La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

P.O.F Piano dellofferta formativa Scuola media statale di Vimercate Anno scolastico 2005-06 Sede P.le Martiri Vimercatesi Sede Via Lodovica Sede Via Mascagni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "P.O.F Piano dellofferta formativa Scuola media statale di Vimercate Anno scolastico 2005-06 Sede P.le Martiri Vimercatesi Sede Via Lodovica Sede Via Mascagni."— Transcript della presentazione:

1 P.O.F Piano dellofferta formativa Scuola media statale di Vimercate Anno scolastico Sede P.le Martiri Vimercatesi Sede Via Lodovica Sede Via Mascagni

2 2 Sommario La natura del POF e la normativa La natura del POF Il nostro territorio e la scuola - identità Il nostro territorio Finalita educative metodologie didattiche Finalita educative I punti di forza della nostra scuola Orario scolastico Ampliamento dellofferta formativa: attività opzionali classi prime / seconde Ampliamento dellofferta formativa: attività opzionali classi prime Attività opzionali classi prime - Sede P.le Martiri Vimercatesi Attività opzionali classi prime Attività opzionali classi prime - Sede via Lodovica Attività opzionali classi prime Attività opzionali classi prime - Sede Via Mascagni Attività opzionali classi prime Attività opzionali classi seconde e terze (sede P.le Martiri Vimercatesi) Attività opzionali classi seconde e terze Attività opzionali classi seconde e terze (sede Via Lodovica) Attività opzionali classi seconde e terze Attività opzionali classi seconde e terze (sede Via Mascagni) Attività opzionali classi seconde e terze Prevenzione del disagio – integrazione e benessere degli alunni diversamente abili Prevenzione del disagio La promozione delleccellenza Il nostro portfolio Compiti del tutor e Piano di studi personalizzato Compiti del tutor Orientamento 1 Orientamento 2La scuola organizza: per gli alunniLa scuola organizza: per gli alunni Orientamento 3La scuola organizza: per i genitori e i docentiLa scuola organizza: per i genitori e i docenti Le Educazioni Percorso di attivita educative e didattiche (1^-2^-3^) Ed. alla convivenza civile Percorso di attivita educative e didattiche Percorso di attivita educative e didattiche (1^-2^-3^) Ed. alla salute fisica,… Percorso di attivita educative e didattiche Percorso di attivita educative e didattiche (1^-2^-3^) Ed. Ambientale Percorso di attivita educative e didattiche Stranieri e intercultura Rapporto scuola-famiglia Rapporti istituzionali Documenti Criteri educativi Modalità di valutazione Comitato Alunni Organizzazione interna Valutazione interna Organigramma di istituto Gestione P.O.F. - Organigramma di istituto Organigramma sede P.le Martiri Vimercatesi (ex Manzoni) Organigramma sede P.le Martiri Vimercatesi (ex Manzoni Organigramma sede Via Mascagni (ex Calvino) Organigramma sede Via Mascagni (ex Calvino) Organigramma sede Via Lodovica (ex Saltini ) Organigramma sede Via Lodovica (ex Saltini )

3 3 CARTA DIDENTITA DELLA SCUOLA Denominazione scuola: SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO Via: Piazzale Martiri Vimercatesi, 1 – VIMERCATE (MI) Fax: Telefono: Codice istituto: mimm65000n Internet: sito: Totale alunni 716 N° classi. 32 Sede di via Lodovica - Oreno N° classi 11 Alunni 239 Sede di via Mascagni – Vimercate nord N° classi 10 Alunni 229 Sede di P.le Martiri Vimercatesi – Vimercate centro N° classi 11 Alunni 248 PERSONALE docenti 82 amministrativi5+1 ausiliari13 Gli uffici di Segreteria si trovano nelledificio della sede di P.le Martiri Vimercatesi Orari di apertura al pubblico: Da lunedì a venerdìdalle ore 11,00 alle 13,30 Lunedì e mercoledì pomeriggiodalle ore 15,00 alle 16,00 Sabato mattinadalle ore 10,30 alle 12,30

4 4 La natura del POF Il POF è la dichiarazione esplicita e condivisa dellofferta formativa della scuola, che interagisce con il territorio e gli enti locali Suoi obiettivi fondamentali sono la promozione della libertà di insegnamento e la programmazione di interventi educativi,didattici e culturali per favorire la maturazione del giovane allievo. I principali riferimenti normativi del nostro POF sono rintracciabili in: Legge costituzionale n. 3 del 18 ottobre 2001 Legge 53/2003 Decreto legislativo del Indicazioni nazionali per i Piani di studio personalizzati nella scuola secondaria di primo grado e Pecup La Legge dellautonomia 59/97 Regolamento dellautonomia D.P.R. n. 275 dell8 marzo 1999 La normativa

5 5 Il nostro territorio La città di Vimercate conta abitanti, comprese le frazioni di Oreno, Velasca e Ruginello ed è suddivisa in tre quartieri: Nord, Centro e Sud, con un centro storico di rilevante valore artistico. Diverse aziende industriali e numerosi istituti bancari Una ricca varietà di associazioni di volontariato Il centro scolastico distrettuale n. 60 Una composita realtà di gruppi culturali e sportivi Manifestazioni culturali che coinvolgono lintera cittadinanza Una fornita biblioteca e diverse librerie Cinema e teatro Notevoli spazi verdi Scuole dellinfanzia e primarie Centro scolastico onnicomprensivo articolato in: Liceo Classico e Scientifico Banfi; ITCG E. Vanoni per ragionieri e geometri, con sezioni di liceo linguistico; ITIS A. Einstein con sezioni di liceo scientifico tecnologico e biologico; Istituto professionale di Stato Floriani con vari indirizzi di studio. La scuola secondaria di primo grado di Vimercate è articolata in tre plessi: Sede P.le Martiri Vimercatesi, al centro Sede di Via Mascagni, a nord Sede di Via Lodovica, nella frazione di Oreno, a ovest La nostra scuola La nostra scuola

6 6 Finalita educative Il progetto scolastico del nostro Istituto, per soddisfare le esigenze ed i bisogni di formazione e di istruzione degli alunni, si propone di: Promuovere la conoscenza di sé e la formazione di interessi, motivazioni, capacità di scelta (sapere essere) Favorire lacquisizione delle conoscenze fondamentali relative alle varie discipline (sapere) Sviluppare competenze cognitive, comunicative, creative ed espressive (saper fare) Metodologie didattiche Per il raggiungimento degli obiettivi si utilizzano diversi metodi di lavoro: induttivo deduttivo esperienziale problem solving attraverso: lezione frontale lezione interattiva lavoro individuale o di gruppo attività laboratoriale giochi di ruolo gite e visite di istruzione

7 7 I punti di forza della nostra scuola Valorizzazione delle discipline come strumenti culturali per la conoscenza del realediscipline Potenziamento delle aree disciplinari anche attraverso i laboratoriaree disciplinari laboratori Personalizzazione dei percorsi di apprendimento Personalizzazione Promozione dellautovalutazione attraverso la compilazione del portfolio portfolio Attenzione alla maturazione integrale del preadolescentematurazione integrale Educazione al valore della partecipazione alla vita scolastica e sociale Educazionepartecipazione alla vita scolastica Valorizzazione di un approccio solidale nelle relazioni e di unapertura alla mondialitàmondialità Corresponsabilità educativa tra scuola e famigliafamiglia

8 8 Orario scolastico Classi prime e seconde 30 unità di 55 al mattino 4 unità di 55 al pomeriggio Classi terze 30 unità di 55 al mattino 6 unità di 55 al pomeriggio nelle sedi di P.le Martiri Vimercatesi e di Via Lodovica. 4 unità di 55 al pomeriggio nella sede di Via Mascagni Nelle tre sedi: Per le classi prime e seconde le quattro ore pomeridiane scelte dalle famiglie, sono distribuite su due pomeriggi e utilizzate nelle attività di laboratorio e di studio, per far conoscere aspetti diversi del curriculo coinvolgendo, nel triennio, più discipline Le classi terze usufruiscono di sei o quattro ore pomeridiane distribuite su tre pomeriggi

9 9 Ampliamento dellofferta formativa: Ampliamento dellofferta formativa: attività opzionali classi prime/seconde Per offrire a tutti gli alunni delle classi prime e seconde la possibilità di arricchimento dei contenuti delle discipline curricolari, vengono aggiunte 3 ore opzionali alle 27 del mattino Sede P.le Martiri Vimercatesi 1 ora al mattino (per gli alunni di prima e seconda, di potenziamento di lettere 1 ora al mattino per gli alunni di prima e seconda, di potenziamento della lingua inglese 1 ora di informatica per tutte le prime 1 ora di compresenza di matematica/informatica per le seconde Sede di Via Mascagni 1 ora al mattino, per tutti gli alunni, di potenziamento di lettere 1 ora al mattino, per tutti gli alunni, di compresenza tecnologia/informatica. 1 ora al mattino per tutti gli alunni, di potenziamento della lingua inglese Sede di via Lodovica 1° quadrimestre 2 ore di piscina 2° quadrimestre: 1 ora al mattino, per tutti gli alunni, di lettere 1 ora al mattino, per tutti gli alunni, di matematica 1 ora al mattino per tutti gli alunni, di potenziamento della lingua inglese Good morning. I love english

10 10 Attività opzionali classi prime Sede P.le Martiri Vimercatesi Attività opzionali classi prime - Sede P.le Martiri Vimercatesi Attività opzionali pomeridiane Decoupage Attività operativo-creativo per lo sviluppo della creatività fine recuperando e decorando oggetti di ieri e di oggi Sperimentando ( Laboratorio Scientifico) Approccio al metodo sperimentale attraverso esperimenti, creazione di erbario, compostaggio,… Non solo sport (Laboratorio sportivo) Il gioco e lo sport come momento di convivenza nel rispetto delle regole Dal progetto alloggetto Dal disegno, attività importante nelle fasi progettuali, alla realizzazione di semplici oggetti utilizzando strumenti e materiali comuni. Studio assistito Compiti e studio personale con laiuto di docenti di lettere, matematica e inglese Ludo EnglishGiochi linguistici, crosswords, puzzles, conundrums

11 11 Attività opzionali classi prime Sede via Lodovica Attività opzionali classi prime - Sede via Lodovica Attività opzionali pomeridiane Decoupage Attività operativa per lo sviluppo della creatività fine Danza La magia della danza per acquisire concentrazione e coordinamento FumettoAttività operativo-creativa Laboratorio scientifico Studio dei fenomeni naturali attraverso la sperimentazione diretta Laboratorio sportivo Il gioco e lo sport come momento di convivenza nel rispetto delle regole Disegno tecnicoIdeare, progettare e realizzare semplici oggetti Laboratorio di manipolazione Modellare la creta per realizzare semplici oggetti in collaborazione con la Fenice blu Studio assistito Compiti e studio personale con laiuto di docenti di lettere, matematica e inglese English songs Potenziamento della lingua2 attraverso lascolto di canzoni e di giochi col computer

12 12 Attività opzionali classi prime Sede Via Mascagni Attività opzionali classi prime - Sede Via Mascagni Attività opzionali pomeridiane Disegno tecnico Attività di progettazione di moduli attraverso il disegno geometrico Studio assistito Gli alunni sono divisi in tre gruppi con la presenza di docenti di lettere, matematica e inglese per svolgere compiti e studiare Attività sportiva La pratica del basket per educare al sano agonismo ed al rispetto delle regole Informatica Applicazione di competenze informatiche per la realizzazione di semplici ipertesti teatro Realizzazione di uno spettacolo per sviluppare le capacità espressive e comunicative. Acquisire maggiore sicurezza. Sviluppare abilità sociali Laboratorio videoclip Produzione di un file multimediale per lo sviluppo delle capacità creative ed il potenziamento di quelle operative TastieraAcquisizione della tecnica dello strumento

13 13 Attività opzionali classi seconde e terze (sede P.le Martiri Vimercatesi) Attività opzionali pomeridiane seconde Laboratorio scientifico Attività di osservazione e sperimentazione per scoprire il tesoro che sta intorno a noi… laghi, fiumi,…. Lab. Tecnico-operativo Dalla materia prima… tanti e tanti oggetti progettati, realizzati.. decorati Cineforum e storia Il cinema ci racconta i personaggi e gli avvenimenti che hanno fatto la storia…. Internet ci aiuta e ci educa alla ricerca More than english Ludo English Linglese della vita quotidiana, attraverso canzoni, videoclip, riviste Laboratorio artistico Con colori, pennelli e quantaltro … trasformiamo la nostra immaginazione in.. tante opere darte Giornalino Usando strumenti informatici.. scrivendo e disegnando, raccontiamo la nostra scuola sulle pagine del nostro giornalino Studio assistito Gli alunni sono divisi in tre gruppi con la presenza di docenti di lettere, matematica e inglese. Svolgono compiti, esercizi Attività opzionali pomeridiane - terze Area scientifico-matematicaLaboratorio scientifico 3 Area tecnico- espressivo Informatica 3° livello Attività operativa-creativa per lo sviluppo della creatività fine Area motoriaBasket Area linguistica Latino, Francese 3° livello, Studio assistito Gli alunni sono divisi in tre gruppi con la presenza di docenti di lettere, matematica e inglese

14 14 Attività opzionali classi seconde e terze (sede Via Lodovica Attività opzionali classi seconde e terze (sede Via Lodovica) Attività opzionali pomeridiane terze Area artistico-espressivaLaboratorio artistico Area tecnico-operativaDisegno tecnico Area motoria Pallavolo Basket Atletica leggera Unihoc Area linguistica Latino Spagnolo 3° livello inglese - Ket Studio assistito Gli alunni sono divisi in tre gruppi con la presenza di docenti di lettere, matematica e inglese Attività opzionali pomeridiane seconde Area artistico-espressivaLaboratorio artistico Area tecnico-operativoFalegnameria Area motoriaPallavolo/atletica Area lingustica Potenziamento e consolidamento della lingua inglese Studio assistito Gli alunni sono divisi in tre gruppi con la presenza di docenti di lettere, matematica e inglese

15 15 Attività opzionali classi seconde e terze (sede Via Mascagni Attività opzionali classi seconde e terze (sede Via Mascagni) Attività opzionali pomeridiane terze Area linguistica Latino Conversazione in madre lingua inglese Area scientifico-matematicaPotenziamento di matematica Attività opzionali pomeridiane seconde Cineforum Visione ed analisi di film per acquisire competenze di valutazione e sensibilità critica Studio assistito Gli alunni sono divisi in tre gruppi con la presenza di docenti di lettere, matematica e inglese Attività sportiva Pratica del basket per educare ad un sano agonismo nel rispetto delle regole Teatro Realizzazione di uno spettacolo per sviluppare le capacità espressive e comunicative. Acquisire maggiore sicurezza. Sviluppare abilità sociali Laboratorio videoclip Produzione di un file multimediale per lo sviluppo delle capacità creative ed il potenziamento di quelle operative

16 16 Prevenzione del disagio Programmazioni individualizzate dei Consigli di Classe Trattazione di tematiche adolescenziali Colloqui con il tutor La scuola si avvale di due docenti-psicologi, che offrono allutenza (con finanziamenti dellEnte locale) i seguenti servizi Sportello settimanale di ascolto per le famiglie Colloqui con gli studenti su problematiche affettive, relazionali e/o di apprendimento Predisposizione con i docenti e i Consigli di classe di percorsi individualizzati per gli alunni in difficoltà Gruppo psicoeducativo Gruppo di lavoro e di studio H (GLSH) Integrazionee benessere degli alunni diversamente abili Integrazione e benessere degli alunni diversamente abili Nel corso degli ultimi anni è stato attuato un rapporto di stretta collaborazione tra la sede P.le Martiri Vimercatesi e la struttura comunale del Centro Socio Educativo Piccoli, preposta allaccoglienza ed alleducazione di alunni con gravi disabilità. Nel corso di questanno scolastico sono previste: Linee progettuali e di integrazione tra le alunne provenienti dal CSE e gli alunni delle classi seconde e terze. Momenti di partecipazione alla vita della classe. Progetti specifici

17 17 La promozione delleccellenza Programmazioni e metodologie personalizzate nel curricolo: Area linguistica Approfondimenti storici attraverso il cinema Educazione alla lettura attraverso le biblioteche distituto e del territorio Cineforum Realizzazione del giornalino distituto Corso di latino in terza Laboratori di inglese, francese e spagnolo Certificazione del Ket in terza sulle competenze in lingua inglese, riconosciuta a livello europeo ( sedi P.le Martiri Vimercatesi e via Lodovica ) Corso di conversazione con un docente di madrelingua inglese Area scientifico matematica: Partecipazione alla gara internazionale di matematica Kangourou ( sede P.le Martiri Vimercatesi) Laboratorio di geometria con linguaggio Cabri Nuove tecnologie Compresenza nel primo e secondo anno tra insegnamenti curricolari e informatica Laboratorio di informatica Biblioteca informatizzata con luso del programma Winiride (sede -P.le Martiri Vimercatesi)

18 18 Il nostro portfolio Il portoflio delle competenze individuali, compilato dalléquipe pedagogica coordinata dal docente-tutor, comprende Il portoflio delle competenze individuali, compilato dalléquipe pedagogica coordinata dal docente-tutor, comprende: Una sezione dedicata alla valutazione e unaltra riservata allorientamento La prima è redatta sulla base degli indirizzi generali riguardo alla valutazione e il riconoscimento dei debiti e crediti formativi. Le due dimensioni si intrecciano in continuazione perché lunica valutazione positiva è quella che contribuisce a conoscere lampiezza e la profondità delle competenze Colloca lalunno al centro del processo di apprendimento-insegnamento Favorisce lautovalutazione e la motivazione dellalunno Attesta e verifica i passi più significativi del percorso scolastico dello studente Offre lopportunità di rileggere la propria storia di apprendimento, anche in vista delle scelte future Permette di cogliere i processi attraverso cui si compie lapprendimento individuale … si articola in tre sezioni Sez. 1 - valutazione Sez. 2 - orientamento Sez. 3 - dossier: elaborati ritenuti particolarmente significativi e presentati con un commento dellalunno e/o del docente

19 19 Compiti del tutor Incontra nella prima parte dellanno scolastico tutte le famiglie Segue ciascun alunno per favorire il suo star bene a scuola e liter dellapprendimento Inserisce nel portfolio le informazioni ritenute utili per documentare nel tempo i rapporti con i genitori e con gli studenti Cura, in collaborazione con lintero Consiglio di Classe, lelaborazione dei Piani Personalizzati Il Piano di Studi Personalizzato E linsieme delle Unità di Apprendimento effettivamente realizzate, con le eventuali differenziazioni che si rendessero opportune per i singoli alunni Ha la forma iniziale di un indice che si arricchisce cammin facendo POFPOF Si evince dal POF di istitutoPOF

20 20Orientamento Approfondire la conoscenza di sé, delle proprie attitudini,dei propri interessi e delle proprie aspirazioni Accrescere il livello di consapevolezza relativo al proprio percorso di apprendimento Attuare scelte di vita,scolastiche e professionali consapevoli e realistiche La Scuola secondaria di 1° grado di Vimercate valorizza lattività di Orientamento, che si articola nel triennio come risposta ai seguenti bisogni formativi Il nostro Istituto esplica la sua finalità orientativa Alunni coinvolgendo: GenitoriGenitori Docenti Enti locali interagendo con:agenzie territoriali scuole del Distretto

21 21 Orientamento: La scuola organizza - per gli alunni iniziative formative finalizzate a un percorso triennale di didattica orientante trasversale a tutte le discipline che si articola in: Classi prime Classi seconde Classi terze attività di accoglienza e continuità con alunni e docenti delle scuole elementari attività funzionali alla consapevolezza del rapporto con il gruppo dei pari somministrazione di test di autostima, professionali, sui valori e gli interessi percorsi mirati alla conoscenza di sé, al rinforzo dellautostima e dellidentità personale forme di comunicazione ed ascolto efficaci progettazione di percorsi di informazione relativi allofferta formativa del territorio introduzione al metodo di studio attività di tutoring metodologie di studio adeguate Attività di tutoring iniziative di continuità/raccordo con le Scuole superiori e con gli Enti territoriali attività di consulenza e sportello per lorientamento consolidamento del metodo di studio Attività di tutoring

22 22 Orientamento: La scuola organizza Attività di formazione e partecipazione a Convegni e iniziative istituzionali Gruppi di continuità e progettazione con gli insegnanti delle elementari e delle Superiori Per i genitori: Incontri a livello di Istituto e distrettuale con esperti dellorientamento Attivazione di un servizio di counseling da parte della Psicopedagogista dIstituto Incontri con i docenti del Consiglio di classe e/o con il tutor per il consiglio orientativo Per i docenti:

23 23 Le Educazioni Il nostro Istituto, in conformità alla C.M.n.29, , valorizza lapporto formativo delle discipline Ogni materia di studio, infatti, aiuta i ragazzi a: Crescere come persona e come cittadino Rispettare le regole Ragionare in modo critico per Conoscere i valori condivisi e fondamentali della società Rispettare gli altri Star bene con sè stessi I docenti del C.d.C., nel proprio ambito disciplinare e in modo trasversale, si attivano per lo svolgimento delle EDUCAZIONI: alla cittadinanza alla salute ambientale alimentare stradale allaffettività che insieme concorrono alla Educazione alla convivenza civile acquisire capacità critica e responsabilità personale nel rapporto con gli altri conoscere e praticare le regole comunitarie del gruppo in cui si è inseriti essere consapevoli che ogni uomo ha pari dignità sviluppare la consapevolezza che condizioni quali dignità, libertà, solidarietà, sicurezza vanno perseguite e mantenute considerare le diversità culturali, sociali e fisiche come valore e non come ostacolo Il nostro istituto in questambito persegue le seguenti finalità:

24 24 Percorso di attivita educative e didattiche classi: prime, seconde e terze Percorso di attivita educative e didattiche classi: prime, seconde e terze – Educazione alla convivenza civile Lo schema seguente raccoglie indicazioni di carattere generale che saranno rielaborate in attività curriculari e progetti specifici. educazioni Attività per sedi P.Le Martiri Vimercatesi Via LodovicaVia Mascagni 1. Educazione alla convivenza civile Riconoscere la funzione delle norme e delle regole: diritti e doveri, responsabilità individuale e collettiva Acquisire come valore la partecipazione democratica Riconoscere il valore della differenza culturale Sviluppare sensibilità verso le problematiche sociali: nuova immigrazione, diversità, diritti civili e politici, povertà, sfruttamento dei bambini Riconoscere e praticare i valori della pace, tolleranza, solidarietà Conoscere le associazioni umanitarie ed educative - Attività curriculari - Comitato alunni - Accoglienza - Attività di educ. alla lettura fra le classi 1^ e 5^ elem.: lettura di un libro, giochi, incontro con lo scrittore. - Attività di orientamento. - Lab. con la artecipazione di genitori (manipolazione e decoupage pomeridiano) - Partecipazione a spettacoli e visione film - Visita agli Uffici Amministrativi del Comune - Giornalino - Incontro con la Polizia Comunale, la protezione civile. - Esercitazioni di evacuazione, primo intervento, pronto soccorso. - Incontri con associazioni di volontariato. - Incontro sulla cultura africana con il giornalista M. Trovato. - Attività sportive. - Visite distruzione - Riunioni con genitori per organizzare incontri con esperti e serate comuni per visione film - Festa di Natale e di fine anno - Laboratori di orientamento con la partecipazione dei genitori classi seconde. - R.C.R. rappresentanti di classe dei ragazzi. - Laboratorio di orientamento scolastico. - Gite scolastiche. - Progetto cooper. internazionale classi terze. - Laboratorio educ. Affettiva classi prime ( 12 sp. per classi 1^ quadr.) - Lab. Presentazione scuola alle classi 5° elem. per prime e seconde nel 2° quadr. - Lab. espressivo creativo per classi 1^ media e 5^ elem., nel 2° quadr. - Festa di fine anno - Riunioni con genitori per organizzare incontri con esperti e serate comuni per visione film - Lab. Partecipazione dei genitori (manipolazione e decoupage pomeridiano) - Cineforum - Giornalino - Incontri con i vigili - Incontro sulla cultura africana con il giornalista M. Trovato - Attività curriculari - Accoglienza - Rappresentanti di classe degli studenti e studentesse, RCR - Giornalino - Incontri con i Vigili del fuoco, vigili urbani - Orientamento - Attività con Protezione Civile - Partecipazione a spettacoli e visione film - Teatro - Giornata sportiva - Visite distruzione - Laboratori - Riunioni con genitoriper organizzare incontri con esperti e serate comuni per visione film - Progetto sicurezza: prove di evacuazione; prevenzione al rischio - Incontro con Ass. di volontariato - Incontro sulla cultura africana (PIME) - Attività visivo- musicale - Festa di fine anno

25 25 Percorso di attivita educative e didattiche classi: prime, seconde e terze Percorso di attivita educative e didattiche classi: prime, seconde e terze – Educ. alla salute fisica, emotiva,… educazioni Attività per sedi P.Le Martiri Vimercatesi Via LodovicaVia Mascagni 1. Educazione alla salute fisica, emotiva, affettiva Riconoscere e gestire i cambiamenti fisici ed emotivi Acquisire consapevolezza e saper gestire le proprie emozioni Stare bene a scuola Attivare comportamenti ed effettuare scelte responsabili in campo affettivo, relazionale, sessuale Acquisire positivi stili di comunicazione per gestire amicizie ed innamoramento Conoscere, per prevenire patologie e tossicodipendenze legate a: ignoranza, cattive abitudini, uso di sostanze nocive - Attività curriculari. - Continuità con la scuola primaria e secondaria di 2° grado - Intervento di Spazio Giovani. - Attività di orientamento - Giornata dellorientamento. - Tutoraggio - Feste di Natale e di fine anno con le famiglie - Attività di informazione e riflessione sui temi della educazione affettiva e sessuale. - Visita al Consultorio - Lab. Teatrale sulle emozioni - Visione di film - Avviamento alla pratica sportiva - Giornata sportiva - Incontri con esperti sulla dieta mediterranea - Progetto sicurezza e prove di evacuazione, prevenzione rischi nella scuola - Promozione dello star bene a scuola: laboratorio di affettività - Norme di pronto soccorso - Piscina - Laboratorio di educazione affettiva e sessuale - Attività sportiva - Domenica insieme. - Attività curriculari - Continuità con la scuola primaria e scuola secondaria di 2° grado - Orientamento - Tutoraggio - Laboratorio teatrale - Festa di Natale e di fine anno scolastico - Saggio musicale - Visione filmati - Visita al consultorio di Ruginello - Avviamento alla pratica sportiva - Giornata sportiva - Attività di informazione sulligiene personale e sullalimentazione - Attività di informazione e riflessione sui temi della educazione affettiva e sessuale. - Mostra di prodotti artistici

26 26 Percorso di attivita educative e didattiche classi: prime, seconde e terze Percorso di attivita educative e didattiche classi: prime, seconde e terze – Educazione ambientale educazioni Attività per sedi P.Le Martiri Vimercatesi Via LodovicaVia Mascagni 1. Educazione ambientale Sviluppare il rispetto verso lambiente Individuare le cause e gli effetti dellinquinamento ambientale Riconoscere in situazione gli interventi che si occupano dei problemi ambientali Raccolta differenziata e riciclaggio sono una delle norme per la salvaguardia dellambiente Conoscere le modalità dello sfruttamento delle risorse energetiche nel rispetto dellambiente Potenziare la conoscenza delle interrelazioni uomo-ambiente Approfondire le conoscenze delle risorse del proprio territorio - Attività curriculari - Incontro con esperti su progetti finanziati dal comune: - Uscite sul territorio comunale. - Soggiorni didattici su tematiche inerenti leducazione ambientale (per alcune classi) - Visita al Museo di Storia Naturale. - Collaborazione con il Parco del Molgora e con la Provincia di Milano (Progetto Pegaso) - Analisi di articoli di cronaca o dibattiti - Raccolta differenziata - Attività sulla mobilità sostenibile in collaborazione con la Provincia (Progetto Bollino blu) - Progetti del Comune - Flora e fauna di casa nostra - Energia da salvare - OGM pro e contro - Catastofi naturali: perché? - Che aria si respira a scuola? - Attività curriculari - Incontri con esperti su progetti finanziati dal Comune - Visita allosservatorio di Merate. - Inquinamento dellaria con esperti di Amici della terra - Raccolta differenziata - Qualità dellaria - Energia - Visite di istruzione - Visione di filmati geografici - Analisi di articoli di cronaca o dibattiti - Elementi di protezione civile - Raccolta differenziata

27 27 Stranieri e intercultura La presenza di alunni stranieri con situazioni diversificate ha permesso di elaborare un progetto articolato che tenga conto delle varie esigenze e necessità. Aiutare e favorire lintegrazione degli alunni stranieri Offrire pari opportunità di istruzione superando lostacolo linguistico con un adeguato supporto Stimolare linteresse degli studenti italiani su problemi interculturali Creare una rete di informazioni tra scuole operanti nel territorio e Enti, per conoscere le reali situazioni di vita dello studente ed aiutare la sua integrazione Collaborare con altre scuole impegnate in progetti di alfabetizzazione e intercultura Acquisire e preparare materiale didattico e informativo Accogliere gli studenti stranieri e loro famiglie Valutare la classe in cui inserire il nuovo alunno Predisporre il Piano di studi personalizzato Insegnare la lingua italiana come L2 – laboratori linguistici Recuperare e supportare nello studio delle altre discipline Programmare gli interventi di mediatori culturali Organizzare serate a tema dedicate alla conoscenza dei paesi dorigine dei nuovi studenti Predisporre incontri con esperti e attività per la sensibilizzazione sui problemi interculturali

28 28 Rapporto scuola-famiglia Iniziative comuni accoglienza laboratori attività sportive serate con esperti sponsor Per noi la collaborazione scuola – famiglia è inderogabile Rapporti istituzionali Consigli ed assemblee di classe Consigli di istituto e giunta Ricevimento individuale Documenti verifiche, schede di valutazione quaderni, diari, libretto delle giustificazioni portfolio

29 29 Rapporti istituzionali Consigli di classe/ Assemblee di classe Due nellanno con i delegati di classe o con tutti i genitori Assemblee di plesso Secondo le necessità, aperte a tutti i genitori Consiglio di Istituto Secondo le necessità, formato da 8 genitori (1 genitore presidente), 8 docenti, il dirigente di Istituto, 2 rappresentati del personale ATA Giunta esecutiva Precedente ad ogni Consiglio di Istituto, formata da: Il dirigente di Istituto, 1 docente, 2 genitori, il segretario(incarico dufficio) 1 rappresentante del personale ATA Colloqui 1 ora settimanale per disciplina, al mattino; 1 ricevimento pomeridiano al quadrimestre; colloqui straordinari individuali, su convocazione dei docenti; colloqui individuali, su richiesta dei genitori; colloqui alla consegna della scheda di valutazione quadrimestrale

30 30 Documenti Verifiche Quali?Scritte, orali, operative, comportamentali; Perché?Per autovalutarsi, per conoscere il livello di preparazione Quando? In itinere, alla fine di ogni UA, in momenti destrutturati Quaderni/diari Perché?Per organizzare e seguire il lavoro, per conoscere le attività scolastiche, per le comunicazioni scuola-famiglia Portfolio Perché?Per autovalutarsi, per collaborare, per accertare le competenze, per orientare Quando?Nellarco del triennio Schede di valutazione Perché?Per autovalutarsi, per informare sui risultati disciplinari e formativi, per orientare Quando?Alla fine del primo e secondo quadrimestre

31 31 Criteri educativi e didattici Nella programmazione didattico – educativa, in relazione alle competenze comportamentali, personali e sociali, si prendono in considerazione i seguenti indicatori: comportamento nei vari momenti della vita scolastica rispetto delle regole strutturazione della conoscenza di sé e della propria identità modalità di relazione con compagni ed adulti In relazione agli apprendimenti si considerano i seguenti indicatori: conoscenza degli argomenti padronanza dei linguaggi e delle tecniche operative delle discipline competenza espositiva capacità di stabilire relazioni e di elaborare riflessioni personali capacità di sintesi e di rielaborazione personale Valutazione La valutazione è processo legato alla programmazione di cui è un elemento fondamentale dimensione essenziale dellatto educativo e didattico Valutare vuol dire Valorizzare le mete raggiunte Favorire lautoconsapevolezza e lautovalutazione Rendere partecipe lo studente e la famiglia nellevoluzione del cammino di apprendimento e di maturazione Misurare le prestazioni Certificare le competenze La valutazione si articola nella : Autovalutazione e responsabilità del ragazzo che deve dare una risposta al lavoro didattico ed educativo secondo le proprie attitudini e possibilità Autovalutazione dellorganizzazione scolastica Autovalutazione del docente per migliorare il lavoro educativo e didattico La nostra scuola secondaria di 1° grado suddivide il periodo scolastico in quadrimestri

32 32 Fasi della valutazione Momenti essenziali della valutazione sono: Prove dingresso (valutazione diagnostica) Prove ed osservazioni frequenti e sistematiche, svolte in itinere per aiutare lalunno a conseguire gli obiettivi previsti nel percorso didattico (valutazione formativa) Prove finali come sintesi delle varie fasi del percorso di apprendimento (valutazione sommativa) Valutazione quadrimestrale Modalità di somministrazione delle verifiche Allo scopo di garantire omogeneità alla valutazione e favorire lefficacia e la condivisione degli strumenti utilizzati, ogni insegnante illustra agli studenti: Tempi Obiettivi relativi agli indicatori specifici disciplinari Argomenti della verifica Criteri di valutazione Criteri espressi nei Piani di studio personalizzati Restituzione Condivisione della valutazione con lalunno e con la famiglia Indicazione di strategie per potenziare lapprendimento

33 33 Valutazione interna LIstituto, per ottimizzare lofferta formativa, effettua un monitoraggio al fine di rilevare : Lefficacia della programmazione didattica La validità dei progetti di ampliamento dellofferta formativa Il grado di soddisfazione e coinvolgimento delle famiglie e del territorio Valutazione esterna LIstituto è sottoposto ad una valutazione esterna realizzata dallI.N.V.A.L.S.I. per effettuare un monitoraggio: sulle politiche educative nazionali sulla valutazione interna della scuola sugli standard di apprendimento degli alunni delle classi prime

34 34 Comitato Alunni sede: P.le Martiri Vimercatesi, via Lodovica e di Via Mascagni Regolamento Finalità: Favorire lassunzione di responsabilità degli alunni in merito ai diversi comportamenti Incrementare la consapevolezza dellimportanza di ogni singola azione individuale per il bene della comunità scolastica Far crescere la coscienza della scuola come comunità civile Rendere salda la collaborazione fra studenti e docenti Componenti Fanno parte del comitato due studenti eletti in ogni singolo gruppo classe, il dirigente scolastico e un docente da lui designato. Per ogni livello di classe (prime, seconde, terze) i rappresentanti eleggono un presidente e un segretario. Compiti Raccolta delle eventuali esigenze della classe ritenute utili ad una discussione di interesse comune per il bene della comunità scolastica Comunicazione scritta al dirigente e al docente delleventuale ordine del giorno per cui si chiede la convocazione del comitato Relazione alla classe degli argomenti messi a tema in ogni riunione del comitato Modalità delle riunioni Gli incontri hanno in genere scadenza bimensile e sono convocati durante lorario regolare delle lezioni Le riunioni sono convocate dal dirigente scolastico e dal docente da lui designato Si possono tenere incontri anche per singoli livelli di classe

35 35 Mensa Il momento del pasto è visto come un ulteriore momento formativo, anche se non obbligatorio. Il rispetto del cibo, degli altri e delle regole concorre a sviluppare lautonomia e la responsabilità personale. Nel momento del pasto e nel dopomensa gli alunni sono affiancati da docenti e personale comunale Pianificazione a inizio anno scolastico di: Consigli di Classe. Collegi docenti. Dipartimenti e riunioni di materia Attività di programmazione Calendario 80 ore Organizzazione interna

36 36ORGANIGRAMMI

37 37 Organigramma di istituto DIRIGENTE direttore servizi amministrativi funzione strumentali funzione strumentali personale a.t.a staff responsabili di progetto coordinatori corpo docente alunni Gestione del pof collaboratori

38 38 Gestione P.O.F Gestione P.O.F. - Organigramma di istituto Dirigente Luigi Grandi Collaboratatrice Sede Via Mascagni Traballoni Sede Via Mascagni Traballoni Sede P.le Martiri Vimercatesi Brunelli Sede P.le Martiri Vimercatesi Brunelli Sede Via Lodovica Manganini Sede Via Lodovica Manganini Funzioni strumentali Sede di P.le Martiri Vimercatesi: Brioschi, Missora Montepaone,Terzoli Sede di P.le Martiri Vimercatesi: Brioschi, Missora Montepaone,Terzoli Sede di Via Mascagni Bianchi, Rubio Sede di Via Mascagni Bianchi, Rubio Sede di Via Lodovica Manno, Stucchi Luciano Sede di Via Lodovica Manno, Stucchi Luciano Staff Bianchi- Brunelli Luciano- Manganini - Missora Sommo - Traballoni Staff Bianchi- Brunelli Luciano- Manganini - Missora Sommo - Traballoni Gestione del P.O.F Brioschi - Brunelli Missora - Montepaone Terzoli – Bianchi - Rubio Traballoni - Manganini Manno - Luciano Gestione del P.O.F Brioschi - Brunelli Missora - Montepaone Terzoli – Bianchi - Rubio Traballoni - Manganini Manno - Luciano Coordinamento di Istituto Missora - Terzoli Coordinamento di Istituto Missora - Terzoli

39 39 Organigramma sede P.le Martiri Vimercatesi Organigramma sede P.le Martiri Vimercatesi (ex Manzoni) DIRIGENTE COLLABORATORI BRUNELLI – MANGANINI - TRABALLONI Responsabile di sede: Brunelli P.O.F. Terzoli/Missora Orario Sommo/Brunelli Sicurezza Santavenere Area progettuale,R.C.R. Terzoli Continuità Terzoli orientamento DAlfonso/Fuccello Ed. Ambientale Gerbore stranieri Chiantore Ket-madrelingua Casiraghi Nuove tecnologie Montepaone Mensa Valenti Ed. salute Noro Biblioteca Violante/Missora Sport Gavazzi Progetti di plesso Brioschi Intercultura/Coop. e sviluppo Missora -Levi Coordinatore Tutor Terzoli Giornalino Montepaone/Brioschi Disagio DAlfonso-Brambilla Kangourou-gare di matematica Chiantore Handicap DAlfonso Visite e viaggi Brioschi

40 40 Organigramma sede Via Mascagni Organigramma sede Via Mascagni (ex Calvino) DIRIGENTE COLLABORATORI BRUNELLI – MANGANINI - TRABALLONI Responsabile di sede: TRABALLONI P.O.F. Traballoni - Bianchi - Rubio Orario Bianchi Sicurezza/ed. Stradale Nigro Comunicazioni Bianchi - Traballoni Continuità Magni Orientamento Ciampaglia Giochi sportivi Gavazzi Intercultura-coop.e svil Dominioni Lingue straniere Botta Nuove tecnologie Astorri Mensa Traballoni Ed. alla salute Bellato Attività fine anno Traballoni Giornalino Duca-Sesana-Scrosoppi Disagio DAlfonso-Brambilla Progetti di Plesso Traballoni/Bianchi Coordinatore Tutor Terzoli Ed. Ambientale Bellato Handicap DAlfonso Visite e viaggi Astorri stranieri Ciampaglia

41 41 Organigramma sede Via Lodovica Organigramma sede Via Lodovica (ex Saltini) DIRIGENTE COLLABORATORI BRUNELLI – MANGANINI - TRABALLONI Responsabile di sede: MANGANINI P.O.F Manno - Luciano Orario Brambilla Sicurezza/ed. stradale Rosselli Progetti di plesso. Manno/luciano Continuità P. Stucchi orientamento Indovino Ed. Ambientale: Ferraris Intercultura/stranieri: Guidi Ket-madrelingua P. Stucchi Nuove tecnologie Ventura Mensa Bestetti Ed. sessuale Brambilla Genitori G. Cereda Giochi sportivi Gavazzi Piscina Manganini Ed. all allfettività Manno Studio assistito Ortino Giornalino B. Cereda Disagio DAlfonso - Brambilla Legalità/domenica insieme B.Cereda Coordinatore Tutor Terzoli Handicap DAlfonso Visite e viaggi Ventura

42 /2006 DIRIGENTE DIRIGENTE: Dott. LUIGI GRANDI Proff Proff.: Marzia MISSORA, Nora TERZOLI, Hanno collaborato alla realizzazione, a vario titolo i proff: C. BIANCHI, M. BRUNELLI, C. MANGANINI, G. MANNO, A. MONTEPAONE, V. RUBIO, Laura LUCIANO, Cristina TRABALLONI. Scuola Secondaria di 1° grado Vimercate (MI)


Scaricare ppt "P.O.F Piano dellofferta formativa Scuola media statale di Vimercate Anno scolastico 2005-06 Sede P.le Martiri Vimercatesi Sede Via Lodovica Sede Via Mascagni."

Presentazioni simili


Annunci Google