La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istituto Comprensivo GESSATE Anno Scolastico 2011/2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istituto Comprensivo GESSATE Anno Scolastico 2011/2012."— Transcript della presentazione:

1 Istituto Comprensivo GESSATE Anno Scolastico 2011/2012

2 OFFERTA FORMATIVA DELLISTITUTO È COSTITUITA DA 1.Offerta formativa di base: –Curricolo: traguardi per lo sviluppo delle competenze (Indicazioni curricolo) –Mezzi: DS, Docenti, ATA, Strutture Risorse economiche per funzionamento didattico amministrativo 2.Arricchimento dellofferta formativa (sito della scuola alla voce Piano annuale delle attività) strutturata sullo sviluppo delle aree: espressiva, scientifico-tecnologica, sportiva. –Mezzi: Finanziamento EE.LL. (impropriamente detto Diritto allo Studio) Finanziamenti statali

3 I docenti Organico 10/11 GESSATE 20 di cui 15 a T. I.GESSATE 20 di cui 15 a T. I. CAMBIAGO 21 di cui 14 a T. I.CAMBIAGO 21 di cui 14 a T. I. Criteri di assegnazione: -Continuità didattica -Equità

4 4La partecipazione delle Famiglie al processo educativo 4Ente Locale 4Assicura le strutture e i servizi 4Finanzia numerosi progetti con il PIANO DIRITTO ALLO STUDIO 4Contributi volontari dei genitori Risorse disponibili

5 Alleanza educativa con i genitori nella convinzione che lassunzione di impegni specifici da parte di tutti sia la premessa irrinunciabile al fine di un positivo processo formativo Scuola – Famiglia «La scuola riconosce di non esaurire in sé tutta la funzione educativa: pertanto favorisce, attraverso la partecipazione democratica prevista dalle norme sugli Organi Collegiali, linterazione formativa con la famiglia, quale sede primaria delleducazione».

6 Statuto delle Studentesse e degli Studenti DPR N 249 del 1998 La scuola è una comunità In questa comunità lo studente esercita le competenze di cittadinanza democratica: è titolare di diritti e doveri Linfrazione disciplinare costituisce una rottura dei rapporti di convivenza; il regolamento di disciplina ne stabilisce le sanzioni finalizzate al recupero di rapporti corretti.

7 PATTO DI CORRESPONSABILITA Per linteriorizzazione dei valori della convivenza è indispensabile unefficace e costruttiva collaborazione tra Scuola e Famiglia. Lassunzione di impegni specifici da parte di tutti (D.S., docenti, alunni, genitori), in base al Dpr n 235/2007, alla nota del 31 luglio 2008 del Ministro della P.I. sulle iscrizioni dallanno 2009/2010, è formalizzata attraverso la firma del Patto di corresponsabilità Esso esplicita i doveri e diritti di ognuna delle componenti della relazione educativa al fine di garantire un percorso formativo coerente con le finalità della Scuola perché insieme si possa cooperare consapevolmente e responsabilmente in vista di obiettivi comuni condivisi.

8 Consiglio di Istituto: rappresentanti di genitori eletti da tutti i genitori della scuola Consiglio di Classe: i delegati di classe Assemblee di classe: genitori e insegnanti di classe Colloqui individuali: genitore dellalunno e insegnanti di classe Collaborazione Scuola- Famiglia

9 Scuola Secondaria di primo grado Caratteristiche : assolve il compito di accompagnare il pre- adolescente nella sua maturazione globale fino alle soglie delladolescenza (indicazioni nazionali 2004) promuove la formazione delluomo e del cittadino secondo i principi della costituzione e favorisce lorientamento dei giovani ai fini della scelta dellattività successiva eleva il livello di educazione e di istruzione di ciascun cittadino, potenziando la capacità di partecipare ai valori della cultura, della civiltà e della convivenza sociale e di contribuire al loro sviluppo DM unica obbligatoria secondaria gratuita Finalità:

10 RISPOSTA INTEGRATA AI BISOGNI DELLO STUDENTE personaLO STUDENTE - persona: bisogno di crescita, di socializzazione, di autoidentificazione del sé studenteLO STUDENTE- studente: bisogno di disporre di una cassetta degli attrezzi per lo studio e l'apprendimento; futuro cittadinoLO STUDENTE futuro cittadino: bisogno di acquisire elementi critici e proattivi di civismo e di ingresso nella società più ampia futuro lavoratoreLO STUDENTE futuro lavoratore: bisogno di essere orientato a capire propensioni e attitudini

11 Successo formativo VALUTAZIONE E un momento centrale e delicato del processo di insegnamento/apprendimento, volto a promuovere il successo formativo dellalunno, Infatti è un controllo continuo sul processo di insegnamento/apprendimento per adeguare gli interventi didattici individualizzare le strategie: evidenziare, valorizzare e promuove capacità, motivazioni, attitudini, interessi di ciascun alunno. promuovere il protagonismo dello studente nel processo di apprendimento

12 Scelte organizzative e metodologiche per lindividualizzazione, lintegrazione e il successo formativo Flessibilità: attività individualizzate, attività per gruppi di livello, laboratori a classi aperte Coordinamento: docente delegato al successo formativo, coordinatori di classe, Gruppi di studio e di lavoro: consigli di classe, GLHO, comitato didattico, comitato tecnico- scientifico, Team accoglienza stranieri. Consulenza psicopedagogica e collaborazione con specialisti esterni

13 Condizioni di fattibilità delle iniziative di individualizzazione, integrazione e finalizzate al successo formativo Spazi e attrezzature: aule speciali, aula informatica, aula video Organico adeguato

14 Scuola secondaria di I grado Ore annuali obbligatorie: 990 pari a 30 ore settimanali: solo ore curricolari Ore annuali Tempo prolungato: da 36 a 40 ore settimanali: ore curricolari + attività laboratoriali + mensa

15 Quadro orario settimanale tempo delle discipline: Spazi Da 55 Italiano, Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione11 Matematica e Scienze7 Tecnologia2 Inglese3 Francese2 Arte e immagine2 Scienze motorie e sportive2 Musica2 Religione (*)1 Il tempo prolungato si distingue per unulteriore offerta formativa che si concretizza nella realizzazione di attività aggiuntive per complessive ore 6: mensa, laboratori e studio assistito.

16 Tempo prolungato: Attività svolte anno scolastico 2010 – 2011 durante le 4 ore di rientro pomeridiano del Tempo prolungato: studio assistito2 ore settimanali dedicate allo studio assistito per lacquisizione di autonomia e metodo di lavoro laboratori2 ore settimanali dedicate a laboratori quali, solo a titolo di esempio: Area espressiva: Teatro, arte, musica, giornalino design cineforum Area scientifico-informatica: ECDL, laboratorio scientifico Area sportiva

17 1. Tempo scuola Tempo obbligatorio: ore di frequenza: ore di frequenza: 30 ore settimanali risorse orarie dei docenti risorse orarie dei docenti: 30 ore settimanali Sono garantite solo le ore curricolari obbligatorie; Non si garantiscono ore di compresenza Non è prevista la mensa Tempo prolungato: ore di frequenza: ore di frequenza: 36 ore settimanali risorse orarie dei docenti risorse orarie dei docenti: 40 ore settimanali Si garantiscono attività di studio assistito e/o di laboratorio e la mensa

18

19 Struttura Tempo Scuola Gessate ORARIOLUNMARMERCGIOVEN Ingresso: 8,00-8,05 Inizio lezioni 8,05 Termine lezioni 13,35 VI spazi (55) VI spazi (55) VI spazi (55) VI spazi (55) VI spazi (55) 14, ,20 (14,30-16,30) 2 spazi (55/60) obbligatorie ORARIOLUNMARMERCGIOVEN Ingresso: 8,00-8,05 Inizio lezioni 8,05 Termine lezioni 13,35 VI spazi (55) VI spazi (55) VI spazi (55) VI spazi (55) VI spazi (55) 13, ,30Mensa Mensa Obbl. Mensa obbl. 2 spazi (55/60) Laboratori Studio ass. 14, ,20 (14,30-16,30) 2 spazi (55/60) obbligatorie 2 spazi (55/60) Laboratori Studio ass.

20 2. Religione Al momento delliscrizione (scuola Primaria negli Istituti Comprensivi), le famiglie degli alunni esercitano la facoltà di avvalersi o non dellIRC. Lesercizio di tale facoltà si attua mediante apposita richiesta. La scelta ha valore per lintero corso di studi, fatto salvo il diritto di modificare tale scelta per lanno successivo, entro il termine fissato per le iscrizioni. In caso di iscrizione ad altra Scuola Secondaria di I grado occorre allegare il modulo di opzione alla domanda di iscrizione

21 Scelta attività alternative allIRC Attività didattiche e formative Attività individuali o di gruppo con assistenza di personale docente Non frequenza della scuola nelle ore di insegnamento della religione cattolica


Scaricare ppt "Istituto Comprensivo GESSATE Anno Scolastico 2011/2012."

Presentazioni simili


Annunci Google