La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SCREENING NEL TUMORE POLMONARE Dr. Alessandro Andreani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SCREENING NEL TUMORE POLMONARE Dr. Alessandro Andreani."— Transcript della presentazione:

1 SCREENING NEL TUMORE POLMONARE Dr. Alessandro Andreani

2 SCREENING NEL TUMORE POLMONARE Introduzione Primi studi Primi studi Stato attuale Stato attuale Prospettive future Conclusioni

3 SCREENING NEL TUMORE POLMONARE Introduzione Primi studi Primi studi Stato attuale Stato attuale Prospettive future Conclusioni

4 Neoplasia più diffusa al mondo (Nord-America ed Europa) Neoplasia più diffusa al mondo (Nord-America ed Europa) Seconda causa di neoplasia negli uomini e nelle donne Seconda causa di neoplasia negli uomini e nelle donne Principale causa di morte per cancro in entrambi i sessi Principale causa di morte per cancro in entrambi i sessi Aumento di incidenza nelle donne Aumento di incidenza nelle donne Aumento di incidenza negli anziani Aumento di incidenza negli anziani Sopravvivenza globale a 5 anni del % circa Sopravvivenza globale a 5 anni del % circa SCREENING: PERCHE? A.J. Alberg et al, Chest 2003; 123:21S-49S

5 TUMORE POLMONARE: Sopravvivenza e stadio Mountain 1997

6 SCREENING:OBIETTIVO Identificare la neoplasia agli stadi operabili CT CT + RT chirurgia CT ± (chirurgia) +RT chirurgia Terapia IV IIIB IIB IIIA IIA IIB IA IB Stadio Ogni T,N,M1 T4N0-2M0 T1-4N3M0 CT RT + (CT) T3N0M0* T3N1M0 T1-3N2M0 CT T1N1M0 T2N1M0 (CT) CT T1N0M0 T2N0M0 Terapia adiuvante TNM A. Spira et al, N Engl J Med 2004;350: , ASCO 2004 A. Spira et al, N Engl J Med 2004;350: , ASCO 2004

7 SCREENING NEL TUMORE POLMONARE Introduzione Primi studi Primi studi Stato attuale Stato attuale Prospettive future Conclusioni

8 1.Screening e Rx Torace standard North London Cancer Study, 1959 Erfurt County Study, 1972 John Hopkins Lung project, 1970 Nessuno di questi studi ha rilevato una diminuzione di mortalità per una diminuzione di mortalità per MSKLP, 1970 tumore polmonare Mayo Lung Project,

9 Perché lo screening con Rx ha fallito? Difficoltà nel rilevare lesioni del diametro inferiore a 10 mm Difficoltà nel rilevare lesioni del diametro inferiore a 10 mm Scarsa definizione dei tumori periferici Scarsa definizione dei tumori periferici Elevato indice di accrescimento dei tumori centrali Elevato indice di accrescimento dei tumori centrali A.Rossi et al, Crit Rev Oncol Hematol 2005, 21 Jun A.Rossi et al, Crit Rev Oncol Hematol 2005, 21 Jun

10 2.Screening e analisi citologica dellespettorato ANNI 70 E 80 John Hopkins John Hopkins MSKLP MSKLP Nessun decremento della Nessun decremento della mortalità mortalità P.B.Bach et al, Chest 2003;123: 83S-88S P.B.Bach et al, Chest 2003;123: 83S-88S

11 Perché lo screening con lanalisi citologica dellespettorato ha fallito? Esame non adeguato per indagare i carcinomi periferici Esame non adeguato per indagare i carcinomi periferici Individua i tumori centrali ad una stadio troppo avanzato Individua i tumori centrali ad una stadio troppo avanzato

12 SCREENING NEL TUMORE POLMONARE Introduzione Primi studi Primi studi Stato attuale Stato attuale Prospettive future Conclusioni

13 1000 volontari di età media 60 aa, fumatori > 10 pack/years 1000 volontari di età media 60 aa, fumatori > 10 pack/years RX torace e TC a bassa dose RX torace e TC a bassa dose Early Lung Cancer Action Project (ELCAP) Rx torace LTC Noduli Noduli con calcificazioni benigne 118(60%) 196 (35%) Elevato riscontro di noduli Lancet 1999; 10:99-105

14 1000 volontari di età media 60 aa, fumatori > 10 pack/years 1000 volontari di età media 60 aa, fumatori > 10 pack/years RX torace e TC a bassa dose RX torace e TC a bassa dose Early Lung Cancer Action Project (ELCAP) Rx torace LTC Noduli non calcifici 68(23%) 233 (23%) Neoplasie 7(0,7%) 27 (2,7%) Neoplasie resecabili: 26/27 Lancet 1999; 10:99-105

15 A:Nodulo di 5 mm adeso alla pleura a carico del lobo medio B: Analisi istopatologica da resezione chirurgica: adenocarcinoma polmonare Early Lung Cancer Action Project (ELCAP)

16 La TC a basso dosaggio incrementa la sensibilità diagnostica dei tumori polmonari in stadio operabile nella popolazione a rischio La TC a basso dosaggio incrementa la sensibilità diagnostica dei tumori polmonari in stadio operabile nella popolazione a rischio Elevata frequenza di falsi positivi Elevata frequenza di falsi positivi Early Lung Cancer Action Project (ELCAP) Lancet 1999; 10: CONCLUSIONI

17 IDENTIFICAZIONE DEL TUMORE POLMONARE IN CORSO DI SCREENING New Engl J Med 2005;352: Studi: Henschke; Lancet 1999 Sobue; j Clin Oncol 2002 Nawa ; Chest 2002 Swensen; Radiology 2003 Pastorino; Lancet 2003 DIFETTI: Mancanza dei dati relativi alla sopravvivenza

18 Studio osservazionale giapponese su 15,342 soggetti Studio osservazionale giapponese su 15,342 soggetti Screening Screening SCREENING E SOPRAVVIVENZA Proceedings of the International Association for the Study of Lung Cancer Workshop 2003 abstract Rx torace 49% CT 84% Sopravvivenza a 5 anni

19 International Early Lung Cancer Action Project Studio non randomizzato multinazionale International Early Lung Cancer Action Project Studio non randomizzato multinazionale SCREENING E SOPRAVVIVENZA Henschke CI; Radiology 2004; 231: ; Clin Imaging 2004;28: ,555 pazienti sottoposti a screening Identificate 350 tumori polmonari 82% allo stadio I Follow-up medio di circa 40 mesi con tasso di sopravvivenza globale del 95%

20 Lead-Time Bias Lead-Time Bias Length-Time Bias Length-Time Bias Overdiagnosis Bias Overdiagnosis Bias LIMITAZIONE DEGLI STUDI

21 Lead-Time Bias Lead-Time Bias Length-Time Bias Length-Time Bias Overdiagnosis Bias Overdiagnosis Bias LIMITAZIONE DEGLI STUDI

22 La diagnosi dil tumore è anticipata nel caso sottoposto a screening rispetto al gruppo di controllo; in tal modo risulta un apparente aumento della sopravvivenza anche se il tempo dellexitus è lo stesso in entrambi I gruppi Patz, E. F. et al. N Engl J Med 2000;343: Lead-Time Bias

23 Lead-Time Bias Lead-Time Bias Length-Time Bias Length-Time Bias Overdiagnosis Bias Overdiagnosis Bias LIMITAZIONE DEGLI STUDI

24 La probabilità di diagnosticare un tumore è in relazione al suo indice di accrescimento. I tumori aggressivi hanno un breve periodo di screening (il tempo tra la possibile diagnosi e la comparsa di sintomi); per tale motivo, I pazienti con tumori aggressivi, anche se indagati frequentemente, hanno più probabilità di essere sintomatici, al contrario dei pazienti con tumori non aggressivi che hanno una maggior probabilità di essere indagati quando ancora sono asintomatici: ne risulta che una maggior percentuale di tumori asintomatici è trovata nei pazienti sottoposti a screening, determinando un apparente aumento della sopravvivenza Patz, E. F. et al. N Engl J Med 2000;343: Length-Time Bias

25 Lead-Time Bias Lead-Time Bias Length-Time Bias Length-Time Bias Overdiagnosis Bias Overdiagnosis Bias LIMITAZIONE DEGLI STUDI

26 Il riscontro di tumori asintomatici nei gruppi sottoposti a screening aumenta apparentemente il numero di casi di tumore polmonare e ne aumenta la sopravvivenza; questo perchè i soggetti sottoposti a screening potrebbero giungere ad exitus per altre cause, senza che il tumore sia sintomatico. Patz, E. F. et al. N Engl J Med 2000;343: Overdiagnosis Bias

27 Solo una piccola frazione di lesioni che alla CT appaiono non calcifiche, risultano poi essere carcinomi Solo una piccola frazione di lesioni che alla CT appaiono non calcifiche, risultano poi essere carcinomi ANSIA ANSIA RISCHI DELLE INDAGINI DI SCREENING

28 A volte, a scopo diagnostico o terapeutico, è necessaria la CHIRURGIA A volte, a scopo diagnostico o terapeutico, è necessaria la CHIRURGIA MORTALITA e MORBILITA MORTALITA e MORBILITA

29 AMERICAN CANCER SOCIETY AMERICAN CANCER SOCIETY Non raccomanda lesecuzione di tale screening in persone a basso rischio (< 20 pk/years) Non raccomanda lesecuzione di tale screening in persone a basso rischio (< 20 pk/years) Danno iatrogeno> del beneficio Danno iatrogeno> del beneficio James L.Mulshine and Daniel C.Sullivan;N Engl J Med 2005;352: James L.Mulshine and Daniel C.Sullivan;N Engl J Med 2005;352:

30 SCREENING NEL TUMORE POLMONARE Introduzione Primi studi Primi studi Stato attuale Stato attuale Prospettive future Conclusioni

31 1.Associazione LDCT-PET PET: Positron Emission Tomography Metodica che studia il metabolismo cellulare Basata sulla differente capacità di uptake del glucosio delle cellule neoplastiche rispetto alle cellule normali Impiego di 18 FDG che viene intrappolato dalle cellule e rilevato da una PET-camera F.C. Detterbeck et al, Chest 2004; 125:

32

33 1035 pazienti di età > 50 aa, > 20 pack/years 1035 pazienti di età > 50 aa, > 20 pack/years TC a bassa dose ogni anno + PET (lesioni non calcifiche > 7 mm) TC a bassa dose ogni anno + PET (lesioni non calcifiche > 7 mm) Early Lung Cancer Detection with Spiral CT and Positron Emission Tomography in Heavy Smokers: 2-year Results 22 neoplasie polmonari (11 al controllo basale, 11 allanno 2) Resezione di 21/22 (95%) PET positiva in 18 su 20 neoplasie Pastorino Lancet 2003; 362:

34 LIMITI DELLA PET Falsi positivi: processi flogistici (sarcoidosi, tubercolosi, …) Falsi positivi: processi flogistici (sarcoidosi, tubercolosi, …) Falsi negativi: processi neoplastici (carcinomi neuroendocrini, carcinoma bronchiolo alveolare, adenocarcinoma) Falsi negativi: processi neoplastici (carcinomi neuroendocrini, carcinoma bronchiolo alveolare, adenocarcinoma) Scarsa specificità per le lesioni cerebrali ed urinarie distali Scarsa specificità per le lesioni cerebrali ed urinarie distali Glicemia > 180 mg /dl Glicemia > 180 mg /dl Alto costo del mezzo di contrasto Alto costo del mezzo di contrasto F.C. Detterbeck et al, Chest 2004; 125:

35 2.Light-Induced Fluorescence Endoscopy: LIFE Lo spettro di autofluorescenza del tessuto bronchiale normale è diverso da quello delle condizioni precancerose Lo spettro di autofluorescenza del tessuto bronchiale normale è diverso da quello delle condizioni precancerose DISPLASIA DELLA MUCOSA E CARCINOMA IN SITU DISPLASIA DELLA MUCOSA E CARCINOMA IN SITU LUCE BLU

36 LIMITI della tecnica LIFE INVASIVITA INVASIVITA LIMITATA ALLINDAGINE DEI TUMORI A LOCALIZZAZIONE CENTRALE LIMITATA ALLINDAGINE DEI TUMORI A LOCALIZZAZIONE CENTRALE S.Lam et al, Chest 1998; 113: S.Lam et al, Chest 1998; 113:

37 3.Immunocitologia dellespettorato PCR e ANALISI dei Microarray PCR e ANALISI dei Microarray indagini sul DNA delle cellule dellespettorato indagini sul DNA delle cellule dellespettorato UNIVERSITY OF COLORADO: SPORE trial in corso i cui primi risultati hanno mostrato che atipia o alterazioni citologiche nellespettorato rappresentano reperti ad alto rischio di trasformazione neoplastica in breve tempo. UNIVERSITY OF COLORADO: SPORE trial in corso i cui primi risultati hanno mostrato che atipia o alterazioni citologiche nellespettorato rappresentano reperti ad alto rischio di trasformazione neoplastica in breve tempo. F.R.Hirsch et al, Proc Am Soc Clin Oncol 2002; 21: abstract 1201 F.R.Hirsch et al, Proc Am Soc Clin Oncol 2002; 21: abstract 1201

38 SCREENING NEL TUMORE POLMONARE Introduzione Primi studi Primi studi Stato attuale Stato attuale Prospettive future Conclusioni

39 In definitiva, per il futuro, possiamo essere fiduciosi sulle nuove tecniche di screening, anche se gli alti costi ne limiteranno ancora per molto tempo il loro utilizzo. Attualmente non ci sono indagini di screening che permettano una diminuzione di mortalità del tumore polmonare….

40 …non bisogna però dimenticare che qualsiasi indagine di screening fa parte di un programma di prevenzione secondaria…

41 Al giorno doggi la metodica più efficace nella riduzione del tumore polmonare è senza dubbio il programma di prevenzione primaria: LA SOSPENSIONE DELLABITUDINE TABAGICA Una curiosità: il 14% delle persone sottoposte a screening con LDCT contro il 5% nella popolazione generale, ha smesso di fumare…possiamo perciò dire che, anche se indirettamente, tale indagine di screening contribuisce di certo alla diminuzione della mortalità per tumore polmonare…! James L.Mulshine and Daniel C.Sullivan;N Engl J Med 2005;352: James L.Mulshine and Daniel C.Sullivan;N Engl J Med 2005;352:

42 BIBLIOGRAFIA James L.Mulshine and Daniel C.Sullivan;N Engl J Med 2005;352: A.J.Alberg et al, Chest 2003;123:21S-49S Chest 2000; 117:80S P.B.Bach et al, Chest 2003;123: 83S-88S T.J.Kuzniar et al, Med Sci Monit, 2004; 10(2):RA21-30 J.R.Swensen et al, Radiology 2003; 226: F.C. Detterbeck et al, Chest 2004; 125: S.Lam et al, Chest 1998; 113: F.R.Hirsch et al, Proc Am Soc Clin Oncol 2002; 21: abstract 1201 A.Rossi et al, Crit Rev Oncol Hematol 2005, 21 Jun Van Klaveren et al, Eur resp J 2001;18: Diederich S. et al,Lung Cancer 2004 Aug; 45 Suppl 2:S13-9 Deppermann KM, Lung Cancer 2004 Aug;45 Suppl 2:S39-4 Spira et al, N Engl J Med 2004;350: , ASCO 2004 Lancet 1999; 10: Henschke CI; Radiology 2004; 231: Clin Imaging 2004;28: Patz, E. F. et al. N Engl J Med 2000;343: Pastorino Lancet 2003; 362:


Scaricare ppt "SCREENING NEL TUMORE POLMONARE Dr. Alessandro Andreani."

Presentazioni simili


Annunci Google