La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Innovazione, revisione strategica e trasferimento tecnologico Vega - Parco Scientifico e Tecnologico Venezia, 26 marzo 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Innovazione, revisione strategica e trasferimento tecnologico Vega - Parco Scientifico e Tecnologico Venezia, 26 marzo 2010."— Transcript della presentazione:

1 Innovazione, revisione strategica e trasferimento tecnologico Vega - Parco Scientifico e Tecnologico Venezia, 26 marzo 2010

2 Linnovazione in Italia e in Europa Linnovazione a Nord Est (in tempo di crisi) Focus: linnovazione nei servizi Un tentativo di calcolare la capacita di innovazione di una impresa Workshop

3 LINNOVAZIONE IN ITALIA E IN EUROPA

4 European Innovation Scoreboard (EIS) Fornisce una comparazione delle performance in materia di innovazione dei 27 paesi membri dellUE (nona edizione). Il Summary Innovation Index (SII) è compost o da 29 indicatori. Innovation leaders Danimarca Finlandia Germania Regno Unito Innovation followers Austria, Belgio, Cipro Estonia, Francia, Irlanda Lussemburgo, Olanda Slovenia Moderate innovators Repubblica Ceca, Grecia Ungheria, Italia, Lituania, Malta Polonia, Portogallo, Slovacchia, Spagna Catching-up countries Bulgaria, Romania, Lettonia Fonte: EIS 2009 – UNU MERIT

5 Il confronto con USA e Giappone La riduzione del gap esistente nei confronti degli Stati Uniti sembra essersi arrestato. Nei confronti del Giappone il trend di avvicinamento sembra addirittura invertito. Fonte: EIS 2009 – UNU MERIT Dati calcolati su 19 dei 27 indicatori EIS

6 LItalia SII (Summary Innovation Index) inferiore rispetto al dato medio europeo (EU27). Anche il miglioramento dellindicatore nellultimo anno è inferiore rispetto al tasso di miglioramento medio europeo. Fonte: EIS 2009 – UNU MERIT

7 Un confronto a livello regionale Il confronto a livello regionale evidenzia differenze marcate. Le regioni innovatrici si trovano nei paesi innovatori. Non si evidenziano differenze sostanziali rispetto a quanto registrato fin dal Fonte: EIS 2009 – UNU MERIT

8

9 INNOVAZIONE (A NORD EST) IN TEMPO DI CRISI

10 Innovazione in tempo di crisi Quasi unimpresa su quattro (23,4%) dichiara di aver mantenuto, nonostante la crisi, gli investimenti in corso, e addirittura di averne progettati di nuovi. La parte più consistente delle imprese (57,1%), pur non progettando nuovi investimenti, ha confermato quelli in corso prima della crisi. Fonte: Cassa di Risparmio di Venezia, Fondazione Nord Est, n. casi ,5%

11 LE DIVERSE FONTI DELLINNOVAZIONE

12 Le fonti dellinnovazione Nella sua impresa esiste un reparto che si occupa esclusivamente di Ricerca e Sviluppo? Nell11,5% delle imprese che hanno partecipato alla rilevazione esiste un reparto che si occupa esclusivamente di R&S. A Nord Est la soluzione della Ricerca e Sviluppo realizzata a livello diffuso è adottata dal 23,9% delle imprese Fonte: Cassa di Risparmio di Venezia, Fondazione Nord Est, n. casi 1.016

13 Le fonti dellinnovazione Nella sua impresa esiste un reparto per la progettazione e il design? Nel 30,5% delle imprese del Nord Est esiste un reparto per la progettazione e il design. Fonte: Cassa di Risparmio di Venezia, Fondazione Nord Est, n. casi 1.016

14 Le fonti dellinnovazione Negli ultimi 2 anni la sua impresa ha investito in formazione professionale? Il 70% delle imprese ha investito, negli ultimi due anni, in formazione professionale. Fonte: Cassa di Risparmio di Venezia, Fondazione Nord Est, n. casi 1.016

15 LE FORME DELLINNOVAZIONE: PRODOTTO O PROCESSO?

16 Innovazione di prodotto: introduzione di un bene o di un servizio che è nuovo o significativamente migliorato nelle proprie caratteristiche di utilità Innovazione di processo: adozione di un nuovo (o significativamente migliorato) sistema di produzione o di distribuzione Le forme dellinnovazione: prodotto o processo?

17 Negli ultimi 2 anni la sua impresa ha introdotto innovazione di processo? E di prodotto? Quasi un terzo delle imprese del Nord Est (32,6%) ha introdotto, negli ultimi tre anni, sia innovazioni di prodotto che di processo. Il 22,6% si è invece concentrata esclusivamente sulle innovazioni di prodotto, il 13,3% su quelle di processo e il 31,5% non ha introdotto alcuna innovazione. Le prime sono di gran lunga più diffuse tra le imprese di dimensioni maggiori Fonte: Cassa di Risparmio di Venezia, Fondazione Nord Est, n. casi 1.016

18 Le forme dellinnovazione: prodotto o processo? Linnovazione di prodotto e di processo introdotte negli ultimi 3 anni sono principalmente di tipo … Si ha innovazione radicale di prodotto quando si introduce un bene in cui luso, le prestazioni, le caratteristiche, gli attributi, differiscono significativamente rispetto a quelli precedenti. Linnovazione incrementale di prodotto si ha invece quando le prestazioni dello stesso sono sensibilmente migliorate Fonte: Cassa di Risparmio di Venezia, Fondazione Nord Est, n. casi 1.016

19 IL CONTRIBUTO DELLINNOVAZIONE

20 Tipologia di innovazione di prodotto Incr.RadicaleTutti Nessuno11,58,710,6 Modesto (< 15%)65,257,761,3 Importante (tra il 15 e il 50%) 21,329,925,2 Molto importante (oltre il 50%) 2,03,72,9 Totale100,0 Il contributo dellinnovazione Rispetto al fatturato totale lintroduzione di nuovi prodotti quale contributo ha fornito? Contributo dellinnovazione di processo sullefficienza dellimpresa Tipologia di innovazione di processo Incr.RadicaleTutti Nullo2,01,92,0 Modesto45,025,042,9 Importante44,348,144,6 Molto importante 8,825,010,5 Totale100,1100,0 Linnovazione sembra premiare maggiormente chi ha scelto la via radicale e chi ha quindi introdotto prodotti completamente nuovi. Risultati analoghi si riscontrano tra le imprese che hanno operato innovazioni di processo. Fonte: Cassa di Risparmio di Venezia, Fondazione Nord Est, n. casi 1.016

21 GLI AGENTI E LE RETI DELLINNOVAZIONE

22 Gli agenti e le reti dellinnovazione FornitoriCons. esterniClienti Università centri di ricerca Concorrenti Tutti40,939,735,310,510,2 Area Bolzano48,148,229,812,76,9 Trento40,349,731,914,7 Veneto41,238,236,68,69,1 FVG36,439,232,816,515,1 Settore Industrie in s.s.45,042,543,812,27,8 Costruzioni41,741,627,67,110,9 Commercio39,633,932,32,57,5 Servizi Persona33,135,822,912,613,6 Servizi imprese32,740,923,819,225,0 Dimensioni ,933,331,55,98, ,744,941,514,613, ,768,037,822,417,7 100 e +48,754,346,629,47,0

23 Gli agenti e le reti dellinnovazione In generale come valuta il contributo di conoscenza portato da questi soggetti in termini di nuovi idee e di informazioni su avanzamento tecnologico? Il contributo di conoscenza generato dalla collaborazione con i diversi agenti di innovazione viene valutato positivamente dal 71,0% delle imprese. Fonte: Cassa di Risparmio di Venezia, Fondazione Nord Est, n. casi 1.016

24 FINANZIARE LINNOVAZIONE

25 Finanziare linnovazione A suo giudizio, qual è la principale fonte di finanziamento dellinnovazione nelle imprese della sua regione/provincia? In più della metà dei casi (54,3%) linnovazione viene autofinanziata dalle imprese. In quasi quattro casi su dieci (39,8%) si ricorre al credito tradizionale, mentre il 3,7% finanzia i propri investimenti attraverso il capitale di rischio. Le forme di condivisione di capitali con altre imprese appare poco diffusa (2,2%). Fonte: Cassa di Risparmio di Venezia, Fondazione Nord Est, n. casi * *

26 LINNOVAZIONE NEI SERVIZI

27 Il terziario avanzato Consulenza Agenzie di recupero crediti, Attività degli studi legali, Servizi di contabilità, Consulenza societaria, fiscale, incarichi giudiziali, Attività delle società di certificazione di bilanci, Consulenze finanziarie, Consulenze del lavoro, Amministrazione di società ed enti, consulenza e pianificazione aziendale, Agenzie di informazioni commerciali, Attività di gestione delle società di controllo finanziario, Servizi di ricerca, selezione e fornitura di personale Formazione post universitaria, Formazione professionale Servizi integrati agli immobili e infrastrutture Valorizzazione e vendita immobiliare, Agenzie di mediazione immobiliare, Amministrazione e gestione di beni immobili per conto terzi, Gestione ed amministrazione del personale per conto terzi Information Technology Consulenza per installazione di elaboratori elettronici, Fornitura di software e consulenza in materia di informatica, Elaborazione elettronica dei dati, Attività delle banche di dati, Altri servizi connessi all'informatica Comunicazione e marketing Studi di promozione pubblicitaria, Agenzie di concessione degli spazi pubblicitari, Pubbliche relazioni, Organizzazione di convegni, Servizi di segreteria, Traduzioni e interpretariato, Compilazione e gestione di indirizzi, Call center, Studi di mercato e sondaggi di opinione Ingegneria, territorio, ambiente Studi di architettura, Studi di ingegneria, Servizi di ingegneria integrata, Attività di aerofotogrammetria e cartografia, Altre attività tecniche, Ricerca tecnica nel campo delle scienze naturali e ingegneria Prove, valutazioni, controlliCollaudi e analisi tecniche di prodotti, Controllo di qualità e certificazione di prodotti

28 Modello di innovazione di den Hertog e Bilderbeek Nuovi servizi Nuove modalità di relazione con i clienti Nuove modalità di relazione con i clienti Tecnologie Nuove modalità di erogazione dei servizi Nuove modalità di erogazione dei servizi Marketing Canali distributivi Innovazione organizzativa Market intelligence Business intelligence Human resources management

29 Innovazione Fra gli investimenti indicati, quali considererebbe il più importante per la strategia della sua impresa? (val. %) Nuovi servizi Nuove mod. di rel. con il cliente Inn. Org. Str.ti, tecnolo gie e HD SH Tutti34,419,016,119,011,5 Settore Amministrativo, fiscale, consulenza economica… 41,318,311,517,011,9 Consulenza, direzione, management, qualità dell'ambiente 41,321,517,414,05,8 Ingegneria / progettazione 24,712,318,527,217,3 Informatica e automazione 28,513,914,621,921,1 Marketing e comunicazione 39,824,711,818,35,4 Risorse umane 43,620,517,912,85,2 Altre attività di servizi 29,020,619,920,310,2

30 Innovazione Negli ultimi tre anni, la sua impresa ha investito in … (val. %) Nuovi servizi Nuove mod. di rel. con il cliente Inn. Org. Str.ti, tecnolo gie e HD SH Tutti64,454,153,382,877,1 Settore Amministrativo, fiscale, consulenza economica… 53,845,948,783,881,2 Consulenza, direzione, management, qualità dell'ambiente 79,866,958,185,584,8 Ingegneria / progettazione 45,134,14185,580,7 Informatica e automazione 71,449,346,488,283,7 Marketing e comunicazione 62, ,6 Risorse umane 68,465,871,876,364,1 Altre attività di servizi 68,558,757,779,570

31 Innovazione Quando ha cercato introdurre delle innovazioni, quali sono stati i due principali ostacoli? (val. %)

32 Innovazione Andamento degli investimenti in innovazione negli ultimi 3 anni In forte diminuzione In diminuzione StabiliAumentati In forte aumento Tutti6,611,053,322,76,3 Ripartizione geografica Nord Ovest7,06,057,922,56,6 Nord Est4,312,550,927,25,0 Centro6,912,356,718,75,4 Sud8,515,546,522,57,0 Isole10,414,944,817,911,9 Settore Amministrativo, fiscale, consulenza5,711,356,122,24,8 Consulenza, direzione, management3,39,153,729,84,1 Ingegneria progettazione7,413,664,29,94,9 Informatica e automazione3,66,654,021,913,9 Marketing e comunicazione9,712,949,526,91,1 Risorse umane2,811,152,827,85,6 Altre attività di servizi9,512,249,322,36,8

33 UN TENTATIVO DI CALCOLARE LA CAPACITA DI INNOVAZIONE DI UNA IMPRESA

34 Capacità relazionale Lattenzione viene puntata sulle sinergie che si sviluppano tra attori che condividono valori comuni e che sono accomunati da un forte senso di appartenenza. Il capitale relazione non è proprietà della singola impresa ma si sviluppa in contesto spaziale e culturale, influenzando le performance conoscitive ed innovative delle imprese grazie a processi di apprendimento collettivo. Capacità di assorbimento Il concetto di abosortive capacity, esprime invece la duplice funzione che svolgono le attività di ricerca e sviluppo (R&S) delle imprese che …da una parte generano conoscenza utile ad innovare e dallaltra incrementano lo stock di conoscenze necessarie a svelare ulteriori bisogni conoscitivi e ad individuare le fonti di conoscenza esterne che possono soddisfarli (Morrison A. 2006). Labsortive capacity si sviluppa quindi allinterno dellimpresa ed esprime la relazione che lapprendimento individuale fornisce allattività di innovazione considerando anche la capacità delle singole imprese di relazionarsi con lambiente esterno.

35 CR – Capacità relazionale Punteggio attribuito Note CR4Appartenenza ad un gruppo sì3 CR3Reti produttive esterne sì1 Per qualsiasi localizzazione - 1 punto CR1Relazione con altre aziende: condivisione delle spese di ricerca sì3 no0 CR2Forme di collaborazione con università, altri enti…. 3 enti3 2 enti2 1 ente1 nessuna0

36 AC - Capacità di assorbimento Punteggio attribuito Note AC1Scelte di innovazione Filoni autonomi3 Reverse engineering2 Imitazione leader1 AC2Struttura dell'area R&S =>13Rapporto tra ingegneri e altri tra 0,5 e 12 =<0,51 nessuno ingegnere0 AC3Forme di collaborazione con università, altri enti…. Univ+enti di ric3 Altre imprese1 Nessuno0 AC4Rapporto spese di ricerca/fatturato E' stato pesata anche l'intensità maggiore o uguale al 3%3> Tra 1,5 e 32da Minore di 1,51sotto Dichiarazioni + Bilancio AC5Laboratori di ricerca sì3Dati MIUR no0 AC6Brevetti si3Brevetti dal 2000 no0

37

38


Scaricare ppt "Innovazione, revisione strategica e trasferimento tecnologico Vega - Parco Scientifico e Tecnologico Venezia, 26 marzo 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google