La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ansia, un propellente della Vita 1.3 Introduzione alla conoscenza di se stessi. Parte Prima.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ansia, un propellente della Vita 1.3 Introduzione alla conoscenza di se stessi. Parte Prima."— Transcript della presentazione:

1 Ansia, un propellente della Vita 1.3 Introduzione alla conoscenza di se stessi. Parte Prima

2 Significati del termine (dal Treccani) Ansia s. f. [dal lat. tardo anxia, der. di anxius «ansioso»]. - 1 Forte agitazione dell'animo per desiderio, attesa di qualche cosa, o per timore e preoccupazione di qualcosa d'ignoto: essere, stare in a. per qualcuno, per qualcosa. 2. (psicol., psicanal.) Stato nevrotico di incertezza e timore, dinanzi a pericoli oscuri e spesso ignoti, nei casi gravi simile all'angoscia.

3 Significati del termine (dal Treccani) 1.Nevrosi (o neurosi) s. f. [der. di nevro- (o neuro-), col suff. -osi] (psicanal.) Condizione di sofferenza della psiche, di solito riconducibile alle esperienze infantili del soggetto, che si manifesta con ansia, irritabilità, fobie, ossessioni, compulsioni, e anche disturbi a carico di determinati organi corporei; a differenza della psicosi, nella nevrosi il soggetto mantiene comunque il contatto con la realtà ed è cosciente dei conflitti e delle sofferenze che vive. 2. (estensivo) Stato di tensione e di ipereccitabilità.

4 Tension e Perché unenergia possa manifestarsi ha bisogno di un luogo materiale per esprimersi con un lavoro fisico concreto: è come passare dalla teoria alla pratica o dal pensiero all azione!

5 Tension e Tensione si realizza solo in presenza si differenze di: peso, altezza, massa, densità, distanza, potenziale chimico o elettrico e quanto più i valori sono grandi, tanto più il lavoro è evidente ma lenergia si degrada e bisogna rinnovarla. Riassunto, lEnergia è Lavoro possibile, la Tensione è Lavoro iniziale, il Cambiamento è leffetto del lavoro con riduzione dellenergia. La misura di Energia, Tensione, Lavoro è anche descrittiva della dinamica propria di un sistema potendo qualificarlo.

6 Sistema (complesso) Il personale concetto di sistema, derivato da quello di Von Bertalanffy è il seguente: chiuso o aperto, al sistema compete un numero di oggetti con qualità deterministiche, una dinamica coerente con il fine dellautopoiesi e dellomeostasi e dunque con sottosistemi interdipendenti circolarmente finalizzati agli scopi.

7 Tensione La Tensione è la premessa necessaria a che lenergia implicita, nascosta nella materia, possa esprimersi in termini di movimento. In altri termini, è leffetto materiale con cui esordisce lespressione di una qualunque energia: è lenergia potenziale trasformata in energia cinetica.

8 Eccitabilità elementi del sistemaespressore

9 Eccitabilit à Primo cervello ? Secondo cervello !

10 lAnsia non va eliminata, ma gestita! Pensare di eliminarla è come pretendere di eliminare il propellente di un qualunque dispositivo meccanico! Regolamentare lansia è lobiettivo delle arti marziali, aliene dalla nostra cultura popolare che ne predilige lesasperazione a scopo di difesa e la sublima nei giochi aggressivi e nello sport competitivo.

11 Repressione e Sublimazione Etica del Waraku (Un viatico tra Oriente e Occidente Non rammaricarsi mai dei propri errori. Non cercare mai scuse per giustificarsi di errori e comportamenti sbagliati. Impegnarsi sempre a fondo. Essere capaci di capire se gli altri hanno bisogno di aiuto, anche se non chiedono niente. Non vantarsi mai dei propri successi. Non darsi mai delle arie. Non essere mai attaccati alle cose materiali.

12 Repressione e Sublimazione La repressione aumenta lansia perché ne evita lespressione come atto volontario ma predispone a una reazione successiva più intensa, alla successiva occasione anche non coerente logicamente: è puro sentimento che si libera!

13 Repressione e Sublimazione La sublimazione è ansia mediata, tra pulsione passionale e attrazione culturale per: etica, filosofia, arte, religione. Lequilibrio tra il fare del pragmatismo ansioso e la stasi dellozio inerziale, si esprime in un comportamento condivisibile anche se non sempre compreso. La comprensione delle proprie azioni è un atto dAmore, dovuto al Prossimo.

14 Repressione e Sublimazione La repressione volontaria di un atto, la rinuncia allazione, produce interruzione di unazione in corso e come tale esprime il passaggio della mente da uno stato propositivo a uno riflessivo, è una pausa che esalta lazione in corso, il corrispettivo pragmatico della sospensione del giudizio.


Scaricare ppt "Ansia, un propellente della Vita 1.3 Introduzione alla conoscenza di se stessi. Parte Prima."

Presentazioni simili


Annunci Google