La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Vaccinazione contro linfluenza pandemica da virus A(H1N1) per i donatori di sangue Vanda Randi Centro Regionale Sangue Regione Emilia Romagna Bologna,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Vaccinazione contro linfluenza pandemica da virus A(H1N1) per i donatori di sangue Vanda Randi Centro Regionale Sangue Regione Emilia Romagna Bologna,"— Transcript della presentazione:

1 Vaccinazione contro linfluenza pandemica da virus A(H1N1) per i donatori di sangue Vanda Randi Centro Regionale Sangue Regione Emilia Romagna Bologna, 12 dicembre 2009

2 La pandemia A(H1N1) Ad aprile, si sono registrati in Messico casi di infezione nelluomo da nuovo virus influenzale di tipo A(H1N1), precedentemente identificato come influenza suina, mai rilevato prima nelluomo Il 24 aprile, l'Oms ha allertato i governi sui possibili rischi connessi alla diffusione di questa nuova influenza nell'uomo e al suo potenziale pandemico, alzando rapidamente il livello di attenzione per la preparazione e la risposta a una pandemia influenzalel'Oms L'11 giugno, l'Oms ha portato il livello a 6 su 6, dichiarando il periodo pandemico della nuova influenza, cioè l'aumentata e prolungata trasmissione del virus popolazione in numerosi Paesi del mondo CRS -RER

3 La pandemia A(H1N1) L'Oms ha sottolineato il carattere "moderato" di questa pandemia. Come precisato dal Vice Ministro Ferruccio Fazio il massimo livello di allerta per la nuova influenza "non è dovuto alla gravità clinica dei sintomi, ma alla grande diffusione geografica del virus CRS -RER

4 Perché la vaccinazione Il programma vaccinale durante una pandemia risponde a diversi obiettivi, quali: ridurre il numero di casi gravi e di morti, proteggendo le persone che possono essere più a rischio di malattia severa e di complicanze per patologie preesistenti o per altre condizioni favorenti; evitare il rischio di trasmissione del virus da parte del personale sanitario e socio-sanitario impegnato nella cura delle persone in ospedale, in residenze assistenziali, in ambulatorio, a domicilio; evitare che si interrompano i servizi essenziali alla collettività a causa di assenze dal lavoro per malattia (il personale sanitario e socio-sanitario, i donatori di sangue, il personale delle forze di pubblica sicurezza e della protezione civile...) CRS -RER

5 AZIONI CRS Luglio 2009: prime considerazioni strategiche (comunicazione uniforme sul territorio regionale) Settembre 2009: in attesa dei vaccini e di indicazioni dal livello nazionale, per la comunicazione si utilizza il materiale prodotto dalla Regione Emilia Romagna Ottobre 2009: invio ai donatori della regione di una nota preliminare informativa a firma congiunta Direttore CRS – Presidenti Regionali Associativi CRS -RER

6 AZIONI CRS Novembre 2009: definizione degli aspetti operativi Condivisione con i Presidenti Regionali associativi ed i responsabili di Area Vasta Diffusione ai Responsabili Provinciali e Direttori ST regionali CRS -RER

7 INDICAZIONI Arrivo previsto vaccini: dopo il 15 novembre Vaccino multidose (10 Dosi) Obiettivo : vaccinare il 30% dei donatori in Regione Per gli adulti è prevista 1 DOSE CRS -RER

8 3 dicembre 2009: Nuova ordinanza Il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali ha emanato oggi unordinanza che definisce le misure urgenti da applicare per fronteggiare linfluenza pandemica A(H1N1) laddove sia minacciato il normale approvvigionamento di sangue ed emocomponenti. S e c o n d o l A r t. 2, i l C e n t r o N a z i o n a l e S a n g u e a v r à i l c o m p i t o d i m o n i t o r a r e s e t t i m a n a l m e n t e l a c o n s i s t e n z a d e l l e s c o r t e d i s a n g u e e d e m o c o m p o n e n t i s u l t e r r i t o r i o n a z i o n a l e, c o n i l s u p p o r t o d e l l e S t r u t t u r e R e g i o n a l i d i C o o r d i n a m e n t o p e r l e a t t i v i t à t r a s f u s i o n a l i. Q u a l o r a d u r a n t e l a z i o n e d i m o n i t o r a g g i o, r i l e v i u n a i m m i n e n t e c a r e n z a, c o n s e g u e n t e a l l e p i d e m i a A ( H 1 N 1 ), i l C N S p r o v v e d e r à a d a v v i a r e l a p p l i c a z i o n e d e l l e d i s p o s i z i o n i d i c u i a l l A r t 1. s u t u t t o i l t e r r i t o r i o n a z i o n a l e e f i n o a q u a n d o n o n r i t e n g a s u p e r a t a l a s i t u a z i o n e c r i t i c a. T a l i d i s p o s i z i o n i s i r i f e r i s c o n o n e l l o s p e c i f i c o a l l a m m i s s i o n e, l i m i t a t a m e n t e a i d o n a t o r i d i s e s s o m a s c h i l e, d e l l a r i d u z i o n e d e l l i n t e r v a l l o m i n i m o t r a d u e d o n a z i o n i d i s a n g u e i n t e r o d a 9 0 a 6 0 g i o r n i e a l l a p p l i c a z i o n e d i u n p e r i o d o d i e s c l u s i o n e t e m p o r a n e a d i 7 g i o r n i d o p o l a c e s s a z i o n e d e i s i n t o m i i n c a s o d i f e b b r e s u p e r i o r e a i 3 8 ° o a f f e z i o n i d i t i p o i n f l u e n z a l e. S i t r a t t a d i u n a u l t e r i o r e e i m p o r t a n t e r e g o l a m e n t a z i o n e d a p a r t e d e l M i n i s t e r o i n r e l a z i o n e a l l a p a n d e m i a i n f l u e n z a l e A ( H 1 N 1 ), c h e i n s i e m e a l l e s t e n s i o n e d e l l a p o s s i b i l i t à d i v a c c i n a z i o n e a l l a c a t e g o r i a d e i d o n a t o r i d i s a n g u e, c i f o r n i s c e s t r u m e n t i a d e g u a t i a f r o n t e g g i a r e p o s s i b i l i c r i t i c i t à, l a d d o v e i l r i c h i a m o a l g e s t o d i g e n e r o s i t à r i c h i e s t o a i v o l o n t a r i, n o n f o s s e s u f f i c i e n t e p e r c o n t i n u a r e a g a r a n t i r e l a u t o s u f f i c i e n z a d i s a n g u e e d e m o c o m p o n e n t i a t u t t o i l s i s t e m a t r a s f u s i o n a l e i t a l i a n o, h a d i c h i a r a t o G i u l i a n o G r a z z i n i D i r e t t o r e d e l C e n t r o N a z i o n a l e S a n g u e. Tali ordinanza resterà in vigore fino al 30 giugno 2010.Tali ordinanza resterà in vigore fino al 30 giugno Il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali ha emanato oggi unordinanza che definisce le misure urgenti da applicare per fronteggiare linfluenza pandemica A(H1N1) laddove sia minacciato il normale approvvigionamento di sangue ed emocomponenti. Secondo lArt. 2, il Centro Nazionale Sangue avrà il compito di monitorare settimanalmente la consistenza delle scorte di sangue ed emocomponenti sul territorio nazionale, con il supporto delle Strutture Regionali di Coordinamento per le attività trasfusionali. Qualora durante lazione di monitoraggio, rilevi una imminente carenza, conseguente allepidemia A(H1N1), il CNS provvederà ad avviare lapplicazione delle disposizioni di cui all Art 1. su tutto il territorio nazionale e fino a quando non ritenga superata la situazione critica. Tali disposizioni si riferiscono nello specifico allammissione, l imitatamente ai donatori di sesso maschile, della riduzione dellintervallo minimo tra due donazioni di sangue intero da 90 a 60 giorni e allapplicazione di un periodo di esclusione temporanea di 7 giorni dopo la cessazione dei sintomi in caso di febbre superiore ai 38° o affezioni di tipo influenzale. Si tratta di una ulteriore e importante regolamentazione da parte del Ministero in relazione alla pandemia influenzale A(H1N1), che insieme allestensione della possibilità di vaccinazione alla categoria dei donatori di sangue, ci fornisce strumenti adeguati a fronteggiare possibili criticità, laddove il richiamo al gesto di generosità richiesto ai volontari, non fosse sufficiente per continuare a garantire lautosufficienza di sangue ed emocomponenti a tutto il sistema trasfusionale italiano, ha dichiarato Giuliano Grazzini Direttore del Centro Nazionale Sangue. Tali ordinanza resterà in vigore fino al 30 giugno CHI LA FA? Secondo quanto dichiarato in Consulta 9 ottobre u.s. RA : Dip. Sanità Pubblica RE : Ospedale RE RM : Dip. Sanità Pubblica CESENA: Dip. Sanità Pubblica FORLI.: Dip. Sanità Pubblica PARMA: Dip. Sanità Pubblica FE: AVIS PC: Dip. Sanità Pubblica BO: Servizi Trasfusionali Centro Raccolta AUSL, Imola, OSO Progetto DITI CRS -RER

9 Donatori vaccinati c/o Dip. Sanità pubblica Garanzia della tracciabilità lettera ai Direttori Dip. Sanità Pubblica RER per tracciare lavvenuta vaccinazione (sospensione 48 ore) CRS -RER

10 Donatori vaccinati c/o Servizi Trasfusionali o sedi AVIS Modulo di consenso regionale Elenco donatori vaccinati (sospensione 48 ore) Modulo per scarico lotto vaccino multidose CRS -RER

11 COME ORGANIZZARE? 2 possibili modalità per i Servizi / Punti di Raccolta che devono organizzare la vaccinazione: – VACCINAZIONE POST DONAZIONE –PROGRAMMAZIONE VACCINAZIONE CRS -RER

12 VACCINAZIONE POST DONAZIONE Chiedere ai donatori se sono stati già vaccinati La vaccinazione può essere eseguita dal personale infermieristico in presenza del Medico nelle immediate vicinanze Deve essere prevista la presenza di presidi in caso di reazioni avverse Registrare anche chi non è disponibile alla vaccinazione (modulo regionale) I donatori vaccinati dopo la donazione di novembre possono garantire la donazione da febbraio 2010 in avanti CRS -RER

13 PROGRAMMAZIONE VACCINAZIONE Chiamata dei donatori gruppo 0 – anni · Telefonica · SMS Gruppo donatori in ritardo (RISERVA) Gruppo che ha donato da agosto in avanti CRS -RER

14 RIMBORSO Utilizzare Criterio Unico di Rimborso : Euro 6.13 a vaccinato (tariffa concordata con i medici di famiglia) CRS -RER

15

16 Tabella 1. La copertura vaccinale, per categoria (6 dicembre ° settimana) CategoriaDosi somministratePopolazione eleggibile Copertura vaccinale (%) a1 Personale sanitario e socio sanitario ,64 A2 Forze di pubblica sicurezza e della protezione civile ,07 a3 Donatori di sangue periodici ,69 b1 Donne al secondo o al terzo trimestre di gravidanza ,41 b2 Donne che hanno partorito da meno di sei mesi o persona che assiste il bambino ,68 c Portatori di almeno una delle condizioni di rischio di et à compresa tra i 6 mesi e i 65 anni ,39 Totale ,99 CRS -RER

17

18

19

20

21 9 dicembre 2009 Influenza A H1N1, infezione in forte calo. Al via la vaccinazione anche agli over 65enni con patologie cronicheInfluenza A H1N1, infezione in forte calo. Al via la vaccinazione anche agli over 65enni con patologie croniche Nella settimana dal 30 novembre al 6 dicembre, la stima delle persone contagiate è del 3,6 per mille abitanti (era il 7,5 nella settimana precedente). Calano le assenze scolastiche: gli assenti nella giornata di giovedì scorso erano il 10% (12% il dato precedente). In calo anche il ricorso ai servizi assistenziali per sintomi respiratori gravi. Stimate in poco meno di 400mila le persone colpite dallinfluenza A H1N1; le persone già vaccinate sono CRS -RER

22 Sistema di Sorveglianza Passi Atteggiamenti e comportamenti nei confronti dell influenza pandemica* opinioni, atteggiamenti e comportamenti infezione probabile per i componenti della famiglia43%41% preoccupazione per la pandemia41%31% limitazione di attivit à quotidiane, fuori casa, che implicano contatti sociali 19%15% disponibilit à a vaccinarsi35%23% conoscenza delle principali norme comportamentali per evitare la diffusione del virus94%91% 2-15 novembre (n=500) novembre (n=612) CRS -RER

23 3 dicembre 2009: nuova ordinanza LOrdinanza entrerà in vigore il giorno della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale Definisce le misure urgenti da applicare laddove sia minacciato il normale approvvigionamento di sangue Art.2: il CNS ha compiti di monitoraggio settimanale Qualora il CNS rilevi unimminente carenza, provvederà ad avviare lapplicazione delle disposizioni di cui allArt.1 su tutto il territorio nazionale Tali disposizioni si riferiscono all ammissione, limitatamente ai donatori di sesso maschile, della riduzione dellintervallo minimo tra 2 donazioni di sangue intero da 90 a 60 gg e allapplicazione di un periodo di esclusione temporanea di 7 gg dopo la cessazione di sintomi o febbre legati ad affezioni di tipo influenzale Tale ordinanza resterà in vigore fino al 30 giugno 2010 CRS -RER

24 GRAZIE PER LATTENZIONE !


Scaricare ppt "Vaccinazione contro linfluenza pandemica da virus A(H1N1) per i donatori di sangue Vanda Randi Centro Regionale Sangue Regione Emilia Romagna Bologna,"

Presentazioni simili


Annunci Google