La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

In collaborazione con La Malattia Diabetica in Veneto dal 1997 al 2002. Dalla Epidemiologia Clinica alle Strategie Assistenziali Uso e lettura dei dati.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "In collaborazione con La Malattia Diabetica in Veneto dal 1997 al 2002. Dalla Epidemiologia Clinica alle Strategie Assistenziali Uso e lettura dei dati."— Transcript della presentazione:

1 in collaborazione con La Malattia Diabetica in Veneto dal 1997 al Dalla Epidemiologia Clinica alle Strategie Assistenziali Uso e lettura dei dati amministrativi Cittadella SocioSanitaria –Via Tre Martiri Rovigo - 28 gennaio 2005

2 La logica e i criteri di uso dei data base amministrativi I sempre più grandi Data Base Amministrativi (DBA), creati dal crescente aumento dei flussi informativi sanitari in ambito locale e regionale, possono essere utilizzati per scopi e in ambiti diversi da quello meramente amministrativo e/o gestionale? Tale fonti di dati sono oggi sufficientemente affidabili da permettere letture ed usi diversi? E possibile o almeno proponibile restituire ai tanti dati oggi disponibili il significato ed il contenuto strutturalmente originario e cioè di essere il riflesso di conoscenze, di pratiche e di cultura applicata a specifici contesti assistenziali? Ed infine, gli strumenti, la logica, il rigore e la metodologia sviluppata in ambito epidemiologico possono essere applicati – trasferiti su archivi di tale natura, dimensione e qualità?

3 Flussi informativi, livelli territoriali e …fattibilità I° livello regionale o istituzionale Debito informativo es. SDO e Schede Istat di morte II° livello asl o locale Produzione dei dati es. SDO, Schede Istat di morte, Prescrizioni Farmaceutiche, Anagrafe Assistiti, Anagrafe MMG e PLS, Registri di Invalidità, Prestazioni Ambulatoriali, Esenzioni ticket per patologia, residenzialità, ecc.. III° livello multi asl Definizione di progetti es. Condivisione e collaborazione su definiti progetti

4 I DATA BASE AMMINISTRATIVI Anagrafe Assistiti Anagrafe Assistiti Schede di Dimissione Ospedaliera Schede di Dimissione Ospedaliera Prescrizioni Farmaceutiche Prescrizioni Farmaceutiche Schede di Morte e/o stato in vita Schede di Morte e/o stato in vita Invalidità Civile Invalidità Civile Esenzione ticket Esenzione ticket Residenzialità Residenzialità Archivi Ambulatoriali Archivi Ambulatoriali Archivi MMG Archivi MMG Dati ad hoc Dati ad hoc

5 ALCUNI DATI ESSENZIALI N° 8 ASL partecipanti, N° 8 ASL partecipanti, N° 6 anni di osservazione dal 1997 al 2002, N° 6 anni di osservazione dal 1997 al 2002, Popolazione residente (Istat, 2000) n° di cui il 51% di sesso femminile, Popolazione residente (Istat, 2000) n° di cui il 51% di sesso femminile, N° di assistiti per anno, ovvero n° di soggetti con almeno una prescrizione e/o un ricovero (68,8% dei residenti), N° di assistiti per anno, ovvero n° di soggetti con almeno una prescrizione e/o un ricovero (68,8% dei residenti), N° SDO analizzate per i sei anni e per le 8 ASL partecipanti, N° SDO analizzate per i sei anni e per le 8 ASL partecipanti, N° Prescrizioni Farmaceutiche analizzate per i sei anni e per le 8 ASL partecipanti. N° Prescrizioni Farmaceutiche analizzate per i sei anni e per le 8 ASL partecipanti.

6 La popolazione farmaco-trattata (A10 dellATC) Sono stati individuati complessivamente n° soggetti con una o più prescrizioni di A10, Sono stati individuati complessivamente n° soggetti con una o più prescrizioni di A10, Il N° dei casi/anno ammonta a , Il N° dei casi/anno ammonta a , Il n° dei casi con prescrizioni di A10 sale da n° nel 1997 a n° nel 2002, con un incremento del 35% (n° ), Il n° dei casi con prescrizioni di A10 sale da n° nel 1997 a n° nel 2002, con un incremento del 35% (n° ), Rispetto al 1997, ogni anno si aggiungono in media n° nuovi casi di soggetti trattati con A10, Rispetto al 1997, ogni anno si aggiungono in media n° nuovi casi di soggetti trattati con A10, Il ricorso al ricovero ospedaliero interessa, in ciascun anno, il 27,6 % dei soggetti, con lievi oscillazioni nei sei anni considerati. Il ricorso al ricovero ospedaliero interessa, in ciascun anno, il 27,6 % dei soggetti, con lievi oscillazioni nei sei anni considerati.

7 I DATA BASE AMMINISTRATIVI UTILIZZATI Anagrafe Assistiti Anagrafe Assistiti Schede di Dimissione Ospedaliera Schede di Dimissione Ospedaliera Prescrizioni Farmaceutiche Prescrizioni Farmaceutiche Schede di Morte e/o stato in vita Schede di Morte e/o stato in vita Invalidità Civile Invalidità Civile Esenzione ticket Esenzione ticket Residenzialità Residenzialità Archivi Ambulatoriali Archivi Ambulatoriali Archivi MMG Archivi MMG Dati ad hoc Dati ad hoc

8 1. Anagrafe Assistiti (CINECA) % Assistiti rispetto alla popolazione residente (Istat, 2000) nelle 8 ASL partecipanti.

9 2. Le prescrizioni farmaceutiche N° , validati N° in collaborazione con

10 3. Le SDO della Regione Veneto N° , validati N°

11 X 6 A N A G R A F E A S S IS TI TI C I N E C A I M P O R T AN T E PRESCRIZIONE FARMACI Le prescrizioni farmaceutiche di ciascun anno di ciascuna ASL vengono validate dalla Anag. Ass. Dopo lidentificazione ricevono un nuovo codice, univoco per ciascun soggetto, denominato codice di clusterizzazione. Il codice di clusterizzazione identificando in modo univoco ogni assistito consente labbandono di tutti i dati anagrafici. Lorganizzazione degli archivi già stabilita su base territoriale (ASL) e temporale (un anno) condiziona la produzione di 6 anni x 8 ASL = 48 file. * Chiave di clustering: cod san

12 X 1 A N A G R A F E A S S IS TI TI C I N E C A I M P O R T AN T E SDO – DIMISSIONI OSPEDALIERE Le SDO di ciascuna ASL vengono validate dalla Anag. Ass. Dopo lidentificazione ricevono un nuovo codice, univoco per ciascun soggetto, denominato codice di clusterizzazione. Il codice di clusterizzazione identificando in modo univoco ogni assistito consente labbandono di tutti i dati anagrafici. Lorganizzazione degli archivi già stabilita su base territoriale (ASL) condiziona la produzione di 8 ASL = 8 file. * Chiavi di clustering: cod san e cod fisc

13 Ospedalizza zioni Anagrafe Assistiti Farmaci Dalla gestione dei Flussi informativi ad una Epidemiologia basata sulla assistenza. Collegamento tra archivi Assistito Mortalità Stato in vita

14 Ospedalizza zioni Anagrafe Assistiti Mortalità Stato in vita Prescrizione Farmaci Collegamento tra archivi e produzione del METAFILE su base territoriale (ASL) e temporale (un anno), Numero 6 x 8 = 48 file. METAFILE AA_PreFar_SDO_Mor in collaborazione con

15 Collegamento tra archivi e produzione del METAFILE su base territoriale (ASL) e temporale (un anno), Numero 6 x 8 = 48 file. in collaborazione con IDENTIFICAZIONE COD_ASL COD_PAZ

16 Dalla gestione dei Flussi informativi ad una Epidemiologia basata sulla assistenza. Il contenuto informativo del METAFILE

17

18 Il contenuto informativo del METAFILE - SDO

19 Il contenuto informativo del METAFILE - Farmaci

20 FARMACI ATC3 = A10FARMACI USATI NEL DIABETE

21

22 Collegamento tra archivi e produzione del METAFILE su base territoriale (ASL) e temporale (un anno), Numero 6 x 8 = 48 file. in collaborazione con IDENTIFICAZIONE COD_ASL COD_PAZ INTERROGAZIONE ARCHIVI SU BASE STORICA

23 … un paziente di 82 anni; una donna anziana di 87 anni ed una signora di 57 anni nel 1997, seguita fino al 2002…

24 … un signore di 70 anni, con farmaci antidiabetici già dal 1997, si ricovera tutti gli anni almeno una volta …

25 Diabete farmaco- trattato, 8 ASL, VENETO, anni NUMERO CASI PER ANNO NUOVI CASI ANNO Baseline Nuovi casi anno Totale

26 La definizione di precisi obiettivi ed il supporto di una metodologia praticabile e condivisa (=epidemiologia) sono indispensabili. Il livello locale è la dimensione ideale per testare la continuità tra descrizione e conoscenze epidemiologiche ed interventi, feedback, misure di impatto, valutazioni comparative multicentriche. Osservazione non marginale: siamo allinizio di un percorso; i concetti, i modelli di analisi, gli orientamenti di ricerca qui sviluppati si prestano in modo importante a creare situazioni di dialogo e collaborazione con i più diversi interlocutori che si incrociano nel lavoro istituzionale. …le cautele necessarie… Il rischio di dispersione tra i tanti dati disponibili, raccolti per scopi e con modalità diverse, è alto.


Scaricare ppt "In collaborazione con La Malattia Diabetica in Veneto dal 1997 al 2002. Dalla Epidemiologia Clinica alle Strategie Assistenziali Uso e lettura dei dati."

Presentazioni simili


Annunci Google