La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Zenone a sostegno delle tesi di Parmenide I paradossi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Zenone a sostegno delle tesi di Parmenide I paradossi."— Transcript della presentazione:

1

2 Zenone a sostegno delle tesi di Parmenide I paradossi

3 Contro il movimento- paradosso della dicotomia Supponiamo che il movimento sia reale. Questo significa che se un corpo si sposta da un PUNTO A ad un PUNTO B prima di arrivare al punto B, dovrà raggiungere la metà del percorso (C), poi la metà del percorso succ. e così via ½ ¼ 1/8…………………………….. Un corpo in moto non potrà mai raggiungere B perché tra A e B vi sono INFINITI PUNTI da percorrere in un tempo finito. IL MOVIMENTO è allora solo unillusione

4 La sfida al senso comune. I paradossi di Zenone Sappiamo pochissimo della sua vita e quello che sappiamo lo dobbiamo ad Aristotele Zenone (490-incerta) molti aneddoti sulla sua vita e sulla sua morte Zenone rimane nella storia del pensiero per i suoi celebri PARADOSSI – contro lopinione comune

5 Paradossi Con tale argomentazioni confuta e mette in scacco gli avversari di Parmenide, dimostrando che le loro tesi portano a conseguenze contraddittorie

6 I paradossi più noti Contro il movimento Contro il molteplice

7 Il paradosso di Achille e la tartaruga Si svolge una gara tra il veloce Achille e la lenta tartaruga Se Achille concedesse un vantaggio anche minimo alla tartaruga Non potrebbe mai raggiungerla Perché nel momento nel quale avesse raggiunto la tartaruga, questa avrebbe percorso un intervallo di spazio anche se modesto

8 Il paradosso della freccia Supponiamo di lanciare una freccia Raggiungerà il suo bersaglio? La risposta è negativa. Perché?

9 Il paradosso della freccia La freccia in ogni istante occupa un determinato spazio uguale alla sua dimensione e rispetto a questo spazio risulta ferma Dunque in ogni singolo istante non si muove Nonostante lopinione comune la freccia NON può muoversi Se la freccia rimane immobile il movimento non esiste

10 Contro il molteplice Supponiamo di avere a che fare con una grandezza, che di conseguenza è divisibile in parti Il numero delle parti è infinito o finito? Se le cose fossero molteplici allora sarebbero nello stesso tempo finite e infinite, il che è assurdo

11 LA SEPARAZIONE tra LOGOS e SENSI E assai difficile poter affermare quali sono con esattezza i paradossi attribuiti a Zenone e certamente prodotti/ipotizzati dal filosofo Non sappiamo nemmeno se è stato Zenone a fornire linterpretazione matematica, con la quale presentiamo i paradossi Molti studiosi pensano che sia invece uninterpretazione posteriore e mettono in dubbio limmagine che vuole Zenone critico della matematica pitagorica e scopritore di difficoltà che solo la teoria degli insiemi (molto più tardi) avrebbe capito

12 Zenone inventore della DIALETTICA Aristotele ha attribuito a Z. linvenzione della DIALETTICA e in modo specifico il PROCEDIMENTO PER ASSURDO che procede nel seguente modo: A) si prende per vera la tesi dellavversario B) si individuano le contraddizioni che la tesi presenta C) dal momento che la tesi in questione risulta assurda, ciò significa che deve essere vera la tesi opposta


Scaricare ppt "Zenone a sostegno delle tesi di Parmenide I paradossi."

Presentazioni simili


Annunci Google