La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Metropolitana a Parma Si? No? Come? Nota: presentazione basata su documentazione resa pubblica dal Comune di Parma.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Metropolitana a Parma Si? No? Come? Nota: presentazione basata su documentazione resa pubblica dal Comune di Parma."— Transcript della presentazione:

1 1 Metropolitana a Parma Si? No? Come? Nota: presentazione basata su documentazione resa pubblica dal Comune di Parma

2 2 Metropolitana leggera: Sistema di trasporto rapido di massa, costituito da veicoli automotori (e rimorchiati), a guida vincolata, con circolazione regolata da segnali e autonoma da qualsiasi altro tipo di traffico, di portata non elevata(*), e frequenza anche elevata (*) Portata che risulta ridotta a causa della limitata capacità dei convogli per ridotte dimensioni dei veicoli o per ridotta composizione.

3 3 Tranvia veloce Sistema di trasporto per persone costituito da veicoli automotori (e rimorchiati) a guida vincolata, di regola su strade ordinarie Tranvia veloce: che consente velocità commerciali e portate superiori grazie ad adeguati provvedimenti atti a ridurre le interferenze col restante traffico In sede propria riservata: la sede è per il transito esclusivo dei tram; può essere anche protetta, cioè delimitata lateralmente da elementi di separazione fisica; gli attraversamenti sono protetti da adeguata segnaletica

4 4 Cosa propone la giunta di centro- destra? Linea A: metropolitana leggera tra Scambiatore Nord alluscita dellA1 e Campus Universitario, direttrice N-S Lunga circa 12 km Con 26 fermate, alla distanza media di circa 450 m luna Presso il parcheggio Scambiatore Nord, ci sarà il deposito dei mezzi

5 5 Inoltre… Linea B: metrotranvia per lunghi tratti in sede riservata, e con tratti in sotterraneo, dalla Stazione FS a Via Traversetolo, direttrice E-O Lunga circa 10 km Con 21 fermate, alla distanza media di circa 460 m luna Per il tratto Barbieri-Caprazzucca si sovrappone con la linea A

6 6 Infine… Linea C: utilizza lattuale tratta ferroviaria dalla Stazione FS verso ovest fino allaltezza dellAeroporto di PR, per circa 2.5 km; la fermata verrebbe servita da bus navetta a partire dallAeroporto e un domani dalla Fiera di PR a Baganzola

7 7 Il programma temporale Entro il 2008: 5.5 km dallAutostrada a P.le Barbieri + la fermata Aeroporto (Linea C) Entro il 2010: Completamento della Linea A, cioè fino al Campus Entro il 2013: Completamento della Linea B

8 8 Breve cenno sui costi Totale stimato: milioni di Euro (916 miliardi di Lire) In media al km: 21.5 milioni/km (50 miliardi di Lire) Previsione costo metropolitana di Brescia (opera in fase dappalto): 35 milioni/km Costo sole Linee A e C: milioni di Euro

9 9 Lo studio preliminare sulla mobilità a Parma Effettuato nel marzo 2004, si basa sul precedente del 2001 a cura di Systematica, e tiene conto di altri precedenti (Piano mobilità del 1992…) Tiene conto di ciò che è oggi Parma, e la sua provincia E di cosa sarà domani (2013) in forza dei 30 nuovi interventi urbanistici previsti, per 260 ettari di superficie, nuovi abitanti, e nuovi addetti alle varie nuove attività insediate

10 10 Parma oggi abitanti, in calo rispetto ai di 25 anni fa, ma ora in lieve ripresa In una provincia di abitanti, in lieve crescita, insediati in piccoli comuni, salvo Fidenza (23.000), Salso (18.000), Collecchio (11.000), Noceto (10.000) In crescita i Comuni della prima cintura (Torrile, Montechiarugolo, eccetera)

11 11 Il TPL oggi a Parma (TEP) 17 linee urbane, di cui 4 filoviarie e 3 navette per i parcheggi scambiatori Per un totale di 180 km in città, che arrivano a 350 km coi prolungamenti esterni 115 vetture di cui 25 filobus, metà dei mezzi sono ecologici (diesel-elettrici, metano, ibridi) Oltre 100 linee extraurbane: un terzo delle quali soddisfa l80% della domanda. La più gettonata, la direttrice per Salso, con passeggeri/giorno

12 12 Lindagine del 2001: Orientamento del traffico veicolare per fasce orarie (incidenza oraria) OraSpostamenti totali Spostamenti in ingresso Spostamenti in uscita Tot

13 13 Flussi di scambio, interni, e di attraversamento Tipo di movimentoN. Di movimentiPercentuale Interni-Interni Interni-Esterni Esterni-Interni Attraversamento Totale

14 14 Flussi veicolari diretti verso il centro, nellora di punta del mattino (assi principali) AsseVeicoli leggeriVeicoli pesantiTotale veicoli Via Emilia Ovest Via Langhirano Via Emilia Est Via Spezia Str. Baganzola Via Traversetolo Via Mantova

15 15 Flussi veicolari di ingresso/uscita dal centro, nellora di punta della sera (assi principali) AsseVeicoli leggeriVeicoli pesantiTotale veicoli Via Emilia Ovest1.730 Via Langhirano1.651 Via Emilia Est2.658 Via Spezia2.072 Str. Baganzola1.531 Via Traversetolo1.341 Via Moletolo1.575

16 16 I punti più trafficati della città, ora di punta del mattino: La tangenziale Nord, in direzione E-O (1.900 veicoli/ora da Strada Baganzola verso Ovest) P.le S.Croce (fino a veicoli/ora) Lanello dei viali in senso antiorario (fino a veicoli/ora in zona via Trento) Via Emilia Ovest zona Via Cremonese, oltre veicoli/ora verso città Via Emilia Est, con oltre veicoli/ora verso il centro

17 17 I veicoli circolanti in provincia di Parma (dati 1999) Autovetture: , 78% del totale Motocicli: Altri veicoli: Totale: (su circa abitanti!)

18 18 Ripartizione modale degli spostamenti a PR nel 1991 ModalitàPercentuale Automobile, conducente47.1 Automobile, passeggero3.6 Treno o Tram1.9 Autobus13.1 Moto7.4 Bicicletta17.8 Piedi9.2 Totale100

19 19 Scenario per il 2005 Oggi solo il 17.9% degli spostamenti avviene a mezzo TPU, percentuale statica negli ultimi 5 anni A Milano invece questa percentuale è il 48%, a Roma il 33% Lo studio prevede di pervenire (a lungo termine) a Parma al 25%, con incrementi annui progressivamente crescenti dallo 0.8% fino all1.5%, anche grazie alla metropolitana

20 20 TPU oggi e domani Oggi il TPU conta circa passeggeri/giorno, di cui sulla direttrice N/S; Nellora di punta abbiamo passeggeri, di cui sulla direttrice N/S Di qui si prevede che, sul tracciato parziale di questa direttrice, nel 2008 avremo passeggeri/h, una volta completata nel 2010 ne avremo 6.600/h, e infine, nel 2013, sullinsieme di tutte le linee, 9.200/h

21 21 Lo scenario complessivo AnnoViaggiatori/h (di punta) Viaggiatori/gViaggiatori/anno 2008 Linea A parziale Linea A compl Linea B

22 22 Dove troviamo gli utenti? La somma di questi viaggiatori stimati sulle 2/3 linee in un anno fa Considerando il minor traffico in agosto, la domenica ecc. sulla metro occorrono quindi almeno viaggiatori al giorno Ma abbiamo appena visto che oggi, su tutte le linee urbane, i viaggiatori sono Nel raggio di 300 m dalle linee, risiedono oggi abitanti, e in più lo studio ne considera, dai nuovi insediamenti previsti, altri 5.600: nel 2013 rappresenteranno il 39% degli abitanti totali della città La cifra di cui è il 39% è , perciò gli utenti del trasporto pubblico urbano, perché tornino i conti, nelle aree interessate, dovranno raddoppiare rispetto ad oggi

23 23 Capacità di trasporto Per rispondere a questa domanda prevista, lofferta sarà rappresentata da: Convogli con capacità di 280 passeggeri luno Che passano nellora di punta ogni 5 minuti sulla linea A (ogni 10 nel resto del tempo) Che passano nellora di punta ogni 8 minuti sulla linea B (ogni 16 nel resto del tempo)

24 24 Opzione zero: se non facciamo nulla… Ora di punta del mattino Totale spostamenti In città (+21.4%) % Trasporto pubblico 17.9%18.8%

25 25 Opzione metropolitana: Ora di punta del mattino Totale spostamenti In città (+21.9%) % Trasporto pubblico 17.9%21%

26 26 Confronto Opzione zero/metropolitana: Scenari Trasporto privato -0.5%-1.5%-2.3% Trasporto pubblico +2.9%+8.4%+12.1%

27 27 In sintesi: Le promesse (modeste): Leffetto del sistema delle linee metropolitane proposte dalla Giunta sul traffico privato al 2013 è previsto in un contenimento del 2.3% rispetto ad oggi I fatti: Dal 1999 ad oggi, il trasporto privato in città in ora di punta del mattino lo si stima aumentato del 20%, mentre la quota di trasporto pubblico è leggermente diminuita

28 28 Testuale dal progetto preliminare della Giunta di centro-destra: Rispetto alla previsione del 2001 che, per il 2005, prevedeva spostamenti in ora di punta del mattino col trasporto pubblico, se ne prevedono ora 8.950: si registra una tendenza inferiore alla crescita (nota mia: forse è una diminuzione) dovuta non alla mancata crescita della domanda complessiva, ma alla tipologia degli interventi attuati in questi anni, che hanno privilegiato la crescita della mobilità auto (in primo luogo lapertura della tangenziale Ovest e la realizzazione delle rotatorie)… Questi sono i fatti, il che non significa che questi fatti siano risultati sgraditi sino ad oggi allelettorato…

29 29 Tipologie del tracciato Tipologi a Galleria superficiale RilevatoTrinceaGalleria a Foro Cieco Raso Linea A (km) Linea B (km)

30 30 Tipologia prevalente: galleria superficiale Che questa tipologia sia prevista prevalente sul tracciato, è dimostrato anche dallimpatto di questo tipo di opera sul bilancio delle terre: Su m3 di materiali di risulta nello scavo della linea A, il 68% proviene da quello di gallerie superficiali Su m3 di materiali di risulta nello scavo della linea B, l82% proviene da quello di gallerie superficiali

31 31 Durata complessiva prevista per i lavori Durata in giorniIn anni Linea A, prima tratta9402 e mezzo Linea A, completa8502 e 4 mesi Linea B15404 anni e 3 mesi

32 32 Impatto del traffico sullatmosfera Sostanze inquinanti immesse nellatmosfera: Monossido di carbonio (CO) Idrocarburi Particelle totali sospese (Pmtot) PM10 Ossidi di azoto (Nox) Ozono Ossidi di zolfo Composti del piombo

33 33 Lo stato dellarte oggi 4 postazioni fisse di rilevamento dati: Spalato, Milazzo, Cittadella, Montebello Nessuna è posta nei punti critici del traffico (indicati nella diapositiva n. 16); nessuna in particolare a S.Leonardo e nella zona Est Solo la Cittadella rileva lozono, solo Spalato gli ossidi di zolfo ed il benzene Alcuni inquinanti sono in calo o statici, ma alcuni, in particolare i PM10, sono in aumento

34 34 Con la metropolitana, le emissioni verranno ridotte. Di quanto? Prima simulazione, a livello complessivo Riduzione del CONOxComposti organici volatili COV BenzenePM10 Al %2.30%2.32%2.21%2.23%

35 35 Con la metropolitana, emissioni ridotte. Di quanto? Seconda simulazione, sui soli archi stradali che insistono sul tracciato della metropolitana Riduzione del CONOxComposti organici volatili COV BenzenePM10 Al %5.90%5.94%5.92%5.90%

36 36 Sintesi Una spesa di 473 milioni di Euro (che diventeranno presumibilmente 700 milioni di Euro = miliardi di Lire), di cui almeno il 30% a carico della comunità locale, E un progetto che trascura lasse E/O sulla direttrice Via Emilia e circonvallazione Nord, maggiore protagonista del traffico privato E sette anni circa di cantieri, per: Ridurre il traffico privato del 2.3% al 2013 E le emissioni inquinanti del 2.5% circa?


Scaricare ppt "1 Metropolitana a Parma Si? No? Come? Nota: presentazione basata su documentazione resa pubblica dal Comune di Parma."

Presentazioni simili


Annunci Google