La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto Arezzo, Città Sostenibile Gruppo di lavoro Decoro Urbano Anno 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto Arezzo, Città Sostenibile Gruppo di lavoro Decoro Urbano Anno 2012."— Transcript della presentazione:

1

2 Progetto Arezzo, Città Sostenibile Gruppo di lavoro Decoro Urbano Anno 2012

3 GRUPPO DI LAVORO DECORO URBANO Finalità Il gruppo di lavoro interuffici nasce dalla volontà della Amministrazione Comunale di finalizzare e valorizzare le azioni dei singoli uffici, tese a rendere la città più vivibile superando le criticità esistenti allinterno di un progetto di mandato, composto di azioni a breve, medio e lungo periodo. Attraverso il sistema dell'analisi integrata e della necessità di superare il limite temporale dei progetti con il concetto di processo si è evidenziata la necessità di : intervenire sulle politiche di governance, progettazione integrata, di sistema e di processo sulla base di un modello di città che incrementi la sostenibilità ambientale, economica e sociale; intervenire sullattivazione della condivisione e partecipazione dei cittadini accrescendo lattenzione alla responsabilità sociale e allidentità di luogo.

4 GRUPPO DI LAVORO DECORO URBANO Il processo seguito Linee programmatiche di mandato 2011/2016 area strategica 4 linea strategica 4.2 Il potenziamento di attività e strumenti che generano sicurezza e decoro Piano strategico area strategica 4 macro obiettivo strategico 4.2 : Promuovere il decoro urbano e la riqualificazione urbana mediante un progetto di mandato che sviluppi lidentità di luogo Il metodo Analisi integrata e attuazione di un processo trasversale Condivisione e partecipazione dei cittadini, attivazione della responsabilità sociale

5 Riunioni dal 21/09/2011 al 31/12/2012 Obbiettivi 1.rilevazione criticità e relativi interventi a breve termine (possibili) senza risorse aggiuntive 2.rilevazione criticità e relativi interventi a medio e lungo termine (con risorse da stanziare a bilancio) 3.omogeneizzazione dei contenuti dei regolamenti 4.redazione di un progetto sul Decoro Urbano (approvazione progetto Arezzo Città Sostenibile. Atto di indirizzo. Delibera della GC n. 331/2012) 5.Individuazione obiettivi gestionali 10 incontri nel incontri nel 2012 (di cui 7 monotematici) GRUPPO DI LAVORO DECORO URBANO

6 Costituzione del Gruppo di lavoro il 12/08/2011 (provv. 25/08/2011) Partecipanti: 14 uffici Ufficio Manutenzione Stabili e Impianti Ufficio Manutenzione Strade e Infrastrutture Ufficio Manutenzione Verde Pubblico e Foreste Ufficio Mobilità, Servizio Ambiente, Ufficio Sport e Giovani Progetto Sportello Polifunzionale e Comunicazione Ufficio per lIntegrazione, la Partecipazione, la Cooperazione decentrata il Decoro e riqualificazione urbana Servizio Polizia Municipale Servizio Progettazione Ufficio Cultura Ufficio Turismo, Giostra del Saracino e Folklore Progetto Suap e sportello economico Ufficio Edilizia Servizi Educativi Scolastici (integrato successivamente con il progetto la Città dei bambini (Da ottobre 2011 fa parte del gruppo di lavoro anche lassociazione Scuola Europea dei Mestieri-SEUM)

7 GRUPPO DI LAVORO DECORO URBANO Obiettivi gestionali degli Uffici e Servizi anno Costruire ed attuare un piano operativo in materia di decoro urbano (Ufficio politiche per il Decoro e la Riqualificazione Urbana) 2.Promuovere la sicurezza stradale (Servizio Polizia Municipale) 3.Progetti finalizzati alla riduzione dei rifiuti e al potenziamento della raccolta differenziata (Servizio Ambiente) 4.Progetti per la riduzione delle emissioni inquinanti e rumorose (Servizio Ambiente) 5.Attività per il miglioramento della qualità della vita nel centro storico in riferimento alle attività rumorose (Servizio Ambiente) 6.Progetti di informazione e sensibilizzazione sulle tematiche degli animali per migliorare il rapporto uomo e animali (Servizio Ambiente) 7.Regolamento per l'utilizzo degli spazi pubblici per la somministrazione, attività commerciali e Manifestazioni (SUAP) 8.Revisione del Regolamento edilizio, per promuovere il decoro urbano nell'ambito del Centro Storico (Ufficio Edilizia) 9.Realizzazione progetto per l'integrazione e la razionalizzazione dei servizi al turista (Ufficio del Turismo, Giostra del Saracino e Folklore)

8 GRUPPO DI LAVORO DECORO URBANO Obiettivi gestionali degli Uffici e Servizi anno 2012 (segue) 10.Contributo alla riduzione della segnaletica nel centro storico nellambito del progetto scenografia urbana (Ufficio Mobilità) 11.Rimozione forme di pubblicità abusiva non fissa (cavalletti, totem, locandine, portadepliant, cartelli vari, etc.) (Ufficio Mobilità) 12.Individuazione delle strutture adibite a bagni pubblici e azioni da attuare in materia di decoro urbano (Ufficio Manutenzione Stabili e Impianti) 13.Individuazione dei sottopassi stradali e pedonali oggetto di miglioramento in materia di decoro urbano (Ufficio Manutenzione Strade e Infrastrutture) 14.Partecipazione della cittadinanza a interventi in materia di manutenzione di aree verdi comunali (Ufficio Manutenzione Verde Pubblico e Foreste) 15.Azioni in materia di verde concorrenti a migliorare il decoro della città (Ufficio Manutenzione Verde Pubblico e Foreste) 16.Attivazione campagna di comunicazione in materia di decoro urbano (Progetto Sportello Polifunzionale e Comunicazione)

9 GRUPPO DI LAVORO DECORO URBANO Cronoprogramma degli obiettivi

10 GRUPPO DI LAVORO DECORO URBANO Risultati Elenco degli indicatori 2012 degli Uffici e Servizi del gruppo di lavoro Decoro Urbano

11 GRUPPO DI LAVORO DECORO URBANO Segnalazioni

12 Segnalazioni in ordine crescente e divise per tema ambientale

13 GRUPPO DI LAVORO DECORO URBANO Segnalazioni sport pm mobilità strade stabili verde ambiente

14 GRUPPO DI LAVORO DECORO URBANO Segnalazioni fontane

15 GRUPPO DI LAVORO DECORO URBANO Attività svolte e da svolgere

16 Progetto Arezzo Città Sostenibile temi affrontati, criticità e possibili linee di sviluppo Raccolta dei RSU Principali punti di accesso alla città Scenografia Urbana Turismo, rete wireless, bagni Sicurezza e rispetto delle regole Governance Visibilità dei processi in corso Criticità e segnalazioni cittadini Coinvolgimento della cittadinanza Piano della Comunicazione Reg.to su suolo pubblico attività coommerciali …. Quartieri della G. del Saracino Verde storico, fontane, Castro I regolamenti

17 I Regolamenti RegolamentiStato di attuazione 1. Regolamento per gli animali1. Bozza in fase di conclusione (ultima riunione con le associazioni il giorno 8 gennaio 2013; incontro con il Sindaco l ) 2. Regolamento sulle attività rumorose 2. Bozza in fase di conclusione (arrivate osservazioni da parte dellArpat-da valutarne linserimento; in attesa di quelle della AUSL 8 e dellUfficio Edilizia) 3. Regolamento per gli scarichi di acque reflue domestiche ed assimilate fuori pubblica fognatura 3. Approvato dalla GC (delibera n. 499/2012). In attesa di seguire liter per lapprovazione in C.C.. In data è stato approvato ol DPGR n.76/R che modifica il precedente 46/R/2008. Fissato un nuovo passaggio con gli ordini professionali il ; successivamente informativa alla GC 4. Regolamento per lo svolgimento su suolo pubblico di attività di somministrazione, commerciale, artigianale, di iniziative e manifestazioni 4. Approvato dalla GC (delibera 523/2012). In attesa di seguire liter per lapprovazione in C.C.. 5. Regolamento Edilizio5. Bozza pronta. 6. Regolamento Polizia Urbana6. Approvato in C.C. (delibera n. 43/2012) 7. Piano degli impianti pubblicitari e delle pubbliche affissioni 7. Bozza pronta 9. Piano del servizio di raccolta differenziata9. Approvato dalla GC con delibera n. 428 del 29/09/12

18 Regolamento per lo svolgimento su suolo pubblico di attività di somministrazione, commerciale, artigianale, di iniziative e manifestazioni Attività svolte 1.Redazione della bozza di regolamento; 2.Approvazione da parte della G.C. (atto n. 44/2012); 3.Illustrazione alle associazioni di categoria e ordini professionali per le osservazioni; 4.Inserimento norme di regolamentazione sulle luminarie natalizie; 5.Progettazione di un programma informatico per la gestione delle autorizzazioni e per prenotare gli spazi per le manifestazioni; 6.Realizzazione di un report di analisi delle istanze presentate dagli operatori commerciali nel centro storico (SEUM); 7.Realizzazione di un piano di zonizzazione nel centro storico e nel centro naturale commerciale naturale per gli allestimenti a corredo di esercizi.

19 Regolamento per lo svolgimento su suolo pubblico di attività di somministrazione, commerciale, artigianale, di iniziative e manifestazioni Attività da svolgere 1.Approvazione in C.C.; 2.Attività di comunicazione; 3.Attivazione funzionamento programma informatico per la gestione e il controllo delle autorizzazioni; 4.Attività di sensibilizzazione (sei mesi) verso gli operatori commerciali, le associazioni di categoria e i cittadini; 5.Iter per rilascio delle nuove autorizzazioni: definizione dellintervento di SEUM e coinvolgimento della Soprintendenza nella commissione di valutazione 6.Individuazione del personale tecnico e sua formazione per la valutazione tecnica e il controllo delle istanze (SEUM); 7.Individuazione di un sistema di delimitazione a terra degli spazi autorizzati; 8.Informatizzazione delle schede di autorizzazione e pubblicazione dei dati su pagine web dedicate;

20 Scenografia Urbana Attività svolte 1.Sistema delle lapidi toponomastiche nel centro storico. 335 sono le lapidi censite, 150 sono state sostituite (45%) e 170 sono state restaurate e 15 sono le nuove lapidi. (completato) 2.Sistema della illuminazione pubblica funzionale e architetturale nel centro storico storico (40%). Sono 350 le lanterne progettate e realizzate con le nuove norme antiabbagliamento (cut-off), dotate di parabola superiore e vasca chiusa. E' in grado di dialogare con la centrale operativa per modulare la quantità di corrente. (completato) 3.Sistema segnaletica di orientamento nel centro storico (Mappe della città). Realizzazione del nuovo sistema delle mappe della città (30) in forma bifacciale con individuato il centro storico entro le mura e l'intorno della città con indicazione delle piste ciclabili. (completato) 4.Sistema segnaletica di individuazione e informazione culturale monumentale (bagni pubblici, ecc.) nel centro storico ed eliminazione di precedenti sistemi di segnalazione installati (sistemi delle mappe, città nascosta, arretium, mirabilia). (in completamento) 5.Sistema della segnaletica stradale nel centro storico. Rrimozione completa in alcune circostante. Spostamento, sostituzione e riprogettazione dei sostegni sia a muro che a terra segnalai stradali censiti, a fine lavori circa il 12% sarà eliminato in quanto ridondante, inutile o per cessazione delle funzioni (150), circa il 7% sarà accoppiato con altri cartelli (85). (in completamento) 6.Individuazione delle postazioni per il collocamento dei touch-screen.

21 Attività da svolgere 1.Installazione dei touch-screen e loro attivazione in raccordo con il portale turistico del Comune di Arezzo. 2.Illuminazione pubblica nel centro storico. Completamento intervento di adeguamento dei punti luce in linea con quanto già effettuato (introduzione di lampade cut-off) e secondo lo studio predisposto nellambito del progetto Scenografia Urbana. 3.Illuminazione Pubblica. Definizione dei sistemi di illuminazione monumentali e della relativa alimentazione (in particolare per le chiese). Valutazione delle criticità. 4.Programmare la revisione delle componenti di una nuova linea di arredo urbano. 5.Segnaletica stradale provvisoria e transenne. Attuazione delle nuove regole sulla gestione della segnaletica come prevista nel Regolamento per lo svolgimento su suolo pubblico di attività di somministrazione, commerciale, artigianale, di iniziative e manifestazioni. 6.Rivedere il piano dei cestini, ricerca delle posizioni e fissaggio a terra, individuazione delle postazioni, frequenza e distanze. Riduzione del numero e svuotamento frequente integrato al sistema della raccolta. 7.Eliminazione degli elementi impropri dalle postazioni della segnaletica di orientamento e individuazione adesivi, scritte, ecc.. 8.Analisi e ricerca di una soluzione al parcheggio selvaggio delle biciclette attaccate ai pali della segnaletica stradale o di orientamento, alle trabsenne. Potenziamento dei porta biciclette. Scenografia Urbana

22 Attività svolte 1.Intervento di riqualificazione delledificio del Tourist Office di piazza della Repubblica con il coinvolgimento di sponsor e volontari. Sistemazione recinzione a corredo dello spazio per la sosta delle biciclette; Attività da svolgere 1.Completamento dei alcune strutture accessorie del Tourist Office di piazza della Repubblica: bagno per portatori di handicap, pavimentazione esterna in pietra, sistemazione spazio retrostante per sosta biciclette; 2.Identificazione ulteriori interventi (idee progettuali SEUM) e coordinamento per inserimento nel piano triennale delle opere pubbliche: a) Sottopasso via V. Veneto. Bacheche pubblicitarie sul lato murato e chiusura a vetro del lato stradale per limitare linquinamento e il rumore (ricerca di sponsor). b) Bastioni.Realizzazione di un elemento unico (serra ottocentesca in ferro-vetro che riproduca la forma della antica porta di accesso alla città) dove inserire le attuali forme commerciali. La struttura potrebbe essere finanziata dagli stessi operatori. c)Porta San Lorentino. Riorganizzazione e recupero degli spazi in modo diverso. d)Accesso alla città dal Parcheggio Mecenate. Riqualificazione dellaccesso alla città sia pedonalizzato che veicolare, in collegamento al parcheggio Eden e ai giardini della stazione (studio complessivo dellarea). Principali punti di accesso alla città

23 Verde storico, fontane pubbliche, Castro Attività svolte 1.Quantificazione costi e intervento di manutenzione sulle aree verdi del centro storico; 2. Censimento delle fioriere e quantificazione costi di manutenzione ordinaria e straordinaria e miglioramento del loro aspetto; 3.Riattivazione della fontana di piazza Risorgimento e delle Chimere presso giardini Porcinai; 4.Stipula convezione ass.ne Arci per gestione amministrativa dei volontari (Servizio UtilEtà); 5.Realizzazione programma di attività condiviso con i volontari (Servizio UtilEtà); 6.Corso di formazione e aggiornamento per i volontari (Servizio UtilEtà); 7.Bando pubblico per uliveti comunali e approvazione graduatoria e assegnazione; 8.Realizzazione aiuole spartitraffico in piazza della Stazione, piazza Guido Monaco, emiciclo Papa G. Paolo II; Attività da svolgere 1.Monitoraggio manutenzione giardini storici ( Porcinai, Prato, Piazza del Popolo, ecc.); 2.Il Prato. Regimazione delle acque provenienti dallingresso della Fortezza Medicea in direzione di Viale Buozzi; 3.Ripristino funzionamento di altre fontane pubbliche (compresa la fontana di piazza Grande) 4.Castro. Manutenzione periodica del verde lungo le sponde del Castro presso la Parata in prossimità del tratto tombato; 5.Castro. Sviluppo di una idea progettuale per il recupero del Castro a valle della città attraverso un sistema di viabilità lenta, verde pubblico sociale attrezzato.

24 Attività svolte 1.Riorganizzazione del servizio della raccolta differenziata. Approvazione della proposta di AISA con delibera GC n. 428 del 29/09/2012; 2.Raccolta differenziata. Attività di sensibilizzazione nelle scuole; 3.Invio lettere contenenti le modalità per la raccolta differenziata negli uffici comunali con richiesta di nomina di un referente dedicato; 4.Definizione competenze e individuazione della figura dellispettore ambientale; 5.Attività di informazione sulla introduzione della figura dellispettore ambientale e sua attivazione; 6.Individuazione e attivazione sito per realizzare ecoscambio di oggetti e ricerca partner; 7.Introduzione delle figure degli eco-volontari (allinterno di CEAA); 8.Riduzione Rifiuti. Attivazione rapporti di collaborazione con la grande distribuzione per acquisire le derrate alimentari da destinare alle mense sociali. Definizione delle modalità per la raccolta e la distribuzione delle derrate alimentari e del Servizio. Attività da svolgere 1.Incrementare la raccolta differenziata, mediante coinvolgimento di un maggior numero di cittadini e uffici pubblici e privati; approvazione nuovo Regolamento per la gestione dei rifiuti nelle sagre e feste paesane (redatta bozza); implementazione della raccolta porta a porta in altre zone del territorio comunale. 2.Attivazione rapporti con la grande distribuzione per la messa in funzione di un procedimento per la raccolta della plastica tramite azioni premianti. 3.Realizzazione di un isola ecologica interrata per la raccolta dei RSU in Piazza Saione Raccolta dei RSU

25 Turismo, rete wireless, bagni pubblici Attività svolte 1.Bagni pubblici: a) Razionalizzazione e installazione della segnaletica indicatoria dei bagni pubblici (progetto scenografia Urbana); b) Censimento delle strutture e redazione di cartografia; c) Individuazione dello stato di degrado e stima costi di intervento; 1.Razionalizzazione e nuova segnaletica indicatoria di tipo turistica (progetto Scenografia Urbana); 2.Definizione di percorsi particolareggiati turistici allinterno del sito Benvenuti ad Arezzo; 3.Coordinamento degli interventi a supporto dellaccoglienza turistica (riapertura del Tourist-Office di piazza della Repubblica); 4.Individuazione luoghi di collocamento dei touch-screen (progetto Scenografia Urbana); Attività da svolgere 1.Gestione touch-screen; 2.Realizzazione di un applicativo per il turismo e i servizi. 3.Progettazione della copertura internet wireless della città attraverso la promozione dell'integrazione fra operatori commerciali. 4.Gestione unitaria di tutti i bagni ad uso pubblico (bagni automatici, quelli dislocati presso locali comunali e negli immobili in concessione ai privati);

26 Sicurezza e rispetto delle regole Attività svolte 1.Approvazione delle modifiche al regolamento di Polizia Urbana; 2.Rafforzamento qualità e quantità dei servizi di polizia stradale: organizzazione campagne di controllo violazioni specifiche (velocità, soste, cinture, ecc.); 3.Azioni di sensibilizzazione, prevenzione sui temi relativi ad abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti in relazione alla guida dei veicoli; 4.Interventi di formazione rivolti a giovani, stranieri, portatori di handicap; 5.Controlli e attività di repressione dei comportamenti illeciti in riferimento al Piano della sicurezza urbana e in relazione al decoro (atti di vandalismo-scritte sui muri, contrasto prostituzione, deiezioni canine, terreni incolti); 6.Pattugliamento e censimento delle scritte murali seguita da attività sanzionatoria e mantenimento della situazione. Attività da svolgere 1.Riduzione accessi veicolari nel centro storico; 2.Controlli mirati in riferimento a quanto previsto dal Piano della sicurezza urbana; 3.Scritte sui muri: attività di monitoraggio e interventi PM, coinvolgimento dei volontari UtilEtà e accordi con artigiani. Ipotesi di individuazione di uno spazio dedicato.

27 Criticità ( quartiere di Saione, piazza S. Agostino, piazza del Popolo, area Cadorna, terreni incolti, sottopassi, rifiuti lungo le carreggiate) Attività svolte 1.Analisi criticità evidenziate dai cittadini (residenti e commercianti); 2.Applicazione del regolamento di Polizia Urbana; 3.Verifiche ispettore ambientale; 4.Interventi degli Uffici competenti comunali e AISA. 5.Censimento e studio della messa in sicurezza dei sottopassi e gard-rail pericolosi; 6.Redazione progetto per la pulizia delle erbe dai marciapiedi; 7.Censimento degrado macroscopico limitrofo alle strade e verifica soluzioni e studio di fattibilità per un progetto di intervento; 8.Deiezioni piccioni: campagna di informazione sui provvedimenti per lallontanamento dei piccioni da parte dei privati. Attività da svolgere 1.Realizzazione di un sistema di monitoraggio segnalazioni e diffusione dei risultati; 2.Definizione degli Ambiti di Rivitalizzazione Prioritari (integrazione delle attività dei vari assessorati per la definizione degli ART al fine della creazione di sinergie interne e esterne allente); 3.Piano di marketing urbano per il centro storico (analisi criticità e potenzialità, fruibilità e accessibilità percorsi, flussi pedonali, ecc.); 4.Degrado lungo le carreggiate e presso gli svincoli di accesso alla città. Attivazione interventi di miglioramento (manutenzione periodica); 5.Sottopasso di via Trasimeno. Messa in sicurezza del cammino dei pedoni; 6.Monitoraggio e proseguimento interventi di pulizia dei terreni incolti privati lungo le strade e allinterno della città.

28 Coinvolgimento della cittadinanza (Scuole, stakeholder, cittadini, Quartieri della Giostra) Attività svolte 1.Legambiente. Attuazione del Progetto Decoriamo la Città collegato con la Città dei Bambini; 2.Decoriamo la Città. Raccolta adesione della classi di scuole primarie e secondarie ; 3.Seum. Azioni di sensibilizzazione nelle scuole sulla vivibilità e identità di luogo; 4.Coinvolgimento degli stakeholder, Quartieri e dei comitati giovanili nelliniziativa Puliamo il Mondo e Big Event (Area della Parata e parco del Pionta) Attività da svolgere 1.Progetto Decoriamo la Città: a) Programmazione attività in raccordo con gli Uffici comunali; b) Creazione dei gruppi di lavoro; c) Eventi di sensibilizzazione rivolti alla cittadinanza (guerriglia marketing); d) Realizzazione degli ecocantieri; 2.Progetto La città dei bambini a) Coinvolgimento dei ragazzi nella raccolta segnalazioni cose belle e brutte; b) Realizzazione di una mostra fotografica; 3.Iniziative pubbliche di sensibilizzazione sul decoro urbano e sulla sostenibilità, con il coinvolgimento dei cittadini, bambini, Quartieri, stakeholder e volontari servizio Utiletà

29 Quartieri della Giostra del Saracino Attività svolte: 1.Protocollo dintesa tra amministrazione comunle e Quartieri per Settiman del quartierista 2012: riduzione dellimpatto acustico (riduzione dei giorni e degli orari in cui viene effettuato l'intrattenimento musicale e la somministrazione); controllo sugli orari autorizzati; ripristino e pulizia delle aree pubbliche, dopo manifestazione; progettazione di un piano degli allestimenti e delle iniziative; attività di sensibilizzazione in merito alla problematica dell'alcoolismo.

30 Piano della Comunicazione Attività svolte 1.Redazione di una campagna di comunicazione per la promozione del progetto Scenografia Urbana-Città Visibile (a cura di SEUM) Attività da svolgere 1.Avvio campagna di comunicazione Scenografia Urbana-Città Visibile (previa presentazione al Sindaco e alla GC); 2.Stampa del materiale cartaceo; 3.Coinvolgimento dei bambini-ragazzi nella campagna di comunicazione (guerriglia marketing) e realizzazione video; 4.Organizzazione di un convegno con esperti (SEUM) presso lUrban Center; 5.Realizzazione di un manuale delle regole, riferito ai contenuti dei regolamenti approvati; 6.Individuazione dello sportello al cittadino che risponda sui temi trattati nel manuale delle regole (formazione operatori)

31 Visibilità dei processi in corso Attività svolte 1.Rilievo criticità. Attività da svolgere 1.Ricondurre in unica cornice tutte le attività e iniziative in materia di decoro e sostenibilità, previste nel territorio; 2.Coinvolgimento delle categorie economiche e dei cittadini; 3.Realizzazione di un unico elemento di riconoscimento (brand) che racchiuda tutti i processi messi in atto.

32 Governance Attività svolte 1.Avvio di un nuovo sistema informatico per la raccolta delle segnalazioni 2.Raccolta e analisi delle segnalazioni pervenute agli uffici comunali. Attività da svolgere 1.Sviluppare un set di indicatori in grado di rappresentare complessivamente la sostenibilità locale (vedi ICE - indicatori comuni europei, e Ecosistema Urbano di Legambiente, Osservatorio ambientale ISTAT) 2.Progettare un sistema informatizzato per la raccolta e gestione degli indicatori; 3.Avvio del SUAP telematico; 4.Avvio del software per la prenotazione e gestione delle autorizzazioni di utilizzo suolo pubblico - consultabile da ICA (pagamento pubblicità) e PM (anche su campo tramite tablet per verifica autorizzazione); 5.Definizione iter unificato per la gestione del controllo e delle sanzioni (delle insegne, dehors, tende, ecc.); 6.Utilizzo da parte del cittadino e degli uffici del sistema di raccolta segnalazioni;

33 FINE GRAZIE PER LATTENZIONE

34


Scaricare ppt "Progetto Arezzo, Città Sostenibile Gruppo di lavoro Decoro Urbano Anno 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google