazione e propaganda politica. * Delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni 22 giugno 2000, n.200/CSP. Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione nei periodi non elettorali. * Legge 22 febbraio 2000, n. 28. Come modificata dalla legge 313 del 6 novembre Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica. * Delibera 21 giugno Comunicazione politica e messaggi autogestiti nella programmazione della societa' concessionaria del servizio radiotelevisivo pubblico - Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi.

6 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: Normativa nazionale. Comunicazione e propaganda politica. * Legge 11 luglio 1998, n Trasmissione radiofonica dei lavori parlamentari e agevolazioni per l'editoria. * Legge 10 dicembre 1993, n Disciplina delle campagne elettorali per l'elezione alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica

7 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni) Il Corecom è un organo di consulenza e di gestione della Regione in materia di comunicazione, nonché organo funzionale dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

8 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni) La legge n.28/2000 detta la disciplina per i programmi di informazione e comunicazione politica, distinguendo fra due diversi periodi: quello non elettorale, e quello elettorale. L'attività del Corecom sul versante della comunicazione politica riguarda sia i periodi di campagna elettorale o referendaria, durante i quali è tenuto a svolgere la verifica del rispetto della cosiddetta par condicio introdotta dalla Legge 28/2000 (testo coordinato) così come modificata dalla Legge 313/2003, sia i periodi non interessati da campagna elettorale o referendaria, durante i quali collabora con la sede toscana della Rai alla programmazione delle tribune politiche tematiche a diffusione regionale. Chiamate ad applicare la normativa sono, per la RAI, la Commissione parlamentare di vigilanza e, per le televisioni e le radio private, l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.

9 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni) Recentemente, la disciplina della comunicazione politica sulle emittenti locali è stata modificata dal nuovo Codice di Autoregolamentazione, che ribadisce il ruolo di vigilanza del Corecom liberalizzando però la messa in onda dei messaggi politici autogestiti a pagamento. La legge n. 249 del 1997 individua nella tutela del pluralismo uno dei compiti principali dell'Autorità nel settore radiotelevisivo. In periodo non elettorale Commissione e Autorità, previa consultazione, emanano due distinti regolamenti (per l'Autorità è la delibera n. 200/00/CSP); in occasione di ogni singola consultazione elettorale, i due organismi provvedono ad emanare specifici regolamenti.

10 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni) LAutorità per le garanzie nelle comunicazioni è unautorità indipendente, istituita dalla legge 249 del 31 luglio Indipendenza e autonomia sono elementi costitutivi che ne caratterizzano lattività e le deliberazioni. Al pari delle altre autorità previste dallordinamento italiano, lAgcom risponde del proprio operato al Parlamento, che ne ha stabilito i poteri, definito lo statuto ed eletto i componenti. Sono organi dellAutorità: il Presidente, la Commissione per le infrastrutture e le reti, la Commissione per i servizi e i prodotti, il Consiglio. Ciascuna Commissione è organo collegiale, costituito dal Presidente e da quattro Commissari. Il Consiglio è costituito dal Presidente e da tutti i Commissari. LAgcom è innanzitutto unautorità di garanzia: la legge istitutiva affida allAutorità il duplice compito di assicurare la corretta competizione degli operatori sul mercato.

11 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: Par Condicio Con l'espressione latina par condicio si intendono quei criteri adottati dalle emittenti televisive nel garantire un'appropriata visibilità a tutti i principali partiti e/o movimenti politici. La par condicio è un derivato del principio statunitense dell'equal time (o Fairness Doctrine), e si può considerare un'estensione del principio del pluralismo interno, che si traduce anche nell'apertura alle diverse tendenze politiche (art. 1 l. 103/1975).

12 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: La legge n. 28 del 2000 La legge 22 febbraio 2000, n. 28, a differenza della legge del 1993, disciplina la comunicazione durante l'intero anno e tutte le campagne elettorali e referendarie. Inoltre introduce i seguenti principi: le emittenti radiotelevisive devono assicurare a tutti i soggetti politici con imparzialità ed equità l'accesso all'informazione e alla comunicazione politica (art. 2 c. 1)

13 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: La legge n. 28 del 2000 per comunicazione politica radiotelevisiva s'intende la diffusione sui mezzi radiotelevisivi di programmi contenenti opinioni e valutazioni politiche (art. 2 c. 2) gli spazi per la comunicazione politica sono offerti gratuitamente dalle emittenti locali per messaggi politici autogestiti s'intende la motivata esposizione di un programma o di un'opinione politica; hanno durata da 1 a 3 minuti (per la televisione) e sono trasmessi in appositi contenitori dalla RAI gratuitamente, devono riportare liste e programmi,

14 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: La legge n. 28 del 2000 per la stampa vige un regime diverso da quello previsto per la radiotelevisione, a causa della diversità del mezzo, per cui sono ammesse solo le forme di messaggio politico elettorale previste dall'art. 7 c. 2: annunci di dibattiti, tavole rotonde, conferenze, discorsi, pubblicazioni destinate alla presentazione dei programmi delle liste, dei gruppi di candidati e dei candidati non possono essere resi pubblici risultati di sondaggi nei quindici giorni precedenti la data delle votazioni (art. 8)

15 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: La legge n. 28 del 2000 l'art. 4 stabilisce il riparto degli spazi tra i soggetti politici: prima della presentazione delle candidature, sono ripartiti tra i soggetti presenti nelle assemblee da rinnovare, quelli presenti nel Parlamento europeo, o in uno dei due rami del Parlamento nazionale tra la data di presentazione delle candidature e la chiusura della campagna elettorale, sono ripartiti tra le coalizione o liste in competizione che abbiano presentato candidature in collegi o circoscrizioni che interessino almeno 1/4 degli elettori

16 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: La legge n. 28 del 2000 Questa legge è stata aspramente criticata da Forza Italia, a causa del fatto che gli spazi in televisione sono ripartiti in parti uguali tra tutti i movimenti che si presentano alle elezioni, non tenendo conto della rispettiva rappresentatività politica. Il tentativo di cambiarla da parte del partito non ha trovato alcun consenso (An e Udc hanno affermato che la legge, pur migliorabile, non si tocca; il centro sinistra è subito insorto a tale idea in quanto potrebbe portare a un grave conflitto d'interessi) ed è stato accantonato.

17 INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bari prof. Eugenio Iorio sitoweb: | | mailinglist: Orario di ricevimento e modalità di contatto Dott. Eugenio Iorio TEL: | | Tutti i venerdì dalle ore alle ore dopo lezione Tutti i mercoledì dalle ore alle ore c/o Settore Comunicazione Istituzionale Presidenza Regione Puglia, Lungomare Nazario Sauro n. 33, Bari


Scaricare ppt "INSEGNAMENTO DI COMUNICAZIONE POLITICA anno accademico 2006/2007 Quadro normativo riguardante la comunicazione politica LE PAROLE DEL CONSENSO Corso di."

Presentazioni simili


Annunci Google