La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LUniversità Pubblica è in pericolo QuestestateQuestestate è stata approvata la legge 133 che prevede tagli dei finanziamenti statali alle strutture pubbliche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LUniversità Pubblica è in pericolo QuestestateQuestestate è stata approvata la legge 133 che prevede tagli dei finanziamenti statali alle strutture pubbliche."— Transcript della presentazione:

1

2 LUniversità Pubblica è in pericolo

3 QuestestateQuestestate è stata approvata la legge 133 che prevede tagli dei finanziamenti statali alle strutture pubbliche Fra queste, lUniversità!! Complessivamente, i tagli per gli Atenei saranno di 1,5 miliardi di euro, distribuiti su 5 anni In più è stato deciso il blocco delle assunzioni (vedi oltre)

4 Blocco del turnover e delle assunzioni: Per ogni 5 docenti che vanno in pensione, ne verrà assunto uno solo, mancheranno dunque docenti per corsi, esami, tutor, ecc. Fino al 2012, non avremo nuovi concorsi per ricercatori, professori associati e professori ordinari: né nuovi assunti, né scatti di carriera. I soldi così risparmiati non rimarranno alle Università, ma torneranno allo Stato centrale: altro taglio!! Quindi i soldi tagliati allUniversità in totale saranno ben quattro miliardi.

5 Per circa la metà degli Atenei italiani, tra cui Firenze Siena e Pisa, questi tagli significano solo una cosa: BANCAROTTA Per fronteggiare lemergenza creata dal provvedimento, il governo ha anche proposto, nella stessa legge, una curiosa scappatoia:

6 Legge 133,Art. 16. (…) Le Università pubbliche possono deliberare la propria trasformazione in fondazioni di diritto privato (…) N.B. Possono, non vuol dire che debbano: ma di fatto i tagli sui finanziamenti non lasciano altra scelta.

7 La fondazione è un ente di proprietà di chi lo finanzia (banche, imprese, case farmaceutiche, anche enti pubblici). I proprietari si daranno un nuovo statuto e nuovi regolamenti per la gestione, l' amministrazione e la contabilità, al fine di perseguire i propri scopi.

8 Infatti, come scritto al comma 4 dell articolo 16: Le fondazioni universitarie… perseguono i propri scopi…. NON IL BENE PUBBLICO! Per ribadire la differenza: Un soggetto pubblico ha come suo unico fine un bene :es.Scuola e Università: conoscenza e formazione Sistema Sanitario: prevenzione e cura delle malattie Sistema Previdenziale: tutela dei soggetti deboli eccetera

9 Per una fondazione di diritto privato invece, qualsiasi sia il suo ambito dazione, ciò che conta è mantenere il bilancio in pareggio, (vedi il codice civile), obiettivo che essa può perseguire con ogni mezzo.

10 Per un università pubblica, le uniche entrate sono: - Il fondo erogato dal Ministero dellIstruzione (FFO, quello che verrà tagliato di 1,5 mld) - Le tasse studentesche, non più del 20 % del FFO - Qualche spicciolo dai privati, esclusivamente per la ricerca specialistica Per una fondazione universitaria(di diritto privato), le entrate sarebbero: -I fondi stanziati dai proprietari (le suddette banche, imprese,ecc.), più eventuali lasciti di benefattori (!) -Le tasse studentesche, non più limitate ad un tetto massimo (potranno arrivare ai annui della Bocconi) -Qualche spicciolo dal Ministero delle Finanze

11 Quali saranno dunque le conseguenze della privatizzazione?

12 Per gli studenti e le loro famiglie Le tasse universitarie schizzeranno a livelli esorbitanti per coprire il buco di bilancio (per Firenze, è stato calcolato come probabile annui). Molti studenti non potranno permettersi di accedere allUniversità. I corsi saranno decisi dai proprietari dellUniversità, secondo i propri interessi Per aumentare lefficienza, il numero chiuso sarà probabilmente inserito in ogni facoltà.

13 Per i dipendenti dellUniversità Già nella legge 133 è previsto il BLOCCO delle assunzioni e del turnover Le garanzie sui contratti (stipendi, ferie, malattia, ecc.) non sono previste dalla legge, ma affidate ai proprietari, che potranno dunque utilizzare precariato, stipendi diversi per i docenti più quotati, e così via.

14 Per lItalia La ricerca sarà finanziata prevalentemente dai privati. La ricerca di base non sarà più assicurata, perché non dà garanzie di profitto immediato La ricerca applicata sarà indirizzata solo verso quei progetti che possono portare un profitto alla fondazione

15 Poiché è sempre stata la ricerca di base a compiere le scoperte che hanno fatto progredire la scienza, cè il serio rischio di rimanere fermi sul piano dellinnovazione scientifica, tecnologica e culturale.

16 A Firenze la situazione è grave LUniversità è indebitata, anche a causa della cattiva gestione, e vende immobili per tamponare i debiti! Questi tagli saranno il colpo di grazia: è probabile che lanno prossimo lAteneo non possa pagare gli stipendi ai docenti, e debba scegliere tra commissariamento e privatizzazione

17 E per questo che ricercatori e docenti sono da mesi in agitazione, è per questo che molti consigli di facoltà hanno espresso preoccupazione per laccaduto, è per questo che Agraria e Scienze hanno sospeso la didattica, e per questo che centinaia, migliaia di studenti stanno partecipando alle iniziative di protesta!

18 E perché vogliamo che i tagli indiscriminati siano ritirati, che si apra un confronto tra governo e Atenei per decidere insieme come razionalizzare le spese, è perché vogliamo che si investa sullUniversità pubblica e sulla ricerca libera, come tutti i Paesi civili!

19 E perché non vogliamo che la nostra e altre Università scompaiano da un anno allaltro lasciandoci a terra, oppure siano costrette al salto nel buio di una privatizzazione senza criterio!

20 Convincere il governo è un obiettivo difficile ma necessario. Per riuscirci abbiamo bisogno dellenergia e della determinazione di chiunque abbia a cuore questi valori, indipendentemente dal suo schieramento politico

21 Perciò stavolta partecipare si deve, e saltare qualche lezione si può, perché il rischio di perdere il diritto allUniversità dallanno prossimo, è reale.

22 Speriamo allora di vederti al nostro fianco uno di questi giorni! Gli Studenti per lUniversità pubblica


Scaricare ppt "LUniversità Pubblica è in pericolo QuestestateQuestestate è stata approvata la legge 133 che prevede tagli dei finanziamenti statali alle strutture pubbliche."

Presentazioni simili


Annunci Google