La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Direzione Centrale Risorse Agricole, Naturali, Forestali e Montagna Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie PIC INTERREG III.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Direzione Centrale Risorse Agricole, Naturali, Forestali e Montagna Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie PIC INTERREG III."— Transcript della presentazione:

1 Direzione Centrale Risorse Agricole, Naturali, Forestali e Montagna Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie PIC INTERREG III C - Zona Est PROGETTO INNOREF INFOMEETING Lo sviluppo sostenibile tra cooperazione locale e transnazionale Udine, 19 dicembre 2005

2 Lo stato di attuazione di INNOREF e il quadro dei Sotto-progetti
Infomeeting 19 dicembre 2005

3 INNOREF: generalità INNOREF è un progetto finanziato con il supporto di Interreg IIIC. E’ un’Operazione Quadro Regionale (RFO) che coinvolge quattro regioni (FVG, Umbria, Hranico Microregion, Western Greece) che dovranno sperimentare un modello innovativo di sviluppo regionale esportabile in altri contesti. Durata del Progetto: lugl – dic. 2007 Articolazione in sotto-progetti da realizzarsi nel periodo Costo Totale del Progetto : 5,5 M€, di cui FVG Disponibilità finanziaria per i sottoprogetti: 3,2 M€ ( FVG) Capofila: Direzione Centrale Risorse Agricole, Naturali, Forestali e della Montagna – Servizio Affari Generali, Amministrativi e Politiche Comunitarie, dott.ssa Marina Bortotto e Lavinia Clarotto

4 INNOREF: obiettivi e metodo
INNOREF è un’operazione quadro regionale (RFO) che si propone di accrescere il valore aggiunto e promuovere lo sviluppo regionale sostenibile attraverso: L’uso efficiente delle risorse locali La promozione di linee di produzione sostenibili Lo sviluppo della cooperazione fra diversi settori La realizzazione di strutture comuni di marketing regionale INNOREF è attuato secondo una metodologia precisa: un processo partecipativo, di tipo bottom-up, che implica il coinvolgimento attivo degli attori locali e della società civile.

5 L’implementazione di INNOREF: i sottoprogetti
L’implementazione avviene a livello locale attraverso dei sottoprogetti Transnazionali Finalizzati allo sviluppo sostenibile ed in linea con gli obiettivi di INNOREF, gli orientamenti dei Pioneer Network e le priorità evidenziate dall’analisi SWOT Transettoriali, ovvero che integrano le dimensioni del sociale, dell’economia e dell’ambiente Attuati secondo la metodologia partecipativa sperimentata a livello di RFO (reti locali)

6 PSC Steering Committee Partner Board (PM) Pioneer network
Regional networks Sub-projects

7 Lo stato di attuazione di INNOREF
Aprile 2005 > bando Giugno 2005 > presentazione delle proposte progettuali (18) Luglio 2005 > valutazione e selezione (8 sottoprogetti) Settembre 2005 > approvazione definitiva Settembre-dicembre 2005 > avvio dei sottoprogetti e primo periodo di attività

8 Gli 8 Sotto-progetti approvati
RECOVER - Riconversione dei villaggi rurali come opportunità di sviluppo economico (€ ) EWARU - Uso efficiente della risorsa acqua: miglioramento delle prestazioni delle infrastrutture e ricerca di nuove opportunità di sviluppo locale (€ ) STRASSE - Pianificazione territoriale strategica e ambiente sostenibile (€ ) PRO AGRI TOUR - Produzioni agri-turistiche con marchio di origine (€ ) AEDES – La gestione ambientale per un reale sviluppo economico (€ ) STS - Servizi per il turismo sostenibile (€ ) BRIE - Uso efficiente ed innovazione nell’uso delle biomasse (€ ) INNO-MED - Sviluppo di un sistema informativo sanitario per il miglioramento dell’efficacia e della qualità dell’assistenza medica (€ )

9 Integrazione e cooperazione tra settori
uso effi ciente EWARU territorio STRASSE en er gi a risorse STS BRIE turi smo RECOVER AEDES PRO AGRI TOUR agri coltura INNO-MED sanità

10 I partecipanti FVG AIAT Carnia – RECOVER (LPT)
CM Gemonese Val Canale Canal del Ferro – EWARU Comune Camino al Tagliamento – AEDES (LPT) Comune di Sutrio – STS (LPT) CM Torre Natisone Collio – STRASSE (LPT) CM Torre Natisone Collio – BRIE 6. Provincia di Udine - PRO AGRI TOUR

11 Sts Ewaru Recover Strasse Brie Proagrit Aedes

12 AEDES Actual Environmental Development by Eco-management Systems
Capofila: Comune di Camino al Tagliamento Partecipanti: Comune di Fossato di Vico Azienda di sviluppo della Prefettura di Achaia Agenzia di sviluppo regionale per la Moravia centrale Certificazione ambientale come strumento per tutelare l’ambiente ed il territorio delle aree rurali, con finalità di fruizione turistica, innovare i processi aziendali ed incrementare il valore dei prodotti locali, migliorando la qualità della vita dei residenti. La certificazione Emas non è un obiettivo immediato del progetto ma un metodo per confrontare tutti i problemi che le piccole e piccolissime imprese, così come i piccoli Comuni, si trovano a dover affrontare per la sua adozione. Aedes si propone di contribuire al raggiungimento degli obiettivi strategici di INNOREF e allo sviluppo regionale attraverso: la protezione dell'ecosistema grazie al coinvolgimento di imprese, cittadini e istituzioni pubbliche, l’incremento dell’attrattività turistica delle aree rurali, come un'importante alternativa ai flussi turistici tradizionali, l’incremento della competitività delle PMI rurali attraverso forme differenziate di produzione biologica

13 BRIE Biomass Resource use, Innovation and Efficiency
Capofila: Comune di Massa Martana Partecipanti: Comunità Montana del Torre, Natisone e Collio Università di Patrasso Centro regionale per l’Energia Realizzazione di studi di fattibilità e scambio delle migliori pratiche relative alle applicazioni innovative specifiche per la filiera della produzione di energia da biomasse prodotte localmente. Lo scambio di conoscenze innovative riguarda: gli aspetti agricoli e forestali; il trattamento delle biomasse per produzione di combustibili; l’uso di sistemi ad alta efficienza per produzione di calore, energia elettrica, raffreddamento; la produzione efficiente di idrogeno e il suo impiego nelle celle a combustibile; l’organizzazione di servizi per l’uso efficiente dell’energia e la promozione di un mercato a livello locale.

14 EWARU Efficient Water Resouces Use: implementation of the infrastructure performance
Capofila: Comune di Terni Partecipanti: Comunità Montana Gemonese Val Canale Canal del Ferro Comune di Eitoliko Comune di Potstat Scambio di esperienze fra i partecipanti e analisi delle migliori pratiche finalizzate a fornire un quadro comune a supporto dei processi decisionali relativi alla gestione delle risorse e dei bacini idrici, all’uso del territorio e delle relative infrastrutture. Individuazione delle migliori pratiche relative al ruolo del settore pubblico, a livello di progettazione e di programmazione, ai fini di offrire opportunità di investimento nella realizzazione e nell'amministrazione delle attività riguardanti la disponibilità di servizi pubblici, in particolare per la gestione delle risorse idriche.

15 INNO-MED Development of an innovative evidence-based medical information system for the improvement of the effectiveness and quality of medical care Capofila: Università di Patrasso Partecipanti: Centro Multimediale di Terni Ospedale universitario di Olomouc Realizzazione di un sistema informativo per la gestione dei dati medici analitici, in grado di supportare un’ampia gamma di servizi integrati relativi alla gestione e all’utilizzo dell’informazione in campo sanitario, delle conoscenze e delle pratiche cliniche. Il sistema consentirà la registrazione, la consultazione e l’analisi di pratiche e informazioni cliniche, incrementando le capacità operative del personale medico anche attraverso la collaborazione su aspetti diagnostici e terapeutici. Sperimentazione e valutazione del sistema in una rete pilota di utenti.

16 PRO AGRI TOUR Agri-touristic product with an appellation of origin
Capofila: Aitoliki Local development enterprise Partecipanti: 3A Parco Tecnologico Agroalimentare Provincia di Udine Agenzia di sviluppo regionale per la Moravia centrale Miglioramento delle strategie di sviluppo regionale sostenibile nel settore del turismo e agri-turismo di qualità, basato sulle caratteristiche specifiche delle regioni (prodotti tipici, manifestazioni tradizionali, luoghi storici, paesaggi naturali, ecosistemi protetti, eventi culturali) e sviluppato in sinergia con i settori economici locali. Organizzazione e promozione delle filiere di prodotti e servizi sostenibili, anche attraverso il rafforzamento della cooperazione fra settori differenti. Creazione di reti regionali per l’istituzione di un marchio di qualità orientata alla sostenibilità, per i prodotti caratteristici. Identificazione di strategie di marketing e promozione del mercato regionale.

17 RECOVER Reconversion of rural villages as an opportunity for economic development
Capofila: AIAT Carnia Partecipanti: Comune di Marsciano Agenzia di sviluppo di Olimpia Comune di Stritez e Ludinou Progettazione dello sviluppo sostenibile del territorio attraverso la valorizzazione del patrimonio storico, culturale ed architettonico delle zone rurali, basato sul concetto di partecipazione e sull’integrazione di tutti i settori strategici dell’economia rurale. Trasformazione delle risorse turistiche in offerta turistica. Coinvolgimento degli attori locali in una progettazione strategica partecipata, in grado anche di attivare fondi pubblici e privati, attraverso l’identificazione delle dinamiche di trasformazione dei territori e la condivisione delle direttrici di sviluppo. Attività previste: progettazione integrata e strategica, formazione, informazione.

18 STRASSE Strategic Spatial Planning and Sustainable Environment
Capofila: Comunità montana del Torre, Natisone e Collio Partecipanti: Comune di Corciano Istituto dei sistemi industriali I.S.I Università di Palacky – Dipartimento di geoinformatica Sviluppo di metodologie di progettazione strategica per il territorio, usando come strumento di controllo un insieme di indicatori di sviluppo sostenibile per valutare l'effetto della strategia di pianificazione. Impiego di un metodo basato sul processo partecipativo per realizzare una visione di lungo termine per uno sviluppo sostenibile, finalizzata alla realizzazione di centri locali di competenza per la progettazione, la ricerca, lo sviluppo concettuale, l’attuazione, la soluzione dei contenziosi, l’uso del G.I.S.

19 STS Sustainable Tourist Services
Capofila: Comune di Sutrio Partecipanti: Comune di Sangemini Business Innovation Centre della Grecia Occidentale Municipalità di Hranice Sperimentazione di un modello di gestione sostenibile delle risorse turistiche nei territori rurali, con il coinvolgimento e la partecipazione dei soggetti locali, pubblici e privati (enti, operatori economici, popolazione) nella definizione delle strategie di sviluppo e di promozione. Il modello proposto prevede un approccio integrato fra i vari settori economici del contesto rurale (artigianato, agricoltura, agro-industria) e sperimenterà ogni possibile sinergia fra i settori strategici sulla base delle vocazioni economiche specifiche dei villaggi/aree rurali (il centro rurale come impresa turistica)

20 I Sotto-progetti e i target INNOREF
Crescita sostenibile Aumento del valore aggiunto Processi partecipativi Diffusione dell’innovazione Miglioramento dell’efficienza nell’uso delle risorse Aumento della capacity building Rafforzamento delle reti Effect STRASSE RECOVER PRO AGRI TOUR BRIE STS AEDES INNO-MED EWARU Time 2005 2006 2007


Scaricare ppt "Direzione Centrale Risorse Agricole, Naturali, Forestali e Montagna Servizio affari generali, amministrativi e politiche comunitarie PIC INTERREG III."

Presentazioni simili


Annunci Google