La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il bilancio e le prospettive finanziarie 2007-2013 dellUnione europea Rimini 5 dicembre 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il bilancio e le prospettive finanziarie 2007-2013 dellUnione europea Rimini 5 dicembre 2006."— Transcript della presentazione:

1 Il bilancio e le prospettive finanziarie dellUnione europea Rimini 5 dicembre 2006

2 Le istituzioni UE e la formazione del bilancio Commissione: prepara il progetto preliminare di bilancio, che presenta al Consiglio. Consiglio: adotta il progetto di bilancio e apre formalmente i lavori. Parlamento: adotta il bilancio definitivo. Se il bilancio non è adottato entro il 1° gennaio, scatta il regime dei dodicesimi provvisori (stanziamenti mensili pari ai dodicesimi del bilancio precedente). Nel corso dellanno, la Commissione può presentare un bilancio rettificativo per modificare eventuali entrate/uscite. Il bilancio dellUnione europea

3 Le istituzioni UE e lesecuzione del bilancio Commissione: è responsabile dellamministrazione e dellesecuzione del bilancio dellUE. Corte dei Conti: accerta che il bilancio dellUE sia stato eseguito correttamente, controllando la legittimità e la regolarità delle entrate e delle spese e accertando la sana gestione finanziaria. Parlamento: approva la gestione del bilancio fatta dalla Commissione, dopo aver esaminato la relazione della Corte dei Conti. Il bilancio dellUnione europea

4 Le voci di spesa del bilancio 2006 Agricoltura Azioni strutturali: coesione economica e sociale Politiche interne: trasporti, istruzione, gioventù, cultura, affari sociali, energia, ambiente, ecc. Azioni esterne di cooperazione coi Paesi Terzi Amministrazione: il funzionamento delle Istituzioni UE Riserve: spese non prevedibili Aiuti di preadesione per i Paesi in via di adesione Compensazioni: versamenti che garantiscono che i nuovi Stati membri restino beneficiari netti dopo ladesione Il bilancio dellUnione europea

5 Le entrate dellUE: il sistema delle risorse proprie La decisione di istituire il sistema delle risorse proprie nel 1970 ha fornito lUE di mezzi di finanziamento propri e indipendenti dagli Stati membri. Si tratta di entrate definitivamente assegnate allUE per finanziare il suo bilancio. Esse le spettano di diritto senza che occorra un'ulteriore decisione delle autorità nazionali. Gli Stati membri hanno l'obbligo di effettuare tali versamenti. Il bilancio dellUnione europea

6 Le entrate: ecco le risorse proprie Prelievi agricoli: diritti d'importazione prelevati sui prodotti agricoli provenienti dai Paesi terzi. Dazi doganali: dazi percepiti sulle importazioni alle frontiere esterne in base alla tariffa doganale comune sugli scambi con i Paesi terzi. Aliquota sullimponibile IVA degli Stati membri: aliquota applicata sulle entrate IVA dei singoli Stati membri, fino a un massimo dello 0,5%. Percentuale del RNL di ciascuno Stato membro. Il totale delle risorse proprie non deve superare l1,24% del RNL dellintera UE. Il bilancio dellUnione europea

7 Le entrate: altre risorse Il bilancio UE non è finanziato interamente con le risorse proprie, ma vi concorrono anche altre voci, tra cui: - contributi dei Paesi terzi ad alcuni programmi comunitari - il saldo dell'esercizio precedente - ammende inflitte a imprese europee quando ostacolano la concorrenza o agli Stati quando non applicano la normativa comunitaria Il bilancio dellUnione europea

8 Il bilancio 2006: le spese in Il bilancio 2006: le spese in Agricoltura Azioni strutturali Politiche interne Azioni esterne Amministrazione Riserve Aiuti di preadesione Compensazioni Totale delle spese Il bilancio dellUnione europea

9 Il bilancio 2006: le entrate in Il bilancio 2006: le entrate in Prelievi agricoli Dazi doganali Aliquota IVA Percentuale RNL Altre entrate Totale delle entrate Il bilancio dellUnione europea

10 Azioni strutturali 31,6% Spese agricole 45,5% Politiche interne 7,9% Azioni esterne 4,8% Compensazioni 1,0% Spese amministrative 5,9% Riserve 0,4% Strumenti di preadesione 2,6%

11 Il sistema delle Prospettive finanziarie Le Prospettive finanziarie costituiscono una programmazione delle spese comunitarie per un periodo di più anni in base alle grandi priorità politiche stabilite dalle Istituzioni europee. Esse indicano limporto massimo e la composizione delle spese prevedibili dellUnione nel rispetto dei massimali sulle risorse proprie attribuiti allUE. Sono stabilite dal Parlamento, dal Consiglio dei ministri e dalla Commissione mediante un accordo interistituzionale. Il bilancio dellUnione europea

12 Il sistema delle Prospettive finanziarie Il sistema delle Prospettive finanziarie è volto a rafforzare la disciplina di bilancio e a controllare laumento complessivo delle spese. Da quando questo sistema è entrato in vigore, il bilancio dellUnione è rimasto sempre strettamente sotto controllo, senza mai sfuggire di mano. Le eccedenze prodotte anno dopo anno, in contrasto con le difficoltà finanziarie riscontrate in passato, sono la prova che questa disciplina nella gestione degli stanziamenti funziona. Il bilancio dellUnione europea

13 Il sistema delle Prospettive finanziarie Le Prospettive finanziarie non corrispondono ad un bilancio pluriennale, in quanto la procedura di bilancio annuale resta indispensabile per stabilire l'ammontare effettivo delle spese e la ripartizione tra le varie linee di bilancio. Daltra parte, esse sono obbligatorie in quanto i massimali delle Prospettiva finanziarie devono essere rispettati nella procedura annuale di bilancio. Il bilancio dellUnione europea

14 Il sistema delle Prospettive finanziarie Finora sono stati conclusi quattro accordi interistituzionali di questo tipo: - le Prospettive finanziarie (pacchetto Delors I) - le Prospettive finanziarie (pacchetto Delors II) - le Prospettive finanziarie (Agenda 2000) - le Prospettive finanziarie La Costituzione europea iscrive per la prima volta in un Trattato il sistema delle Prospettive finanziarie, con la denominazione di Quadro finanziario pluriennale ". Il bilancio dellUnione europea

15 Liter delle Prospettive finanziarie Luglio 2004: la Commissione europea propone le prospettive finanziarie : un bilancio di miliardi di (1,24% del RNL), di cui 336 assegnati alla politica regionale Giugno 2005: al Consiglio europeo di Bruxelles, nessun accordo sulla proposta lussemburghese di 872 miliardi di (1,06% del RNL) Dicembre 2005: al Consiglio europeo di Bruxelles, la proposta britannica è al ribasso: un bilancio di 849,3 miliardi di (1,03% del RNL). Si raggiunge comunque in extremis un accordo sulle prospettive finanziarie. Il bilancio dellUnione europea

16 Liter delle Prospettive finanziarie La decisione finale è di un bilancio pari a 862,3 miliardi di (1,045% del RNL). Per la Politica di coesione lo stanziamento è di 307,6 miliardi di (circa 30 miliardi in meno rispetto alla proposta della Commissione). Aprile 2006: approvate le Prospettive finanziarie da parte del Parlamento europeo. Maggio 2006: firmato laccordo interistituzionale sulle Prospettive finanziarie da parte di Consiglio, Commissione e Parlamento. Il bilancio dellUnione europea

17 Focus sul Consiglio europeo di Bruxelles del dicembre a un passo dal fallimento come il precedente Consiglio del giugno 2005; - ruolo importante giocato dal neo-cancelliere tedesco Angela Merkel, che ha proposto di aumentare gli stanziamenti rispetto alla proposta britannica anche se ciò ha comportato un aumento del saldo della Germania, principale contribuente netto dellUnione europea (uno Stato è contribuente netto se versa più contributi alle casse comunitarie rispetto ai finanziamenti europei che riceve); Il bilancio dellUnione europea

18 Focus sul Consiglio europeo di Bruxelles del dicembre Blair ha rinunciato a 10 dei 50 miliardi di che il Regno Unito dovrebbe ricevere nel periodo a titolo del rebate (si tratta di uno sconto, di una restituzione progressiva di denaro, che nel 1984 la Tatcher ha ottenuto alla luce del fatto che il Regno Unito era il massimo contribuente netto dellUE; meccanismo che può essere modificato solo allunanimità). Inoltre Blair si è impegnato a rinunciare definitivamente al rebate dal Chirac ha accettato di rivedere le spese per la PAC tra il 2008 e il Il bilancio dellUnione europea

19 Le Prospettive finanziarie : le nuove rubriche del bilancio Le Prospettive finanziarie propongono una nuova strutturazione delle rubriche, che si basa sulle nuove strategie politiche dell'Unione europea. Le nuove rubriche del bilancio sono 6: - Crescita sostenibile - Conservazione e gestione delle risorse naturali - Cittadinanza, libertà, sicurezza e giustizia - LUE quel partner globale - Amministrazione - Compensazioni Il bilancio dellUnione europea

20 Le Prospettive finanziarie : le nuove rubriche del bilancio Crescita sostenibile Questa rubrica include due filoni dintervento: - le spese finalizzate al miglioramento della competitività, al potenziale di crescita dell'UE e all'impiego, incluse le spese per ricerca, innovazione, istruzione e formazione e per lo sviluppo dellagenda sociale europea; - le spese per sostenere la coesione economica e sociale, la convergenza delle regioni meno sviluppate, lo sviluppo regionale e l'integrazione dei nuovi Stati membri. Il bilancio dellUnione europea

21 Le Prospettive finanziarie : le nuove rubriche del bilancio Conservazione e gestione delle risorse naturali I quattro settori della rubrica riguardano: - le spese per le politiche agricole; - i fondi di sviluppo rurale; - gli aiuti per il settore ittico; - gli stanziamenti per la protezione dell'ambiente. Il bilancio dellUnione europea

22 Le Prospettive finanziarie : le nuove rubriche del bilancio Cittadinanza, libertà, sicurezza e giustizia Questa rubrica riflette l'importanza crescente dei settori: - giustizia e affari interni, protezione delle frontiere, politica in materia di immigrazione e asilo; - salute pubblica e protezione dei consumatori; - cultura e gioventù; - informazione e dialogo con i cittadini. Il bilancio dellUnione europea

23 Le Prospettive finanziarie : le nuove rubriche del bilancio L'Unione europea come partner globale La rubrica raggruppa tutte la azioni esterne, tra cui: - lo strumento di preadesione (IPA) che sostiene ladesione di Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Serbia, Montenegro, ex Repubblica Federale di Macedonia e Turchia, subentrando a PHARE, ISPA, SAPARD, CARDS e al programma per la Turchia; - lo strumento europeo di vicinato e partenariato (ENPI) che si rivolge ai Paesi limitrofi della UE; - lo strumento per gli aiuti umanitari. Il bilancio dellUnione europea

24 Le Prospettive finanziarie : le nuove rubriche del bilancio Amministrazione In questa rubrica confluiranno le spese amministrative, che includono le spese delle istituzioni diverse dalla Commissione europea, le pensioni e le scuole europee. La novità consiste nel fatto che le spese amministrative della Commissione europea vengono inserite direttamente nelle corrispondenti rubriche operative e non iscritte nella presente rubrica. Compensazioni Importi di compensazione per il futuro allargamento dell'Unione. Il bilancio dellUnione europea

25 Il bilancio provvisorio 2007: le spese in Il bilancio provvisorio 2007: le spese in Crescita sostenibile Conservazione e gestione delle risorse naturali Cittadinanza, libertà, sicurezza e giustizia LUE quale partner globale Amministrazione Compensazioni Totale delle spese Il bilancio dellUnione europea

26 Il bilancio provvisorio 2007: le entrate in Il bilancio provvisorio 2007: le entrate in Prelievi agricoli e Dazi doganali Aliquota IVA Percentuale RNL Altre entrate Totale delle entrate Il bilancio dellUnione europea

27


Scaricare ppt "Il bilancio e le prospettive finanziarie 2007-2013 dellUnione europea Rimini 5 dicembre 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google