La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIOTFS Indennità di Anzianità (Legge n. 70/1975) Indennità di Buonuscita (D.P.R. n. 1032/1973) Indennità Premio di Servizio (Legge.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIOTFS Indennità di Anzianità (Legge n. 70/1975) Indennità di Buonuscita (D.P.R. n. 1032/1973) Indennità Premio di Servizio (Legge."— Transcript della presentazione:

1

2 TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIOTFS Indennità di Anzianità (Legge n. 70/1975) Indennità di Buonuscita (D.P.R. n. 1032/1973) Indennità Premio di Servizio (Legge n. 152/1968 ) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO TFR TFR TFR art CC

3 NORMATIVA TFS DIRITTO dopo un anno di iscrizione rapporto a tempo indeterminato o di ruolo- il periodo inferiore lanno non si riscatta è utile ex sé rapporto a tempo determinato docenti dal incaricati e dal 1981 supplenti sono iscritti se lincarico è coincidente con lanno scolastico. Ata sono iscritti dopo un anno Tutti i periodi dincarico inferiori allanno si possono riscattare

4 Peculiarietà DIRITTO ALLE PRESTAZIONI DI BUONUSCITA E IPS cessazione del rapporto previdenziale legge 662/96 CONTINUITA ISCRITTIVA PREVIDENZIALE RISOLUZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO ENTRO IL EX INADEL RIASSUNZIONE TRATTENIMENTO O RICHIAMO IN SERVIZIO REVOCA DEL PROVVEDIMENTO DI CESSAZIONE

5 Prevista la contribuzione del lavoratore e dellAmministrazione datrice di lavoro Prevista la contribuzione del lavoratore e dellAmministrazione datrice di lavoro Buonuscita: 9,60% = 2,50% Lavor. + 7,10% Amm.ne Ips : 6,10%= 2,50%Lavor.+3,60%Amm.ne Calcolo della prestazione basato sulla retribuzione goduta alla cessazione Calcolo della prestazione basato sulla retribuzione goduta alla cessazione Caratteristiche generali dei Trattamenti di fine servizio - TFS (Buonuscita e IPS) Gli anni utili si arrotondano per eccesso o difetto

6 Trattamento di fine servizio (BU – IPS) Contribuzione del lavoratore e datore di lavoro Computo rapportato alla base retributiva goduta alla cessazione

7 Tipologia personale stataleRegime Con contratto a tempo indeterminato o di ruolo in servizio al TFS Indennità anzianità/buonuscita/IPS Con contratto a tempo indeterminato o di ruolo in servizio dal 1° gennaio 2001 TFR Con contratto a tempo determinato in essere al 30 maggio 2000 e in possesso di unanzianità contributiva inferiore allanno e dal 31 maggio 2000 TFR Con contratto a tempo determinato in essere al 30 maggio 2000 e in possesso di unanzianità contributiva pari o superiore allanno TFS montante + TFR

8 Il passaggio al TFR nel pubblico impiego per tutti i nuovi assunti di ruolo o iti dal 1° gennaio 2001 (articolo 74, comma 3, legge n° 388/2000) per i lavoratori assunti a tempo determinato dal 30 maggio °Gennaio20011°Gennaio Maggio Maggio.2000

9 RIMANGONO AL MOMENTO IN REGIME DI TFS, INDIPENDENTEMENTE DALLA LORA DATA DI ASSUNZIONE I MAGISTRATI ORDINARI,AMMINISTRATIVI E CONTABILI GLI AVVOCATI ED I PROCURATORI DELLO STATO IL PERSONALE MILITARE E DELLE FORZE DI POLIZIA IL PERSONALE DELLE CARRIERE DIPLOMATICA E PREFETTIZIA I PROFESSORI ED I RICERCATORI UNIVERSITARI I DIPENDENTI DELLA CAMERA DEI DEPUTATI, DEL SENATO DELLA REPUBBLICA E QUELLI DEL SEGRETARIO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA. Specifici interventi legislativi o regolamentari adegueranno la struttura retributiva e contributiva di tali comparti allattuazione del Tfr e Previdenza Complementare

10 Decreto legge sulla manovra 31 maggio 2010 n.78 art. 12 comma 10 conv in legge 122/2010 Dipendenti pubblici in regime di TFS Dal normativa TFR Fino al – normativa TFS

11 Decreto legge sulla manovra 31 maggio 2010 n.78 art. 12 comma 10 conv in legge 122/2010 Dipendenti pubblici in regime di TFS LUCI E OMBRE Nota del 1° ottobre 2010 parere del Ministero del Lavoro circ.Inpdap 17 – 8 ottobre –il periodo al x Ra/13 alla cessazione : accantonamento del 6,91% dal rivalutato 3.-la disciplina fiscale (TFS + TFR) sarà quella del TFS 4.-le voci retributive del TFS ancorchè in TFR 5.-decesso in servizio norme del TFS 6.-ladesione alla complementare dopo il non chiarita punto 5.6 della circolare inpdap

12 RAPPORTI A TEMPO INDETERMINATO TFR 6,91% Prestazione INPDAP alla cessazione TFS Regime TFS PERSONALE già in servizio al 31/12/2000 Montante del TFS ANNI AL RETRIBUZIONE ALLA CESSAZIONE Legge 122/2010

13 TFS TFS Ra + 13^: 15 alla cessazione Ra + 13^: 15 alla cessazione Computo degli accantonamenti annui di TFR 6,91 % Dal Rivalutazione degli accantonamenti annui TFR (ex art C. Civ.) + + Prestazione complessiva finale diTFS TASSAZIONE SECONDO NORMATIVA TFS TASSAZIONE SECONDO PRECEDENTE NORMATIVA TFS Calcolo del periodo alla data del Alliscritto RAPPORTI A TEMPO INDETERMINATO LEGGE 122/2010

14 Settore pubblico Enti locali e sanità - Legge n° 152/68 Indennità premio fine servizio (ex INADEL) - 1/15° dell80% della retribuzione degli ultimi 12 mesi di servizio con 13^ per ogni anno di servizio utile oppure si divide per 18,75% - la retribuzione è formata solo dagli emolumenti fissi e ricorrenti (tabellare, RIA, ad personam) e dalla 13 a mensilità - la IIS entra per intero dal 1982 I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

15 Decreto legge sulla manovra 31 maggio 2010 n.78 art. 12 comma 10 conv. in legge 122/2010 Dipendenti - Pubblici in regime di TFS COSA FARE ENTRO IL Verificare ed accertare lanzianità contributiva TFS Riscattare eventuali periodi o servizi Calcolare individualmente il periodo al Valutare lopportunità di aderire ad Espero entro il La liquidazione finale sarà composta da due capitali TFS-TFR con tassazione TFS

16 Decreto legge sulla manovra 31 maggio 2010 n.78 art. 12 comma 10 conv. in legge 122/2010 Dipendenti - Pubblici in regime di TFS SIMULAZIONE DINAMICA TFS SU TRE ANNI retribuzione euro aa montante montante Euro Euro Euro Euro Euro legge 122/2010 Euro 66,500 Euro legge 122/2010 Euro 66,500 Euro opzione previdenza complementare Euro Euro opzione previdenza complementare Euro

17 RAPPORTI A TEMPO INDETERMINATO Sottoscrizione Scheda adesione al Fondo P. OPZIONE per il TFR TFR 4,91% 2%2%2%2% Prestazione INPDAP alla cessazione al Fondo pensione Aderisce alla Previdenza complementare Segue TFS Regime TFS PERSONALE già in servizio al 31/12/2000 OPTANTI Montante del TFS DATI FONDAMENTALI ANNI/RETRIBUZIONE

18 TFR per il personale «optante» TFS = TFR TFS fino alladesione al Fondo = primo accantonamento per il TFR Rivalutazione dellaccantonamento TFS (ex art C. Civ.) Computo degli accantonamenti annui di TFR 4,91 % su voci retributive TFR dalladesione alla cessazione Rivalutazione degli accantonamenti annui TFR (ex art C. Civ.) Sottoscrizione scheda adesione al Fondo Pensione (opzione per TFR) Prestazione complessiva finale diTFR SI TASSAZIONE SECONDO NORMATIVA TFR TASSAZIONE SECONDO PRECEDENTE NORMATIVA TFS Calcolo prestazione TFS fino alla data di adesione al Fondo P. Alliscritto

19 ESEMPIO DI CALCOLO DEL PERIODO legge sulla manovra 122/ DATA ASSUNZIONE DI RUOLO DEC. ECONOMICA Servizio Riscatti Totale gg. 21 mm. 03 anni 31 mm. 05 anni 04 gg. 21 mm. 08 anni 35 Arrotondamento a 36 anni

20 Esempio contribuzione lavoratore «optante» (in servizio ante 2001) A LORDO DEI BENEFICI FISCALI + bonus davvio 1% o 0,50% per 12 mesi + eventuale quota aggiuntiva lavoratore 1% 2%

21 COMPOSIZIONE CONTRIBUZIONE OPTANTE dei 1040 Euro versati Fondo Espero/Perseo PARACADUTE 5,79% fis. 42,31% sta. 51,92% lav. EUROEURO

22 Esempio contribuzione lavoratore assunto dopo il 31/12/2000 A LORDO DEI BENEFICI FISCALI + + bonus davvio 1% o 0,50% per 12 mesi + eventuale quota aggiuntiva lavoratore 1% 2% 3% 4% 5% 6% 7% 8% 9% 10%

23 Esempio contribuzione lavoratore assunto dopo il 31/12/2000 A LORDO DEI BENEFICI FISCALI + + bonus davvio 1% o 0,50% per 12 mesi + eventuale quota aggiuntiva lavoratore 1% 2% 3% 4% 5% 6% 7% 8% 9% 10%

24 COMPOSIZIONE CONTRIBUZIONE ADERENTE IN REGIME DI TFR Paracadute

25 Decreto legge sulla manovra 31 maggio 2010 n.78 Dipendenti Pubblici TFS -TFR La liquidazione sarà rateizzata Invariata in unica soluzione per i cessati entro il Successivamente importo lordo pari o inferiore ai euro unica soluzione In due importi annuali se superiore a ed inferiore ai In tre importi annuali se limporto è pari o superiore ai euro I termini restano quelli previsti dalla legge 140/97 (105 gg o 270gg)

26 Settore pubblico Parastato - Legge n° 70/75 Indennità di anzianità - 1/12 dell100% dellultima retribuzione per ogni anno di servizio utile - la retribuzione è formata solo dagli emolumenti fissi e ricorrenti (tabellare, RIA, ad personam) e dalla 13 a mensilità - la IIS entra solo al 30% fino al 2002, al 70% dal 2003 al 85% dal % dal I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

27 Settore pubblico I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

28 Trattamenti di fine servizio - TFS Indennità di Anzianità ( enti pubblici non economici - «Parastato» ) FINANZIAMENTO - CONTRIBUZIONE :FINANZIAMENTO - CONTRIBUZIONE : PRESTAZIONE:PRESTAZIONE erogata dallo stesso Ente datore di lavoro : Voci Stip.li annue lorde Altre eventuali voci utili R.I.A. 100 % I.I.S. +) +) ++ [( ) : 12 x anni di servizio LEnte pubblico datore di lavoro provvede a suo carico allaccantonamento annuale delle risorse economiche necessarie per la liquidazione della futura prestazione alla cessazione del lavoratore. RIVALSA CONTRIBUZIONE AGGIUNTIVA ART. 3 LEGGE 297 DEL (0.30 DAL E 0.20 DAL ) A CARICO DEL LAVORATORE 70% fino al – 85% dal – 100% dal % fino al – 85% dal – 100% dal

29 Trattamenti di fine servizio - TFS Indennità di Buonuscita Indennità di Buonuscita (ex ENPAS) cessazioni prima dei rinnovi CCNL (fino al 2002) (2,50%) (Quota a carico dell'iscritto: 2,50%) FINANZIAMENTO - CONTRIBUZIONE :FINANZIAMENTO - CONTRIBUZIONE : PRESTAZIONE:PRESTAZIONE erogata dallINPDAP : Voci Stip.li annue lorde Altre voci utili R.I.A. 60 % I.I.S. +++ [( 9,60 % ) x 80 % ] x 9,60 % Voci Stip.li annue lorde Altre voci utili R.I.A. 60 % I.I.S. +++ [( ) x 80 % ] : 12 x anniutili

30 Trattamenti di fine servizio - TFS Indennità di Buonuscita Indennità di Buonuscita (ex ENPAS) cessazioni dopo i rinnovi dei CCNL (dal 2003) (Quota a carico dell'iscritto: 2,50%) FINANZIAMENTO - CONTRIBUZIONE :FINANZIAMENTO - CONTRIBUZIONE : PRESTAZIONE:PRESTAZIONE erogata dallINPDAP : Voci Stip.li annue lorde Altre voci utili R.I.A. intera I.I.S. +++ [( 9,60 % ) x 80 % ] x 9,60 % Voci Stip.li annue lorde Altre voci utili R.I.A. intera I.I.S. +++ [( ) x 80 % ] : 12 x anniutili Oppure : Ra + 13^ : 15 x anni utili

31 Trattamenti di fine servizio - TFS Indennità di premio servizio - I.P.S. Indennità di premio servizio - I.P.S. (ex INADEL) (2,50%) (Quota a carico dell'iscritto: 2,50%) FINANZIAMENTO - CONTRIBUZIONE :FINANZIAMENTO - CONTRIBUZIONE : PRESTAZIONE:PRESTAZIONE erogata dallINPDAP : Voci Stip.li annue lorde Altre voci utili R.I.A. 100% I.I.S. +++ [( 6,10% ) x 80 % ] x 6,10% Voci Stip.li annue lorde (ultimi dodici mesi) Altre voci utili R.I.A. 100% I.I.S. +++ [( ) x 80 % ] : 15 x anniutili Oppure : 18,75 x anni utili Oppure : 18,75 x anni utili

32 Indennità di premio servizio - I.P.S. Indennità di premio servizio - I.P.S. (ex INADEL) - stipendio tabellare ( per tredici mensilità); - R.I.A. ( per tredici mensilità ); - I.I.S. ( per tredici mensilità fino al , perché dal successivo 1° gennaio è ricompera nello stipendio tabellare ); - importo relativo alla differenza della I.I.S. in godimento da parte del personale della Categoria B e D rispetto allimporto conglobato nello stipendio ( per tredici mensilità ); - indennità di vigilanza ( per dodici mensilità); - indennità corrisposta al personale educativo e docente scolastico di cui allart. 37 comma 1, lettere c d ed e del CCNL e successivi incrementi ( per dodici mensilità); - indennità di direzione e di staff, già corrisposta ai sensi dellart. 45 comma 1 del DPR 333/90 al personale dellex qualifica VIII e attualmente ricompresa nella retribuzione di posizione; - indennità di Euro 64,56 lorde, di cui allart. 4 comma 3 del C.C.N.L ( per dodici mensilità ).

33 Es: di arrotondamento periodo utile ai fini del TFS-indennità di buonuscita art.18 dpr 1032/1973 gg. 00 mm. 06 aa. 30 = gg. 29 mm. 05 aa. 30 = gg. 01 mm. 06 aa. 30 = ANNI 30 ANNI 31 La frazione danno uguale o inferiore ai sei mesi si trascura La frazione danno superiore ai sei mesi si computa ad anno intero

34 TFS 1 giorno = 1 anno docente di scuola media Retribuzione annua ,87 :12 x 13 : 15 = 2.003,36 tassa 269,33 netto euro 1.734,03

35 TFR 1 anno docente di scuola media Retribuzione annua X 6,91% = 2.314,85 tassa euro 532,42 euro 1.782,43

36 ESEMPIO DI CALCOLO DEL PERIODO DATA DI CESSAZIONE O DI ADESIONE AL Fondo DATA ASSUNZIONE DI RUOLO DEC. ECONOMICA Servizio Riscatti Totale gg. 26 mm. 00 anni 26 mm. 05 anni 04 gg. 26 mm. 05 anni 30 Arrotondamento a 30 anni

37 PERSONALE DIRIGENTE AREA V SCUOLA (ivi compresi i direttori comma 9 dellart.25 del decreto D.l.vo n.165) EMOLUMENTI VALUTABILI IN TFS ( ) + STIPENDIO TABELLARE PER 13 MENSILITA INDENNITA INTEGRATIVA SPECIALE PER 13 MENSILITA (dal è conglobata nello stipendio per un totale ,98 annuo c/13^) RETRIBUZIONE DI POSIZIONE PER 13 MENSILITA (euro 1.477,07 parte fissa- ad un Max di ,14 euro)

38 PERSONALE DIRIGENTE AREA V SCUOLA (ivi compresi i direttori comma 9 dellart.25 del decreto D.l.vo n.165) EMOLUMENTI VALUTABILI IN TFS (C.C.N.L ) – – STIPENDIO TABELLARE ,98 C/13^ ,98 C/13^ RIA RETRIBUZIONE DI POSIZIONE PER 13 MENSILITA (euro 1.529,07 parte fissa + 13^ + variabile un Max di euro ) (euro 2.270,72 dal (euro 2.530,72 dal NOTA OPERATIVA INPDAP N.11 DEL

39 TFS contratto dirigenti esempio : 6O.000 euro annui : 12 x 13 : 15 = euro Annualita x anni utili ARROTONDAMENTO DEL PERIODO art.18 dpr 1032/73 Frazione danno superiore ai 6 mm si computa anno intero se uguale o inferiore ai 6 mm si trascura euro gg.01 mm 06 aa 26 ( 27) 0,000 euro gg 00 mm 06 aa 26 (26)

40 Contratto personale del Comparto Scuola Quadriennio normativo 2006/2009 Biennio economico 2006/2007 TFS voci retributive utili stipendio tabellare eventuali ore eccedenti se istituzionalmente previste posizione economica personale ATA aree A e B (art.50 comma 1) TFR oltre le voci di cui sopra dal retribuzione professionale docenti compenso individuale accessorio personale ATA misura base della indennità di direzione ( art.56 comma 2)

41 Contratto personale del Comparto Scuola Quadriennio normativo 2006/2009 Biennio economico 2006/2007 TFR Retribuzione Professionale Docenti al personale con rapporto di impiego a tempo determinato fino al termine delle attività scolastiche nonché al personale insegnante di religione cattolica con rapporto di durata annuale. A queste ultime categorie di personale la RPD spetta per un massimo di dieci mesi per ciascun anno. Pertanto la RPD non compete ai supplenti brevi e saltuari. Rifer. normativi (Circolare Ministeriale n. 118/2000 prot. n.1365) Inpdap n. 6 del 12.2/2008 e 23 del

42 CONTRATTO SCUOLA GRADONE MATURAZIONE DOPO ANNI (individuabili sotto la voce SC busta paga) INIZIALE I 3 II 9 III 15 IV 21 V 28 VI 35

43 ES. CALCOLO ECONOMICO ALLOPZIONE DOC.SCUOLA MEDIA MATURA GRADONE V AL ( DA ,87 A ,05) FONDO OPTA ,87:12X13:15X30 = ,90 TFR 4,91% = ,21 RIVALUTAZIONE TFS/TFR = 3.783,03 CONTRIBUTI + TFR = 2.990,15 RENDIMENTO 3% = 250,42 TOTALE ,14 600,00 contrib.lavoratore ,14 vers. per 24 mm TFS ,05 :12 x 13 :15 x 32 = ,85 X 33 = 71, ( eventuale arrotondamento )

44 RAFFRONTO MONTANTI E TEMPO DATTESA MATURAZIONE GRADONE MATURAZIONE GRADONE SOLO PER GLI OPTANTI

45 TFR e Previdenza complementare nel pubblico impiego finanziamento TFR, è voce fondamentale di finanziamento della Previdenza complementare Lestensione del TFR ai pubblici dipendenti per la P. C. si rende necessaria per la valorizzazione e la destinazione mensile delle somme accantonate a fronte della casualità del TFS

46 INSEGNANTI DI RELIGIONE CATTOLICA EQUIPARATI AGLI I.T.I. O DI RUOLO SE ASSUNTI ANTE ED HANNO SVOLTO IL SERVIZIO SENZA SOLUZIONE DI CONTINUITA EQUIPARATI AGLI INCARICATI A TEMPO DETERMINATO SE PERIODO PRECARIO

47 ATA ISCRITTI AL FONDO PREVIDENZA DAL ART.1 DELLA LEGGE 1077/ 1966 A TEMPO DETERMINATO 1 ANNO CONTINUATIVO DOCENTI INCARICATO ANNUALE ( SENTENZA 40/1973 DELLA CORTE COSTITUZIONALE) ISCRITTO DAL LA LEGGE 392/1981 HA ISTITUITO IL SUPPLENTE ANNUALE ENTRAMBE LE FIGURE DEVONO FAR VALERE UN SERVIZIO COINCIDENTE CON LANNO SCOLASTICO ( 1 ANNO)

48 PERSONALE DOCENTE – ATA a tempo indeterminato optante in altri profili a tempo determinato artt.33 e 58 del CCNL LAran con parere del ha inteso prorogare fino alla alla firma del prossimo contratto nazionale quadriennale la facoltà di accettare contratti a tempo determinato di durata annuale al personale a tempo indeterminato o di ruolo ( 3 ANNI + … TFS TFR TFS

49 TFRriscatto Il TFR non prevede genericamente il riscatto Larticolo 1, comma 9 del D.P.C.M. ammette il riscatto esclusivamente a certe condizioni: a) essere a) essere in servizio al 30/5/2000 (TFR) + b) b) periodi di lavoro a tempo determinato: - antecedenti al 30/5/ senza iscrizione allINPDAP - senza liquidazione di indennità di fine servizio da parte del datore - la domanda deve essere presentata in costanza di servizio Analisi delle specificità - Riscatti

50 Esempi di riscatto ai fini del TFS e del TFR Gli effetti del riscatto sono analoghi, in regime di TFR, anche se si tratta di lavoratori dipendenti da Enti locali/Sanità (con applicazione della normativa riscatto IPS). Voci Stipendiali annue (comprensive della 13a) alla data della domanda: ,00 Limiti di età per la cessazione dal servizio: anni 65 Età delliscritto alla data della domanda Il riscatto comporta quasi sempre una convenienza economica per liscritto: ­in virtù del beneficio fiscale specialmente a far data dal ­aliquota marginale ,9%

51 . Voci Stipendiali annue (comprensive della 13a) in godimento alla data della domanda ,00 Limiti di età per la cessazione dal servizio anni 65 Aliquota marginale IRPEF considerata (anno 2003) 32% Esempio di riscattoai fini del TFS e del TFR

52 NORMATIVA TFR DIRITTO incarico pari o superiore ai 15 gg in essere dal Tutti i periodi dincarico inferiori allanno si possono riscattare se svolti ante e se in servizio alla predetta data

53 PRESTAZIONE:PRESTAZIONE erogata dallINPDAP : Voci Stip.li annue lorde Altre voci utili R.I.A. 100% I.I.S [( ) X 6,91% per ogni anno Trattamento di fine rapporto - TFR per i dipendenti pubblici iscritti allINPDAP Trattamento di fine rapporto - TFR per i dipendenti pubblici iscritti allINPDAP (in seguito allapplicazione dei DD.P.C.M.) FINANZIAMENTO - CONTRIBUZIONE :FINANZIAMENTO - CONTRIBUZIONE : NESSUNA QUOTA A CARICO DELLISCRITTO (art. 1, comma 2 del DPCM 20/12/1999) Voci Stip.li annue lorde Altre voci utili R.I.A. 100% I.I.S. +++ [( ) x 80 % ] x Aliquota di comparto + + [ rivalutazione ai sensi dellarticolo 2120 Cod. Civ. ]

54 Articolo 2120 codice civile e legge n° 297/82 Equiparazione operai e impiegati e generalizzazione del trattamento di fine rapporto (T.F.R.) in misura uguale per tutti i dipendenti La quota annua di TFR, frazionabile a 12 imi, è pari alla retribuzione annua, formata dagli elementi non occasionali, divisa per il coefficiente 13,5 IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Settore privato

55 Articolo 2120 codice civile e legge n° 297/82 Laccantonamento è rivalutato alla fine di ciascun anno in base ad un coefficiente formato dalla somma fra il 75% dellindice ISTAT costo vita e l1,5% fisso In caso di cessazione del rapporto di lavoro in corso danno lindice ISTAT viene rilevato a quella data e l1,5% è frazionato a 12 imi IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Settore privato

56 Articolo 2120 codice civile e legge n° 297/82 Il passaggio fra la vecchia e la nuova normativa è avvenuto calcolando il maturato alla data del 31 maggio 1982 in base ai criteri preesistenti. Quellimporto ha costituito il fondo individuale che è stato rivalutato in base alla variazione dellindice ISTAT fra maggio e dicembre 1982 ed in ciascuno degli anni successivi insieme ai futuri accantonamenti IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Settore privato

57 Articolo 2120 codice civile e legge n° 297/82 In termini di costo del lavoro tale misura, fatta 100 la retribuzione, è pari a: 100 : 13,5 = 7,41% da tale quota viene dedotto un importo pari allo 0,50% che viene versato allInps(f.garanzia), portando il costo a: 7,41 - 0,50 = 6,91% IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Settore privato

58 Articolo 2120 codice civile e legge n° 297/82 A tale costo vanno ovviamente aggiunti gli oneri derivanti dalla rivalutazione della quota maturata da ciascun lavoratore Il costo del TFR è tutto a carico del datore di lavoro IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Settore privato

59 Articolo 2120 codice civile e legge n° 297/82 Il TFR è però, soprattutto, una componente della retribuzione la cui erogazione è differita al momento della cessazione del rapporto di lavoro e non è soggetto ad alcun rischio, fatta accezione per il caso di insolvenza del datore di lavoro, vicenda questultima che trova però copertura attraverso lo specifico Fondo di Garanzia presso lINPS. IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Settore privato

60 TFS TFR Il vero differenziale fra le due normative è rappresentato dalla carriera La componente Indennità Integrativa Speciale, che per lungo tempo è stata una variabile rilevante della retribuzione, è diventata sempre meno influente, fino allultimo inserimento globale.

61

62

63

64

65 Settore pubblico Per i dipendenti dello Stato e del comparto enti locali e sanità il lavoratore concorre al finanziamento del trattamento Per i dipendenti del comparto del parastato il trattamento è a totale carico dellente datore di lavoro I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

66 Settore pubblico Fatta quindi eccezione per il parastato, per il quale la gestione del trattamento di fine servizio ha caratteristiche molto simili a quelle del settore privato, nel settore pubblico la gestione è affidata allINPDAP (ex INADEL o ex ENPAS) ed ha natura sostanzialmente previdenziale I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

67 Settore pubblico Tale gestione, tuttavia, presenta problemi rilevanti tipici di tutte le gestioni finanziarie a ripartizione, allinterno dei quali, fra laltro, assume particolare rilevanza ogni variazione significativa dei flussi di ingresso e di uscita dei lavoratori, tanté che in tempi non lontani il legislatore è dovuto intervenire per differire nel tempo (6 mesi) la liquidazione della prestazione a fronte di talune cessazioni dal servizio (legge n° 140/97) I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

68 Il passaggio al TFR Lopzione doveva essere presentata entro il 2001, prorogata al 2005, e con una recente ipotesi di accordo ( ) al 31 dicembre 2010 ha effetto dalla data in cui viene presentata comporta la automatica adesione alla previdenza complementare

69 I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO Lopzione per coloro che optano verrà calcolato il trattamento spettante (Buonuscita, IPS, Indennità anzianità) alla data dellopzione in base alle preesistenti normative tale quota base verrà poi successivamente incrementata dagli accantonamenti annui e dalle rivalutazioni previste dalla normativa del TFR Il passaggio al TFR

70 Retribuzione: Intero stipendio tabellare Intera indennità Integrativa Speciale Intera tredicesima mensilità Intera retribuzione individuale di anzianità Interi altri emolumenti già utili in base alle preesistenti norme dei precedenti trattamenti Interi altri emolumenti individuati dalla contrattazione di comparto I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

71 Il passaggio al TFR CCNL Autonomie Locali ( ) Art. 49 Trattamento di fine rapporto di lavoro 1. La retribuzione annua da prendersi a base per la liquidazione del trattamento di fine rapporto di lavoro ricomprende le seguenti voci: a) trattamento economico iniziale; b) incrementi economici correlati alla progressione economica nella categoria; c) indennità integrativa speciale; d) tredicesima mensilità; e) retribuzione individuale di anzianità; f) retribuzione di posizione; g) indennità di direzione di L di cui all'art.17, comma 3, del CCNL dell' ; h) indennità di vigilanza di L e di L cui all'art.37,comma 1, lett. b) del CCNL del ; i) indennità del personale educativo degli asili nido di L annue lorde di cui all'art.37, comma 1, lett. c, del CCNL del ; indennità del personale insegnante delle scuole materne, delle scuole elementari e delle scuole secondarie di L annue lorde, di cui all'art.37, co.1, lett. d) del CCNL del ; indennità del personale docente di cui all'art.32-bis del presente CCNL; j) indennità di L annue lorde per il personale docente dei centri di formazione professionale; k) indennità specifica per il personale appartenente alla ex terza e quarta qualifica professionale di L ; l) assegni ad personam non riassorbibili.

72 Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro dei segretari comunali e provinciali per il quadriennio normativo e per il Biennio economico (16 maggio 2001) Articolo 56 Trattamento di fine rapporto di lavoro 1.La retribuzione da prendersi a base per la liquidazione del trattamento di fine rapporto di lavoro del segretario ricomprende le seguenti voci: - trattamento stipendiale di fascia; - indennità integrativa speciale; - retribuzione individuale di anzianità, ove acquisita; - retribuzione di posizione; - maturato economico annuale, ove spettante; - retribuzione aggiuntiva del segretario titolare di segreteria convenzionate; - diritti di segreteria Il passaggio al TFR I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

73 Il passaggio al TFR CCNL integrativo Ministeri ( ) Art. 32 (Trattamento di fine rapporto) 1. La retribuzione annua da prendersi a base per la liquidazione del trattamento di fine rapporto di lavoro ricomprende le seguenti voci: a) Trattamento economico tabellare, comprensivo della posizione super ove acquisita; b) Retribuzione individuale di anzianità comprensiva della maggiorazione per esperienza professionale - ex art. 9 D.P.R. 44/1990 ed ex art. 47 D.P.R. 266/1987; c) Indennità integrativa speciale; d) Indennità di amministrazione di cui all'articolo 33 del CCNL sottoscritto il ; e) Indennità di posizione, di cui all'art. 18 del CCNL sottoscritto il ; f) Tredicesima mensilità; g) Assegni ad personam - ove spettanti - sia non riassorbibili che riassorbili limitatamente alla misura ancora in godimento all'atto della cessazione dal servizio. I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

74 Il passaggio al TFR CCNL integrativo del CCNL del comparto sanità ( ) Art. 46 Trattamento di fine rapporto di lavoro 1. La retribuzione annua da prendersi a base per la liquidazione del trattamento di fine rapporto di lavoro ricomprende le seguenti voci: a)trattamento economico iniziale di cui alla tabella B, colonna E, prospetto n.2 del CCNL relativo; al biennio economico ; b)fasce economiche di sviluppo professionale in godimento ai sensi dellart. 30, comma 1, lettera b) del CCNL 7 aprile 1999; c)indennità integrativa speciale; d)tredicesima mensilità; e)retribuzione individuale di anzianità; f)eventuali assegni ad personam, ove spettanti, sia non riassorbibili che riassorbibili limitatamente alla misura ancora in godimento allatto della cessazione dal servizio; g)indennità di funzione per posizione organizzativa; h)indennità professionali specifiche; i)indennità di coordinamento di cui allart. 10 del CCNL relativo al II biennio economico Il presente articolo entra in vigore dal 31 dicembre 2001.

75 La tassazione del TFS e del TFR Prima del decreto legislativo n° 47/2000 i trattamenti di fine rapporto ed equipollenti erano tassati a tassazione separata con aliquota interna con una franchigia di esenzione pari a 309,87 (ex lire ) per ogni anno utile a tale fine. Tale tassazione avveniva a titolo definitivo.

76 Il Trattamento Fiscale Per la tassazione futura rimane il vecchio criterio pro quota (compresa la franchigia di 309,87 euro) per tutto il maturato al , mentre per gli accantonamenti dal vi sarà la tassazione disgiunta fra la componente capitale (accantonamenti) e la componente finanziaria (rivalutazioni). Quella capitale con criteri similari a quelli pregressi, ma senza più alcuna franchigia e a titolo di acconto, quella finanziaria con laliquota del 11%. IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO

77 La tassazione del TFS Contribuzione dedotta Prestazione tassata Contribuzione non dedotta Prestazione non tassata IL PRINCIPIO DELLA CORRELAZIONE

78 Il Trattamento Fiscale Lemanazione del decreto legislativo n° 47/2000 ha lasciato inalterati i criteri di tassazione del TFS, comprensivi dei preesistenti benefici fiscali, e cioè labbattimento dallimponibile della quota di trattamento pagata dal lavoratore e pari al: 26,04% (2,50% : 9,60%) per lex ENPAS 40,98% (2,50% : 6,10%) per lex INADEL in aggiunta alla franchigia di 309,87 euro annui I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

79

80

81 TFR IRPEF Aliquota TFR netto

82 La trattenuta del 2,50% Per tutti i nuovi assunti e per gli optanti la introduzione del TFR comporterà la soppressione della trattenuta del 2,50% a carico del lavoratore Tale soppressione dovrà avvenire con invarianza della retribuzione imponibile ai fini fiscali, della retribuzione netta, di quella utile ai fini previdenziali e di quella di riferimento ai fini contrattuali I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

83 La trattenuta del 2,50% Linvarianza viene realizzata attraverso la riduzione della retribuzione lorda di un importo pari al contributo soppresso ed attraverso un incremento figurativo di pari importo ai fini previdenziali e del calcolo del TFR, nonché ad ogni fine contrattuale e della determinazione della massa salariale ai fini contrattuali I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

84 Laccantonamento TFR Per i dipendenti iscritti allINPDAP (ex INADEL ed ex ENPAS) tutta la gestione del TFR rimane allo stesso istituto presso il quale continuano a confluire le contribuzioni degli enti nella misura vigente A causa della carenza delle risorse non è stato però risolto il problema delle anticipazioni I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

85 Le anticipazioni del TFR Dopo almeno 8 anni di anzianità aziendale Per lacquisto o la costruzione della prima casa per sé o per i figli Per sostenere spese mediche o chirurgiche Per le spese da sostenere durante i congedi formativi (legge n° 53/2000) e per il sostegno economico durante i congedi parentali ( decreto legislativo n° 151/2001) Anticipazione fino al 70% del TFR maturato Entro un massimo del 10% degli aventi diritto Entro un massimo del 4% dei dipendenti I TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO

86

87 LA BUSTA PAGA Comparto autonomie locali

88 LA BUSTA PAGA Comparto autonomie locali

89 LA BUSTA PAGA Comparto Parastato Elementi significativi per calcolo Non essendoci la trattenuta del 2,50%, nulla cambia sulla busta paga IIS dal entra al 85%

90 IPS e TFR a confronto

91 Buonuscita e TFR a confronto

92 Buonuscita con IIS conglobata

93 Indennità di anzianità e TFR a confronto

94 LA TASSAZIONE Uno degli elementi di rilievo è rappresentato dalla eliminazione della franchigia di 309,87 euro (ex lire) per ciascun anno preso a riferimento, mitigata solo in parte della introduzione di una detrazione fiscale di 61,97 euro (lire ) sempre per ciascun anno ma riferita ai soli rapporti di lavoro a tempo determinato di durata non superiore a 2 anni ed alla generalità dei soggetti nella fase transitoria in attesa della riforma del TFR (fino al 31 dicembre 2005)

95 VECCHIO E NUOVO A CONFRONTO LA QUESTIONE FISCALE Lelemento più rilevante, in questa fase, è rappresentato dallinasprimento delle aliquote fiscale provocato dalla legge finanziaria 2003 allinterno di quello che è stato definito come il primo modulo della riforma del sistema fiscale statale e che troverà conferma nella fase di emanazione dei decreti legislativi in attuazione della legge delega di riforma recentemente approvata dal Parlamento.

96 IRPEF 2002IRPEF 2003 AliquotaScaglioni di redditoAliquotaScaglioni di reddito 18%Fino a %Fino a %Da A %Da A %Da A %Da A %Da A %Da A %Oltre %Oltre VECCHIO E NUOVO A CONFRONTO LA QUESTIONE FISCALE

97 VECCHIO E NUOVO A CONFRONTO LA QUESTIONE FISCALE IRPEF 2003 IRPEF 2005 Scaglioni% % Fino a %Fino a % Da a %Da a % Da a %Da a % Da a % Oltre % Oltre %

98 TASSAZIONE SEPARATAIRPEF PRESTAZIONI TFS/TFR DAL AUMENTO ALIQUOTE IRPEF - ( NO area esenzione) IMPONIBILE FISCALE DEI TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIO E TFR INVARIATI

99 LALIQUOTA IRPEF 2007 ALIQUOTA % Fino a Oltre e fino a Oltre e fino a Oltre e fino a Oltre

100 Diritto ad un trattamento di fine rapporto. Calcolo: –Accantonamento, a carico del datore di lavoro, per ciascun anno, di una quota pari a retribuzione dovuta divisa per 13,5 –La quota è proporzionalmente ridotta per le frazioni di anno/mese (uguale o superiore a 15 giorni). –Rivalutazione delle quote accantonate, con esclusione della quota maturata nell'anno, su base composta, al 31 dicembre di ogni anno: applicazione dell'1,5% in misura fissa e dal 75% dell'aumento dell'indice dei prezzi al consumo fornito dallISTAT. Art del Codice Civile - Settore privato

101 Clausola di salvaguardia Comma 9 art.1 legge 27/12/2006 n. 296 Finanziaria 2007 Determinazione dellimposta su TFS/TFR indennità equipollenti si applica se più favorevole tassazione vigente al

102 Viene accantonato il 6.91% della retribuzione utile Viene accantonato il 6.91% della retribuzione utile (vedere articolo 4 dellAccordo quadro) Le quote accantonate sono annualmente rivalutate in base al 75% dellindice ISTAT dei prezzi al consumo più un valore fisso dell1,5% Le quote accantonate sono annualmente rivalutate in base al 75% dellindice ISTAT dei prezzi al consumo più un valore fisso dell1,5% Le somme così maturate sono liquidate al lavoratore allatto della cessazione dal servizio Le somme così maturate sono liquidate al lavoratore allatto della cessazione dal servizio Prestazione di TFR nel pubblico impiego

103 TFR UN RISPARMIO NON DISPREZZABILE

104 Decorrenza applicabilità del regime di T.F.R. 1/1/1996 Inizialmente la data prevista dalla Legge n. 335/1995 era il 1/1/1996 (nuovi assunti da tale data) 30/5/2000 per il tempo determinato) indeterminato o di ruolo 1/1/2001 In sede di Accordo quadro è stata fissata alla data di entrata in vigore del DPCM (cioè il 30/5/2000 per il tempo determinato) per i contratti a tempo indeterminato o di ruolo è il 1/1/2001, in seguito alla proroga prevista con il DPCM 2/3/2001) Tempo Determinato e Indeterminato o di ruolo

105 LA RETRIBUZIONE LA RETRIBUZIONE Il lavoratore in regime di TFR o che opta per il TFR + P.C. mantiene immutata la retribuzione di attività netta : la retribuzione lorda viene ridotta in misura pari al 2,5% ( contributo TFS soppresso ) invarianza retributiva TFS - TFR

106 otto anni anticipazione Dopo almeno otto anni di iscrizione, per una sola volta, si può richiedere unanticipazione non superiore al 70% del trattamento maturato per: - Spese sanitarie - Acquisto prima casa di abitazione per sé/propri figli - Interventi alla prima casa di abitazione (Legge 457/1978) - Congedi parentali e formazione (Legge n. 53/ Decr.Lgs. N. 151/2001) Entro il limite del 10% degli aventi titolo e comunque del 4% del totale dipendenti. Anticipazione del TFR - settore privato * * Per il pubblico impiego si è in attesa dellemanazione di apposite norme contrattuali di attuazione. Pertanto il lavoratore non può ancora richiedere allINPDAP l«anticipazione», ancorché in regime di TFR. Rimangono perciò operanti le norme che regolano lattività creditizia dellEnte.

107 Graduatoria di convenienza (in presenza di una carriera lavorativa orizzontale) RETRIBUZIONE ANNUA DI EURO (IIS ) 13^ inclusa Quota x anni utili INDENNITA DI ANZIANITA :12 (IIS AL 100%) = euro TFR x 6.91% + (rival.1.5% e 0.75% inflaz.) = INDENN. DI BUONUSCITA : 15 = INDENN. DI FINE SERVIZIO : = 1.066

108 Calcolo della prestazione TFR intero stipendio tabellare intera indennità integrativa speciale retribuzione individuale di anzianità tredicesima mensilità altri emolumenti considerati utili ai fini del calcolo dellindennità di fine servizio ai sensi della preesistente normativa ulteriori voci retributive possono essere considerate nella contrattazione di comparto, garantendo per la finanza pubblica e per le condizioni di bilancio degli enti previdenziali. Voci della retribuzione utili per il calcolo del TFR

109 Determinazione TFR ANNO RETRIBUZ. ACC. 6.91% MATURATO PR. RIVALUTAZ. MATURATO , , , , ,63 122, ,61 ( -11%) , , ,61 410, ,87 ( -11%) Lordo spettante 24265,87 INCARICO DAL AL

110 Rapporti a tempo determinato Rapporti a tempo determinato in servizio al 30/5/2000 TFS = TFS = primo accantonamento per il TFR TFR complessivo TFS Rivalutazione dellaccantonamento TFS (ex art C. Civ.) TFR Computo degli accantonamenti annui di TFR dal 31/5/2000 alla cessazione TFR Rivalutazione degli accantonamenti annui TFR (ex art C. Civ.) Maturazione del diritto a TFS al 30/5/ Prestazione complessiva finale diTFR SI TASSAZIONE SECONDO PRECEDENTE NORMATIVA TFS TFS Calcolo prestazione virtuale di TFS fino al 30 maggio 2000 TASSAZIONE SECONDO VIGENTE NORMATIVA TFR NO TFR per intero periodo Se non optano

111 Termini di pagamento della prestazione di TFR da parte dellINPDAP Sono gli stessi previsti dalla Legge n. 140/97 per i TFS e cioè: 105 Entro 105 giorni dalla cessazione (con soluzione della continuità iscrittiva) 270 Entro 270 giorni dalla cessazione (con soluzione della continuità iscrittiva) Limiti detà, di servizio, fine contratto, invalidità, decesso Per qualsiasi altra causa Il diritto al TFR è soggetto a prescrizione quinquennale (art Cod. Civ.) decorrente dal giorno successivo al termine ultimo fissato per il pagamento

112 DPCM 20 dicembre 1999 la valutazione di altre voci retributive ai fini del TFR comporta una corrispondente rideterminazione della misura del contributo la valutazione di altre voci retributive ai fini del TFR comporta una corrispondente rideterminazione della misura del contributo il contributo, a carico esclusivo del datore di lavoro, è determinato e versato con le stesse modalità previste per il TFS (9,60% o 6,10%) il contributo, a carico esclusivo del datore di lavoro, è determinato e versato con le stesse modalità previste per il TFS (9,60% o 6,10%) IN VIGORE DAL

113 Il rendimento è equiparato a una rendita finanziaria, il sostituto dimposta privato versa una imposta dell11% ( nello Stato non si versa) del valore della rivalutazione,scalando il prelievo dal fondo accantonato in capo al dipendente. Il rendimento è equiparato a una rendita finanziaria, il sostituto dimposta privato versa una imposta dell11% ( nello Stato non si versa) del valore della rivalutazione,scalando il prelievo dal fondo accantonato in capo al dipendente. Le somme così maturate sono liquidate al lavoratore allatto della cessazione dal servizio Le somme così maturate sono liquidate al lavoratore allatto della cessazione dal servizio DPCM 20 dicembre 1999

114

115 Lamministrazione pubblica datrice di lavoro dovrà assicurare, attraverso meccanismi contabili, linvarianza della retribuzione netta complessiva e di quella utile ai fini previdenziali In sostanza liscritto assoggettato al regime del TFR (sia «optante» che neoassunto e sia a tempo determinato che indeterminato) dovrà percepire la stessa retribuzione netta delliscritto che ha mantenuto il regime di TFS Ciò per parità di trattamento contrattuale dei rapporti di lavoro, previsto dallarticolo 49, comma 2, del decreto legislativo n. 29/1993 e poi ribadito anche nella stesura del DPCM del 20/12/1999 Retribuzione netta in regime TFS Retribuzione netta in regime TFR uguale a

116

117 Diritto alle prestazioni di Buonuscita e IPS Soluzione di continuità nelliscrizione allINPDAP Unica prestazione per intera carriera se non vi è soluzione (infrazionabilità della prestazione - Sentenza C.Cass. Sez. Lav /99) Concetto di autonomia del rapporto previdenziale rispetto al rapporto di lavoro Trasferimento, mobilità (obblig./volont.), distacco e comando

118 Dispos.leg.va periodo misura saggio Codice civ.art.1284 fino al % Legge /353 e Legge /408 dal al % Legge /662 dal al % D.M.tesoro dal al ,5% D.M.tesoro dal al ,5% D.M.econom dal al % D.M.econom dal al ,5% D.M.econom.2007 dal al % D.M.econom.2009 dal %

119 I FLUSSI INFORMATIVI DENUNCIA MENSILE ANALITICA DENUNCIA MENSILE ANALITICA CHE COSE CHE COSE

120 Flussi informativi e denuncia mensile Larticolo 44 comma 9 della legge n. 326/2003: –da gennaio 2005 le denunce mensili obbligatorie con i dati retributivi, contributivi, anagrafici per le attività di INPDAP e INPS I soggetti obbligati: i sostituti dimposta Trasmissione telematica attraverso ENTRATEL e FISCONLINE Denunce cartacee non ammesse (se non in modo «indiretto») ISTRUZIONI : CIRC. 59 INPDAP del CONSULTARE SITO INPDAP

121 Flussi informativi e denuncia mensile... Il gruppo di progetto dellINPDAP e i gruppi di lavoro con le amministrazioni Le strutture e le caratteristiche del tracciato e della denuncia Le scadenze per linvio e gli effetti sulle procedure della previdenza complementare: si sposta tutto di un mese

122 Flussi informativi e denuncia mensile... Fornitore dei dati INPDAP Stato CPDEL CPI CPUG CPSEnpas Enpdep Credito Espero Laborfonds Inadel SOSTITUTO DIMPOSTA AGENZIA ENTRATE

123 Struttura tracciato record AMMINISTRAZIONI E FORNITORI Record di tipo A Dati identificativi del fornitore Record di tipo B Dati anagrafici dellAmm.ne/Ente dichiarante

124 Struttura tracciato record ISCRITTI Record di tipo C Sezione D0 – dati identificativi del dipendente Sezione E0 – dati retributivi e contributivi gestioni obbligatorie Sezione E1 – dati retributivi e contributivi Fondi previdenza complementare Sezione F1 – dati relativi alle entrate non obbligatorie per rate di ammortamento Sezione V1 – dati retributivi e contributivi riguardanti periodi precedenti

125 Struttura tracciato record RIEPILOGO FORNITURA Record di tipo D Sezione Z1 – totale dati retributivi e contributivi distinti per Cassa e per Amm.ne/Ente dich. (Sost. Imposta o Soggetto versante) indicati nelle Sez. E0, F1 e V1 del Record C Sezione Z2 – totale dei dati contributivi non riferibili ad imponibili indicati nelle Sezioni E0 e V1 del Record C (rate ammortamento) Sezione Z3 – riepilogo dei dati contributivi distinti per Fondo P.C. e per Amm.ne/Ente dich. (Sost. Imposta o Soggetto versante) indicati nella Sezione E1 del Record C

126 I VERSAMENTI DELLE RITENUTE INPDAP CON BONIFICO Ulteriori chiarimenti dalla circolare 31 del MEF circolari n°20/07 del RGS e n.15 /2007 dell'INPDAP, inerenti al versamento delle ritenute attraverso bonifico bancario o postale Il MEF con la circolare 31 del 17/10/2007, ha indicato ulteriori disposizioni in merito al versamento delle ritenute all'INPDAP attraverso il bonifico bancario. Poichè molti bonifici non sono andati a buon fine, chiarisce che la causa principale è quella inerente alla non precisa indicazione del codice IBAN, che per quanto attiene i versamenti all'INPDAP sono tutti allegati alla circolare del MEF n.20 dell'8/5/2007.

127 Centralità del TFR nella Previdenza complementare del pubblico impiego

128 a tempo al Personale a tempo determinato in servizio al 30/5/2000 Assunti a tempo determinato dal 31/5/2000 a tempo al Personale a tempo indeterminato già in servizio al 31/12/2000 ed optanti per il TFR (adesione al Fondo) Nuovi assunti a tempo indeterminato dal 1/1/2001 Personale non iscritto allINPDAPPersonale non iscritto allINPDAP per i trattamenti di fine servizio: la prestazione è effettuata dallente datore di lavoro

129 prestazionemesi e sarà effettuata a cura dellINPDAP I periodi riscattati saranno oggetto di una prestazione calcolata in mesi e sarà effettuata a cura dellINPDAP Calcolo su voci stipendiali godute alla data della domanda secondo le previgenti normative (TFS) Il calcolo della prestazione sarà come segue: STATO: Voci stip.li : 12 x 80% : 12 x n° mesi riscattati EE.LL.: Voci stip.li : 15 x 80% : 12 x n° mesi riscattati Analisi delle specificità - Riscatti

130 prestazionemesi I periodi riscattati saranno oggetto di una prestazione calcolata in mesi Calcolo su voci stipendiali godute alla data della domanda secondo le previgenti normative (TFS) Limporto della prestazione sarà una quota del TFR complessivo, accantonata dal 90esimo giorno successivo alla data di ricezione della delibera di riscatto Analisi delle specificità - Riscatti

131 ESEMPIO Determinazione del contributo di Riscatto anni 50Età delliscritto alla data della domanda: anni 50 anni 65Limiti di età per la cessazione dal servizio: anni 65 5,36Coefficiente derivante:5,36 Voci Stipendiali annue comprensive della 13a mensilità: euro x 80% : =12,80 18 Mesi da riscattare: 18 (periodi complessivi di supplenza temporanea di insegnamento elementare anteriori al 30/5/2000) 5,36 x 12,80 x 18 mesi = 1234,94 euro 1234,94 x 58,15 : 1000 = 71,81 x 18 rate

132 RIEPILOGO : TFR RIEPILOGO : L OPZIONE TFR e la PREV. COMPLEM. DIPENDENTE INDETERMINATO A TEMPO INDETERMINATO In servizio In servizio al31/12/2000 dopo Assunto dopo31/12/2000 NON OPTA per la P.C. TFR ADERISCE alla P.C. TFRTFS MAX 2% base TFR al Fondo P. TFR restante al lavoratore 1,5 % base TFS Q. agg.(optanti) + Intero TFR al Fondo P. NON ADERISCE alla P.C. TFR al lavoratore OPTA per la P.C.

133 cessazione Liquidazione del TFR effettuata alla cessazione dal servizio: con Ô In caso di cessazione e riassunzione si procede a liquidazione solo con soluzione di continuità iscrittiva. ATTENZIONEalmeno un giorno non retribuito) ATTENZIONE: (occorre almeno un giorno non retribuito)I.N.P.D.A.P. $

134 Analisi delle specificità Aspettative e congedi 1

135 INDENNITA PREMIO DI SERVIZIO INDENNITA DI BUONUSCITA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO NOTE CONGEDO DI MATERNITA O DI PATERNITA VALUTABILE CONGEDO PARENTALE NEI LIMITI DI DEI SEI MESI,FINO AL TERZO ANNO DI VITA DEL BAMBINO CON ASSEGNI RIDOTTI VALUTABILE I PERIODI POSSONO ESSERE CONTINUATIVI O FRAZIONATI E PER UN PERIODO MASSIMO DI SEI MESI TRA I GENITORI VALUTABILE CON VERSAMENTO CONTRIBUTIVO SULLO STIPENDIO VIRTUALE CONGEDO PER LA MALATTIA DEL FIGLIO VALUTABILE NEI LIMITI DI 30 G. ANNUI FINO A TRE ANNI E 5 GG ANNUI DOPO IL TERZO SINO AL COMPIMENTO DELL8° ANNO DEL BAMB. Congedo di maternità, paternità,parentale e per malattia del figlio ( D.L.vo n.151 emanato a seguito dellart. 15 della legge 53/2000)

136 Analisi delle specificità Aspettative e congedi 3

137 Analisi delle specificità Aspettative e congedi 4

138 Analisi delle specificità Aspettative e congedi 5

139 Analisi delle specificità Aspettative e congedi 6

140 Analisi delle specificità Aspettative e congedi 7

141 Prestazione complessiva finale diTFR RAPPORTI A TEMPO DETERMINATO in servizio al 30/5/2000 Maturazione diritto a T.F.S. al 30/5/2000 TFR per intero periodo TFS Calcolo prestazione TFS fino al 30/5/2000SI NO TFS TFS = primo accantonamento per ilTFR complessivo Rivalutazione quote annue di TFR accantonate Rivalutazione accantonamento TFS Calcolo delle quote annue diTFR dal 31/5/2000 alla cessazione Tassazione secondo previgenti ordinamenti (TFS) Tassazione secondo normativa TFR

142 DIPENDENTE DETERMINATO A TEMPO DETERMINATO al 30/5/2000 o assunto successivamente TFR ADERISCE alla P.C. Prestazioni dal Fondo P. (Capitale + Rendita) Intero TFR al Fondo P. NON ADERISCE alla P.C. TFR al lavoratore Segue RIEPILOGO Fondo Espero prevede liscrivibilità per contratti di durata non inferiore a tre mesi continuativi

143 RAPPORTI A TEMPO INDETERMINATO T.F.S. Sottoscrizione Scheda adesione al Fondo P. TFR Max 2 % va al Fondo INTEROTFR AL FONDO TFR Sottoscrizione Sottoscrizione Scheda adesione al Fondo P. PERSONALE IN SERVIZIO AL 31/12/2000 (con TFS) ASSUNTI DAL 1/1/2001 OPZIONE

144 RAPPORTI A TEMPO INDETERMINATO TFS Regime TFS PERSONALE già in servizio al 31/12/2000 NON NON INTENDE ADERIRE alla Previdenza complementare PrestazioneTFS alla cessazione

145 RAPPORTI A TEMPO INDETERMINATO Sottoscrizione Scheda adesione al Fondo P. OPZIONE per il TFR TFR 4,91% 2%2%2%2% Prestazione INPDAP alla cessazione al Fondo pensione Aderisce alla Previdenza complementare Segue TFS Regime TFS PERSONALE già in servizio al 31/12/2000 OPTANTI Montante del TFS DATI FONDAMENTALI ANNI/RETRIBUZIONE

146 TFR per il personale «optante» TFS = TFR TFS fino alladesione al Fondo = primo accantonamento per il TFR Rivalutazione dellaccantonamento TFS (ex art C. Civ.) Computo degli accantonamenti annui di TFR 4,91 % dalladesione alla cessazione Rivalutazione degli accantonamenti annui TFR (ex art C. Civ.) Sottoscrizione scheda adesione al Fondo Pensione (opzione per TFR) Prestazione complessiva finale diTFR SI TASSAZIONE SECONDO NORMATIVA TFR TASSAZIONE SECONDO PRECEDENTE NORMATIVA TFS Calcolo prestazione TFS fino alla data di adesione al Fondo P. Alliscritto

147 Rapporti a tempo determinato Rapporti a tempo determinato in servizio al 30/5/2000 TFS = TFS = primo accantonamento per il TFR TFR complessivo TFS Rivalutazione dellaccantonamento TFS (ex art C. Civ.) TFR Computo degli accantonamenti annui di TFR dal 31/5/2000 alla cessazione TFR Rivalutazione degli accantonamenti annui TFR (ex art C. Civ.) Maturazione del diritto a TFS al 30/5/ Prestazione complessiva finale diTFR SI TASSAZIONE SECONDO PRECEDENTE NORMATIVA TFS TFS Calcolo prestazione virtuale di TFS fino al 30 maggio 2000 TASSAZIONE SECONDO VIGENTE NORMATIVA TFR NO TFR per intero periodo SE OPTANO IL MATURATO ALLISCRITTO RIVALUTATO IL MATURANDO 6.91% AL FONDO ADESIONE

148 Esempi di riscatto ai fini del TFS e del TFR Ai fini del TFS i 18 mesi riscattati si aggiungeranno al periodo con iscrizione obbligatoria. Il calcolo della prestazione sarà calcolato secondo la retribuzione goduta alla cessazione. Ai fini del TFR, per determinare il capitale da accantonare e rivalutare unitamente alle altre quote maturate, si applicherà, invece, la seguente formula : ,00 : 15 : 12 x 18 mesi = ,00 (a fronte dellonere pagato pari a. 850,18) INTERAMENTE DEDUCIBILE dal reddito imponibile ai fini IRPEF, a decorrere dal 1/1/2001. [nellesempio è pari a: € 850,18 x 32% aliquota marginale IRPEF = € 272,06 di risparmio]


Scaricare ppt "TRATTAMENTI DI FINE SERVIZIOTFS Indennità di Anzianità (Legge n. 70/1975) Indennità di Buonuscita (D.P.R. n. 1032/1973) Indennità Premio di Servizio (Legge."

Presentazioni simili


Annunci Google