La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Architettura di un calcolatore. 2 Indice Sistema di Elaborazione La macchina di Von Neumann –Memoria –CPU –Bus –Interfacce Esempio –Lalgoritmo –Il programma.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Architettura di un calcolatore. 2 Indice Sistema di Elaborazione La macchina di Von Neumann –Memoria –CPU –Bus –Interfacce Esempio –Lalgoritmo –Il programma."— Transcript della presentazione:

1 Architettura di un calcolatore

2 2 Indice Sistema di Elaborazione La macchina di Von Neumann –Memoria –CPU –Bus –Interfacce Esempio –Lalgoritmo –Il programma –Fasi di esecuzione di unistruzione

3 3 Il Sistema di Elaborazione

4 4 Hardware Struttura fisica (architettura) del calcolatore formata da parti meccaniche, elettriche, elettroniche

5 5 Software Componente del calcolatore costituita dai: –Programmi di base per la gestione del sistema –Programmi applicativi per luso del sistema (possono usare i programmi di base)

6 6 Il Sistema di Elaborazione

7 7 HARDWARE:RAPPRESENTAZIONE SCHEMATICA INPUTOUTPUT MEMORIA CPU IstruzioniDati

8 8 DALLA MACCHINA DI TURING ALLA MACCHINA DI VON NEUMANN La macchina di Turing aiuta a capire come sia possibile manipolare informazione in base a un programma, leggendo e scrivendo due soli simboli: 0e 1 Da questo punto di vista, pur essendo un dispositivo ideale, la macchina di Turing è strettamente imparentata col computer

9 9 Dalla macchina di Turing alla CPU Un passo ulteriore, volendoci avvicinare al funzionamento di un vero computer, è costituito dalla MACCHINA DI VON NEUMANN

10 10 La macchina di Von Neumann Unità di Elaborazione (CPU) Memoria Centrale (MM) Interfaccia Periferica P 1 Interfaccia Periferica P 2 Bus di sistema Esecuzione istruzioni Memoria di lavoro Memoria di massa, stampante, terminale… Collegamento

11 11 La macchina di Von Neumann Il processore estrae le istruzioni dalla memoria e le esegue –Le istruzioni possono comportare operazioni di manipolazione dei dati –Oppure operazioni di trasferimento dei dati I trasferimenti di dati attraverso elementi funzionali diversi avvengono attraverso il bus di sistema Le fasi di elaborazione si susseguono in modo sincrono rispetto ad un orologio di sistema Durante ogni intervallo di tempo lunità di controllo (parte del processore) stabilisce la funzione da svolgere Lintera macchina opera in maniera sequenziale

12 12 ARCHITETTURA DI VON NEUMANN: UNITA CENTRALE I/OMemoria CPU Preleva istruzione Esegue Memorizza risultato BUS

13 13 MACCHINA DI VON NEUMANN: IL PROCESSORE (CPU)

14 14 COMPONENTI DELLA CPU La CPU non è un unico componente ma è costituita da componenti diversi che svolgono compiti diversi Unità di controllo Unità aritmetico logica Program Counter REGISTRI Registro di Stato Bus Interno Registro Istruzioni Registri Generali 8 o 16 … Registro Indirizzi Memoria Registro Dati Memoria Registro di Controllo

15 15 Componenti del processore (CPU) Unità di controllo Unità aritmetico logica Program Counter REGISTRI Registro di Stato Bus Interno Registro Istruzioni Registri Generali 8 o 16 … Registro Indirizzi Memoria Registro Dati Memoria Registro di Controllo

16 16 Registri I registri sono delle unità di memoria estremamente veloci Sono usate per mantenere le informazioni di necessità immediata per il processore Le dimensioni dei registri variano da 16, 32, 64 bit –Sono una parte fondamentale del processore

17 17 Registri Per esempio: Program Counter –Lindirizzo della prossima istruzione da eseguire è memorizzato nel registro Program Counter Per esempio: i Registri Generali –I registri che possono essere utilizzati come memorie temporanee per svolgere le operazioni matematiche

18 18 Componenti del processore (CPU) Unità di controllo Unità aritmetico logica Program Counter REGISTRI Registro di Stato Bus Interno Registro Istruzioni Registri Generali 8 o 16 … Registro Indirizzi Memoria Registro Dati Memoria Registro di Controllo

19 19 Unità di controllo Lunità di controllo è la parte più importante del processore –Esegue le istruzioni dei programmi –Coordina le attività del processore –Controlla il flusso delle istruzioni tra il processore e la memoria

20 20 Unità di controllo Svolge la sua attività in modo ciclico –Preleva dalla memoria principale la prossima istruzione da eseguire –Preleva gli operandi specificati nellistruzione –Decodifica ed esegue listruzione –Ricomincia

21 21 Unità di controllo Lesecuzione comporta linvio di comandi opportuni allunità relativa –Calcoli Unità aritmetico logica –Lettura/scrittura dati memoria –Acquisizione/stampa dispositivi di I/O

22 22 Componenti del processore (CPU) Unità di controllo Unità aritmetico logica Program Counter REGISTRI Registro di Stato Bus Interno Registro Istruzioni Registri Generali 8 o 16 … Registro Indirizzi Memoria Registro Dati Memoria Registro di Controllo

23 23 Unità aritmetico logica LUnità aritmetico logica si occupa di eseguire le operazioni di tipo aritmetico/logico –Somme, sottrazioni, …, confronti, … Preleva gli operandi delle operazioni dai Registri Generali Deposita il risultato delle operazioni nei Registri Generali Insieme allunità di controllo collabora al completamento di un ciclo della macchina

24 24 Clock Abbiamo visto che il processore svolga la sua attività in modo ciclico –Ad ogni ciclo corrisponde lesecuzione di unoperazione elementare (unistruzione macchina) Il clock fornisce una cadenza temporale per lesecuzione delle operazioni elementari La frequenza del clock indica il numero di operazioni elementari che vengono eseguite nellunità di tempo

25 25 Clock Consideriamo una ipotesi semplificata in cui ogni battito di clock corrisponde esattamente lesecuzione di una sola istruzione macchina –La frequenza del clock indica il numero di operazioni elementari che vengono eseguite nellunità di tempo –Per esempio: il clock che ha circa 66 milione battiti per secondo il computer può eseguire circa 66 milione operazioni per secondo

26 26 Clock In realtà, questa ipotesi non è sempre vero –Lesecuzione di una istruzione può richiedere più battiti di clock –Oppure nello stesso ciclo di clock si possono eseguire (parti) di istruzioni diverse –Dipende dal tipo di processore Per esempio: –Il processore Intel richiede 20 battiti del clock per calcolare la moltiplicazione di due numeri –Il processore Intel può calcolare la moltiplicazione di due numeri usando solo un battito del clock

27 27 Clock La frequenza del clock si misura in: –MHz (1 MHz corrisponde circa a un milione di istruzioni elementari/battiti al secondo) –GHz (1 GHz corrisponde circa a un miliardo di istruzioni elementari/battiti al secondo) Per esempio: se acquistate un calcolatore e vi dicono che ha un processore a 3 GHz –Vuol dire che il processore è in grado di eseguire (circa) 3 miliardi di istruzioni al secondo

28 28 Lunità di elaborazione (CPU) Registro istruzione corrente (CIR) Registro dati (DR) Registro indirizzi (AR) Registro contatore di programma (PC) Registro di stato (SR) Registro interruzioni (INTR) A B Unità di controllo (CU) Clock Unità aritmetico logica (ALU) Controllo: -Prelievo -Decodifica -Esecuzione Sincronizzazione Operazioni aritmetiche e logiche Parola letta/da scrivere in MM Indirizzo cella MM Istruzione in elaborazione Indirizzo prox istruzione Registri generali Stato CPU Flag: C, Z, S, V Registri operandi

29 29 ARCHITETTURA DI VON NEUMANN: MEMORIA CENTRALE

30 30 Memoria principale (RAM) Perchè si chiama RAM (Random Access Memory)? – Si può accedere direttamente alle varie celle, una volta noto il loro indirizzo – Il tempo necessario per accedere ad una cella è lo stesso, indipendentemente dalla posizione della cella nella sequenza – Il termine random (casuale) indica proprio il fatto che non vi sono differenze nellaccesso alle varie celle della memoria

31 31 Memoria principale (RAM) Alcune proprietà della memoria principale –Veloce: per leggere/scrivere una cella ci vuole un tempo di accesso dellordine di poche decine di nanosecondi (millesimi di milionesimi di secondo = sec.) –Volatile: è fatta di componenti elettronici, togliendo lalimentazione si perde tutto –(Relativamente) costosa

32 32 Memoria principale (RAM) Tutte le celle hanno la stessa dimensione: 8, 16, 32, o 64 bit Le operazioni che si eseguono sulla memoria sono operazioni di lettura e scrittura Una cella può contenere un dato o unistruzione N ADD R1 R2 LOAD 56 R1 LOAD 3568 R1 Indirizzi Contenuto

33 33 Memoria principale (RAM) Ogni calcolatore usa un numero di bit costante per rappresentare gli indirizzi Maggiore è il numero di bit usati, maggiore sarà il numero di celle indirizzabili: spazio di indirizzamento –Se si usano 16 bit per codificare gli indirizzi, si potranno indirizzare fino a celle (circa 64 KB di memoria, nellipotesi di celle di memoria di 1 byte) –Con 32 bit si potranno indirizzare fino a celle (circa 4 GB di memoria)

34 34 Memoria principale (RAM) Allaumentare delle dimensioni della memoria principale aumenta il numero di programmi che possono essere contemporaneamente attivi La RAM, fino ad un certo limite, è espandibile (slot di espansione)

35 35 Memoria principale (RAM) bit1 cifra binariamemorizza 0 oppure 1 byte8 bitmemorizza un carattere parolada 16 a 64 bitnumeri e indirizzi di memoria Kilobyte (KB)1024 bytecirca mezza pagina di testo Megabyte (MB)1024 KBun libro di 200 pagine Gigabyte (GB)1024 MBalcuni volumi Terabyte (TB)1024 GBuna biblioteca Petabyte (PB)1024 TBmolte biblioteche

36 36 ALTRI TIPI DI MEMORIA NELLUNITA CENTRALE Memoria di sola lettura (ROM) Memoria cache Buffer

37 37 Memoria di sola lettura (ROM) Non può essere modificata A differenza della RAM non è volatile Veloce quasi come la RAM Contiene le informazioni di inizializzazione usate ogni volta che si accende lelaboratore (bootstrap)

38 38 Memoria cache Livello di memoria intermedio tra i registri e la RAM –Memorizza i dati usati più spesso senza doverli recuperare tutte le volte dalla RAM (che è più lenta) –Influisce moltissimo sulle prestazioni e sul costo della CPU (e quindi del computer) È molto più costosa della RAM

39 39 Memoria cache In genere è interna al processore (cache L1) Esiste anche una cache secondaria (L2) esterna al processore Le sue dimensione tipiche vanno dai 256KB a 1MB

40 40 Parola (word) Spazio di indirizzamento 2 10 =1024 La memoria centrale (MM) Dati e istruzioni RAM e ROMVolatile Dato da leggere/scrivere Indirizzo cella

41 41 La memoria centrale (MM) Il numero di bit che costituiscono lindirizzo di un word allinterno della memoria è caratteristico del microprocessore e identifica lo spazio di indirizzamento del microprocessore –Esempio: Pentium 32 bit –Avendo a disposizione k bit è possibile indirizzare 2 k byte Si ricorda che: –2 10 byte = 1Kilo Byte –2 20 byte = 1Mega Byte –2 30 byte = 1 Giga Byte –2 40 byte = 1Tera Byte

42 42 La memoria centrale (MM) quindi... La memoria centrale si chiama usualmente ram o memoria ad accesso casuale –Viene cosi detta una memoria il cui tempo di accesso sia indipendente dallindirizzo della parola alla quale si vuole accedere –Si tratta di una memoria volatile Altri tipi di memoria presenti in un calcolatore sono le rom –Hanno caratteristiche generali simili alle ram –Un tempo di accesso notevolmente maggiore –Si tratta di memorie permanenti –Sono tipicamente utilizzate per memorizzare quei dati e programmi che servono al momento dellaccensione dellelaboratore, prima del caricamento del S.O. –Esempio: Il BIOS (Basic Input Output System) che carica in memoria il sistema operativo quando la macchina viene accesa

43 43 Memoria secondaria La memoria principale non basta (è volatile, costosa) In grado di memorizzare i programmi e i dati in modo permanente È meno costosa che la memoria principale: le dimensioni della memoria secondaria sono di solito molto maggiori di quelle della memoria principale I supporti di memoria secondaria sono più lenti rispetto alla memoria principale (presenza di dispositivi meccanici) Non tutti i supporti di memoria secondaria permettono laccesso diretto ai dati –Alcuni permettono solo un accesso sequenziale (per esempio, nastri magnetici)

44 44 LA DIVISIONE DEI RUOLI TRA MEMORIA PRINCIPALE E MEMORIA SECONDARIA I programmi e i dati risiedono nella memoria secondaria Processore Stampante Memoria secondaria Memoria principale

45 45 LA DIVISIONE DEI RUOLI TRA MEMORIA PRINCIPALE E MEMORIA SECONDARIA I programmi e i dati risiedono nella memoria secondaria Per essere eseguiti (i programmi) e usati (i dati) vengono copiati nella memoria principale Processore Stampante Memoria secondaria Memoria principale

46 46 LA DIVISIONE DEI RUOLI TRA MEMORIA PRINCIPALE E MEMORIA SECONDARIA I programmi e i dati risiedono nella memoria secondaria Per essere eseguiti (i programmi) e usati (i dati) vengono copiati nella memoria principale Il processore è in grado di eseguire le istruzioni di cui sono composti i programmi Processore Stampante Memoria secondaria Memoria principale

47 47 Ricordiamo: caricamento del programma Quando si lancia un programma questo viene copiato dalla memoria secondaria (di solito un hard disk) nella memoria principale Questa operazione si chiama caricamento del programma e viene eseguita dal sistema operativo

48 48 Memoria secondaria La memoria secondaria deve avere capacità di memorizzazione permanente e quindi per la sua produzione si utilizzano tecnologie basate: –sul magnetismo (tecnologia magnetica) dischi magnetici (hard disk e floppy disk) nastri magnetici –sulluso dei raggi laser (tecnologia ottica) dischi ottici (CD-ROM, DVD)

49 49 MACCHINA DI VON NEUMANN: I BUS

50 50 Bus Permette la comunicazione tra i vari componenti dellelaboratore CPU RAM Interfaccia dati indirizzi controllo

51 51 Il bus di sistema collega tra loro i vari elementi del calcolatore In ogni istante il bus è dedicato a collegare due unità, una trasmette ed una riceve –Il processore seleziona la connessione da attivare e indica loperazione da svolgere (bus mastering) Il bus è suddiviso in tre insiemi di linee: –Bus dati –Bus indirizzi –Linee di controllo: trasportano informazioni relative alla modalità di trasferimento e alla temporizzazione Il bus di sistema

52 52 Il bus di sistema Registro istruzione corrente (CIR) Registro dati (DR) Registro indirizzi (AR) Registro contatore di programma (PC) Registro di stato (SR) Registro interruzioni (INTR ) A B Unità di controllo (CU) Clock Unità aritmetico logica (ALU) CPU Bus di sistema Bus dati, Bus indirizzi, Bus controlli Master/slave

53 53 Sequenza di lettura CIR DR AR PC SR INTR A B CU Ck ALU Passo 1 READ Passo 2 42 Passo 3 OK Passo 4

54 54 Sequenza di scrittura CIR DR AR PC SR INTR A B CU Ck ALU Passo 1 WRITE Passo 3 OK Passo 5 70 Passo 2 Passo 4 70

55 55 Si occupa della gestione dello scambio di dati tra processore e periferiche E possibile avere una interfaccia diversa per ogni periferica......ma è più logico avere delle interfacce standard per periferiche simili Esempi di interfacce standard: –Interfaccia seriale RS-232-C (mouse, modem,...) –Interfaccia PS2 (mouse, tastiera,...) –Interfaccia USB (mouse, telecamere, stampanti, scanner,...) –Interfaccia parallela Centronix (stampante, scanner,...) –Interfaccia ISA (modem, schede audio,...) –Interfaccia SCSI (hard-disk, CD-ROM, scanner,...) –Interfaccia EIDE (hard-disk, CD_ROM,...) Ogni interfaccia contiene registri per: –Inviare comandi alla periferica –Scambiare dati –Controllare il funzionamento della periferica Le interfacce delle periferiche

56 56 Le interfacce delle periferiche Interfacccia periferica 1 Bus di sistema Peripheral Data Register (PDR) Peripheral Command Register (PCR) Peripheral State Register (PSR) Peripheral Data Register (PDR) Peripheral Command Register (PCR) Peripheral State Register (PSR) Interfacccia periferica 2 Dato da leggere/scrivere Comando da eseguire Stato della periferica

57 57 Le interruzioni Al fine di gestire richieste provenienti dalle periferiche può essere necessario interrompere la normale esecuzione di un programma La periferica segnala sue particolari necessità attraverso una interruzione Ad ogni passo di esecuzione la UC verifica lo stato del registro delle interruzioni Se si è verificata una interruzione: –Lo stato del processore (registri) viene salvato in memoria –Viene attivata una speciale procedura di gestione delle interruzioni (parte del S.O.) –Quando la procedura di gestione delle interruzioni termina lo stato del processore viene ripristinato ed il programma viene ripreso

58 58 Es.: valutazione di espressione Vogliamo calcolare il valore dellespressione: (a+b)·(c+d) leggendo i valori delle variabili a, b, c, d dal dispositivo di ingresso e scrivendo il risultato della valutazione sul dispositivo di uscita.

59 59 Un algoritmo generale 1.Leggi dal dispositivo di ingresso il valore delle variabili a, b, c, d 2.Somma il valore di a al valore di b 3.Salva il risultato parziale ottenuto 4.Somma il valore di c al valore di d 5.Moltiplica il risultato parziale appena ottenuto con quello precedentemente salvato 6.Scrivi sul dispositivo di uscita il risultato della valutazione complessiva 7.Termina lesecuzione del programma.

60 60 Lalgoritmo dettagliato (1) 1.Scrivi nella cella di memoria centrale riservata al valore della variabile a il valore letto dal dispositivo di ingresso (disponibile nel registro dati della periferica). Fai la stessa cosa per b, c, d 2.Somma il valore di a al valore di b 2.1Copia il contenuto della cella di memoria riservata ad a nel registro A 2.2 Copia il contenuto della cella di memoria riservata a b nel registro B 2.3Somma il contenuto dei registri A e B 3.Salva il risultato parziale, contenuto nel registro A, in una cella di memoria predisposta per il risultato ( z ).

61 61 4.Somma il valore di c al valore di d 4.1Copia il contenuto della cella di memoria riservata a c nel registro A 4.2Copia il contenuto della cella di memoria riservata a b nel registro B 4.3Somma il contenuto dei registri A e B 5.Moltiplica il risultato parziale appena ottenuto con quello precedentemente salvato 5.1Copia il contenuto della cella riservata a z nel registro B (z e B contengono ora a+b, mentre A contiene c+d) 5.2Moltiplica il contenuto dei registri A e B. Lalgoritmo dettagliato (2)

62 62 6.Scrivi sul dispositivo di uscita il risultato della valutazione complessiva 6.1Memorizza il risultato appena calcolato (e disponibile nel registro A) nella cella di memoria riservata a z 6.2 Copia il contenuto della cella di memoria riservata a z nel registro dati della periferica di uscita 7.Termina lesecuzione del programma. Lalgoritmo dettagliato (3)

63 63 Tipologia delle operazioni svolte Operazioni di manipolazione –Somma: 2.3, 4.3 –Moltiplicazione: 5.2 Operazioni di trasferimento –Da periferica-input a MM: 1 –Da MM a CPU: 2.1, 2.2, 4.1, 4.2, 5.1 –Da CPU a MM: 3, 6.1 –Da MM a periferica-output: 6.2

64 64 Le istruzioni macchina Un programma scritto in linguaggio macchina è formato da una sequenza di istruzioni appartenenti al set di istruzioni del particolare processore Ogni istruzione è formata da: –Un codice operativo –Zero o più operandi Tanto il codice operativo quanto gli operandi sono rappresentati nella memoria del calcolatore sotto forma di numeri binari Data la difficoltà per luomo di interpretare numeri binari si usa lassembler al posto del linguaggio macchina codice operativo operando(i)

65 65 Le istruzioni macchina Il set di istruzioni di un qualsiasi linguaggio macchina può essere diviso in quattro classi principali di istruzioni: –Istruzioni per il trasferimento dati tra memoria e registri del processore e viceversa –Operazioni aritmetiche e logiche sui dati –Istruzioni per il controllo del flusso di programma –Istruzioni per la gestione dellI/ O

66 66 Forma binaria del programma Leggi un valore dallinput e mettilo nella cella 16 ( a ) Leggi un valore dallinput e mettilo nella cella 17 ( b ) Leggi un valore dallinput e mettilo nella cella 18 ( c ) Leggi un valore dallinput e mettilo nella cella 19 ( d ) Carica il contenuto della cella 16 ( a ) nel registro A Carica il contenuto della cella 17 ( b ) nel registro B Somma i registri A e B Scarica il contenuto di A nella cella 20 ( z ) (ris.parziale) Carica il contenito della cella 18 ( c ) nel registro A Carica il contenito della cella 19 ( d ) nel registro B Somma i registri A e B Carica il contenuto della cella 20 ( z ) (ris. parziale) in B Moltiplica i registri A e B Scarica il contenuto di A nella cella 20 ( z ) (ris. totale) Scrivi il contenuto della cella 20 ( z ) (ris. totale) in output Halt

67 67 Programma in memoria centrale Cella Spazio riservato per a 16 Spazio riservato per b 17 Spazio riservato per c 18 Spazio riservato per d 19 Spazio riservato per z 20

68 68 Fase di fetch 1 a istruzione PC AR Memoria centrale (MM) 0 DR 1023 CIR Passo 1 Passo 2 Passo 3 Passo 4

69 69 Fase di interpretazione 1 a istruzione CIR Codice operativo 0100 = leggi da input

70 70 Fase di esecuzione 1 a istruzione AR Memoria centrale (MM) 0 DR PDR CIR 16 Valore di a letto dallinput (es. 4127) Indirizzo operando = cella Passo 1 Passo 2 Passo 3

71 71 Il linguaggio assembler Un esempio (didattico) di assembler potrebbe contenere le seguenti istruzioni: –Le istruzioni loada e loadb servono per spostare il contenuto di una cella di memoria nei registri A e B rispettivamente Esempio: loada ind1 –Le istruzioni storea e storeb servono per spostare il contenuto dei registri A e B rispettivamente in una cella di memoria il cui indirizzo è indicato come parametro Esempio: storea ind1 –Le istruzioni per lo svolgimento delle operazioni aritmetiche di base Operazioni su interi: add, dif, mul, div Operazioni su reali: addr, difr, mulr, divr Le istruzioni operano sui registri A e B e pongono il risultato nel registro A Nel caso di divisione tra interi il registro B viene usato per contenere il resto delloperazione

72 72 Il linguaggio assembler –Le istruzioni per lo svolgimento delle operazioni logiche di base and, or, not Le istruzioni operano sui registri A e B e pongono il risultato nel registro A Nel caso di operazione not viene usato il solo registro A –Le istruzioni per leggere/scrivere su periferiche Listruzione read legge un dato dalla periferica di input e pone il dato letto nella cella di memoria il cui indirizzo viene passato come parametro Esempio: read ind1 Listruzione write scrive il dato presente nella cella di memoria il cui indirizzo viene passato come parametro sulla periferica di output Esempio: write ind1 –Le istruzioni per il controllo di flusso Listruzione di salto incondizionato jump salta allindirizzo specificato come parametro Listruzione di salto condizionato jumpz salta allindirizzo specificato come parametro se lultima operazione matematica ha dato risultato nullo Il processore controlla il valore del registro di stato del processore Il salto viene effettuato solo se il bit di zero vale 1 –Altre istruzioni Listruzione halt termina lesecuzione del programma

73 73 Linguaggio Macchina, Assembler e C READ A READ B READ C READ D LOADA A LOADB B ADD STOREA RIS LOADA C LOADB D ADD LOADB RIS MUL STOREA RIS WRITE RIS HALT INT A INT B INT C INT D INT RIS int a, b, c, d, ris; scanf("%d%d%d%d", &a, &b, &c, &d); ris = (a+b)*(c+d); printf("ecco il risultato %d", ris); Linguaggio Macchina Linguaggio Assembler Linguaggio C

74 74 Esercizi 1) Si usi il linguaggio assembler presentato per scrivere un programma che legge due numeri A e B e scrive a video B volte il primo numero A 2) Si usi il linguaggio precedente per scrivere un programma che legge due numeri A e B e scrive a video il prodotto di A per B –Non si faccia uso dellistruzione mul ma delle sole istruzioni add e dif


Scaricare ppt "Architettura di un calcolatore. 2 Indice Sistema di Elaborazione La macchina di Von Neumann –Memoria –CPU –Bus –Interfacce Esempio –Lalgoritmo –Il programma."

Presentazioni simili


Annunci Google