La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

G. PENDUZZU FONDAZIONE DEL PIEMONTE PER LONCOLOGIA IRCC CANDIOLO ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI RADIOTERAPIA ONCOLOGICA E FISICA SANITARIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "G. PENDUZZU FONDAZIONE DEL PIEMONTE PER LONCOLOGIA IRCC CANDIOLO ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI RADIOTERAPIA ONCOLOGICA E FISICA SANITARIA."— Transcript della presentazione:

1 G. PENDUZZU FONDAZIONE DEL PIEMONTE PER LONCOLOGIA IRCC CANDIOLO ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI RADIOTERAPIA ONCOLOGICA E FISICA SANITARIA

2 Imaging Miglioramento dellaccuratezza diagnostica PET/TC – RM / TC perfusionali – funzionali Setup Miglioramento del setup di trattamento Sistema di imaging integrato (2D/3D/4D) Delivery Miglioramento della conformazione della dose IMRT – IMAT (VMAT/RAPIDARC) – IORT - adroterapia

3 Impostazione tecnica del trattamento Controllo del set-up Esecuzione del trattamento Controllo di qualità Relazione con il paziente Impostazione tecnica del trattamento Controllo del set-up Esecuzione del trattamento Controllo di qualità Relazione con il paziente

4 Persona prima di tutto, poi persona + malattia. Parlar di malati vuol dire parlar di noi Equilibrio nelle persone: vitalità diversa Consapevolezza Quale vita da vivere? Aspettative raggiungibili e speranze Troppe speranze = poche certezze

5

6 Formazione basata sulla gestione ed acquisizione delle immagini. Ottima conoscenza dellanatomia rad.TC Capacità di integrazione con i colleghi della Diagnostica Un approccio sperimentale verso nuove modalità di lavoro

7 Avere conoscenze specifiche sullappropriatezza delle immagini Intuire cosa puà essere utile o più utile per facilitare un contornamento del bersaglio e degli OAR Essere in grado di gestire puntualmente i sistemi di gestione delle immagini Essere in grado di collaborare alla stesura di protocolli inerenti allelaborazione di fusione.

8 MIMfusion: overview Fusione delle immagini Sovrapposizione di immagini provenienti da più risorse tecnologiche al fine di ottenere informazioni di natura diversa ( anatomica, funzionale) per facilitare il contornamento di strutture come il bersaglio o gli organi critici e a rischio

9 CT/MR Fusion

10 GTV (Gross Tumor Volume) con PET/CT

11 Integrarsi con i colleghi della medicina nucleare Acquisire conoscenze specifiche relative al radiofarmaco utilizzato Collaborare alla realizzazione di procedure scritte che facilitino tale integrazione

12 Incremento competenze Anatomia Radiologica TC Incremento competenze Qualità immagini Incremento competenze gestione e trasferimento delle immagini FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO POST LAUREA

13 Master in gestione delle immagini Aggiornamento continuo finalizzato Condivisione delle procedure con tutto lo staff Ed elaborazione di programma formativo interno

14 La risposta potrebbe essere si, in collaborazione con Medico e Fisico- Questa fase non può essere mai vissuta come una rivendicazione di nuovo spazio professionale ma deve passare per adeguati e condivisi percorsi formativi Ai percorsi formativi (da inventare) dovrà far seguito un aggiornamento costante

15 Collaborazione con Medico e Fisico Competenza Al fine di riprodurre correttamente il pdc Conoscenza appropriata R&V Competenza e controllo sul trasferimento dati Contornamento su procedure e in coll. Con MR e Fisico

16 Radioterapia 4D IRCC – Ordine Mauriziano

17 Le variazione di volume intra frazione e multifrazione costituiscono un serio problema nella moderna radioterapia. Attualmente i moderni sistemi di Radioterapia e la Radioterapia 4D necessitano di un ruolo principe delle immagini. Tutto ciò comporta un grande impegno da parte del TSRM e soprattutto una grande responsabilità condivisa con le altre professionalità

18 Acquisizione delle serie di immagini secondo protocollo stilato per patologia e per tecnica di trattamento. In collaborazione e condivisione con Medico Radioterapista e Fisico sanitario Gestione delle immagini Adeguata preparazione mediante formazione con Master sui sistemi.

19 Radiobiologia Immagini Portali On-line Imaging Frazioni Errori di Setup Mov. Organi Modifica Piano ? Target /OARs ri-delineazione Risposta Tumore Verifica Dose 2D Valutaz Dose 4D

20 Aggiornamento costante e conoscenza delle procedure di ricentraggio Conoscenza appropriata della tecnologia in uso Stretta collaborazione con medico e fisico Ruolo fondamentale assegnabile alla formazione interna

21 Produce limmagine Confronta limmagine con le DRR Costruisce dei riferimenti Collabora con il medico alla validazione della stessa immagine

22

23 137 immagini realizzate: su 88 si è rilevato uno spostamento di 2mm

24 La formazione dovrebbe sviluppare questo nuovo ruolo Le Ass. Scientifiche dovrebbero promuoverlo Le aziende dovrebbero riconoscerne limportanza ma anche delineare un profilo di competenza

25 Un Professionista specializzato Un Tutor aggiornato e competente Un Tsrm che secondo codice deontologico introduce e assiste lo studente Un Coordinatore che pone questa come priorità fra le altre Un organizzazione aziendale che percepisce questa necessità ed implementa procedure che accolgano lo studente come il nuovo assunto Nuovo ruolo

26 Solo attraverso le condizioni favorevoli dell'accoglienza, viste come orientamento nella cultura organizzativa e professionale il neo inserito potrà iniziare ad attivare tutte le sue energie personali ai fini di una reale e produttiva integrazione. Considerando che il professionista, a seguito della sua formazione, dovrebbe avere conseguito la capacità di assumere le responsabilità inerenti alla sua funzione. PERCORSO ACCOGLIENZA NEO ASSUNTO

27 OBIETTIVI facilitare al nuovo assunto la conoscenza dell'Azienda e del suo funzionamento garantire standard d'inserimento comuni a tutte le realtà dipartimentali sostenendo, nel contempo, la specificità di competenze per ogni settore operativo sostenere il neo assunto nel percorso d'inserimento PERCORSO ACCOGLIENZA NEO ASSUNTO

28 Il mandato sarà quello di costruire un protocollo di inserimento per ogni specifico profilo, in collaborazione con i coordinatori di Dipartimento e i coordinatori di Unità Operativa che preveda : - FASE DI INSERIMENTO NEL GRUPPO E SOCIALIZZAZIONE - FASE DI FORMAZIONE ALLE PROCEDURE SPECIFICHE - FASE DI VALUTAZIONE INTERMEDIA E FINALE PERCORSO ACCOGLIENZA NEO ASSUNTO

29 Dipende dalle competenze Dipende dalle conoscenze Deve originare un Profilo di Posto Medico, Fisico, Infermiere, altro personale

30 PROFESSIONALE E CON ARTE PROFESSIONALE E CON ARTE: Tutto ciò che sono, che ho imparato, tutta la mia esperienza, tutto il mio sapere. Bisogna spendersi!


Scaricare ppt "G. PENDUZZU FONDAZIONE DEL PIEMONTE PER LONCOLOGIA IRCC CANDIOLO ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI RADIOTERAPIA ONCOLOGICA E FISICA SANITARIA."

Presentazioni simili


Annunci Google