La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Autore: Lombardo Giacomo LLLL aaaa zzzz iiii eeee nnnn dddd aaaa IIII llll p p p p eeee rrrr ssss oooo nnnn aaaa llll eeee LLLL iiii mmmm pppp rrrr eeee.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Autore: Lombardo Giacomo LLLL aaaa zzzz iiii eeee nnnn dddd aaaa IIII llll p p p p eeee rrrr ssss oooo nnnn aaaa llll eeee LLLL iiii mmmm pppp rrrr eeee."— Transcript della presentazione:

1

2 Autore: Lombardo Giacomo

3 LLLL aaaa zzzz iiii eeee nnnn dddd aaaa IIII llll p p p p eeee rrrr ssss oooo nnnn aaaa llll eeee LLLL iiii mmmm pppp rrrr eeee nnnn dddd iiii tttt oooo rrrr eeee IIII llll b b b b iiii llll aaaa nnnn cccc iiii oooo IIII llll c c c c rrrr eeee dddd iiii tttt oooo IIII llll s s s s iiii ssss tttt eeee mmmm aaaa t t t t rrrr iiii bbbb uuuu tttt aaaa rrrr iiii oooo Argomenti trattati : ESCI La ricerca operativa Italiano Storia Diritto

4 Immobilizzazioni Terreni, siti allinterno del parco delle madonie Un fabbricato adibito allestrazione, maturazione e invasettamento del miele Un mezzo furgonato Un ufficio con funzioni tecnico-amministrative Arnie contenenti gli sciami Un computers

5 Categorie di lavoratori Dirigenti Quadri intermedi Impiegati 1.Di concetto 2.Dordine Operai 1. Specializzati 2. Qualificati 3. Comuni 4. manovali

6 I.N.P.S. I.N.A.I.L. Gestisce l'assicurazione per gli infortuni sul lavoro e per le malattie professionali. Tutte le imprese devono tenere il registro degli infortuni vidimato dallUSL. Gestisce le forme di previdenza sociale obbligatoria - Assicurazione generale per linvalidità, la vecchiaia e i superstiti; - Assicurazione per la disoccupazione involontaria; - La cassa per gli assegni per il nucleo familiare; - Cassa integrazione guadagni; - Assicurazione per la malattia; - Assicurazione per la maternità; -

7 LIMPRENDITORE E imprenditore colui che: esercita professionalmente unattività economica organizzata al fine della produzione e dello scambio di beni o di servizi. Per poter definire imprenditore un soggetto occorrono degli elementi che sono: A. lesercizio di attività economica; B. la produzione o lo scambio di beni o servizi; C. lorganizzazione dellattività economica; D. lesercizio professionale dellattività economica. Limpresa consiste nellattività dellimprenditore, e quindi nellesercizio da parte di questi di unattività economica.

8 Le varie categorie di imprenditore il piccolo imprenditore (art c.c.); limprenditore agricolo (art c.c.); limprenditore commerciale (art c.c.);

9 Il piccolo imprenditore. Secondo larticolo 2083 del c.c. Sono piccoli imprenditori i coltivatori diretti del fondo, gli artigiani, i piccoli commercianti e coloro che esercitano unattività professionale organizzata prevalentemente con il lavoro proprio e dei componenti della famiglia.

10 Limpresa artigiana. Imprenditore artigiano è colui che esercita personalmente, professionalmente e in qualità di titolare limpresa artigiana assumendone la piena responsabilità con tutti gli oneri e i rischi inerenti alla sua direzione e gestione, svolgendo in misura prevalente il proprio lavoro, anche manuale, nel processo produttivo; Limpresa familiare gli atti di straordinaria amministrazione sono di esclusiva competenza dellimprenditore; ai collaboratori spetta - la partecipazione alle decisioni concernenti limpiego degli utili e degli incrementi patrimoniali; - la determinazione degli indirizzi produttivi - la cessazione dellimpresa

11 IL BILANCIO DESERCIZIO Stato patrimoniale conto economico nota integrativa

12 STATO PATRIMONIALE ATTIVO PASSIVO CREDITI VERSO SOCI CREDITI VERSO SOCI IMMOBILIZZAZIONI IMMOBILIZZAZIONI ATTIVO CIRCOLANTE ATTIVO CIRCOLANTE RATEI E RISCONTI ATTIVI RATEI E RISCONTI ATTIVI PATRIMONIO NETTO PATRIMONIO NETTO FONDI PER RISCHI E ONERI FONDI PER RISCHI E ONERI TFR TFR DEBITI DEBITI RATEI E RISCONTI PASSIVI RATEI E RISCONTI PASSIVI

13 CONTO ECONOMICO VALORE DELLA PRODUZIONE C COSTI DELLA PRODUZIONE DIFFERENZA TRA A E B PROVENTI E ONERI FINANZIARI RETTIFICHE DI VALORE DELLE ATTIVITA FINANZIARIE PROVENTI E ONERI STRAORDINARI RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE IMPOSTE SUL REDDITO RISULTATO DELLESERCIZIO R RETTIFICHE ED ACCANTONAMENTI UTILE (PERDITA) DESERCIZIO

14 SCRITTURE DI ASSESTAMENTO SCRITTURE DI COMPLETAMENTO SCRITTURE DI INTEGRAZIONE SCRITTURE DI RETTIFICA SCRITTURE DI AMMORTAMENTO

15 IL CREDITO I crediti diretti sono quelli che prendono origine da accordi stipulati direttamente tra creditore e debitore. I crediti indiretti sono quelli concessi con lintervento di intermediari finanziari. Linsieme di tali intermediari costituisce il sistema creditizio, che si articola in diverse categorie di intermediari tra loro notevolmente differenziate.

16 LA BANCA DITALIA La Banca dItalia opera tre diversi tipi di vigilanza: o 1. Vigilanza informativa: le banche inviano alla Banca dItalia, con le modalità e nei termini da essa stabiliti, le segnalazioni periodiche nonché ogni altro dato e documento richiesto. 2. Vigilanza regolamentare: la Banca dItalia, in conformità alle deliberazioni del CICR, impartisce alle banche istruzioni di carattere generale aventi come oggetto: - Ladeguatezza patrimoniale; - Il contenimento del rischio nelle sue diverse configurazioni; - Le partecipazioni detenibili; - Lorganizzazione amministrativa e contabile e i controlli interni. 3. Vigilanza ispettiva: la Banca dItalia effettua ispezioni presso le banche e richiede lesibizione degli atti e dei documenti che ritiene necessari

17 LE OPERAZIONI BANCARIE La gestione delle banche si manifesta attraverso una serie di operazioni, che possono essere svolte direttamente oppure indirettamente (attraverso società partecipate). Operazioni di intermediazione creditizia Operazioni dirette di investimento finanziario Servizi dinvestimento Operazioni complementari Operazioni collaterali Le operazioni di intermediazione creditizia vengono, a loro volta, divise in due gruppi Operazioni di raccolta fondi Operazioni di impiego fondi

18 SISTEMA TRIBUTARIO Un sistema tributario è il risultato razionale dellintegrazione dei diversi tributi esistenti in uno stato in un determinato momento ai fini di unequa ripartizione della spesa pubblica. Un sistema tributario ben strutturato è tenuto a rispondere alle crescenti esigenze del fabbisogno finanziario, pertanto deve possedere requisiti di semplicità nella chiarezza, di funzionalità nellefficienza, di perequazione nella flessibilità.

19 LE IMPOSTE I.R.P.E.F. I.R.P.E.G. I.L.O.R. I.C.I. I.R.A.P. DIRETTEINDIRETTE

20 LIRPEF Ai fini della determinazione della base imponibile, su cui calcolare limposta, i singoli redditi vengono classificati, secondo la loro natura o provenienza, nelle seguenti sei categorie: A. redditi fondiari; B. redditi di capitale; C. redditi di lavoro dipendente; D. redditi di lavoro autonomo; E. redditi dimpresa; F. redditi diversi.

21 PROBLEMI DI DECISIONE In ogni decisione si effettua una scelta per ottimizzare una funzione economica. La ricerca operativa permette di individuare le varie vie di azione e di determinare quella, o quelle più convenienti. I problemi di decisione si possono classificare secondo varie caratteristiche.

22 LA RICERCA OPERATIVA

23 Luigi Pirandello Nato ad Agrigento 1867, fu uno dei massimi drammaturghi e letterati del Novecento. premio Nobel (1934), sue migliori opere narrative, il romanzo Il fu Mattia Pascal (1904 I vecchi e i giovani (1913) e Uno, nessuno e centomila (

24 IL TEATRO dopo aver ottenuto un buon successo con Pensaci, Giacomino! e Liolà (entrambi del 1916), egli precisò i nuclei fondamentali della propria ispirazione con Così è (se vi pare) (1917) e Il giuoco delle parti (1918). la trilogia del "teatro nel teatro", composta, oltre che dai Sei personaggi in cerca d'autore, da Ciascuno a suo modo (1924) e da Questa sera si recita a soggetto (1930).

25 LUMORISMO Al centro della poetica pirandelliana, delineata nel saggio l'Umorismo (1908), sta il contrasto tra apparenza e sostanza. La critica delle illusioni va di pari passo con una drastica sfiducia nella possibilità di conoscere la realtà. Qualsiasi rappresentazione del mondo si rivela inadeguata all'inattingibile verità della vita, percepita come un flusso continuo, caotico e inarrestabile. In un mondo dominato dal caso e privo di senso, Pirandello conferisce alla letteratura e poi al teatro il compito paradossale di mostrare l'inadeguatezza degli strumenti logici per interpretare la realtà. L'infelicità non è determinata dalle condizioni politiche e sociali, ma dalla natura dell'uomo, promettere paradisi in terra, conquistabili attraverso la lotta, significa accendere speranze impossibili, l'arte diventa così coscienza critica, possibilità di smascherare i falsi miti quindi, paradossalmente, il luogo in cui la verità viene a rivelarsi.

26 BENITO MUSSOLINI Militante del partito socialista Italiano,direttore dellavanti, espulso dal partito in seguito alle posizioni prese a favore dellintervento dellitalia nella prima guerra mondiale

27 LA NASCITA DELLA DITTATURA nel 1919, Mussolini fondò a Milano i Fasci di combattimento Nelle elezioni politiche del 1921 il Partito nazionale fascista ottenne 35 deputati alla Camera nellottobre del 1922 con la marcia su Roma Mussolini ottenne da Vittorio Emanuele III lincarico di formare il nuovo governo Matteotti deputato socialista viene rapito ed ucciso nel giugno del 1924 dopo che aveva denunciato i brogli commessi dai fascisti nel corso delle elezioni il 3 gennaio 1925 con un discorso alla Camera, si assunse la piena responsabilità delle illegalità fasciste

28 La statalizzazione delleconomia Per far fronte alla crisi economica dovuta, sia all'arretratezza del sistema produttivo italiano, sia ad una situazione di crisi internazionale, Mussolini inaugura un piano di opere pubbliche e di risanamento dellagricoltura. L'istituzione dell'IMI (1931) e successivamente dell'IRI (1933) per salvare le banche e le industrie italiane dal rischio di un fallimento fini per far sì che lo Stato si sostituisse agl'imprenditori nella gestione delle imprese.

29 LA SECONDA GUERRA MONDIALE nel 1936 con la guerra dEtiopia, il duce poté proclamare la nascita dellImpero dellAfrica Orientale Italiana nel 1939 la conquista dell'Albania, viene siglato con i tedeschi il "Patto d'Acciaio" nel giugno del 1940 dopo i successi delle truppe tedesche Mussolini intervenire a fianco della Germania

30 LA FINE DEL FASCISMO Le sconfitte patite sul fronte balcanico, su quello africano e la disastrosa campagna di Russia. proiettarono l'Italia in un profondo stato di crisi nel luglio del 1943, gli anglo-americani sbarcano in Sicilia. il 25 luglio Mussolini viene arrestato

31 LA CADUTA DEL FASCISMO E LA RESISTENZA NOTTE TRA IL 24 E IL 25 LUGLIO IL GRAN CONSIGLIO DEL FASCISMO VOTO CONTRO MUSSOLINI NOMINA DA PARTE DEL RE VITTORIO EMANUELE III, GENERALE BADOGLIO CAPO DEL GOVERNO

32 REPUBBLICA DI SALO E IL REGNO DEL SUD ITALIA SETTENTRIONALE ITALIA MERIDIONALE REPUBBLICA SOCIALE ITALIANA (CHIAMATA ANCHE, DALLE CITTA IN CUI AVEVA SEDE IL GOVERNO, REPUBBLICA DI SALO). FATTA AD OPERA DEI TEDESCHI CHE RESTAURARONO UNO STATO FASCISTA, SOTTO LA GUIDA DI MUSSOLINI. IL POTERE POLITICO RIMASE FORMALMENTE NELLE MANI DEL RE E DEL GOVERNO BADOGLIO, RUOLO DETERMINANTE SVOLTO DAI 6 PARTITI ANTIFASCISTI CHE AVEVANO FORMATO I COMITATI DI LIBERAZIONE NAZIONALE (CLN).

33 PERIODO TRANSITORIO a) DECISIONE DI AFFIDARE LA SCELTA TRA REPUBBLICA E MONARCHIA A UNASSEMBLEA COSTITUENTE ALLA FINE DELLA GUERRA. b) IL RE VITTORIO EMANUELE III SI RITIRO E LA FUNZIONE DI CAPO DELLO STATO VENNE AFFIDATA AL FIGLIO UMBERTO CON IL TITOLO DI LUOGOTENETE DEL REGNO c) FORMAZIONE NUOVO GOVERNO I CUI COMPONENTI ERANO I 6 PARTITI ANTIFASCISTI. SCELTA TRA MONARCHIA E REPUBBLICA INFINE AFFIDATA AL POPOLO CON UN REFERENDUM (DECRETO 16 MARZO 1946)

34 PROCLAMAZIONE DELLA REPUBBLICA E LASSEMBLEA COSTITUENTE RISULTATO DEL REFERENDUM : VITTORIA DELLA REPUBBLICA CON UNO SCARTO DI CIRCA 2 MILIONI, STATO ITALIANO DIVENTA UNA REPUBBLICA E IL NUOVO RE UMBERTO II E COSTRETTO A LASCIARE IL PAESE. ASSEMBLEA COSTITUENTE: PREVALSERO 3 PARTITI DI MASSA CHE GIA PRIMA DEL FASCISMO AVEVANO UN PESO DETERMINANTE NEL PARLAMENTO, DEMOCRAZIA CRISTIANA, PARTITO SOCIALISTA, PARTITO COMUNISTA. ESSA ELESSE IL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO ENRICO DE NICOLA CHE SI MISE A LAVORO PR ELABORARE IL TESTO DELLA COSTITUZIONE

35 LA COSTITUZIONE La costituzione è la legge fondamentale della Repubblica Italiana. E divisa in quattro sezioni: Principi fondamentali Diritti e doveri dei cittadini Ordinamento della repubblica Disposizioni transitorie e finali

36 Costituzione Italiana Diritti e doveri dei cittadini I due principi fondamentali: Diritti di libertà (art.2 cost) come singoli e nelle formazioni sociali Principio di uguaglianza (art.3 cost).uguaglianza formale e uguaglianza sostanziale

37 Strumenti per la garanzia delle libertà: Riserva di legge Riserva di giurisdizione Libertà personale: Regola: arresto o perquisizione solo su ordine del giudice. Eccezione: arresto o perquisizione senza ordine del giudice: la decisione deve essere comunicata entro le 48 ore successive (art.13 c.3) Custodia cautelare: limiti fissati per legge (art.13 c.5). Inviolabilità del domicilio (art.14). Libertà e segretezza della corrispondenza Libertà di circolazione e di soggiorno

38 Libertà di riunione Libertà di riunione (art.17). In luogo aperto al pubblico (non occorre preavviso) in luogo pubblico (con preavviso). Libertà di associazione Libertà di associazione: (art.18).sono vietate: le associazioni per delinquere le associazioni segrete le associazioni che perseguono scopi politici con unorganizzazione di carattere militare.

39 I doveri dei cittadini Il dovere di fedeltà alla repubblica e il dovere di osservare la Costituzione e le leggi. La difesa della patria il dovere di pagare i tributi

40 La Corte Costituzionale Organo statale, composto da quindici giudici, a cui è attribuito il compito di controllare la conformità alla Costituzione delle leggi promulgate dal Parlamento e dei decreti legge e decreti legislativi emanati dal governo. Dieci membri della Corte sono eletti dal Parlamento e dalle più alte magistrature dello stato cinque membri sono nominati dal presidente della Repubblica. I membri della Corte rimangono in carica per nove anni.

41 Guida ESCI INDIETRO INDICE AVANTI USCITA


Scaricare ppt "Autore: Lombardo Giacomo LLLL aaaa zzzz iiii eeee nnnn dddd aaaa IIII llll p p p p eeee rrrr ssss oooo nnnn aaaa llll eeee LLLL iiii mmmm pppp rrrr eeee."

Presentazioni simili


Annunci Google