La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MEDICINA AERONAUTICA Analizza Problematiche Rischi generici e specifici Branca specialistica che studia gli eventi fisiologici e fisiopatologici correlati.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MEDICINA AERONAUTICA Analizza Problematiche Rischi generici e specifici Branca specialistica che studia gli eventi fisiologici e fisiopatologici correlati."— Transcript della presentazione:

1

2 MEDICINA AERONAUTICA Analizza Problematiche Rischi generici e specifici Branca specialistica che studia gli eventi fisiologici e fisiopatologici correlati allattività di volo Obiettivo evitare lincivolo da improvvisa incapacitazione.

3 Pionieri della MEDICINA AERONAUTICA ITALIANA UN PO DI STORIA Fisiologo torinese Angelo Mosso (1846 – 1910), Padre Agostino Gemelli, Rodolfo Margaria (primo direttore del Centro studi e ricerche di Medicina aeronautica di Guidonia), Arturo Monaco, Tomaso Lomonaco, Aristide Scano ( Ufficiali medici A.M.). Nel 1942: Trattato di Medicina aeronautica.

4 PRIORITA DOPO IL 1° CONFLITTO MONDIALE Esigenza di maggior numero di piloti Migliori conoscenze fisiopatologiche sul volo. SALUTE, VISTA, UDITO ottimi, PESO inferiore a 75 Kg REQUISITI PRIMA DEL 1° CONFLITTO MONDIALE

5 NUOVI CRITERI PER IL PILOTAGGIO DI AEROMOBILI EmotivitàAttenzione Reattività psicomotoria e senso-muscolare Motori del progresso Istituti Medico-Legali Aeronautica Militare di Milano e Roma – Reparto di Medicina Aeronautica e Spaziale di Pratica di Mare.

6 OTORINO-LARINGOIATRICO OCULISTICO MEDICINA GENERALE CON LABORATORIO CHIMICO-CLINICO RADIOLOGICO PSICO-FISIOLOGICO IML Rep. MAS

7 CORPO SANITARIO AERONAUTICO Trasporto aeromedico di feriti ed ammalati, soccorso di naufraghi e piloti eiettati.

8 Assistenza al volo. Servizio sanitario nellambito del soccorso aereo Approvvigionamento, manutenzione ed aggiornamento delle attrezzature sanitarie Assistenza sanitaria, igienica e medico-legale al personale Sviluppo e progresso della scienza medica- aeronautica Accertamento e controllo dellidoneità psico-fisica al volo per il personale dellAviazione civile COMPITI DEL SERVIZIO SANITARIO AERONAUTICO

9 STRUTTURE SANITARIE ATTUALI (Regolamento ENAC ) Strutture Aero Mediche dellENAC (AMS) Centri Aero Medici autor. ENAC (AeMC) Medici Esaminatori autor. ENAC (AMEs) SOGGETTI DA CERTIFICARE Prima classe: licenze aeronautiche per lesercizio di attività professionali di volo o di paracadustismo (piloti commerciali, tecnici di volo, istruttori di paracadutismo) Seconda classe: attestati e licenze per lesercizio di attività non professionali di volo o di paracadustismo (piloti privati, assistenti di volo) Terza classe: licenze per lesercizio di attività di controllo del traffico aereo.

10 PROBLEMATICHE PIU FREQUENTI IN VOLO Accelerazioni e G-Loc Barotraumi Chinetosi Disorientamento spaziale Ipossia Vibrazioni di cabina Ambienti straordinari altro…(radiazioni ionizzanti, fatica operazionale, stress ecc.).

11 ACCELERAZIONE: Variazione in senso vettoriale della velocita di un corpo (m/sec.²) 1G = forza in grado di produrre laccelerazione di gravità (9,8 m/sec.²) ACCELERAZIONI PRESENTI DURANTE IL VOLO: LINEARE (GL): caratterizzata da variazione della velocità assoluta mantenendo stessa direzione e verso ( es. decolli verticali, eiezione con seggiolino, impatti etc. ) RADIALE (GR): caratterizzata da variazione della direzione ma non nel valore assoluto ANGOLARE (GA): caratterizzata da variazione della direzione e del valore assoluto ( gradi x sec.).

12 EFFETTI DELLE ACCELERAZIONI SULLORGANISMO UMANO Dipendono da: INTENSITA DURATA 2 tipi di accelerazione lunga durata breve durata (< 1 sec.) DIREZIONE 6 tipi di accelerazione: AREA E SITO DI APPLICAZIONE DELLA FORZA. con direzione testa-piedi (+ Gz) piedi-testa (- Gz) antero-posteriore (+ Gx) postero-anteriore (- Gx) laterale dx-sin (+ Gy) laterale sin-dx (- Gy)

13 EFFETTI DELLE ACCELERAZIONI +Gz Stiramento tessuti lassi (cute del volto) Insufficienza masse muscolari a garantire movimenti Aumento di peso del sangue, pooling a livello degli arti inferiori, riduzione del ritorno venoso, caduta dellossigenazione arteriosa Dislocazione del cuore in basso con aumento della distanza verticale: cuore - testa Disturbi circolatori sotto carico di G INIZIALE SPOSTAMENTO FLUIDI ( G ) GREYOUT / VISIONE GRIGIA ( G ) BLACKOUT / VISIONE NERA ( G ) G-LOC / INCOSCIENZA ( G ).

14 G-LOC (PERDITA DI COSCIENZA DA G) Caratterizzato da : Periodo di incapacitazione assoluta (~12 sec.) Periodo di incapacitazione relativa (12-30 sec.): confusione mentale difficoltà a focalizzare SINTOMI Perdita di coscienza Convulsioni Scosse muscolari incoordinate delle estremità superiori e inferiori, della testa Amnesia per gli eventi immediatamente precedenti il periodo di perdita di coscienza Sequele psicologiche Sogni di breve durata.

15 A-LOC (PREAVVISO DI PERDITA DI COSCIENZA) Incapacitazione transitoria indotta da G che non determina perdita di coscienza SINTOMI Quelli del G-LOC (esclusa la perdita di coscienza) Difficoltà a comunicare Compromissione della memoria Paralisi transitorie Convulsioni.

16 Orecchio medio Seni paranasali Tratto gastrointestinale Denti Polmoni BAROTRAUMA Problema dovuto allintrappolamento di gas corporei in cavità SEDI INTERESSATE SINTOMI Senso di pienezza, dolore, ronzii, diminuzione delludito Versamento siero-emorragico nellorecchio medio Rottura della membrana timpanica.

17 Orecchio esterno e medio durante ascesa con Tuba di Eustachio pervia Membrana timpanica Orecchio esterno CAVITA ORECCHIO MEDIO TUBA DI EUSTACHIO

18 BLOCCO AURICOLARE (differenza pressoria > 80 mmHg) Arrestare la discesa Risalire Manovre di compenso Farmaci vasocostrittori Lenta velocità di discesa Controllo medico urgente TRATTAMENTO BLOCCO AURICOLARE RITARDATO Si presenta dopo 2-6 ore dopo il volo Frequentemente dopo voli con ossigeno al 100% Sintomi: sordità, dolore Trattamento: deglutire, sbadigliare, ripetere diverse volte dopo il volo la manovra di Valsalva (espirazione forzata a glottide chiusa).

19 CHINETOSI Sindrome complessa causata dal movimento, anche apparente, dellambiente; si caratterizza con cefalea, pallore, sonnolenza, parestesie, sudorazione ecc. che talvolta possono anche mancare, ma che per esposizioni prolungate esita sistematicamente in un forte senso di nausea fino al vomito VARIE CHINETOSI Mal di macchina Mal di mare Mal daria Mal di spazio Malattia da simulatore (di volo).

20 TEORIE SULLA CHINETOSI Moto vorticoso del sangue Asimmetria dellorecchio interno (canali semicircolari) Oscillazione posturale del corpo umano Conflitto sensoriale La chinetosi si instaura quando la direzione della forza di gravità cambia rispetto alla posizione della testa. GG

21 La chinetosi si instaura di solito quando la previsione o laspettativa è sbagliata. APPROCCIO FARMACOLOGICO Antimuscarinici Antistaminici Simpaticomimetici Calcioantagonisti Prodotti omeopatici Altri.

22 VALUTAZIONE MEDIANTE SEDIA ROTATORIA E CENTRIFUGA

23 ORIENTAMENTO SPAZIALE Percezione della posizione e/o del movimento di un soggetto rispetto ad un sistema di coordinate di riferimento (superficie terrestre, gravità, orizzonte). Primario (naturale): irrazionale e inconscio veloce e impreciso Secondario (acquisito): razionale e conscio lento ma accurato. DISORIENTAMENTO SPAZIALE Errata percezione della posizione e/o del movimento lineare o angolare di un soggetto rispetto al piano della superficie terrestre. O del pilota di un velivolo rispetto ad un altro velivolo

24 RIFERIMENTI DI ORIENTAMENTO PROPRIOCEZIONE VESTIBOLO UDITO VISTA

25 FATTORI DEL DISORIENTAMENTO SPAZIALE Fattori fisiologici: illusioni visive illusioni vestibolari Fattori psicologici: processo decisionale mentale controllo operazionale sovraccarico mentale CONTROMISURE Pianificazione pre-missione: condimeteo e visibilità Usare tutte le risorse disponibili: - difesa/spazio aereo - radioassistenze - controllo incrociato della strumentazione.

26 IPOSSIA Diminuzione del contenuto o della tensione di O 2 in qualsiasi parte dellorganismo, compreso il sangue SINTOMI DI IPOSSIA Stanchezza, Sonnolenza Cefalea Errori di valutazione Perdita di autocritica Vertigini, sensazione di testa leggera Lentezza nel pensiero, depressione Nausea Tachipnea Euforia, ilarità Pallore, cianosi delle labbra e delle estremità Incoordinazione motoria – scarso equilibrio Spasmi muscolari e convulsioni Tremori alle estremità Ridotta forza muscolare Ritardo dei tempi di reazione Incapacità di concentrazione Perdita di coscienza.

27 CLASSIFICAZIONE DELLIPOSSIA IN BASE ALLA DURATA IPOSSIA FULMINANTE: rapidissima insorgenza (es. rottura della cabina - decompressione esplosiva o del sistema erogazione di O2) IPOSSIA ACUTA: esposizioni ad alte quote in un T breve (es. ascensione con aereo o camera ipobarica) IPOSSIA CRONICA DISCONTINUA: raggiungimento di quote elevate senza protezione IPOSSIA CRONICA: soggiorno prolungato in alta montagna.

28 EFFETTI DELLIPOSSIA SUL SNC normali per gradi lievi di ipossia Riflessi depressi per gradi più marcati esaltati per gradi severi Crampi e convulsioni Ipertonia dei mm. delle mani, dellorbicolare delle labbra Dolori ischialgici Cefalea frontale o occipitale Vertigini, disturbi dellequilibrio e della coordinazione Allungamento dei tempi di reazione Disturbi della scrittura Progressivo peggioramento della funzione psichica: compare alla quota di 5000 m e si manifesta in modo subdolo con: - Senso di benessere ed euforia, + raro il senso di Angoscia e depressione - Alterazioni dellattenzione e della critica - Esecuzione delle manovre rallentata e difficoltosa.

29 VIBRAZIONE Movimento alternato che varia ripetutamente direzione Particolare significato operativo nel volo su: Elicotteri (ala rotante) Aeromobili ad ala fissa durante volo a bassa quota INFLUENZA SUI SISTEMI VISIVO CARDIOVASCOLARE RESPIRATORIO NEUROMUSCOLARE SCHELETRICO

30 EFFETTI DELLE VIBRAZIONI CHINETOSI In un range di frequenza di 0.1 – 0.5 Hz VIBRAZIONE INFRASONICA Sotto la soglia dei 20 Hz Effetti sul sistema uditivo Effetti degenerativi sulla colonna vertebrale Alterata percezione delle estremità superiori (dita, mani) Disturbi dellequilibrio Variazioni respiratorie Stanchezza e deconcentrazione Dolore precordiale e aritmie Dolore epigastrico.

31 PROTEZIONE CONTRO LE VIBRAZIONI Riduzione dellesposizione Riduzione alla fonte Modifiche nel percorso di trasmissione dellinput Variazione delle proprietà dinamiche del velivolo Assorbimento attivo.

32 AMBIENTI STRAORDINARI SELEZIONE DEGLI ASTRONAUTI Requisiti partecipazione a missione spaziale Preparazione culturale adeguata Superare tests psico-attitudinali Valutazione stato fisico Valutazione cambiamenti psico-fisici determinati da prove da sforzo Valutazione stato psicologico tolleranza vestibolare su sedia rotatoria tolleranza all'ipossia in camera ipobarica tolleranza aIIe accelerazioni in centrifuga tolleranza cardiovascolare all'ortostatismo con esame su tavolo inclinabile e con seduta di Lower Body Negative Pressure (LBNP). Test di personalità, scala di ansietà, test di performance psicomotorie, prove di gruppo, anamnesi personale e familiare.

33 CAMBIAMENTI FISIOLOGICI IN VOLO Massima importanza per le conseguenze (osteoporosi precoce) Riduzione 25% volume sistolico PA MICROGRAVITA Tessuto miocardico + enzimi aerobici mitocondriali Soglia aerobica Affaticamento in lavori di routine. Forza muscolare del % Perdita minerali tessuto osseo Perdita funzione di sostegno

34 GRAZIE Dr. Giuseppe Caruso Specialista Medicina Aeronautica e Spaziale, Medicina Fisica e Riabilitazione, Medicina Termale, Chirurgia della Mano –


Scaricare ppt "MEDICINA AERONAUTICA Analizza Problematiche Rischi generici e specifici Branca specialistica che studia gli eventi fisiologici e fisiopatologici correlati."

Presentazioni simili


Annunci Google