La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ricordi e ricette di donne in guerra La vita delle donne nel corso della Guerra Civile Spagnola e della ll Guerra Mondiale nel Bellunese.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ricordi e ricette di donne in guerra La vita delle donne nel corso della Guerra Civile Spagnola e della ll Guerra Mondiale nel Bellunese."— Transcript della presentazione:

1 Ricordi e ricette di donne in guerra La vita delle donne nel corso della Guerra Civile Spagnola e della ll Guerra Mondiale nel Bellunese

2 No pasarán! La guerra civile spagnola del può essere definita la prova generale della Seconda guerra mondiale per –I due schieramenti coinvolti (fascismo e antifascismo) –Il carattere internazionale –Il coinvolgimento della popolazione civile Ma è anche il tentativo delle forze anarchiche di realizzare una società realmente socialista attraverso le collettivizzazioni In questo quadro va letto il diario di vita e di cucina di Nadine La cuoca di Buenaventura Durruti

3 La Spagna negli anni Trenta La Spagna si trova al termine del suo declino come potenza coloniale, in una situazione di forte arretratezza economica aggravata dalla crisi internazionale del 29. La cause della guerra civile spagnola possono essere raggruppate in tre principali filoni: –In primo luogo il conflitto economico intorno alla riforma agraria. I braccianti e i contadini richiedevano la distribuzione dei grandi latifondi di proprietà principalmente dellaristocrazia e della Chiesa. –Il secondo fronte era costituito dalla questione religiosa: i partiti di sinistra rivendicavano uno Stato laico. –Infine la questione istituzionale: non solo il Paese era diviso tra monarchici e repubblicani, ma anche tra due visioni dello Stato una centralizzata e laltra che dava risposta alle aspirazioni autonomistiche.

4 Costituzione del nuovo governo repubblicano diretto dal socialista F. Largo Caballero. Francisco Franco diviene capo unico della giunta militare. Successo elettorale del Fronte Popolare che riunisce i partiti di sinistra. Presidente del consiglio è il repubblicano M. Azaña, che nel giugno viene eletto presidente della Repubblica Inizio rivolta Genn. 36 Ago 36 Il presidente del consiglio francese Leon Blum propone un accordo di non intervento in Spagna, mentre i nazionalisti conquistano Badajoz Ott. 36 Battaglia di madrid Rivolta militare nel Marocco spagnolo capeggiato dal generale J. Sanjurio (capo designato dei rivoltosi, che muore però in un incidente aereo), E. Mola, G. Queipo de Llana e Francisco Franco. Costituzione di una giunta militare a Burgos. Sett. 36 Febb. 37 I nazionalisti conquistarono Malaga con laiuto del Corpo Truppe Volontarie inviato dal governo italiano, che nel marzo è sconfitto a Guadalajara dalle Brigate internazionali. 26 Apr. 37 Aerei della Legione Condor tedesca bombardano a tappeto la città basca Guernica. Magg. 37 Riv. Barcellona Scontri tra comunisti e anarchici a Barcellona; Largo Caballero è sostituito a capo del governo dal socialista di sinistra J. Negrìz. Ott. 37. I nazionalisti conquistano Gijon, completando loccupazione della parte nord occidentale della Spagna. Fine estate 37 Volontà internazionale di far fallire la rivoluzione spagnola 15 Nov. 38 I repubblicani si ritirano dal fiume Ebro, non hanno più munizioni. Le Brigate Internazionali vengono ritirate dal fronte. Fine 38 Dopo il bombardamento di Barcellona i nazionalisti lanciano offensiva in Catalogna Feb. 39 Il governo di Franco è riconosciuto dalla Francia e dalla Gran Bretagna. Azaña, rifugiatosi a Parigi, rassegna le dimissioni. Legge sulle responsabilità politiche Marzo 39 I nazionalisti entrano a Madrid ponendo fine alla guerra civile. Franco annuncia la fine della guerra. In totale i morti furono più di un milione

5 Intervento delle potenze straniere

6 Politica e lotte femministe Con lapprovazione della Costituzione nel 1931 le donne acquisirono lo status di cittadine. Nel primo titolo della Costituzione venne inclusa leguaglianza dei sessi, e donne avevano la possibilità di esercitare il loro diritto di voto a 23 anni, e di accedere a qualsiasi tipo di lavoro pubblico. Nel 1932 fu approvata e promulgata la legge sul divorzio. La riforma educativa intrapresa negli anni 30 portò il tasso di analfabetismo al 39,4% per le donne, e al 24,4% per gli uomini. Il femminismo spagnolo richiedeva diritti sociali e non la partecipazione alla politica o leguaglianza con luomo.

7 La vita delle donne durante la guerra Le donne parteciparono attivamente alla lotta contro il fascismo: 1.Costruirono barricate, curarono i feriti ed organizzarono i lavori dausilio e dassistenza infantile. 2.Rifornirono i soldati di uniformi, di capi vestiari e dellequipaggiamento necessario per la guerra. 3.Parteciparono attivamente alla guerra come miliziane, impugnando le armi e combattendo. Dopo il 1937 termina il loro impiego. 4.Si occuparono dellanalfabetismo di migliaia di donne spagnole e affrontarono insieme la domanda urgente di programmi educativi per adulti. Le donne istruite diedero lezioni ed organizzarono attività culturali. 5.Pubblicarono numerosi periodici e riviste come: Companya, Emancipación, Muchachas, Mujeres, Mujeres Libres, Noies Muchachas, Pasionaria e Trabajadora. Tutte le organizzazioni femminili rivendicarono il diritto delle donne alla preparazione professionale, e ad un lavoro garantito e pagato, a parità di condizioni con lo stesso salario delluomo.

8 Organizzazioni femminili AMA (Agrupación de mujeres antifascistas -comuniste), obiettivo immediato di lottare contro il fascismo. UDC (Unión de dones de Catalunya) Mujeres Libres (anarchiche) e le marxiste dissidenti del POUM (Partito operaio di unificazione marxista) lotta contro oppressione femminile Le organizzazioni femminili tracciarono il cammino verso lemancipazione delle donne, attraverso leducazione, la partecipazione politica, il diritto al lavoro, e il riconoscimento del loro valore sociale (figure eccezionali Federica Montseny, Dolores Ibarrúri, Margarita Nelken, etc.)

9 Nadine Nadine è una giovane donna, militante rivoluzionaria della Colonna Durruti, che racconta la vita vissuta negli anni della guerra civile spagnola e che cerca di alleviare i dolori e le paure dei momenti drammatici con il calore fraterno di un pasto tra amici. Tutti gli eventi narrati sono accompagnati e completati da una spiegazione storica e da una accurata documentazione.

10 Le ricette di Nadine Le ricette sono quelle fanno rivivere i profumi di casa. Utilizzano i prodotti freschi reperibili con mezzi di fortuna in città o nelle campagne che circondavano Barcellona (verdure, pesce, selvaggina, animale da cortile). I piatti sono semplici e molto aromatici. Potevano esser preparati per i compagni al termine di una giornata di scontri, o per la popolazione al fine di una distribuzione gratuita (es. pane), o per i bambini delle scuole come risarcimento per i disagi, le paure e gli orrori della guerra. (Torrijas)

11 Anna Anna è il nome di battaglia di Giovanna Zangrandi (Alma Bevilaqua ) che nel periodo successivo all8 settembre 43 è stata staffetta partigiana della Brigata Calvi in Cadore. Lalimentazione dipendeva dalla tessera, dalla borsa nera e soprattutto da quanto poteva offrire la montagna: pane nero, mele minestre derbe condite con sego, brodo con ossi dei pecora … … ma soprattutto patate. Non ci sono i piatti fantasiosi della Spagna ma solo la solidarietà di donne che combattono per il futuro dei loro figli.

12 I rifornimenti militari Il rancio, dallo spagnolo rancho, una riunione di persone, una camerata di soldati. anche il francese se ranger mettersi in fila, ha sempre costituito motivo di interesse e cura da parte dei militari di ogni epoca. Nel 1809 Nicolas F. Appert, cuoco e pasticciere, vinse un premio messo in palio da Napoleone per chi avesse risolto il problema della conservazione delle derrate alimentari militari. Appert,, arrivò nel 1802, dopo numerosi esperimenti, alla conclusione che i cibi deteriorabili si conservavano a lungo se sigillati all'interno di bottiglie di vetro, immerse successivamente in acqua bollente. L'intuizione di Appert si basava sulla constatazione che il calore eliminava o rallentava i processi decompositivi del cibo. La sua idea venne 'rubata' dall'inglese Peter Durant che la applicò utilizzando contenitori di latta. Era il 1814, quando una ditta britannica fornì alle Reale Marina Inglese, zuppe di verdura e carni conservate in recipienti in lamiera di stagno, dando così il via alla produzione in grandi quantitativi di "cibo in scatola".

13 Sitografia conserve-alimentari.htmlhttp://www.taccuinistorici.it/ita/news/contemporanea/personaggi/Nicolas-Appert-e-le- conserve-alimentari.html L0UbpB0eY&eurl=http://www.centrefedericamontseny.org/index.php?accion=multimediahttp://www.youtube.com/watch?v=f- L0UbpB0eY&eurl=http://www.centrefedericamontseny.org/index.php?accion=multimedia s_ita_ _fury_over_spain.mpghttp://www.ngvision.org/download/167/ngv.bradipz.net/new_global_vision/disc30/ngv_e s_ita_ _fury_over_spain.mpg

14 Bibliografia Anonimo La cuoca di Buenaventura Durruti- la cucina spagnola al tempo della guerra civile. Ricette e ricordi Ed. Derive Approdi Giovanna Zangrandi Giorni veri Ed. Mondadori A. De Carlo A. Amatuzzi Le Français à la carte Ed. Hoepli Antony Beevor La guerra civile spagnola Ed.RCS Libri Garcìa Lorca Tutte le poesie Ed. Garzanti

15 ROMANZA DELLA GUARDIA CIVILE SPAGNOLA …Alla porta di Belén i gitani si radunano. San Giuseppe, ferito, veste di un sudario una ragazza. Testardi fucili acuti per una notte risuonano. La Vergine cura i bamini con la saliva di stelle. Ma la Guardia Civile avanza seminando incendi, dove giovane e nuda brucia limmaginazione. Rosa dei Camborios geme seduta sulla sua porta con i suoi due seni tagliati posti sopra un vassoio. E altre ragazze correvano inseguite dalle loro trecce in un vento dove scoppiano rose di polvere nera. Quando tutte le tegole furno solchi nella terra, lalba cullò le spalle dal lungo profilo di pietra. O città dei gitani! La Guardia Civile sallontana in un tunnel di silenzio mentre le fiamme ti circondano. O città dei gitani! chi ti vide e non ti ricorda? Che ti cerchino sulla mia fronte. Giuoco di luna e arena. ( Federico Garcia Lorca)

16 Italia Prima del 36 vi erano stati contatti tra i franchisti e Mussolini, infatti elementi delle Falange erano giunti in Italia già nel 34 per addestramenti e erano state formate compagnie industriali italo-spagnole. Dati dellintervento: –Effettivi italiani , di cui caduti e feriti. Ingenti sono gli armamenti inviati (gli italiani hanno effettuato bombardamenti) per un costo complessivo di 14 miliardi di lire.

17 URSS Vista linutilità del patto di non intervento a cui inizialmente aderisce, invia viveri, medicinali, finanziamenti e materiale bellico. Nellestate del 37 Stalin consiglia a Caballero di rinunziare alla rivoluzione armata, sono in corso in Russia le epurazioni. USA Il governo americano proibisce le partenze dei volontari e fa pressioni diplomatiche sul Messico. Multinazionali Compagnie come Renault, Texas Oil company, ITT, Du Pont, General Motor, ecc. aiutano le truppe ribelli con mezzi, finanziamenti o campagne propagandistiche.

18 Inghilterra Chamberlain politica dellappeasement. Francia Blum riteneva che una intromissione avrebbe provocato la guerra con la Germania e lItalia. Gli aiuti arrivano in via clandestina dai Pirenei. André Marty, del partito comunista francese, organizza le Brigate Internazionali.

19 Germania Invio aerei per trasferimento Franco dal Marocco. Non aderisce allaccordo di non intervento proposto da Blum e invia corazzate e cacciatorpediniere, in cambio ottiene materie prime strategiche.

20 Brigate internazionali I volontari provenienti da 52 paesi dei cinque continenti, furono circa e circa la metà morì in combattimento, fu dispersa o ferita (i caduti furono 9934 mentre 7686 furono feriti gravemente). Altri uomini combatterono in unità dell'esercito repubblicano e almeno altri lavorarono nei servizi sanitari o ausiliari. I volontari italiani furono inquadrati nella Brigata Garibaldi, circa effettivi, e tra questi i maggiori esponenti dell'antifascismo: i comunisti Togliatti, Longo e Vidali, il socialista Nenni, il repubblicano Pacciardi. Tra gli italiani figuravano anche l'anarchico Camillo Berneri e Carlo Rosselli. AnarchiciComunistiGiustizia LibertàRepubblicaniSocialistiSconosciuta FrancesiTedeschiItalianiStatunitensiinglesiCanadesialtri yugoslavi, albanesi, ungheresi, belgi, polacchi, bulgari, cecoslovacchi, svizzeri, nordeuropei, messicani e africani Il ringraziamento della Pasionaria "Di tutti i popoli, di tutte le razze, veniste a noi come fratelli, figli della Spagna immortale, e nei giorni più duri della nostra guerra, quando la capitale della Repubblica spagnola era minacciata, foste voi, valorosi compagni delle Brigate Internazionali, che contribuiste a salvarla con il vostro entusiasmo combattivo, il vostro eroismo e il vostro spirito di sacrificio".

21 NazionalistiRepubblicani Esercito ufficiali truppa Tercio e regulares marocchini 260 ufficiali truppa Guardia civil Asaltos Carabineros Marina 1 corazzata (antiquata) 1 incrociatore 1 cacciatorpediniere 3 torpediniere 4 cannoniere 4 guardacoste 1 corazzata 3incrociatore 8 cacciatorpediniere 5torpediniere 1 cannoniera 5 guardacoste 6 sommergibili Aviazione100 aerei (antiquati)200 aerei (antiquati)

22

23

24

25

26 … sul campo contammo dieci fascisti uccisi, e cinque dei nostri compagni. Tutti i corpi erano stati straziati dallesplosivo da cava, dalla mitraglia e dalle bombe amano. Decidemmo di portar via solo Manuelito, glaltri li seppellimmo tutti insieme, in una orrida sardana di divise, armi, lacrime, sangue ed escrementi. Fratelli per la prima volta. I francesi chiamano chamde il sentimento che ci accompagnò sulla strada del ritorno, conclusa la missione, io avvertii anche dellaltro che mi terrorizzò, il mio cuore stava diventando di pietra e non sapevo più piangere... Anonimo La cuoca di Buenaventura Durruti- la cucina spagnola al tempo della guerra civile. Ricette e ricordi Ed. Derive Approdi p. 154

27 Torrijas Mescolate un quarto circa di litro di latte fresco con 50 grammi di zucchero, fatelo sciogliere e poi inzuppateci sei, sette fette di pane contadino. Intanto, sbattete in una ciotola tre uova intere e due tuorli con la scorza grattugiata di un limone, 30 grammi di zucchero e una presa generosa di cannella in polvere. Immergeteci le fette di pane, senza romperle, una alla volta. Poi, friggetele sui due lati in abbondante olio doliva. Scolatele e cospargetele di miele, nel quale avrete messo qualche cucchiaio di farina di mandorle. Servite subito. A casa mia si usava il miele di Alcarria, oppure, quello di timo. Qualche volta anche il miele di liquirizia, che mio padre si procurava quando andava a caccia sui Pirenei.

28 … Gesù, Anna, che odore quasi perbene che hai! – Dice che con quellodore lì addosso, fumo di bivacco, minestra, sudore mai lavato, ecc. non dovrei andare per il paese; mha tirato fuori le ciabatte, il giubbino, la maglia di Sergio, siamo piccoli uguali, ci si scambia la roba e lei si mette con mastello a lavare la mia. Ha anche voluto che mangiassi minestra di fagioli, buona, accidenti e eli me lha messa nella scodella con un gesto come fa con Sergio, mica come a un accattone che passa. Eh, Angela … non è come certuni. (Giovanna Zangrandi Giorni veri Ed. Mondadori pag 196) È la cucina di un cascinale, una delle solite cucine e mai solita e uguale alle altre: in ognuna cè delle gente che è diversa …. Capita di guardarsi attorno. Certe volte mi succede di osservare questa gente, sopratutti i mezzadri, come se io fossi affamata di qualcosa, si può essere affamati di gente? Per sentirsi ancora gente, una di loro e non la selvatica delle Marmarole. Nelle cucine come quelle di Angela, Saturnia Tellus, di Marta o di questa del podere dei Righes mi sento in Italia, italiana. (Giovanna Zangrandi Giorni veri Ed. Mondadori – pag. 213)

29

30 Cronologia 1936 feb. Successo elettorale del Fronte Popolare che riunisce i partiti di sinistra. Presidente del consiglio è il repubblicano M. Azaña, che nel giugno viene eletto presidente della Repubblica lug. Rivolta militare nel Marocco spagnolo capeggiato dal generale J. Sanjurio (capo designato dei rivoltosi, che muore però in un incidente aereo), E. Mola, G. Queipo de Llana e Francisco Franco. Costituzione di una giunta militare a Burgos ago.Il presidente del consiglio francese Leon Blum propone un accordo di non intervento in Spagna, mentre i nazionalisti conquistano Badajoz set. Costituzione del nuovo governo repubblicano diretto dal socialista F. Largo Caballero. Francisco Franco diviene capo unico della giunta militare feb. I nazionalisti conquistarono Malaga con laiuto del Corpo Truppe Volontarie inviato dal governo italiano, che nel marzo è sconfitto a Guadalajara dalle Brigate internazionali apr.Aerei della Legione Condor tedesca bombardano a tappeto la città basca Guernica mag.Scontri tra comunisti e anarchici a Barcellona; Largo Caballero è sostituito a capo del governo dal socialista di sinistra J. Negrìz giu.I nazionalisti conquistano Bilbao e occupano Asturie e Province Basche ott.I nazionalisti conquistano Gijon, completando loccupazione della parte nordoccidentale della Spagna nov.Le Brigate Internazionali vengono ritirate dal fronte gen.I nazionalisti conquistano Barcellona feb. Il governo di Franco è riconosciuto dalla Francia e dalla Gran Bretagna. Azaña, rifugiatosi a Parigi, rassegna le dimissioni mar. I nazionalisti entrano a Madrid ponendo fine alla guerra civile. Franco annuncia la fine della guerra. In totale i morti furono più di un milione.


Scaricare ppt "Ricordi e ricette di donne in guerra La vita delle donne nel corso della Guerra Civile Spagnola e della ll Guerra Mondiale nel Bellunese."

Presentazioni simili


Annunci Google