La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 OWL Mario Arrigoni Neri. 2 OWL – Web Ontology Language Estende RDF[S] con costrutti aggiuntivi per modellare realtà più complesse Contemporaneamente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 OWL Mario Arrigoni Neri. 2 OWL – Web Ontology Language Estende RDF[S] con costrutti aggiuntivi per modellare realtà più complesse Contemporaneamente."— Transcript della presentazione:

1 1 OWL Mario Arrigoni Neri

2 2 OWL – Web Ontology Language Estende RDF[S] con costrutti aggiuntivi per modellare realtà più complesse Contemporaneamente VINCOLA luso dei costrutti RDF(S) in modo da rimanere nel primo ordine E proposizionalmente chiuso (comprende ALC.. e molto altro) E strutturato in 3 sottolinguaggi (dialetti o specie) – OWL-Lite: permette di definire soltanto tassonomie e minimali vincoli relazionali (solo schema F) – OWL-DL: cerca di sfruttare il potere espressivo delle DL (per quanto possibile) – OWL-Full: lutente può utilizzare tutti i costrutti di RDF[S], quindi non è una DL (Metaclassi) e non ci si può aspettare un reasoning completo, corretto e decidibile – Lite DL Full

3 3 Simple Named Classes Il tipo owl:Class è un sinonimo di comodo di rdfs:Class Il ns owl = rdfs:subClassOf

4 4 Individui Owl:Thing rappresenta linsieme di tutti gli individui Diverso da Resource perché è solo del primo ordine Equivale al TOP delle DL Owl:Nothing rappresenta il bottom

5 5 Proprietà (1) eredita da RDF – Rdfs:subPropertyOf – Rdfs:domain – Rdfs:range Per mantenere compatibilità verso le DL si distinguono le proprietà verso oggetti e le proprietà verso letterali – Owl:DatatypeProperty – Owl:ObjectProperty

6 6 Proprietà (2) Proprietà transitive

7 7 Proprietà (3) Proprietà simmetriche Proprietà funzionali

8 8 Proprietà (4) Proprietà inverse Proprietà inversamente funzionali

9 9 Restrizioni (1) Le restrizioni permettono di definire delle classi anonime composte da tutti gli individui che rispettano determinati vincoli rispetto alle relazioni allValuesFrom

10 10 Restrizioni (2) someValuesFrom

11 11 Restrizioni (3) minCardinality 2 maxCardinality 7

12 12 Restrizioni (4) cardinality 2 hasValue

13 13 Mapping equivalentClass equivalentProperty 2

14 14 Classi disgiunte disjointWith

15 15 Asserzioni sugli individui sameAs: nota diverso da equivalentClass se nel secondo ordine FULL differentFrom allDifferent

16 16 Classi complesse intersectionOf / unionOf complementOf

17 17 Classi per enumerazione Fissa lestensione della classe elencandone i componenti

18 18 Equivalenza con le DL Owl:functionalProperty<=1RF owl:equivalenClassA=B Owl:TransitiveProperty R R+ S Owl:InversepropertyS=R-I Owl:SymmetricProperty R- R HI Owl:subPropertyOf S R H Owl:min/max/Cardinality =nR / =nRN Owl:oneOf{a1,..,an}O Owl:intersectionOf C1 C2 Owl:disjointWith C1 C1 / C1 C2 = bottom Owl:differentFrom {a1} {a2} O

19 19 In conclusione OWL-DL risulta equivalente alla logica descrittiva SHOIN In realtà non basta, bisogna rendere conto delle DatatypePropery Si dice che la logica è estesa con dei domini concreti, che non rappresentano individui, ma istanze di tipi XSD Quindi, la logica diventa SHOIN(D)


Scaricare ppt "1 OWL Mario Arrigoni Neri. 2 OWL – Web Ontology Language Estende RDF[S] con costrutti aggiuntivi per modellare realtà più complesse Contemporaneamente."

Presentazioni simili


Annunci Google