La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SICUREZZA IN AMBIENTE DOMESTICO Dott.ssa Eva Fossi Assemblea effettuata il 18 ottobre 2010 tra pediatri e genitori degli alunni allinterno dellIstituto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SICUREZZA IN AMBIENTE DOMESTICO Dott.ssa Eva Fossi Assemblea effettuata il 18 ottobre 2010 tra pediatri e genitori degli alunni allinterno dellIstituto."— Transcript della presentazione:

1 SICUREZZA IN AMBIENTE DOMESTICO Dott.ssa Eva Fossi Assemblea effettuata il 18 ottobre 2010 tra pediatri e genitori degli alunni allinterno dellIstituto Comprensivo

2 Perché siamo qui Perché gli incidenti rappresentano una dellemalattie più importanti nel bambino Nella fascia di età da 1 a 14 anni sono la prima causa di morte In Italia ogni giorno oltre 4000 bambini accedono al pronto soccorso per cause accidentali Il 40% di questi incidenti avviene nellambiente domestico

3 IL 20 % dei ricoveri nei reparti di pediatria E dovuto ad un incidente

4

5 Dati personali In 12 mesi di attività, su un totale di circa 1000 bambini, ne ho visto 93 con incidenti significativi

6 39,8% 9,7% 10,8% 7,5% 3,2% 2,2% 1,1% 28,0%

7 Mas.66,7% Fem.33,3% Età mesi 2 2% anni 36 39% anni 37 40% anni 11 12%

8 Casa 47 50,5% Aria aperta 16 17,2% Scuola 17 18,3% Sport 4 4,3% Stradali 9 9,7%

9 Ricoveri o accertamenti TAC O RM e inteventi 8 8,6% Non ricoverati 85 91,4% Sono il primo sanitario a prestare soccorso 41 44,1% Vengono perima portati in H e poi da me 51 54,8% nello stesso bambino 5 5,4% Un solo incidente 94,6% Ripetersi di più incidenti

10 Situazioni di maggior rischio Orario dei pasti ricreazione Feste Traslochi Vacanze Cioè quando ladulto è più impegnato o distratto o stanco e lambiente in cui il bambino si trova è diverso dal solito

11 INGERITI Lametta da barba Crocifisso Pezzo di telefono cellulare Lettiera di gatto Dente di una forchetta Acqua del termosifone Ecc.

12 Tolti dal naso Noci Patate Perline per braccialetti Occhiello di scarpa Abbonamento a sky fatto a pallini Ecc….

13 Tolti da orecchio Pezzetti di nastro adesivo Sassolini Ecc…

14 Da 1 settembre a oggi visti 4 bambini con fratture ad un braccio 2 con fratture a gamba 1 con frattura ad un dito 1 con 2 denti centrali permanenti fratturati 4 a cui ho tolto punti di sutura 1 con un dito schiacciato in una portiera dauto 1 che ha bevuto il violetto di genziana

15 Alcune considerazioni La sicurezza e lincolumità del bambino dipendono essenzialmente da come lo proteggono gli adulti che se ne prendono cura e….. Da come gli viene insegnato ad interagire con lambiente senza incorrere in pericoli

16 Il bambino ha bisogno di Toccare Guardare Sentire Esplorare tutto ciò che ha intorno e Sperimentare luso del proprio corpo

17 Tutto ciò va favorito Poiché è da questo che dipendono la sua crescita e la capacità di sviluppare un rapporto soddisfacente e produttivo col mondo circostante

18 E indispensabile pero Che ladulto faccia in modo che la sua stanza,la casa, la scuola,siano luoghi di crescita e conoscenza e non fonti di continuo pericolo

19 quindi Non essere iperprotettivi Né usare una campana di vetro Non limitarsi a proibire ma Seguirlo nella pratica quotidiana perché sviluppi capacità,abitudini ed automatismi fondamentali per la sua sicurezza togliendo prima tutti i pericoli ambientali

20 VEDIAMO A questo punto in pratica quali sono le cose che noi possiamo e dobbiamo fare per prevenire i più comuni incidenti in età pediatrica

21 TRAUMI E CADUTE Mettere cancelletti e barriere adeguate a scale e pianerottoli Uso di reti e protezioni a ringhiere Non tenere vasi o sedie vicini a ringhiere Mettere catenelle a finestre (20 cm) e chiusure di sicurezza Tenere lo sportello del forno chiuso

22 Ancora… Parquet, linoleum e sughero sono i pavimenti ideali Non usare la cera Tenere tappeti con antiscivolo vicino a letti e divani Fissare al muro scaffali e evitare soprammobili pesanti o taglienti

23 E infine…. Evitare spigoli vivi o mettere paracolpi Non tenere in terra troppi giocattoli, intralciano e aumentano il rischio delle cadute Evitare di lasciare pacchi per le scale Applicare pellicola trasparente a vetrate

24 Protocollo per trauma cranico Controllo clinico per 96 ore per valutare lassenza di: Sonnolenza eccessiva Nausea e vomito Convulsioni Forte cefalea Emorragia o perdita di liquido da naso o orecchio

25 ancora Perdita della sensibilità e/o forza Confusione o comportamento strano Una pupilla molto più grande dellaltra Difficoltà ad articolare la parola se tutto ciò non è presente Basta il riposo e il ghiaccio

26 GIOCATTOLI Assicurarsi che abbiano impresso il marchio CE,che garantisce il rispetto delle norme europee di sicurezza Non dare oggetti di piccolo calibro Verificare lusura del giocattolo poiché col tempo si può rompere in pezzi ingeribili,inalabili o taglienti Attenzione ai giochi antichi e anche a Corde,palloncini,sacchetti e cinture

27 INGESTIONE di corpi estranei Evitare oggetti piccoli(bottoni,perline,spille) O pericolosi (pile, giochi smontabili ecc..) Sorvegliatelo quando mangia Attenzione ad alimenti a rischio (noccioline, pop corn,chewing-gum,ovino kinder ecc. ) Tagliare cibo a pezzetti piccoli Allontanare le borse dei visitatori

28 Infine…. Avvertire parenti e amici che tengono in custodia il bambino dellutilità di tutte queste precauzioni

29 Ostruzione delle vie aeree Aprire la bocca e se visibile estrarre corpo estraneo Se non visibile ma passa aria non fare niente,soprattutto evitare manovre brusche ma invitare il bambino a tossire e andare al pronto soccorso In altro caso,nel bambino sotto lanno tenerlo a pancia in giù su un braccio,con la testa in basso e dare 5, 6 colpi secchi tra le scapole nel bambino piccolo uguale ma tenerlo appoggiato sulla coscia

30

31 Ancora… nel bambino più grande fare la manovra di Heimlich, ovvero afferrarlo, stando in piedi, con entrambe la braccia da dietro e comprimere con forza rapidamente laddome, verso linterno e verso lalto, ripetendolo più volte la manovra

32

33 Coraggio, ce la possiamo fare… E GRAZIE PER L ATTENZIONE


Scaricare ppt "SICUREZZA IN AMBIENTE DOMESTICO Dott.ssa Eva Fossi Assemblea effettuata il 18 ottobre 2010 tra pediatri e genitori degli alunni allinterno dellIstituto."

Presentazioni simili


Annunci Google