La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Torquato Tasso 1544-1595. La vita 1544: l11 marzo Torquato Tasso nasce a Sorrento. 1545-51: la famiglia si trasferisce a Napoli. Tasso frequenta le scuole.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Torquato Tasso 1544-1595. La vita 1544: l11 marzo Torquato Tasso nasce a Sorrento. 1545-51: la famiglia si trasferisce a Napoli. Tasso frequenta le scuole."— Transcript della presentazione:

1 Torquato Tasso

2 La vita 1544: l11 marzo Torquato Tasso nasce a Sorrento : la famiglia si trasferisce a Napoli. Tasso frequenta le scuole dei gesuiti. 1552: il padre Bernardo deve abbandonare la famiglia per seguire Ferrante Sanseverino, principe di Salerno in esilio in Francia. 1556: la madre muore. 1559: è a Venezia con il padre e inizia a scrivere il Goffredo, poema sulla prima Crociata : abbandona il corso di diritto. Frequenta lUniversità di Padova: approfondisce lo studio filosofico e la Poetica di Aristotele : è al servizio di del cardinale Luigi dEste. 1573: nella primavera di questo anno Tasso scrive lAminta.

3 Nello stesso anno viene rappresentata sullisoletta del Belvedere sul Po. Sempre in questo anno iniziala stesura del Re Torrismondo. 1575: conclude il poema epico (Goffredo). Denuncia il tribunale dellInquisizione. Mostra i primi segni di squilibrio mentale, il duca lo invita a recarsi convento di San Francesco, Tasso si rifiuta : reclusione nellospedale di Sant Anna a Ferrara per nuovi segni di squilibri mentali. Si dedica alla correzione del poema e alla creazione dei Dialoghi. 1580: viene pubblicata lAminta. 1581: prima edizione della Gerusalemme liberata. 1586: va a Mantova dai Gonzaga, poi a Roma. 1593: viene pubblicato il poema Gerusalemme conquistata, rifacimento della Liberata. 1595: il 25 aprile Tasso muore a Roma, alla vigilia dellincoronazione poetica promessagli da Clemente VIII lanno precedente.

4 La personalità... Interiorità umana = mondo caotico scruta gli impulsi dellanimo immaginazione poetica ricondotta ai movimenti del cuore. Bifrontismo spirituale (L. Caretti): –valori laici – ortodossia religiosa –encomiastico – ideologico –rifiuta autorità – dipende dal potere Nuova sensibilità Aminta evoluzione del dramma pastorale direzione drammatica (Barocco). Gerusalemme teatralizzazione di scene e situazioni (dialoghi – motivazioni dellagire).

5 ... e la pazzia Insoddisfazione e irrequietezza spostamenti e malattia. Conflittualismo Spazio alla soggettività dellindividuo. Follia esplode nel 1577 (aggredisce un servitore) San Francesco (scappa) 1578 offende il duca e la corte a Ferrara SantAnna denuncia la propria condizione di infermo e frenetico rifiutato dalla società. Straniero nella realtà rinascimentale. Tasso nellospedale dei pazzi, Théodore Gericault

6 La corte estense Distaccato dal mondo cortigiano Ferrara = Inquisizione ( isola felice Ariosto). Tensioni Tasso cerca di entrare dai Medici. Duca teme laccusa di eresia. Tasso cerca un luogo DEGNO per la sua poesia. Corte = spazio teatrale della vita aristocratica.

7 LAminta : la favola pastorale Favola boschereccia sviluppo drammatico dellegloga pastorale del 400 e 500. Commistione idillio-tragedia Prologo + 5 atti (+ cori). Partitura scenica: alternanza di dialoghi e monologhi. Dimensione narrativa: racconto e afflato lirico. Travestimento corte estense ed elementi autobiografici (allusioni). Richiami : - modelli latini (Virgilio, Ovidio, Catullo, Lucrezio); - modelli greci (Teocrito ed Euripide). Temi e stilemi stilnovistici (Dante, Petrarca, Boccaccio (Ninfale Fiesolano), Poliziano (Stanze), Sannazaro (Arcadia)). Produzione lirica di Ariosto e Boiardo.

8 Tema fondamentale Amore : componente sensuale (accompagna celebrazione della natura). Morte e instabilità delle cose umane. Cammini speculari Aminta (amore-morte); Silvia (morte-amore). Amore = esaltazione di Eros; = tinte di morte. stravolge le aspettative della favola pastorale. Complessità del sentimento amoroso. Mostra effetto essenziale dellazione teatrale la metamorfosi dei personaggi

9 LAminta: la trama Prologo recitato da Amore: coordinate ideologiche dell opera: Aminta ama Silvia non è corrisposto. Primo atto Dafne invita Silvia ad abbandonarsi all amore, Aminta confida a Tirsi il suo amore per Silvia. Secondo atto Satiro si innamora di Silvia; Dafne spinge Aminta ad andare alla fonte. Terzo atto racconto di Tirsi: Aminta libera Silvia alla fonte, ma Silvia scappa e si crede sia stata sbranata dai lupi. Quarto atto colpi di scena: Silvia è viva; Elpino racconta di aver visto Aminta suicidarsi. Quinto atto il dramma si risolve: Aminta è vivo. I due innamorati si sposano.

10 O bella età de l oro Aminta [ ] [CORO] O bella età de l'oro, non già perché di latte sen' corse il fiume e stillò mele il bosco; non perché i frutti loro dier da l'aratro intatte le terre, e gli angui errar senz'ira o tosco; non perché nuvol fosco non spiegò allor suo velo, ma in primavera eterna, ch'ora s'accende e verna, rise di luce e di sereno il cielo; né portò peregrino o guerra o merce agli altrui lidi il pino; motivi tipici delletà delloro (Virgilio – Ovidio). non perché anafore effetto negativo. letà delloro = vita spontanea e innocente rimpianta Rimpianto per letà delloro

11 ma sol perché quel vano nome senza soggetto, quell'idolo d'errori, idol d'inganno, quel che dal volgo insano onor poscia fu detto, che di nostra natura 'l feo tiranno, non mischiava il suo affanno fra le liete dolcezze de l'amoroso gregge; né fu sua dura legge nota a quell'alme in libertate avvezze, ma legge aurea e felice che natura scolpì: «S'ei piace, ei lice». inganno – tiranno – affanno connotazione negativo dura legge ONORE = TIRANNIA etica e sociale domina la NATURA sei piace, ei lice legge scolpita (brevità) FELICE età delloro legge edonistica ( bene = piacere) della NATURA antitetica alla legge dellONORE Rimpianto per letà delloro

12 Allor tra fiori e linfe traen dolci carole gli Amoretti senz'archi e senza faci; sedean pastori e ninfe meschiando a le parole vezzi e susurri, ed ai susurri baci strettamente tenaci; la verginella ignude scopria sue fresche rose, ch'or tien nel velo ascose, e le poma del seno acerbe e crude; e spesso in fonte o in lago scherzar si vide con l'amata il vago. posizione centrale intermezzo idillico(piaceri concessi, amore spontaneo) poesia bucolica (danze e giochi ) scelte lessicali : dolci carole; pastori e ninfe ; verginella ignuda modulazioni fonetiche : sussurri (posizione chiastica) allitterazioni : s sibilo e r vibrazione intimità amorosa chor tien nel velo ascose spontaneità e innocenza sono svanite Intermezzo idillico

13 Tu prima, Onor, velasti la fonte dei diletti, negando l'onde a l'amorosa sete; tu a' begli occhi insegnasti di starne in sé ristretti, e tener lor bellezze altrui secrete; tu raccogliesti in rete le chiome a l'aura sparte; tu i dolci atti lascivi festi ritrosi e schivi; ai detti il fren ponesti, ai passi l'arte; opra è tua sola, o Onore, che furto sia quel che fu don d'Amore. Apostrofe allOnore velasti immagine del velo nasconde i piaceri e insegna il pudore dolci atti lascivi perduto naturalezza furto dono dellAmore (= atto proibito)

14 E son tuoi fatti egregi le pene e i pianti nostri. Ma tu, d'Amore e di Natura donno, tu domator de' Regi, che fai tra questi chiostri, che la grandezza tua capir non ponno? Vattene, e turba il sonno agl'illustri e potenti: noi qui, negletta e bassa turba, senza te lassa viver ne l'uso de l'antiche genti. Amiam, ché non ha tregua con gli anni umana vita, e si dilegua. conclusione che fai tra questi chiostri tono ironico (domanda retorica) Vattene tono imperativo ( lasciar vivere il mondo dei pastori ne luso de lantiche genti ) Amiam, ché non ha tregua con gli anni umana vita, e si dilegua chiusa ( carme V di Catullo) Apostrofe allOnore

15 Amiam, ché 'l Sol si muore e poi rinasce: a noi sua breve luce s'asconde, e 'l sonno eterna notte adduce. fugacità della vita ( Carme V Catullo): breve luce brevis lux vita = urgente e malinconica esortazione ad amare eterna notte nox perpetua morte = NO redenzione carpe diem: ode I,11 del poeta latino Orazio. Amiam duplice anafora La primavera, Sandro Botticelli Congedo

16 Catullo carme V Vivamus mea Lesbia, atque amemus, rumoresque senum severiorum omnes unius aestimemus assis! Soles occidere et redire possunt: nobis cum semel occidit brevis lux, nox est perpetua una dormienda. Da mi basia mille, deinde centum, dein mille altera, dein secunda centum, deinde usque altera mille, deinde centum. Dein, cum milia multa fecerimus, conturbabimus illa, ne sciamus, aut ne quis malus invidere possit, cum tantum sciat esse basiorum. Viviamo, mia Lesbia, ed amiamo, i brontolii dei vecchi troppo seri valutiamoli tutti un soldo! I soli (giornate) possono tramontare e ritornare: noi, una volta che sia tramontata la nostra breve luce, dovremo dormire una notte perpetua. Dammi mille baci, poi cento, poi mille altri, poi ancora cento, poi sempre altri mille, poi cento. Poi, quando ne avremo contate molte migliaia, li confonderemo per non sapere quanti sono o perché nessuna persona malvagia possa invidiarli, sapendo esserci tanti baci. brevis lux vita nox perpetua morte

17 Letà delloro : topos letterario Virgilio (Bucoliche) età del libero istinto, amore spontaneo. Tasso diversa interpretazione: polemizza contro il proprio tempo. Manipolazione Esiodo (VIII-VII sec a.C. ) giardino dellEden. Mito aureo alternativa al progresso urbano; modello morale. Concezione ciclica del tempo umano mito della speranza e dellattesa.

18 Nel medioevo ottica biblico-cristiana. Lettura del XIII sec fabliaux (paese di Cuccagna) paradiso materiale. Jean de Meung (Roman de la rose ) concezione politica – influenza millenaristica. Poeti umanistico rinanscimentali aspetti pagani e edonistici: * chiave lirico-nostalgica (Poliziano, Lorenzo de Medici); * chiave polemica (Guarini). Scoperta dell-America reinterpretazione etico-filosofica e mito del buon selvaggio nuovo continente felice nella semplicità nello stato di Natura.


Scaricare ppt "Torquato Tasso 1544-1595. La vita 1544: l11 marzo Torquato Tasso nasce a Sorrento. 1545-51: la famiglia si trasferisce a Napoli. Tasso frequenta le scuole."

Presentazioni simili


Annunci Google