La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il libro bianco sul terminale di rigassificazione di Melilli Più lavoro con le alternative al rigassificatore Marianna De Martino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il libro bianco sul terminale di rigassificazione di Melilli Più lavoro con le alternative al rigassificatore Marianna De Martino."— Transcript della presentazione:

1 Il libro bianco sul terminale di rigassificazione di Melilli Più lavoro con le alternative al rigassificatore Marianna De Martino

2 La modernità ha fallito. Bisogna costruire un nuovo umanesimo, altrimenti il pianeta non si salva. Albert Einstein

3 Scopi del libro raccogliere tutte le informazioni utili al libero convincimento; raccogliere tutte le informazioni utili al libero convincimento; ripercorrere le tappe del processo di industrializzazione ; ripercorrere le tappe del processo di industrializzazione ; rispolverare i contenuti del: rispolverare i contenuti del: oPiano di risanamento Ambientale DPR 17 gennaio 1995, n° 51; oLAccordo di Programma per la Qualificazione e la reindustrializzazione del polo petrolchimico di Priolo 16 Dicembre 2005 formulare proposte formulare proposte

4 Fonti Dati progettuali sito Jonio gas; Dati progettuali sito Jonio gas; Allegati alla VIA; Allegati alla VIA; Articoli scientifici; Articoli scientifici; Libro Bianco Energia; Libro Bianco Energia; Articoli stampa; Articoli stampa; Dossier organizzazioni; Dossier organizzazioni; Leggi e Decreti; Leggi e Decreti; Interrogazioni parlamentari; Interrogazioni parlamentari; Siti web; Siti web; Etc … Etc …

5 Considerazioni Valutazioni sito Valutazioni sito Implicazioni socio-economiche dellimpianto Implicazioni socio-economiche dellimpianto Analisi e confronti occupazionali Analisi e confronti occupazionali

6 Ubicazione impianto

7 Principali insediamenti industriali (Gazzetta Ufficiale)

8 Dati tecnici sito Jonio Gas Movimentazione annua di GNL prevista - 8 miliardi di m 3 nella I FASE - 12 miliardi di m 3 II FASE Superficie totale dellarea interessata dal Terminale m 2 complessivi nella I FASE Serbatoi di stoccaggio - 2 da m 3 nella I FASE - 3 II FASE - Diametro esterno 77,5 m - Diametro interno 73,5 m - Altezza esterna 53 m - Altezza interna 38,5 m Temperatura del GNL -160° C Vaporizzazione del GNL - 6 Vaporizzatori Pontile per lo scarico delle navi Adeguamento dellesistente Pontile Liquidi ERG Capacità di trasporto delle navi metaniere Compresa tra e m 3 Tempo di scarico medio di una nave / m 3 /h: mediamente 15 ore di scarico per una metaniera Personale impiegato per la costruzione circa 600 addetti l'anno Personale impiegato nellesercizio140 lavoratori complessivi (addetti diretti e indotto) Tempi di realizzazione del Terminale 40 mesi complessivi

9 Elenco terminali rigassificazione FUNZIONANTI APPRO_ VATI DA APPROVARE CAPACITA LA SPEZIA 3,5 mld m 3 PORTOVIRO 8 mld m 3 BRINDISI 8 mld m 3 LIVORNO 3,5 mld m 3 ROSIGNANO 3 mld m 3 P. EMPEDOCLE 8 mld m 3 MELILLI 8 mld m 3 S. FERDINANDO 8 mld m 3 GIOIA TAURO 6 mld m 3 TRIESTE 8 mld m 3 TARANTO 8 mld m 3 SOMMANO 68 mld m 3

10 Elenco Gasdotti GASDOTTI DA POTENZIAREINIZIALEFINALE GREENSTREAM DALLA LIBIA,4,5 mld8 mld m 3 TAG DALL'ALGERIA45 mld61 mld m 3 TTCP DALLA RUSSIA45 mld61 mld m 3 GALSI DALL'ALGERIAN.D.4 mld m 3 GASDOTTO IGI DALLA GRECIAN.D.N.D. SOMMANO134 mld m 3 Disponibilità totale di gas 202 mld m 3

11 Politiche Energetiche Ministero Sviluppo Economico ( ) modello Markal Politiche Energetiche Ministero Sviluppo Economico ( ) modello Markal Mldm 3 /ann domanda79,6285,1885, Prod. nazionale 12,8511,9610,910,19,38,67,875,84,2 3,5 Importazione66,7773,2274,778,983,772,491,2 102,2113,6 124

12 Nel 2007 il libro bianco dellenergia rivede le stime precedenti Si evidenzia la necessità di politiche energetica eco- sostenibili per far fronte agli obiettivi di Kyoto.

13 Fonte: Libro bianco dellenergia

14 Costo combustione gas Q. annuo di GNL= 12 x 10 9 m 3 Q. eq. di metano = 72 x m 3 Q. CO 2 prodotto (da comb.) = 72 x m 3 Q. CO 2 x 1,948 kg/m 3 = 140 x10 8 t/CO 2 quota di emissione = 1 ton CO 2 equivalente Costo combustione = 140 x10 8 t/CO 2 x 10 /t = = 140 MLD /anno

15 Considerazioni e valutazioni Il sito prescelto è sicuro? In termini occupazionali la scelta è la migliore? RISCHI PRESENTI Industriale Industriale Sismico, maremoto Sismico, maremoto Bellico Bellico Attentati Attentati Traffico navale Traffico navale Linea ferrata Linea ferrata

16 Rischio Industriale impianti e depositi VECCHI più di 50 anni; impianti e depositi VECCHI più di 50 anni; numerosi incidenti registratisi negli ultimi anni (il più grave quello del 30 aprile 2006); numerosi incidenti registratisi negli ultimi anni (il più grave quello del 30 aprile 2006); Presenze continue di sfiaccolamenti dalle torce, pericolosissimi punti di innesco in caso di perdita di metano dallimpianto. Presenze continue di sfiaccolamenti dalle torce, pericolosissimi punti di innesco in caso di perdita di metano dallimpianto. Parere negativo Ass. Territorio Ambiente Parere negativo Ass. Territorio Ambiente

17 Rischio Sismico Scenari di pericolosità sismica ad Augusta, Siracusa e Noto di Luis Decanini e F. Panza

18 Conseguenze gli esperti ENEA (Ente Nazionale Energie Alternative) ENEA (Ente Nazionale Energie Alternative) ISPRA (Istituto Superiore di Ricerche Ambientali) ISPRA (Istituto Superiore di Ricerche Ambientali) Università di Trieste Università di Trieste ritengono che la ripetizione del terremoto del 1693 potrebbe provocare, oltre a decine di migliaia di vittime, anche il più grave disastro ambientale dellarea mediterranea, a causa del collasso di centinaia di serbatoi e di altri componenti di impianti chimici RIR

19 Traffico Navale Traffico Navale LOrdinanza n° 63/08 Capitaneria di Chioggia terminale off shore di Rovigo, recepisce la circolare IMO (International Maritime Organization) SN. /Circ 257 del 11/12/2007. definita una zona di sicurezza di forma circolare il cui centro corrisponde al terminale di rigassificazione il cui raggio è di circa m ove allinterno sono vietati: il transito, lancoraggio, lo stazionamento di navi in attesa, la pesca e qualsiasi altra forma di attività. LOrdinanza n° 63/08 Capitaneria di Chioggia terminale off shore di Rovigo, recepisce la circolare IMO (International Maritime Organization) SN. /Circ 257 del 11/12/2007. definita una zona di sicurezza di forma circolare il cui centro corrisponde al terminale di rigassificazione il cui raggio è di circa m ove allinterno sono vietati: il transito, lancoraggio, lo stazionamento di navi in attesa, la pesca e qualsiasi altra forma di attività.

20 Bilancio Occupazionale sapendo che 1 m 3 di metano sviluppa 10,6 Kwh 1 m 3 di metano sviluppa 10,6 Kwh Q. eq. di metano annua pari a 72 x m 3 Q. eq. di metano annua pari a 72 x m 3 Potere energetico annuo 72 x x 10,6 Kwh = 76 x Kwh Potere energetico annuo 72 x x 10,6 Kwh = 76 x Kwh In Sicilia un impianto fotovoltaico da 3 Kw produce mediamente 4500 Kwh/anno. Nellipotesi di produrre con tale fonte solo 0,003% Nellipotesi di produrre con tale fonte solo 0,003% impianti necessari 76x107 /4500 = impianti da 3 KWimpianti necessari 76x107 /4500 = impianti da 3 KW 30 % del numero di famiglie siciliane. 30 % del numero di famiglie siciliane. tempo installazione imp. = 2 giorni lavorativitempo installazione imp. = 2 giorni lavorativi impianti x 2 = giorni lavorativi impianti x 2 = giorni lavorativi anni necessari = 4.222anni necessari = ipotizzando 100 ditte per i 390 comuni siciliani durata lavorativa = 4.222/100 = 42 anni di lavorodurata lavorativa = 4.222/100 = 42 anni di lavoro posti di lavoro = 2 operai x 100 ditte = 200 posti di lavoroposti di lavoro = 2 operai x 100 ditte = 200 posti di lavoro indotto= 10% per trasporti e maggiore produzioneindotto= 10% per trasporti e maggiore produzione nuova occupazione stimata = 210 nuovi occupati.nuova occupazione stimata = 210 nuovi occupati.

21 Quote di CO 2 risparmiate Kwh prodotti con fotovoltaico = 22,8 108 Kwh Kwh prodotti con fotovoltaico = 22,8 108 Kwh Q. eq. metano risparmiato = 21,5 x 107 m 3 Q. eq. metano risparmiato = 21,5 x 107 m 3 CO 2 risparmiato = 21,5 x 10 7 m 3 x 1,948 kg/m 3 = t/CO 2 CO 2 risparmiato = 21,5 x 10 7 m 3 x 1,948 kg/m 3 = t/CO 2 quota di emissione = 1 tonnellata di CO 2 quota di emissione = 1 tonnellata di CO 2 risparmio emissione = t/CO 2 risparmio emissione = t/CO t/CO 2 x 10 /t = /anno t/CO 2 x 10 /t = /anno

22 Conclusioni una rete di distribuzione elettrica che risolva le inefficienze attuali colli di bottiglia; una rete di distribuzione elettrica che risolva le inefficienze attuali colli di bottiglia; lo sviluppo di un sistema elettrico sostenibile, basato sulle energie rinnovabili, lo sviluppo di un sistema elettrico sostenibile, basato sulle energie rinnovabili, misure per lincentivo dellefficienze energetica; misure per lincentivo dellefficienze energetica;

23 una moderna normativa che regoli la costruzione di impianti RIR, in aree ad elevato rischio di crisi ambientale; una moderna normativa che regoli la costruzione di impianti RIR, in aree ad elevato rischio di crisi ambientale; limmediato sblocco dei fondi stanziati con il Piano di Risanamento Ambientale e lAccordo Quadro per la chimica; limmediato sblocco dei fondi stanziati con il Piano di Risanamento Ambientale e lAccordo Quadro per la chimica; limmediata attuazione di tutte le bonifiche individuate nel Piano Regionale delle Bonifiche e quella della rada di Augusta; limmediata attuazione di tutte le bonifiche individuate nel Piano Regionale delle Bonifiche e quella della rada di Augusta; limmediato adeguamento sismico degli impianti, specie di quelli più pericolosi limmediato adeguamento sismico degli impianti, specie di quelli più pericolosi

24 Grazie ….. per lattenzione


Scaricare ppt "Il libro bianco sul terminale di rigassificazione di Melilli Più lavoro con le alternative al rigassificatore Marianna De Martino."

Presentazioni simili


Annunci Google