La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

APPARTENENZA. A Donne… Uomini… in una… …comunità che ha lo scopo di formare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "APPARTENENZA. A Donne… Uomini… in una… …comunità che ha lo scopo di formare."— Transcript della presentazione:

1 APPARTENENZA

2 A Donne… Uomini… in una… …comunità che ha lo scopo di formare.

3 Persone… differenti, ognuna con le sue specificità, ma con pari dignità.

4 INDIVIDUO: rivolto solo a se stesso, ai suoi interessi. PERSONA: attenta agli altri, ai loro bisogni e desideri, tende a mettersi in relazione con gli altri.

5 DIVERSODIVERSITÁ DIFFERENTEDIFFERENZA

6 Dalla profonda distesa delle cose deve partire un segno, un richiamo, un ammicco: una cosa si stacca dalle altre cose con l intenzione di significare qualcosa… che cosa? Se stessa; una cosa è contenta d essere guardata dalle altre cose solo quando è convinta di significare se stessa e nient altro, in mezzo a cose che significano se stesse e nient altro. ( I. Calvino, Palomar, p.117 ) Valore E´ciò che vale di per se stesso. Ciò che non ha bisogno di confrontarsi con nientaltro per definirsi.

7 Dignità La dignità di un essere consiste nel fatto che la sua specificità (aretè) gli appartiene intrinsecamente e originariamente come valore. Riconoscerglielo e non ostacolarne la manifestazione significa rispettare la sua dignità. Perseo si lava le mani vincitrici nell acqua e, perchè la ruvida sabbia non sciupi la testa anguicrinita, rende soffice il terreno con uno strato di foglie, vi stende verghe che nacquero in mare e di sopra vi posa la faccia della Medusa, la figlia di Forco. Ovidio, Metamorfosi IV,

8 Dobbiamo sentire la responsabilità di acquisire delle competenze relazionali.

9 Quali competenze relazionali?

10 ACCETTAZIONE

11 EMPATIA

12 RESPONSABILITA

13 RISPETTO

14 CAPIRE == GIUDICARE

15 Bisogna averne molto di proprio per apprezzare il valore altrui APPREZZAMENTO DELLE DIFFERENZE == INVIDIA «Bisogna averne molto di proprio per apprezzare il valore altrui.» (A. Schopenhauer)

16 SUPERAMENTO DEI PREGIUDIZI

17 CONSAPEVOLEZZA CHE DIPENDIAMO GLI UNI DAGLI ALTRI

18 SAPER DIRE «FORSE»

19 SAPER STARE NEL CONFLITTO

20 COLLABORAZIONE PER RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI

21 1. FORMAZIONE

22 Termini che ci riguardano e ci interpellano - Educare: ex-ducere, tirar fuori - Istruire: instruere, dare strumenti, munire, attrezzare - Insegnare: in-signare, mettere il sigillo, Formare indicare e garantire il valore, rendere significativo, dare forma motivare limportanza (autorevolezza: ha a che fare col - struttura nostro sentirci realizzati!) - bellezza

23 PEDAGOGIA -Paìs, paidòs: bambino, schiavo (indica ogni persona non autonoma, che dipende da altri) - Àgo: - condurre, guidare - accompagnare - tenere per mano - spingere - costringere - trascinare - stimare, considerare - pesare, valutare (dichiarare il valore) Tutti questi concetti dobbiamo considerarli come costituenti essenziali delleducazione.

24 2. REALIZZAZIONE

25 Ogni felicità o infelicità risiede unicamente nella qualità delloggetto a cui lamore ci unisce. [B. Spinoza, Lemendazione dellintelletto, § 9].

26 Dunque, noi valiamo tanto quanto vale ciò che amiamo…

27 In ambito lavorativo noi sentiamo di valere se ha valore ciò che facciamo e se lo amiamo.

28 Si tratta allora di prendere consapevolezza del valore peculiare e della preziosità del nostro lavoro per la crescita e il miglioramento dei singoli e della società.

29 Se ognuno ha ben chiaro questo, allora possiamo parlare di appartenenza.

30 APPARTENENZA: APPARTENENZA: FAR PARTE DI UNA COMUNITA - IN CUI SENTO DI AVERE UN COMPITO CHE CONTRIBUISCE AL RAGGIUNGIMENTO DEI SUOI OBIETTIVI; - CHE E ATTENTA ALLA MIA REALIZZAZIONE.

31 Ogni individuo ha il diritto di sviluppare pienamente e liberamente la propria personalità; ciò presuppone che la comunità assicuri tutte le condizioni essenziali per questo sviluppo. (Rapporto delle N.U. sulla Libertà dellindividuo – 1990) DIRITTO FONDAMENTALE sancito dalle NAZIONI UNITE

32 I GIUSTI(J. Luis Borges) Un uomo che coltiva il suo giardino come voleva Voltaire. Chi è contento che sulla terra esista la musica. Chi scopre con piacere una etimologia. Due impiegati che in un caffè del Sud giocano in silenzio agli scacchi. Il ceramista che premedita un colore e una forma. Il tipografo che compone bene questa pagina che forse non gli piace. Una donna e un uomo che leggono le terzine finali di un certo canto. Chi accarezza un animale addormentato. Chi giustifica o vuole giustificare un male che gli hanno fatto. Chi è contento che sulla terra ci sia Stevenson. Chi preferisce che abbiano ragione gli altri. Tali persone, che si ignorano, stanno salvando il modo.


Scaricare ppt "APPARTENENZA. A Donne… Uomini… in una… …comunità che ha lo scopo di formare."

Presentazioni simili


Annunci Google