La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA COMUNICAZIONE IN SANITA ED OBIETTIVI FISSATI IN TALE DIREZIONE DALLECM.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA COMUNICAZIONE IN SANITA ED OBIETTIVI FISSATI IN TALE DIREZIONE DALLECM."— Transcript della presentazione:

1 LA COMUNICAZIONE IN SANITA ED OBIETTIVI FISSATI IN TALE DIREZIONE DALLECM

2 A SPECIAL THANK TO ALL THE PATIENTS WHO HAD THRUST IN OUR ACTIVITY !

3 Necessità di una comunicazione finalizzata

4 Tutte le azioni cliniche sul piano diagnostico, della valutazione prognostica e delle scelte terapeutiche dovevano essere basate su solide evidenze quantitative derivate da una ricerca epidemiologica-clinica di buona qualità.

5 Nel 1996 il termine Evidence-based nursing comparve anche nella banca dati Medline.

6 Tassonomia di Socrate Scolastico del V secolo a.C.

7 Il paziente variabile dipendente?

8 Lorganismo in crisi biologica non permette al cliente di avere una relazione ma non esclude il rispetto.

9 Dallessere dei bisogni allessere biologico

10 Si lavora, senza fiatare, a mansioni assolutamente prive di senso perché la struttura esige che sia cosi.

11 Ognuno di noi è il cambiamento che vuole vedere

12 Il personale è addestrato, nei rispettivi incarichi, a procedure atte a ridurre la possibilità che i dipendenti diventino parte del problema.

13 Lassistenza è un diritto e non una iniziativa caritatevole !

14 Gestione lavorativa forzata Fase culturale avanzata

15 La formazione continua comprende laggiornamento professionale e la formazione permanente.

16 Definire i crediti formativi Definire gli obiettivi formativi Definire gli strumenti Definire i requisiti

17 La tecnologia avanzata causa (o pretesto?) di accelerazione nelle conoscenze aggiornate.

18 La salute del cittadino La qualità del servizio Il pareggio del bilancio

19 Economia della truffa giustificata da una vita da salvare a tutti i costi…..

20 Azione Strategia Scommessa

21 Autorevolezza Simpatia Ricambiare Coerenza Convalida sociale Scarsità Scopo

22 Addestramento su misura per dare continuità assistenziale richiesta ma non visibile.

23 Comunicazione a cavallo tra Didattica, Cambiamenti e Persuasione in grado di puntare sulla decisione efficace.

24 Capire e orientare lorganizzazione - Servire qualità e creare fiducia - Misurazione della performance per migliorare

25 Aspetti verbali Aspetti non verbali

26 Espressioni del volto segnali di emozioni e di atteggiamenti

27 Sentimenti positivi Controllo Scherzo o gioco Ritualità Accompagnamento di un compito (tutor)

28 Un approccio con il cliente con gli strumenti che limitano i danni presenti nelle istituzioni totali

29 Filosofi della Comunicazione ?

30 Disgregare le resistenze con programmi a breve termine

31 Sintassi

32 Semantica

33 Pragmatica

34 Semiotica

35 Ermeneutica

36 Retorica

37 Epistemologia

38 Può un processo formativo eludere un programma culturale verificabile ?

39 Eleganza dellofferta Struttura ospitante Ospitalità alberghiera Prestazioni Intramoenia Tecnologia Qualità percepita?

40 A volte si impone una socialità che non interessa a nessuno !

41 Linterrogativo è: quale effetto?

42 DICOTOMIA Settore pubblicoSettore privato

43 Controllo sociale delle menti

44 Dalla concezione manipolatrice della libera impresa al celato e accattivante market system

45 Malato Degente Paziente Utente Cliente Fruitore (??)

46 Un patto di solidarietà dove un sorriso possa prevalere sulla burocrazia delle idee!

47 ANTICO PROVERBIO CINESE Se vuoi avere un anno di prosperità semina il grano Se vuoi avere dieci anni di prosperità pianta gli alberi Se vuoi avere cento anni di prosperità coltiva le persone

48 Mi sembra doveroso rendere omaggio ai colleghi che hanno sacrificato tutto il loro essere per garantire un riconoscimento professionale nellattuazione pratica delle loro funzioni, nella vera continuità assistenziale. A loro il senso del rispetto dovuto e la promessa di continuare, con coerenza, il cammino intrapreso.

49

50 EDITING: SCOGNAMIGLIO CIRO - Docente Master I livello Università degli Studi di Firenze e di Napoli, Infermiere c/o Rianimazione di Cardiochirurgia Generale A.O.R.N. V. Monaldi di Napoli FERRARO CATERINA - Ostetrica, Infermiere c/o Divisione di Cardiochirurgia Pediatrica A.O.R.N. V. Monaldi di Napoli

51 Cell


Scaricare ppt "LA COMUNICAZIONE IN SANITA ED OBIETTIVI FISSATI IN TALE DIREZIONE DALLECM."

Presentazioni simili


Annunci Google