La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ora vediamo come si sono formate le colline moreniche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ora vediamo come si sono formate le colline moreniche."— Transcript della presentazione:

1 Ora vediamo come si sono formate le colline moreniche.

2 Da a anni fa, durante lultima glaciazione, i ghiacciai ricoprivano gran parte dellItalia e dellEuropa. Scendevano a valle ed il fiume non aveva ancora definito il suo corso.

3 Undicimila anni fa eravamo nellera Quaternaria, che è quella che stiamo vivendo oggi. E iniziata di anni fa ed è stata caratterizzata dalla comparsa delluomo. I cacciatori preistorici di Cro- Magnon ( venuti dallOriente) e di Neandertal ( già in Europa) si riparavano in grotte che gli uomini contendevano agli orsi delle caverne. Dal Big Bang ad oggi Era quaternaria

4 Anche se apparentemente immobile, il ghiacciaio deve essere considerato un vero fiume di ghiaccio in movimento, che scivola verso il fondovalle ad una velocità variabile che va dai 10 ai 200 m. allanno per i ghiacciai delle Alpi, fino a 4 km. allanno per quelli della Groenlandia.

5 Il ghiacciaio, come unimponente ruspa, esercita unazione erosiva e di trasporto: i detriti strappati alle montagne e al fondo su cui si muove formano il materiale morenico.

6 Questo, nelle varie tappe di sosta, viene abbandonato lungo i fianchi e al fronte del ghiacciaio, dove si formano rispettivamente le MORENE LATERALI e le MORENE FRONTALI.

7 Lultima glaciazione è detta di Wurm ( dal nome di un sub-affluente del Danubio), è terminata circa anni fa: da allora i ghiacci si sono progressivamente ritirati ed il clima è diventato più caldo e umido. Ci sono già le località dei paesi a noi noti. Cavriana Castiglione St. S.Martino Volta Mantovana Custoza Valeggio Peschiera Desenzano

8 Quando ci riferiamo ad una pianura,ci viene spontaneo pensare ad un paesaggio piatto, caratterizzato da terreni fertili. Pensiamo, quindi, ad un paesaggio notevolmente plasmato dalluomo. Ma come si è costruita la pianura? Come si è formata la pianura Padana

9 In un certo senso potremmo definire le pianure come figlie dei fiumi e dei ghiacciai.. E proprio allazione continua di erosione, trasporto e deposito dei fiumi e dei ghiacciai che si deve la formazione delle aree pianeggianti ALLUVIONALI ( cioè formate dai detriti). Le figlie dei fiumi e dei ghiacciai

10 Dove oggi si estende la grande pianura dal nome PADANIA ( dal latino Padus = Po), oltre un milione di anni fa si apriva un ampio golfo marino. In esso si gettavano fiumi impetuosi e ricchi di acque:le gran masse di alluvioni che essi trasportavano si accumulava progressivamente nel mare. 1 a fase

11 Allopera dei fiumi si accompagnarono: i movimenti di sollevamento delle terre, soprattutto verso i margini esterni della pianura; I sedimenti morenici dei ghiacciai ( vedi Formazione delle colline moreniche). 2 a fase

12 Durante le 5 ondate di glaciazioni ( dellEra Quaternaria), le lingue dei ghiacciai trasportarono nuovo materiale che si sovrappose a quello già depositato dai fiumi. Si andò così formando la pianura Padano-Veneta, che da sola occupa i 2/3 di tutto il territorio pianeggiante italiano. 3 a fase

13 Una particolarità di questa pianura è costituita dalla LINEA DELLE RISORGIVE o FONTANILI. Si tratta di una fascia di sorgenti che corre dal Piemonte al Friuli-Venezia Giulia. Le risorgive

14 Alta pianura Bassa pianura Da queste sorgenti fuoriesce lacqua assorbita dai terreno dellalta pianura, costituito soprattutto da ciottoli e ghiaia, che lasciano passare lacqua. Questi detriti, che sono i più pesanti, sono abbandonati per primi dal fiume.

15 A sud della fascia dei fontanili, invece, il terreno (la Bassa Pianura) è costituito soprattutto da materiali più fini e leggeri, come la sabbia, che però diventano compatti e non lasciano passare lacqua. Terreno impermeabile

16 Le risorgive o fontanili rappresentano il punto in cui le acque, penetrate nellalta pianura, riaffiorano in superficie, non appena incontrano il terreno impermeabile dellalta pianura. Ecco finalmente lacqua libera in superficie!

17 Lacqua non è più come una volta!!!

18 Negli ultimi anni, due sostanze in particolare, lATRAZINA (un diserbante usato per eliminare le erbe che infestano il mais e il MOLINATE ( altro prodotto usato nelle risaie) sono stati individuati nelle falde acquifere che alimentano molti comuni delle province di Pavia, Vercelli, Cremona, Mantova, Bergamo, Ferrara, Rovigo.

19 Un altro caso di inquinamento è dato dai NITRATI, presenti sia nei fertilizzanti che nei liquami organici degli allevamenti.

20 Sostanze inquinanti sono pure lAZOTO (contenuto nei fertilizzanti azotati e nei rifiuti organici) ed il FOSFORO (provenienti dalle industrie, da rifiuti organici dei centri organici dei centri urbani, dagli allevamenti e dai detersivi.)

21 Il FOSFORO e lAZOTO diventando ottimo nutriente per le alghe che si sviluppano in maniera eccessiva, intorbidendo lacqua e confondendone talora una particolare colorazione.

22 Le alghe, inoltre, consumano lOSSIGENO disciolto nellacqua, provocando così le conseguenti scomparse dei pesci. Il fenomeno è rilevante soprattutto lungo le coste dellEmilia Romagna.

23 Vanno ad inquinare le acque anche molti METALLI PESANTI particolarmente tossici trasportati dai fiumi come il mercurio il piombo, il cadmio, lo zinco, il cromo … il mercurio il piombo il cadmio lo zinco il cromo

24 Consideriamo il caso del MERCURIO utilizzato per produrre vernici, pile, insetticidi: una volta finito in mare, esso si concentra nelle alghe e nei pesci che possono provocare alluomo un avvelenamento alimentare.

25 La legge italiana accetta massimo una quantità di mercurio pari a 0.7 per ogni tipo di specie, ma questo limite alle analisi risulta spesso superato.

26 Responsabili di inquinamento delle acque sono anche i RESIDUI DI IDROCARBURI prodotti dalle industrie petrolchimiche e di raffinazione, del lavaggio dei serbatoi petrolchimici delle petroliere e dagli incidenti che talora le petroliere subiscono. Gli idrocarburi ricoprono la superficie dellacqua con un velo sottile e impediscono allossigeno disciogliersi in essa. Ciò provoca la morte di pesci e uccelli marini, nonché limbrattamento di spiagge con il catrame.

27 Suini inquinati ? E ora cosa mettere- mo nel panino ? Il discorso ci porta lattenzione su un fatto di attualità.

28 Allarme DIOSSINA: contaminati suini.

29 CHE COSA CHI DOVE COME E PERCHE? QUANDO

30 Mangimi alla diossina hanno avvelenato i suini irlandesi.

31 La scoperta è stata fatta in Irlanda sulle carni esportate, ma tonnellate di prodotto sono già state distribuite in 12 paesi comunitari e 2/3000 tonnellate in 9 paesi extra UE. In Italia sono state sequestrate partite di carne suina in Campania e Emilia Romagna.

32 Il fatto è dei primi di Dicembre, ma le sue implicazioni abbracciano tempi lunghi. Lorigine dellinquinamento riguarda il processo di lavorazione del mangime. E inoltre lorganismo animale e umano, una volta assunta la diossina, la elimina molto lentamente, addirittura in anni.

33 Come e perché può essere pericolosa la diossina? 1)Il mangime potrebbe essere stato intossicato dagli oli industriali utilizzati dal forno essiccatorio. 2)La diossina può provocare danni alla salute se, una volta entrata nella catena alimentare

34 attraverso lacqua, laria, il suolo viene ingeri- ta in dosi superiori ai limiti di legge per lunghi periodi di tempo. 3)Se ingerita dalluomo in grandi quantità, la diossina può provocare lesioni alla pelle, calo di fertilità, ritardo della crescita, tumori.

35 Il disegno evidenzia il legame fra prodotti agricoli carne animale produzione di latte e latticini suini.


Scaricare ppt "Ora vediamo come si sono formate le colline moreniche."

Presentazioni simili


Annunci Google