La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TAPPE che caratterizzano quel tratto del Percorso di Studio che è il Tirocinio 1 PROGRAMMAZIONE 2 PROGETTO FORMATIVO 3 TIROCINIO 4 RELAZIONE FINALE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TAPPE che caratterizzano quel tratto del Percorso di Studio che è il Tirocinio 1 PROGRAMMAZIONE 2 PROGETTO FORMATIVO 3 TIROCINIO 4 RELAZIONE FINALE."— Transcript della presentazione:

1 TAPPE che caratterizzano quel tratto del Percorso di Studio che è il Tirocinio 1 PROGRAMMAZIONE 2 PROGETTO FORMATIVO 3 TIROCINIO 4 RELAZIONE FINALE

2 Come si diagnostica un problema Come si sceglie un modello di interazione e di comunicazione Sperimentare il proprio essere in relazione con gli altri orientarsi nella rete dei servizi capire lobbiettivo di fondo dellente riconoscere le teorie di riferimento collegarle con le proprie conoscenze psico-socio-pedagogiche COMPETENZE DI BASE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI COMPETENZETRASVERSALI GLI OBBIETTIVI DEL PROGETTO FORMATIVO

3 TIROCINIO TIROCINIO ovvero scendere operativamente sul campo disorientamento

4 PRENDERE IN CONSIDERAZIONE LE EMOZIONI Entusiasmo Disagio Imbarazzo Paura di fare brutta figura

5 SCONCERTO SPIAZZAMENTO IMBARAZZO COME CAMPANELLI DALLARME esplicitano le nostre attese e aspettative ci troviamo di fronte al non conosciuto e non previsto a qualcosa che esula dalle cornici di cui facciamo parte ad un mondo che non conosciamo ma che piano piano cominceremo a decodificare e del quale cominceremo a sentirci parte come occasioni fondamentali di conoscenza ATTEGGIAMENTO ESPLORATIVO

6 ... La psicologia della Gestat ha mostrato che qualsiasi processo conoscitivo, qualsiasi attribuzione di senso comporta una strutturazione di campo, un decidere cosa viene messo a fuoco, portato in primo piano e cosa lasciato sullo sfondo. Un movimento trasgressivo ci appare insensato

7 Magritte

8 TIROCINIO TIROCINIO ovvero scendere operativamente sul campo disorientamento Tutor: È colui che metterà a vostra disposizione il proprio sapere che gli deriva dalla pratica il quel contesto -punto di riferimento per decodificare e con-prendere -accoglienza -facilitatore nellinserimento nel sistema organizzato -mediatore di conoscenze e informazioni -supporto nellESPLORAZIONE

9 se si vuole dire davvero qualcosa di un contesto educativo bisogna innanzitutto ENTRARE e pazientemente OSSERVARE RICERCA SUL CAMPO poggia LARTE DI OSSERVARE FENOMENI COMPLESSI CHE SI VERIFICANO IN UN CON-TESTO Essere Fare Progettare Rendere operativo un progetto Valutare Riflettere nel quale agiamo DA QUI LA NECESSITA DI RIFLETTERE SU Ciò CHE SI OSSERVA per cogliere i FENOMENI EDUCATIVI DI CUI SIAMO PARTE E SU SE STESSI come parte del con-testo ( i cui significati sono COSTRUITI INSIEME) * strumenti osservativi da concordare con il docente

10 DIARIO di bordo Per lavorare riflessivamente sullesperienza Per dare espressione ai propri vissuti emotivi Per sviluppare capacità di osservazione e analisi dettagliata Per stilare la relazione finale e la valutazione della propria esperienza

11 RELAZIONE FINALE Analisi motivazionale della scelta effettuata Descrizione dellente e delle attività in esso svolte Descrizione del ruolo e delle funzioni svolte dal tutor di riferimento Articolazione del progetto iniziale Descrizione dettagliata del percorso formativo accompagnata da una analisi critica (osservazione, attività, esperienze più significative) Descrizione critica degli incontri con il tutor esterno e con il supervisore di Facoltà Descrizione delle metodologie e degli strumenti usati, accompagnata dalla valutazione dei risultati raggiunti attraverso di essi Individuazione delle competenze acquisite (in relazione col progetto formativo) Individuazione di eventuali punti deboli e di competenze non acquisite

12 VALUTAZIONE Tutor esterno Al termine dovrà rilasciare un attestato di frequenza e un giudizio complessivo sulla qualità del percorso formativo Supervisore di Facoltà Incontri periodici per monitorare landamento stimolando alla riflessione su teoria e pratica dellagire educativo vi accompagnerà nellacquisizione di una capacità di riflessione sulla pratica Valutare la qualità dellesperienza Coordinatore delle attività di tirocinio Prof.ssa Paola Bastianoni

13 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Studi in Scienze dellEducazione MANAGER Dott.ssa Mirta Tartarini Palazzo Gulinelli 1° piano a destra Tel. 0532/ Cell Fax 0532/ TUTOR TIROCINIO Dott.ssa Silvia Vanini Palazzo Strozzi 2° piano a destra Cell COORDINATORE ATTIVITA TIROCINIO Prof.ssa Paola Bastianoni Palazzo Strozzi 2° piano a destra Tel.0532/


Scaricare ppt "TAPPE che caratterizzano quel tratto del Percorso di Studio che è il Tirocinio 1 PROGRAMMAZIONE 2 PROGETTO FORMATIVO 3 TIROCINIO 4 RELAZIONE FINALE."

Presentazioni simili


Annunci Google