La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Andrea Ferrante Il ruolo del RUP nella progettazione Seminario Il Responsabile del Procedimento nella realizzazione di lavori pubblici Roma, 13 Dicembre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Andrea Ferrante Il ruolo del RUP nella progettazione Seminario Il Responsabile del Procedimento nella realizzazione di lavori pubblici Roma, 13 Dicembre."— Transcript della presentazione:

1 Andrea Ferrante Il ruolo del RUP nella progettazione Seminario Il Responsabile del Procedimento nella realizzazione di lavori pubblici Roma, 13 Dicembre 2006

2 Compiti del RUP in fase di progettazione (art. 8 c. 1 del Reg. LL. PP.) e certifica le condizioni ex art. 90 c. 6 del Codice Accerta e certifica le condizioni ex art. 90 c. 6 del Codice Motiva le scelte del metodo di affidamento degli incarichi Motiva le scelte del metodo di affidamento degli incarichi Coordina e verifica la predisposizione dei bandi di gara e lo svolgimento del procedimento di affidamento Coordina e verifica la predisposizione dei bandi di gara e lo svolgimento del procedimento di affidamento

3 Compiti del RUP in fase di progettazione (art. 8 c. 1 del Reg. LL. PP.) Redige il documento preliminare alla progettazione Redige il documento preliminare alla progettazione Coordina e verifica lattività di progettazione Coordina e verifica lattività di progettazione

4 Modalità di affidamento della attività di progettazione Interna alla P.A. Interna alla P.A. Esterna alla P.A. Esterna alla P.A. Appalto di serviziAppalto di servizi Concorso di progettazioneConcorso di progettazione Mista Mista

5 Affidamento esterno quando il RUP accerta e certifica: Carenza di personale tecnico Carenza di personale tecnico Difficoltà di rispetto dei tempi Difficoltà di rispetto dei tempi Difficoltà di svolgere le funzioni di istituto Difficoltà di svolgere le funzioni di istituto Lavori di speciale complessità e rilevanza Lavori di speciale complessità e rilevanza Progetti integrali multidisciplinari Progetti integrali multidisciplinari

6 In caso di affidamento esterno: Il RUP deve indicare nel bando di gara se si intende promuovere un incarico congiunto (progettazione e DL) o disgiunto (solo progettazione) Si tratta di una scelta di fondo di rilevante importanza

7 Affidamento esterno di incarichi di progettazione sotto la soglia di Affidamento esterno di incarichi di progettazione sotto la soglia di Novità introdotta dal Codice: necessità di una vera e propria procedura negoziata promossa dal RUP (senza previa pubblicazione del bando) con invito rivolto ad almeno 5 soggetti nel rispetto dei principi del Trattato UE (non discriminazione – parità di trattamento – proporzionalità – trasparenza) necessità di una vera e propria procedura negoziata promossa dal RUP (senza previa pubblicazione del bando) con invito rivolto ad almeno 5 soggetti nel rispetto dei principi del Trattato UE (non discriminazione – parità di trattamento – proporzionalità – trasparenza) Aggiudicazione secondo uno dei 2 criteri usuali

8 Affidamento di incarichi c.d. misti Affidamento interno + affidamento esterno di prestazioni progettuali specialistiche con modalità sotto soglia Il RUP coordina le relative attività affinchè lincarico esterno sia esclusivamente riconducibile ad un contributo progettuale specialistico funzionale alla compiuta definizione della progettazione interna

9 Finalità generali della progettazione Permeano il documento preliminare alla progettazione redatto dal RUP Occorre perseguire: Fattibilità tecnico-economica (efficacia – efficienza) Fattibilità tecnico-economica (efficacia – efficienza) Sostenibilità ambientale e sociale Sostenibilità ambientale e sociale Coerenza con gli strumenti di pianificazione Coerenza con gli strumenti di pianificazione

10 Requisiti generali della progettazione Individuazione certa di tempi e costi Individuazione certa di tempi e costi Individuazione di soluzioni progettuali che garantiscano, nel tempo di vita utile: Individuazione di soluzioni progettuali che garantiscano, nel tempo di vita utile:SicurezzaFunzionalità Durabilità (caratteristiche intrinseche di materiali, elementi e componenti + piano di manutenzione programmata)

11 I livelli della progettazione … tre livelli di successivi approfondimenti tecnici… Il preliminare e lesecutivo devono essere sempre redatti. Accorpamento del definitivo con lesecutivo nei casi in cui la differenza di definizione tecnica fra il progetto definitivo e quello esecutivo non sussiste (Det. Aut. Vig. LL. PP. del n° 13)

12 I livelli della progettazione Il RUP può valutare preventivamente lipotesi, invero non frequente, diaccorpamento in fase di redazione del documento preliminare alla progettazione (art. 15 c. 5 lettera l: individuazione dei livelli di progettazione e degli elaborati grafici da redigere)

13 Il documento preliminare alla progettazione Riporta, fra laltro, lindicazione: a) della situazione iniziale e della possibilità di far ricorso alle tecniche di ingegneria naturalistica; b) degli obiettivi generali da perseguire e delle strategie per raggiungerli; c) delle esigenze e bisogni da soddisfare; d) delle regole e norme tecniche da rispettare; e) dei vincoli di legge relativi al contesto in cui l'intervento è previsto; f) delle funzioni che dovrà svolgere l'intervento; g) dei requisiti tecnici che dovrà rispettare; h) degli impatti dell'opera sulle componenti ambientali e nel caso degli organismi edilizi delle attività ed unità ambientali; i) delle fasi di progettazione da sviluppare e della loro sequenza logica nonché dei relativi tempi di svolgimento; l) dei livelli di progettazione e degli elaborati grafici e descrittivi da redigere; m) dei limiti finanziari da rispettare e della stima dei costi e delle fonti di finanziamento; n) del sistema di realizzazione da impiegare.

14 Il documento preliminare alla progettazione - Riflessioni Contiene: Analisi dei problemi (inclusa la descrizione dello stato di fatto – metodo SWOT) Analisi dei problemi (inclusa la descrizione dello stato di fatto – metodo SWOT) Analisi degli obiettivi (quadro delle esigenze da soddisfare. Spesso mutuato, perlomeno in parte, dallente usuario dellopera da realizzare) Analisi degli obiettivi (quadro delle esigenze da soddisfare. Spesso mutuato, perlomeno in parte, dallente usuario dellopera da realizzare) Il progettista, e non il RUP, fa lanalisi delle strategie! (individuazione delle soluzioni progettuali che traguardano i prefigurati obiettivi) Il progettista, e non il RUP, fa lanalisi delle strategie! (individuazione delle soluzioni progettuali che traguardano i prefigurati obiettivi)

15 Il documento preliminare alla progettazione - Riflessioni Analogia concettuale tra il documento preliminare alla progettazione e lOdS ex art. 128 c. 2 del Regolamento LL. PP. Analogia concettuale tra il documento preliminare alla progettazione e lOdS ex art. 128 c. 2 del Regolamento LL. PP. Come il primo indirizza lattività di progettazione, così il secondo indirizza quella di direzione lavori Come il primo indirizza lattività di progettazione, così il secondo indirizza quella di direzione lavori Principi comuni: Stabiliscono lordine da seguirsi nelle attività Stabiliscono lordine da seguirsi nelle attività Stabiliscono momenti di verifica in c.o. Stabiliscono momenti di verifica in c.o.

16 Il documento preliminare alla progettazione - Riflessioni In questa fase il RUP deve stabilire: Se dispone personalmente della professionalità adeguata per assolvere tutto linsieme degli adempimenti a suo carico, anche in relazione ai contenuti tecnici specialistici sottesi dallopera Se dispone personalmente della professionalità adeguata per assolvere tutto linsieme degli adempimenti a suo carico, anche in relazione ai contenuti tecnici specialistici sottesi dallopera Se, al contrario, necessita di adeguatosupporto nei modi previsti da Codice e Regolamento Se, al contrario, necessita di adeguatosupporto nei modi previsti da Codice e Regolamento

17 Il documento preliminare alla progettazione - Riflessioni Altro aspetto di particolare rilevanza: Correlazione logica tra lindicazione delle fasi di progettazione da sviluppare, degli elaborati grafici e descrittivi da redigere e lindicazione del sistema di realizzazione da impiegare Correlazione logica tra lindicazione delle fasi di progettazione da sviluppare, degli elaborati grafici e descrittivi da redigere e lindicazione del sistema di realizzazione da impiegare

18 Il documento preliminare alla progettazione - Riflessioni Ulteriore riflessione: Il documento preliminare alla progettazione dovrebbe attenere anche alla preventiva esplicitazione di alcune scelte di fondo della Stazione Appaltante (ad es.: clausola compromissoria; premio di accelerazione; consegne lavori frazionate; modalità contabilizzazione materiale a piè dopera…) Il documento preliminare alla progettazione dovrebbe attenere anche alla preventiva esplicitazione di alcune scelte di fondo della Stazione Appaltante (ad es.: clausola compromissoria; premio di accelerazione; consegne lavori frazionate; modalità contabilizzazione materiale a piè dopera…)

19 Contenuti della progettazione Determinante ruolo del RUP nella attività di integrazione/modifica dei contenuti-tipo dei tre livelli di progettazione in relazione alla specifica tipologia e alla dimensione dei lavori da progettare Determinante ruolo del RUP nella attività di integrazione/modifica dei contenuti-tipo dei tre livelli di progettazione in relazione alla specifica tipologia e alla dimensione dei lavori da progettare Nel caso di progetti specialistici o di elevata complessità, il supporto al RUP può rilevarsi spesso particolarmente utile Nel caso di progetti specialistici o di elevata complessità, il supporto al RUP può rilevarsi spesso particolarmente utile

20 Il progetto preliminare visto dalla parte del RUP Cosa deve riconoscere il RUP nei contenuti del progetto: La definitiva scelta tipologica dellopera sulla base di un confronto comparativo tra soluzioni alternative (opportunamente documentato) La definitiva scelta tipologica dellopera sulla base di un confronto comparativo tra soluzioni alternative (opportunamente documentato) La definizione qualitativa e funzionale dellopera La definizione qualitativa e funzionale dellopera

21 Il progetto definitivo visto dalla parte del RUP Cosa deve riconoscere il RUP nei contenuti del progetto: Ottimizzazione tecnico-economica (efficienza della soluzione progettuale) e ambientale (misure di mitigazione degli impatti – misure di compensazione) Ottimizzazione tecnico-economica (efficienza della soluzione progettuale) e ambientale (misure di mitigazione degli impatti – misure di compensazione) Esaustività e regolare esecuzione del corredo di studi, indagini e rilievi Esaustività e regolare esecuzione del corredo di studi, indagini e rilievi Chiaro nesso di causa-effetto tra i risultati del corredo di studi, indagini e rilievi e le conseguenti scelte progettuali Chiaro nesso di causa-effetto tra i risultati del corredo di studi, indagini e rilievi e le conseguenti scelte progettuali

22 Il progetto definitivo visto dalla parte del RUP La conferenza di servizi e lacquisizione del parere tecnico consultivo Importante ruolo del RUP nellassicurare piena leggibilità agli elaborati progettuali anche mediante: Propria relazione di accompagno Propria relazione di accompagno Esaustiva relazione descrittiva del progettista (testimonianza del processo progettuale – descrizione del prodotto) Esaustiva relazione descrittiva del progettista (testimonianza del processo progettuale – descrizione del prodotto)

23 Il progetto esecutivo visto dalla parte del RUP Cosa deve riconoscere il RUP nei contenuti del progetto, tra laltro: Conformità al progetto definitivo (non si devono avere apprezzabili differenze tecniche e di costo) Conformità al progetto definitivo (non si devono avere apprezzabili differenze tecniche e di costo) Leggibilità delle relazioni di calcolo per strutture e impianti Leggibilità delle relazioni di calcolo per strutture e impianti Personalizzazione del piano di sicurezza e del piano di manutenzione Personalizzazione del piano di sicurezza e del piano di manutenzione

24 Verifica tecnica dei livelli di progettazione Espletata dal RUP su tutti i livelli di progettazione prima di quello posto a base di gara Importanza dei momenti di verifica in corso dopera (possibili correzioni di rotta) Finalità generali: Accertamento della qualità della soluzione progettuale (non è un parere tecnico) Accertamento della qualità della soluzione progettuale (non è un parere tecnico) Accertamento della conformità alle disposizioni contenute nel documento preliminare Accertamento della conformità alle disposizioni contenute nel documento preliminare

25 Verifica della progettazione prima dellinizio dei lavori Novità introdotte dallart. 112 del Codice: Verifica non solo sul progetto posto a base di gara ma anche sui progetti redatti dallofferente (appalto integrato e nuovo appalto concorso) Verifica non solo sul progetto posto a base di gara ma anche sui progetti redatti dallofferente (appalto integrato e nuovo appalto concorso) Per opere di pregio architettonico, verifica di unità progettuale tra esecutivo e definitivo o tra definitivo e preliminare Per opere di pregio architettonico, verifica di unità progettuale tra esecutivo e definitivo o tra definitivo e preliminare

26 Verifica della progettazione prima dellinizio dei lavori Accorpamento per famiglie del sistema di verifiche e controlli (art. 47 del Regolamento relativo alla validazione): Accertamento della completezza formale degli elaborati Accertamento della completezza formale degli elaborati Verifiche di coerenza interna Verifiche di coerenza interna Verifiche di coerenza esterna Verifiche di coerenza esterna

27 Verifica della progettazione prima dellinizio dei lavori Verifiche di coerenza interna: Tra gli elaborati economici Tra gli elaborati economici Tra computo e gli elaborati grafici Tra computo e gli elaborati grafici Tra le prescrizioni progettuali (relazione di calcolo ed elaborati grafici) e CSA Tra le prescrizioni progettuali (relazione di calcolo ed elaborati grafici) e CSA Tra elaborati economici, CSA e quadro economico ex art. 17 del Regolamento Tra elaborati economici, CSA e quadro economico ex art. 17 del Regolamento

28 Verifica della progettazione prima dellinizio dei lavori Verifiche di coerenza esterna Avvenuta acquisizione di tutte le autorizzazioni e pareri di legge Avvenuta acquisizione di tutte le autorizzazioni e pareri di legge Avvenuto adempimento alle prescrizioni in essi contenute (accertamento sostanziale) Avvenuto adempimento alle prescrizioni in essi contenute (accertamento sostanziale) Attestazione del DL ex art. 71 del Regolamento (accessibilità – disponibilità – assenza di impedimenti sopravvenuti – conferma stato dei luoghi) Attestazione del DL ex art. 71 del Regolamento (accessibilità – disponibilità – assenza di impedimenti sopravvenuti – conferma stato dei luoghi)

29 Grazie per lattenzione!


Scaricare ppt "Andrea Ferrante Il ruolo del RUP nella progettazione Seminario Il Responsabile del Procedimento nella realizzazione di lavori pubblici Roma, 13 Dicembre."

Presentazioni simili


Annunci Google