La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Verso un migliore ASCOLTO tra insegnanti e allievi Giovanni Nimis Faedis 07 ottobre 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Verso un migliore ASCOLTO tra insegnanti e allievi Giovanni Nimis Faedis 07 ottobre 2009."— Transcript della presentazione:

1 Verso un migliore ASCOLTO tra insegnanti e allievi Giovanni Nimis Faedis 07 ottobre 2009

2 INTRODUZIONE

3 Che differenza cè tra il mondo inanimato e il mondo animato? Se dò un calcio a un sasso, il sasso vola nellaria: il fenomeno può essere descritto in termini di leggi della fisica classica. Se dò un calcio a un sasso, il sasso vola nellaria: il fenomeno può essere descritto in termini di leggi della fisica classica. Se dò un calcio a un cane, vengo morsicato. Se dò un calcio a un cane, vengo morsicato. Nel primo caso cè una trasmissione di energia. Nel secondo caso cè anche una trasmissione di informazione. Tale informazione è bidirezionale (Feedback)

4 Un po di filosofia Soggetto/oggetto Fino a che punto lidea cartesiana di una netta separazione tra oggetto e soggetto, condiziona le nostre relazioni con la natura e con i nostri consimili? Fino a che punto lidea cartesiana di una netta separazione tra oggetto e soggetto, condiziona le nostre relazioni con la natura e con i nostri consimili? Le persone, gli animali e le piante non sono oggetti inanimati e la loro vita, il loro comportamento non possono essere soggetti a schemi interpretativi riduttivi. Le persone, gli animali e le piante non sono oggetti inanimati e la loro vita, il loro comportamento non possono essere soggetti a schemi interpretativi riduttivi. Siamo tutti inseriti in complessi sistemi di interrelazione e di interdipendenza. Siamo tutti inseriti in complessi sistemi di interrelazione e di interdipendenza.

5 Insegnare Linsegnare è una pratica universale (Thomas Gordon) Linsegnare è una pratica universale (Thomas Gordon) Insegnare può essere gratificante (è bello vedere una persona crescere e apprendere tramite il tuo aiuto) Insegnare può essere gratificante (è bello vedere una persona crescere e apprendere tramite il tuo aiuto) Insegnare può essere frustrante quando da parte dellaltro cè rifiuto ed ostilità. Insegnare può essere frustrante quando da parte dellaltro cè rifiuto ed ostilità.

6 Che fare? Curare la qualità della relazione (ASCOLTO RECIPROCO) Curare la qualità della relazione (ASCOLTO RECIPROCO) Focalizzare lattenzione non solo su che cosa si insegna, ma su come i contenuti e le competenze vengono trasmessi e fatti acquisire. Focalizzare lattenzione non solo su che cosa si insegna, ma su come i contenuti e le competenze vengono trasmessi e fatti acquisire.

7 Alcune semplici considerazioni Insegnare e imparare sono due cose distinte Insegnare e imparare sono due cose distinte Quindi deve esserci una relazione tra il sistema insegnante e il sistema allievo Quindi deve esserci una relazione tra il sistema insegnante e il sistema allievo Per entrare in relazione bisogna Per entrare in relazione bisogna a) instaurare un dialogo b) essere consapevoli del fatto che è impossibile non comunicare c) essere consapevoli che è impossibile non comunicare sentimenti ed emozioni

8 Comunicazione La comunicazione ha effetti pragmatici sulle persone La comunicazione ha effetti pragmatici sulle persone Può essere Può essere Costruttiva Costruttiva Distruttiva Distruttiva Neutra (comunicazione funzionale –ad esempio allufficio postale, allufficio biglietti di una stazione ecc.) Neutra (comunicazione funzionale –ad esempio allufficio postale, allufficio biglietti di una stazione ecc.)

9 Il problema del controllo Lesperienza degli insegnanti e degli studenti mostra che moltissimo tempo in classe e nella scuola viene speso per risolvere problemi, redarguire e controllare gli studenti Lesperienza degli insegnanti e degli studenti mostra che moltissimo tempo in classe e nella scuola viene speso per risolvere problemi, redarguire e controllare gli studenti

10 Semplici tecniche per creare un clima di ascolto Il primo passo: imparare ad aumentare lo spazio tra stimolo e risposta: non agire in forma automatica secondo copioni fissi. non agire in forma automatica secondo copioni fissi. Imparare a percepire con calma se stessi e lambiente Imparare a percepire con calma se stessi e lambiente Cercare di entrare in classe rilassati, per indurre calma e lucidità Cercare di entrare in classe rilassati, per indurre calma e lucidità Invitare gli allievi a percepire sé e gli altri: chiedere: come state, come vi sentite, calmi, tesi ecc. Invitare gli allievi a percepire sé e gli altri: chiedere: come state, come vi sentite, calmi, tesi ecc. Iniziare la lezione guardando tutti gli allievi Iniziare la lezione guardando tutti gli allievi Trovare forme alternative al gridare per avere silenzio. (A volte basta stare in silenzio) Trovare forme alternative al gridare per avere silenzio. (A volte basta stare in silenzio) Se la classe disturba molto è necessario dare un messaggio forte e chiaro, ma sempre in prima persona. Se la classe disturba molto è necessario dare un messaggio forte e chiaro, ma sempre in prima persona. Stimolare lattenzione della classe in modo creativo (canto, leggere una poesia, un piccolo racconto educativo, un po di umorismo a volte può essere vitale) Stimolare lattenzione della classe in modo creativo (canto, leggere una poesia, un piccolo racconto educativo, un po di umorismo a volte può essere vitale) Cercare di distinguere se il problema è dellallievo o mio (dellinsegnante) Cercare di distinguere se il problema è dellallievo o mio (dellinsegnante)

11 Parole chiave Franchezza, trasparenza, lealtà Franchezza, trasparenza, lealtà Considerazione reciproca e reciproca fiducia Considerazione reciproca e reciproca fiducia Distinzione, individuailtà, unicità Distinzione, individuailtà, unicità Rispetto dei propri e altrui bisogni Rispetto dei propri e altrui bisogni ASCOLTO RECIPROCO

12 Le barriere alla comunicazione secondo T. Gordon Ordinare, comandare, esigere Ordinare, comandare, esigere Avvisare, minacciare Avvisare, minacciare Fare la predica, rimproverare Fare la predica, rimproverare Consigliare, dare soluzioni o suggerimenti Consigliare, dare soluzioni o suggerimenti Redarguire, ammonire, fare argomentazioni logiche Redarguire, ammonire, fare argomentazioni logiche Giudicare, criticare, disapprovare, biasimare Giudicare, criticare, disapprovare, biasimare Definire, stereotipare, etichettare Definire, stereotipare, etichettare Interpretare, analizzare, diagnosticare Interpretare, analizzare, diagnosticare Apprezzare, convenire, dare valutazioni positive Apprezzare, convenire, dare valutazioni positive Rassicurare, mostrare comprensione, consolare, sostenere Rassicurare, mostrare comprensione, consolare, sostenere Contestare, indagare, mettere in dubbio, sottoporre a interrogatorio Contestare, indagare, mettere in dubbio, sottoporre a interrogatorio Eludere, distrarre, fare del sarcasmo, fare dello spirito, cambiare argomento Eludere, distrarre, fare del sarcasmo, fare dello spirito, cambiare argomento

13 Tecniche di ascolto Stare in silenzio ma mostrare comprensione e accettazione con la comunicazione non verbale e verbale (cenni di attenzione, incoraggiamenti verbali ecc.) Stare in silenzio ma mostrare comprensione e accettazione con la comunicazione non verbale e verbale (cenni di attenzione, incoraggiamenti verbali ecc.) Il silenzio è a volte molto potente e mostra accettazione, a patto che venga accompagnato da una comunicazione analogica congrua

14 Come interpretare un messaggio di questo tipo? Ma dobbiamo proprio studiare tutta questa roba?

15 Gli adolescenti e i bambini spesso manifestano i propri sentimenti in forma indiretta: Fallimento inOdio il disegno una prova di disegno

16 E quindi importante decodificare in modo corretto i messaggi degli allievi, evitando di fermarsi alla semplice codifica verbale. E quindi importante decodificare in modo corretto i messaggi degli allievi, evitando di fermarsi alla semplice codifica verbale. Esercizio: Esercizio: A) provate a ricordare un caso in cui vi pare che un allievo vi abbia lanciato un messaggio (codifica) che celasse una paura, unansia o un altro sentimento nascosto B) Come avete reagito?

17 cd oe dc io Ansiaf dobbiamo proprio d ? istudiare tutta i c questa roba? f a i ca

18 Ascolto attivo Frenare la propria urgenza di parlare, dare consigli, interpretare ecc. Frenare la propria urgenza di parlare, dare consigli, interpretare ecc. Fare da cassa di risonanza allinterlocutore e tornargli un feedback Fare da cassa di risonanza allinterlocutore e tornargli un feedback Ad esempio nel caso precedente linsegnante può rispondere così, in tono neutro: Sei preoccupato di avere troppo da studiare.

19 Questo rispecchiamento viene definito da Gordon ascolto attivo N.B. La tecnica di ascolto attivo di Gordon non si può ridurre a questo esempio e merita un approfondimento. Si consiglia quindi la lettura di almeno i primi 5 capitoli del suo libro Insegnanti efficaci (vedi bibliografia)

20 Vantaggi dellascolto attivo Laltro si sente compreso Laltro si sente compreso Stimola il dialogo Stimola il dialogo Aiuta laltro a esprimere i propri sentimenti Aiuta laltro a esprimere i propri sentimenti Aiuta laltro a trovare una soluzione, senza il bisogno di dare consigli Aiuta laltro a trovare una soluzione, senza il bisogno di dare consigli

21 Requisiti indispensabili Fiducia nelle capacità degli studenti di trovare da sé una soluzione al problema Fiducia nelle capacità degli studenti di trovare da sé una soluzione al problema Saper accettare con sincerità gli stati danimo e i sentimenti dellaltro Saper accettare con sincerità gli stati danimo e i sentimenti dellaltro Comprendere che gli stati danimo sono transitori Comprendere che gli stati danimo sono transitori Disposizione ad aiutare laltro Disposizione ad aiutare laltro Sentirsi realmente partecipi Sentirsi realmente partecipi Rispettare in forma assoluta la privacy di ciascun allievo. (Evitare assolutamente qualsiasi forma di pettegolezzo) Rispettare in forma assoluta la privacy di ciascun allievo. (Evitare assolutamente qualsiasi forma di pettegolezzo) Se ci si sente a disagio è bene non continuare la pratica. Se ci si sente a disagio è bene non continuare la pratica.

22 CONCLUSIONE Lascolto attivo Lascolto attivo è vantaggioso sia per gli insegnanti che per gli allievi è vantaggioso sia per gli insegnanti che per gli allievi Rende la relazione più gratificante Rende la relazione più gratificante Facilita la creazione di un buon clima di apprendimento Facilita la creazione di un buon clima di apprendimento Stimola lautonomia e la crescita nello studente Stimola lautonomia e la crescita nello studente

23 BIBLIOGRAFIA Per la parte sullascolto attivo si è fatto costante riferimento al seguente testo: Per la parte sullascolto attivo si è fatto costante riferimento al seguente testo: Gordon, T (prima ed. americana 1974). Insegnanti efficaci. Giunti Editore: Firenze-Milano. Per approfondire il tema della comunicazione si consiglia i libri di Watzlawick, di G. Bateson e : Baiocchi P., Toneguzzi D. (a cura di), S.d., La Comunicazione Affettiva e il Contatto Umano, Istituto Gestalt Trieste, Trieste Per approfondire il tema della comunicazione si consiglia i libri di Watzlawick, di G. Bateson e : Baiocchi P., Toneguzzi D. (a cura di), S.d., La Comunicazione Affettiva e il Contatto Umano, Istituto Gestalt Trieste, Trieste


Scaricare ppt "Verso un migliore ASCOLTO tra insegnanti e allievi Giovanni Nimis Faedis 07 ottobre 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google