La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A cura di:Sabrina Rossi, Maurizio Capelli, Alessandro Teveri Aspetti Emozionali e Relazionali del Soccorso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A cura di:Sabrina Rossi, Maurizio Capelli, Alessandro Teveri Aspetti Emozionali e Relazionali del Soccorso."— Transcript della presentazione:

1 A cura di:Sabrina Rossi, Maurizio Capelli, Alessandro Teveri Aspetti Emozionali e Relazionali del Soccorso

2 Slide 2 - Ver. 2.0 Aspetti emozionali del paziente Il dolore fisico La paura Il suono della sirena Lansia dellattesa

3 Slide 3 - Ver. 2.0 Il Paziente e il suo Soccorritore Molteplici aspetti rendono il paziente emotivamente fragile, ricordati che esiste il DIALOGO

4 Slide 4 - Ver. 2.0 Il Paziente e il suo Soccorritore Presentati in modo professionale Parlagli con toni pacati (ha già abbastanza paura) Tranquillizzalo Spiegagli ogni singola manovra prima di compierla Assumi un atteggiamento calmo e sicuro

5 Slide 5 - Ver. 2.0 Il Soccorritore e il suo Paziente La vittima che attende fiduciosa una figura professionale non può e non deve essere trattata come un numero. E una persona…è il tuo paziente

6 Slide 6 - Ver. 2.0 Il soccorritore e il bambino E sicuramente tra i più difficili soccorsi da gestire a livello emozionale.

7 Slide 7 - Ver. 2.0 Il soccorritore e il bambino Avvicinati sorridente e con tono pacato ponendoti alla sua altezza Avvicinati sorridente e con tono pacato ponendoti alla sua altezza Cerca di diventare un compagno di giochi – offri un giochino Cerca di diventare un compagno di giochi – offri un giochino Conquista la sua fiducia Conquista la sua fiducia Non far trapelare le tue paureNon far trapelare le tue paure Lascia che il papà o la mamma siano sempre al suo fianco Lascia che il papà o la mamma siano sempre al suo fianco

8 Slide 8 - Ver. 2.0 Il soccorritore e lanziano Rispetto ad un paziente di età media, il soccorritore deve tener conto di ulteriori aspetti, tra i quali la paura della morte e il pudore

9 Slide 9 - Ver. 2.0 Il soccorritore e lanziano Presentati in modo professionale Parlagli con toni pacati ma a voce alta e tranquillizzalo Spiegagli ogni singola manovra prima di compierla

10 Slide 10 - Ver. 2.0 Il soccorritore e lanziano Assumi un atteggiamento calmo e sicuro Nel limite del possibile e senza intralci al soccorso consentigli il controllo sanitario da una persona dello stesso sesso Non ti infastidire quando ti chiede la vestaglia e il fazzoletto…

11 Slide 11 - Ver. 2.0 Il soccorritore e il malato terminale Il malato terminale è spesso un paziente che spera di morire per porre fine alle sue sofferenze e per non dare ulteriore disturbo ai familiari. Cosa può fare il soccorritore? Assolutamente nulla se non ascoltare con doveroso rispetto quanto la persona avrà voglia di dire

12 Slide 12 - Ver. 2.0 Il soccorritore e il paziente handicappato Fatte salve le problematiche di carattere sanitario da valutare per ogni singolo caso, ricordati che il portatore di handicap è un paziente come gli altri

13 Slide 13 - Ver. 2.0 Il soccorritore e il paziente handicappato Non eseguire manovre o spostamenti senza spiegare cosa stai facendo solo perché supponi che non capisca Se sei in difficoltà nel dialogo fatti aiutare dai familiari che lo accudiscono da sempre…per loro un gesto è una risposta Non assumere latteggiamento di chi prova pena Fai in modo che un paziente handicappato non ti faccia diventare un soccorritore handicappato

14 Slide 14 - Ver. 2.0 Il soccorritore e il paziente psichiatrico Spesso il paziente psichiatrico NON è consenziente pertanto viene portato con ASO o TSO verso una struttura ospedalieraSpesso il paziente psichiatrico NON è consenziente pertanto viene portato con ASO o TSO verso una struttura ospedaliera

15 Slide 15 - Ver. 2.0 Il soccorritore e il paziente psichiatrico Può essere Può essere pericoloso per se stesso e per gli altri pertanto cerca di sapere prima di intervenire chi è il tuo paziente e quale tipo di reazione potrebbe avere

16 Slide 16 - Ver. 2.0 Il soccorritore e il paziente psichiatrico Osservalo Ascoltalo con interesse attivo Cerca di instaurare un dialogo senza essere invadente Limitati a domande pertinenti

17 Slide 17 - Ver. 2.0 Il soccorritore e il paziente sotto effetto di alcool o droghe Paziente che potrebbe essere lesionista e/o autolesionista prima di relazionarti con lui ricordati di osservare chiedere e capire con chi hai a che fare

18 Slide 18 - Ver. 2.0 Il soccorritore e il paziente sotto effetto di alcool o droghe Non è in quel momento in grado di capire e/o controllare le sue azioni, potrebbe quindi passare da momenti di tranquillità a momenti di violenza incontrollata. Se non è nota la sua storia, se non è consenziente, se hai anche un solo minimo dubbio sulle sue reazioni Attendi le forze dellordine

19 Slide 19 - Ver. 2.0 Figure professionali presenti sul luogo dellevento îMedici e/o infermieri îForze dellordine îVigili del fuoco îAutorità locali

20 Slide 20 - Ver. 2.0 Figure professionali presenti sul luogo dellevento Ricordati che ogni figura ha una competenza specificaRicordati che ogni figura ha una competenza specifica Relazionati e collabora NON sostituirti a loro

21 Slide 21 - Ver. 2.0 I parenti delle vittime E quasi sempre sugli eventi urgenti che il rapporto con il parente della vittima diventa quasi inesistente e a volte anche brusco. La fretta, la necessità di rapidità di intervento sul paziente portano il soccorritore ad allontanare gli astanti purtroppo, a volte, in malo modo, e tra questi anche i familiari stretti.

22 Slide 22 - Ver. 2.0 I parenti delle vittime Sii comprensivo è il loro familiareSii comprensivo è il loro familiare Allontanali se necessario spiegando il motivo e con toni pacatiAllontanali se necessario spiegando il motivo e con toni pacati Ricordati che non puoi fare diagnosi o dare le condizioni di salute; tranquillizzali rinviandoli per le condizioni cliniche al medico di pronto soccorsoRicordati che non puoi fare diagnosi o dare le condizioni di salute; tranquillizzali rinviandoli per le condizioni cliniche al medico di pronto soccorso

23 Slide 23 - Ver. 2.0 I parenti delle vittime Se sai già di ripartire in urgenza avvisali e raccomanda loro di non seguire lambulanza mettendo a repentaglio la loro vita.Se sai già di ripartire in urgenza avvisali e raccomanda loro di non seguire lambulanza mettendo a repentaglio la loro vita. Se tra gli astanti ci sono bambini fai in modo che vengano allontanati da un parente.Se tra gli astanti ci sono bambini fai in modo che vengano allontanati da un parente. Il familiare potrebbe fornire informazioni utili sulla vittima (ampia)Il familiare potrebbe fornire informazioni utili sulla vittima (ampia)

24 Slide 24 - Ver. 2.0 Aiuto psicologico al soccorritore Ci sono fattori che possono causare una situazione di stress nel soccorritore al punto da rendere necessario un supporto psicologico per esternare, capire e risolvere la situazione prima che possa diventare una condizione grave

25 Slide 25 - Ver. 2.0 Cause principali di stress psicologico Morte del lattante o del bambino Incidenti con molteplici feriti (stragi in autostrada ecc.) Incidenti con pazienti mutilati e/o decapitati Incidenti e/o malori con familiari amici o colleghi coinvolti

26 Slide 26 - Ver. 2.0 Stress psicologico Cosa Faccio? Al termine di eventi particolarmente gravi e/o importanti sarebbe opportuno effettuare un debriefing con personale competente. Lanalisi delle varie fasi del soccorso, può aiutare ad evidenziare i fattori di stress e ad intervenire sulleventuale demotivazione provocata al soccorritore.

27 SPAZIO ALLE DOMANDE A cura di:Sabrina Rossi, Maurizio Capelli, Alessandro Teveri


Scaricare ppt "A cura di:Sabrina Rossi, Maurizio Capelli, Alessandro Teveri Aspetti Emozionali e Relazionali del Soccorso."

Presentazioni simili


Annunci Google