La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Trattamento del Dolore Oncologico e Benigno Il Trattamento del Dolore Oncologico e Benigno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Trattamento del Dolore Oncologico e Benigno Il Trattamento del Dolore Oncologico e Benigno."— Transcript della presentazione:

1 Il Trattamento del Dolore Oncologico e Benigno Il Trattamento del Dolore Oncologico e Benigno

2 FARMACOLOGICHE FISICHE MISTE NON CONVENZIONALI FARMACOLOGICHE FISICHE MISTE NON CONVENZIONALI TERAPIE

3 FARMACI

4 1) Classi farmacologiche principali 2) Meccanismi e siti di azione 3) Consequenzialità e associazioni 4) Temporalità di somministrazione 5) Vie di somministrazione 1) Classi farmacologiche principali 2) Meccanismi e siti di azione 3) Consequenzialità e associazioni 4) Temporalità di somministrazione 5) Vie di somministrazione Approccio farmacologico

5 Scala OMS per il Dolore Cronico Libertà dal dolore Oppioidi per dolore moderato-severo Non oppioidi Adiuvanti Oppioidi per dolore moderato-severo Non oppioidi Adiuvanti Oppioidi per dolore lieve-moderato Non oppioidi Adiuvanti Oppioidi per dolore lieve-moderato Non oppioidi Adiuvanti Dolore che persiste o cresce Non oppioidi Adiuvanti Non oppioidi Adiuvanti Le terapie mediche rimangono il fondamento per la gestione del Dolore Le terapie mediche rimangono il fondamento per la gestione del Dolore The World Health Organization Ladder for Chronic Cancer Pain Management

6 Criteri per il passaggio allo scalino successivo Criterio clinico: insufficiente analgesia Criterio farmacologico: presenza di effetto tetto al raggiungimento della dose massima efficace Criterio clinico: insufficiente analgesia Criterio farmacologico: presenza di effetto tetto al raggiungimento della dose massima efficace

7 Farmaci di riferimento per ogni scalino 1° scalino: ASA, FANS Paracetamolo 2° scalino: Codeina, Buprenorfina, Tramadolo, Propossifene 1° scalino: ASA, FANS Paracetamolo 2° scalino: Codeina, Buprenorfina, Tramadolo, Propossifene

8 3° scalino: Morfina Metadone Fentanyl Ossicodone Idromorfone 3° scalino: Morfina Metadone Fentanyl Ossicodone Idromorfone Farmaci di riferimento per ogni scalino

9 4° scalino: Sistemi impiantabili di neuromodulazione - elettrica: Neurostimolatori spinali e cerebrali - chimica: Pompe programmabili Tecniche neurolesive 4° scalino: Sistemi impiantabili di neuromodulazione - elettrica: Neurostimolatori spinali e cerebrali - chimica: Pompe programmabili Tecniche neurolesive Scala OMS: Tecniche invasive

10 Secondo la scala dellOMS, adiuvanti sono quei farmaci che non sono specificamente analgesici ma che possono contribuire allottenimento di una riduzione del dolore (potenziando leffetto degli analgesici) Secondo la scala dellOMS, adiuvanti sono quei farmaci che non sono specificamente analgesici ma che possono contribuire allottenimento di una riduzione del dolore (potenziando leffetto degli analgesici) Farmaci adiuvanti: definizione

11 Lindicazione al ricorso ai farmaci adiuvanti è assolutamente mal definita. Oggi ha molto più senso identificare e capire i meccanismi fisiopatologici del dolore e applicare protocolli terapeutici ad hoc (vedi ad es. il trattamento del dolore a prevalente componente neuropatica scarsamente responsivo ai FANS ed agli oppioidi e responsivo specificamente agli anticonvulsivanti) Lindicazione al ricorso ai farmaci adiuvanti è assolutamente mal definita. Oggi ha molto più senso identificare e capire i meccanismi fisiopatologici del dolore e applicare protocolli terapeutici ad hoc (vedi ad es. il trattamento del dolore a prevalente componente neuropatica scarsamente responsivo ai FANS ed agli oppioidi e responsivo specificamente agli anticonvulsivanti) Farmaci adiuvanti

12 Classi farmacologiche più utilizzate ADIUVANTI STEROIDEI BENZODIAZEPINE ANTIDEPRESSIVI NEUROLETTICI ANTICONVULSIVANTI BIFOSFONATI ANEST. LOCALI ANEST. SISTEMICI NEUROLITICI ANTIINFETTIVI ANTISPASTICI ADIUVANTI STEROIDEI BENZODIAZEPINE ANTIDEPRESSIVI NEUROLETTICI ANTICONVULSIVANTI BIFOSFONATI ANEST. LOCALI ANEST. SISTEMICI NEUROLITICI ANTIINFETTIVI ANTISPASTICI

13 Farmaci adiuvanti più utilizzati Cortisonici Effetto antiifiammatorio, stabilizzatori di membrana Antidepressivi Per la depressione correlata al dolore, dolore neuropatico Anticonvulsivanti Fondamentali nel d. neuropatico Benzodiazepine Controllo dellansia o dellinsonnia correlata a dolore Cortisonici Effetto antiifiammatorio, stabilizzatori di membrana Antidepressivi Per la depressione correlata al dolore, dolore neuropatico Anticonvulsivanti Fondamentali nel d. neuropatico Benzodiazepine Controllo dellansia o dellinsonnia correlata a dolore

14 CODEINA Vs morfina 1/10 Efficacia 4-6 h In commercio: codeina 30mg+paracetamolo 500mg Tossicità: >1,5mg/kg < effetto analgesico: cimetidina, chinidina, fluoxetina Vs morfina 1/10 Efficacia 4-6 h In commercio: codeina 30mg+paracetamolo 500mg Tossicità: >1,5mg/kg < effetto analgesico: cimetidina, chinidina, fluoxetina

15 TRAMADOLO Vs morfina 1/5 Efficacia 4-6 h In commercio: cps50,sr ,f100mg, gtt10% Dose tetto: mg Reazioni avverse: convulsioni, sonnolenza, vertigini, irrequietezza, nausea, stipsi Vs morfina 1/5 Efficacia 4-6 h In commercio: cps50,sr ,f100mg, gtt10% Dose tetto: mg Reazioni avverse: convulsioni, sonnolenza, vertigini, irrequietezza, nausea, stipsi

16 BUPRENORFINA Vs morfina 1/0.03 Efficacia 6-8 h In commercio: cps subling 0.2mg,f 0.3mg Dose tetto: 1.2mg Effetti antagonizzanti gli oppioidi agonisti, attenzione passaggio alla morfina Vs morfina 1/0.03 Efficacia 6-8 h In commercio: cps subling 0.2mg,f 0.3mg Dose tetto: 1.2mg Effetti antagonizzanti gli oppioidi agonisti, attenzione passaggio alla morfina

17 BUPRENORFINA TRANSDERMICA Vs morfina 1/70-80 Efficacia 72 h. Livelli ematici efficaci 24 h In commercio: cerotti da 35, 52.5, 70mg Dose tetto: ? Effetti antagonizzanti gli oppioidi agonisti Vs morfina 1/70-80 Efficacia 72 h. Livelli ematici efficaci 24 h In commercio: cerotti da 35, 52.5, 70mg Dose tetto: ? Effetti antagonizzanti gli oppioidi agonisti

18 MORFINA In commercio: gtt, cp 10, 30, 60,100 mg rc/12 h, fiale monodose os 10, 30, 90 mg/4-8 h, f10- 20mg Non effetto tetto >sensibilità negli anziani Prudenza nelle associazioni Lassativi e idratazione In commercio: gtt, cp 10, 30, 60,100 mg rc/12 h, fiale monodose os 10, 30, 90 mg/4-8 h, f10- 20mg Non effetto tetto >sensibilità negli anziani Prudenza nelle associazioni Lassativi e idratazione

19 FENTANYL TRANSDERMICO Vs morfina: 1/75-80 Efficacia 72 h. Livelli ematici efficaci dopo 24 h In commercio: cerotti 25, 50, 75, 100 mcg/h Finestre alla rimozione, effetti tossici anche dopo rimozione Attenzioni: febbre > le concentrazioni x3, eritema e prurito, fonti di calore Interazioni: benzodiazepine > depressione respiratoria Titolazione con morfina Vs morfina: 1/75-80 Efficacia 72 h. Livelli ematici efficaci dopo 24 h In commercio: cerotti 25, 50, 75, 100 mcg/h Finestre alla rimozione, effetti tossici anche dopo rimozione Attenzioni: febbre > le concentrazioni x3, eritema e prurito, fonti di calore Interazioni: benzodiazepine > depressione respiratoria Titolazione con morfina

20 FENTANYL TRANSMUCOSO Per il Dolore Episodico Intenso In commercio: cpr oromucose (lollipop) mcg/h Strofinare sulla mucosa fino a 15 m, se non funziona riprovare con dose maggiore Se funziona diviene dose standard Per il Dolore Episodico Intenso In commercio: cpr oromucose (lollipop) mcg/h Strofinare sulla mucosa fino a 15 m, se non funziona riprovare con dose maggiore Se funziona diviene dose standard

21 OSSICODONE Vs morfina 1/20 In commercio: cpr 5, 10, 20mg con paracetamolo (formulazione pronta), cpr 10, 20, 40, 80mg/12 h (rilascio prolungato) Vs morfina 1/20 In commercio: cpr 5, 10, 20mg con paracetamolo (formulazione pronta), cpr 10, 20, 40, 80mg/12 h (rilascio prolungato)

22 IDROMORFONE In commercio: cpr 8, 16, 32, 64mg

23 METADONE Vantaggi: oppioide più adatto per il dolore neuropatico, basso costo, lunga emivita, nei pazienti in cui la morfina dà effetti collaterali insopportabili Svantaggi: indaginoso calcolare le dosi equianalgesiche nel cambio dei farmaci, pericolo di accumulo per la lunga emivita Vantaggi: oppioide più adatto per il dolore neuropatico, basso costo, lunga emivita, nei pazienti in cui la morfina dà effetti collaterali insopportabili Svantaggi: indaginoso calcolare le dosi equianalgesiche nel cambio dei farmaci, pericolo di accumulo per la lunga emivita

24 NALOXONE Antidoto per gli oppioidi agonisti In commercio: f 0,4mg Dosi: 0,4-2mg/ogni 2-3 m im, ev, sc fino a mg Antidoto per gli oppioidi agonisti In commercio: f 0,4mg Dosi: 0,4-2mg/ogni 2-3 m im, ev, sc fino a mg

25 Titolazione degli oppioidi Giusta dose giornaliera Giusta posologia Giusta via di somministrazione Prevenzione degli effetti collaterali certi Controllo degli effetti collaterali ignoti Dose di salvataggio (rescue dose) Giusta dose giornaliera Giusta posologia Giusta via di somministrazione Prevenzione degli effetti collaterali certi Controllo degli effetti collaterali ignoti Dose di salvataggio (rescue dose)

26 Titolazione degli oppioidi Dosaggio più basso nei pazienti naïve Dosaggio guidato dalle tabelle di equianalgesia nei pazienti in terapia con oppioidi Aumentare la dose giornaliera del 30-40% se il dolore non è controllato Lasciare una dose di salvataggio in formulazione pronta (es. 1/6 della dose /die per la morfina, 1/3 per lossicodone) Dosaggio più basso nei pazienti naïve Dosaggio guidato dalle tabelle di equianalgesia nei pazienti in terapia con oppioidi Aumentare la dose giornaliera del 30-40% se il dolore non è controllato Lasciare una dose di salvataggio in formulazione pronta (es. 1/6 della dose /die per la morfina, 1/3 per lossicodone)

27 Rotazione degli oppioidi Tabella di conversione degli oppioidi Rotazione degli oppioidi Tabella di conversione degli oppioidi

28 Approccio farmacologico agli oppiacei DA EVITARE: 1) Utilizzare 2 o più farmaci della stessa classe 2) Sottodosare i farmaci 3) Superare la dose tetto 4) Utilizzare vie improprie 5) Utilizzare farmaci dei quali non si conoscano a fondo: - dosaggi - effetti collaterali - tossicità - controindicazioni DA EVITARE: 1) Utilizzare 2 o più farmaci della stessa classe 2) Sottodosare i farmaci 3) Superare la dose tetto 4) Utilizzare vie improprie 5) Utilizzare farmaci dei quali non si conoscano a fondo: - dosaggi - effetti collaterali - tossicità - controindicazioni

29

30

31 Tecniche antalgiche con mezzi fisici Posizione, decubito Presidi per riposo e deambulazione Tecniche fisioterapiche (programma) Elettrostimolazione TENS SCS e DBS Posizione, decubito Presidi per riposo e deambulazione Tecniche fisioterapiche (programma) Elettrostimolazione TENS SCS e DBS

32 Tecniche antalgiche con mezzi né chimici né fisici Ipnosi Agopuntura Tecniche psicologiche training autogeno gioco, distrazione musica Conforto religioso Ipnosi Agopuntura Tecniche psicologiche training autogeno gioco, distrazione musica Conforto religioso

33 Tecniche antalgiche e livelli dazione MIDOLLO RECETTORE FARMACI E TECNICHE AD AZIONE LOCALE Anestetici topici Antiinfiammatori non steroidei Elettrostimolazione (T.E.N.S.) FARMACI E TECNICHE AD AZIONE LOCALE Anestetici topici Antiinfiammatori non steroidei Elettrostimolazione (T.E.N.S.) NEURONE DI SECONDO ORDINE NEURONE DI SECONDO ORDINE NEURONE DI PRIMO ORDINE NEURONE DI PRIMO ORDINE ENCEFALO Talamo TECNICHE E FARMACI AD AZIONE CENTRALE Analgesici ad az. centrale (oppiodi) Antidepressivi, Neurolettici, Anticonvulsivanti, Elettrostimolazione (D.B.S.) TECNICHE E FARMACI AD AZIONE SULLA CONDUZIONE An. locali, Anticonvulsivanti, Elettrostimolazione (SCS ) TECNICHE E FARMACI AD AZIONE SULLA CONDUZIONE An. locali, Anticonvulsivanti, Elettrostimolazione (SCS ) NEURONE DI TERZO ORDINE NEURONE DI TERZO ORDINE TECNICHE E FARMACI AD AZIONE SINAPTICA (oppioidi) TECNICHE E FARMACI AD AZIONE SINAPTICA (oppioidi)


Scaricare ppt "Il Trattamento del Dolore Oncologico e Benigno Il Trattamento del Dolore Oncologico e Benigno."

Presentazioni simili


Annunci Google