La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

5 maggio 2008 - CATANZARO Da Lula A Pietralata – autore G. Guzzo –Ed. Rubbettino – Soveria Mannelli (CZ) - Aprile 2007 Da Lula A Pietralata – autore G.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "5 maggio 2008 - CATANZARO Da Lula A Pietralata – autore G. Guzzo –Ed. Rubbettino – Soveria Mannelli (CZ) - Aprile 2007 Da Lula A Pietralata – autore G."— Transcript della presentazione:

1 5 maggio CATANZARO Da Lula A Pietralata – autore G. Guzzo –Ed. Rubbettino – Soveria Mannelli (CZ) - Aprile 2007 Da Lula A Pietralata – autore G. Guzzo –Ed. Rubbettino – Soveria Mannelli (CZ) - Aprile 2007 Commento e presentazione videomediale di Vitaliano Rotundo – Dirigente scolastico: Commento e presentazione videomediale di Vitaliano Rotundo – Dirigente scolastico: 1. Da Lula a Pietralata 2. Immagine dautore 3. Il metodo 4. La struttura del testo 5. Sono il nuovo maestro……. 6. I nani e i giganti 7. G. Guzzo: Bernardini educatore oltre la scuola 8. G. Guzzo e A. Bernardini - Linedito di 13 pagine 9. Lettera a mia figlia

2 DA LULA A PIETRALATA

3 PAESAGGIO DI LULA

4

5

6 IMMAGINE DAUTORE 5 MAGGIO CATANZARO GIUSEPPE GUZZO : Da Lula a Pietralata GIUSEPPE GUZZO : Da Lula a Pietralata aprile Rubbettino ed. – Soveria Mannelli -CZ aprile Rubbettino ed. – Soveria Mannelli -CZ Lineamenti pedagogici e indirizzi sperimentali nella Lineamenti pedagogici e indirizzi sperimentali nella riforma della scuola elementare. riforma della scuola elementare. G. GUZZO: AUTORE-EDUCATORE O EDUCATORE-LETTORE? G. GUZZO: AUTORE-EDUCATORE O EDUCATORE-LETTORE? 1. Storia, storiografia e pedagogia comparata 2. Formazione e ricerca 3. Educazione e vita 4. Didattica e critica metodologica 5. Lamore per la scuola

7 Il metodo Il metodo Esposizione dialettica e sistemica del periodo di riferimento con ordine cronologico che va dal ventennio alla metà degli anni ottanta e digressioni correlate alla scuola dei nostri giorni(A. Bernardini nasce nel 1917). Esposizione dialettica e sistemica del periodo di riferimento con ordine cronologico che va dal ventennio alla metà degli anni ottanta e digressioni correlate alla scuola dei nostri giorni(A. Bernardini nasce nel 1917). Il libro si snoda lungo tre corsie inseparabili tra loro e facilmente governate dallautore:1) storica e sociale; 2) pedagogica e culturale; 3)biografica. Il libro si snoda lungo tre corsie inseparabili tra loro e facilmente governate dallautore:1) storica e sociale; 2) pedagogica e culturale; 3)biografica. La corsia storica e sociale fa da sfondo alla comprensione del testo, come dichiara lo stesso autore nellIntroduzione, con riferimento alle problematiche sociali, culturali, politiche ed economiche che vanno dal ventennio alla Costituzione e alla democratizzazione. La corsia storica e sociale fa da sfondo alla comprensione del testo, come dichiara lo stesso autore nellIntroduzione, con riferimento alle problematiche sociali, culturali, politiche ed economiche che vanno dal ventennio alla Costituzione e alla democratizzazione. La corsia pedagogica, culturale, informativa. G. Guzzo riesce a tenere uniti i tre aspetti con coerenza di metodo comparativo e di stile descrittivo,cala la pedagogia nella realtà coinvolgendo il lettore nello scorrere testo. La corsia pedagogica, culturale, informativa. G. Guzzo riesce a tenere uniti i tre aspetti con coerenza di metodo comparativo e di stile descrittivo,cala la pedagogia nella realtà coinvolgendo il lettore nello scorrere testo. La corsia biografica ci presenta un quadro originale, intellettuale e critico, dellautore che tratta per la prima volta di un personaggio vivente, un lavoro che vuole essere la ricostruzione dellesperienza di un maestro alternativo, che lotta allinterno della complicata dicotomia tra scuola ufficiale e scuola reale e valorizza la seconda perché consente la crescita dellindividuo e della società. La corsia biografica ci presenta un quadro originale, intellettuale e critico, dellautore che tratta per la prima volta di un personaggio vivente, un lavoro che vuole essere la ricostruzione dellesperienza di un maestro alternativo, che lotta allinterno della complicata dicotomia tra scuola ufficiale e scuola reale e valorizza la seconda perché consente la crescita dellindividuo e della società. E la storia professionale di un uomo che ha dimostrato col suo rumore che la scuola è ineliminabile, che non si può fare educazione solo con la scuola (scuolacentrismo) o con linerzia, ma, scrive Guzzo, come ha fatto lui, fuori e … anche contro. E la storia professionale di un uomo che ha dimostrato col suo rumore che la scuola è ineliminabile, che non si può fare educazione solo con la scuola (scuolacentrismo) o con linerzia, ma, scrive Guzzo, come ha fatto lui, fuori e … anche contro. Lautore inquadra il metodo e la figura di A. Bernardini e li consegna al lettore. Lautore inquadra il metodo e la figura di A. Bernardini e li consegna al lettore.

8 Da Lula a Pietralata- Le battaglie di Albino Bernardini per il rinnovamento democratico della scuola elementare – Rubbettino ed. aprile 2007 – - La struttura del testo - - PRESENTAZIONE di Mario Alighiero Manacorda - INTRODUZIONE dellautore i 6 capitoli i 6 capitoli I - Il dopoguerra e la battaglia per la riforma della scuola II - La Sardegna e gli inizi dellavventura professionale III- Nel continente per continuare la missione educativa IV– Continua a insegnare per altri trentanni V – Lattività pubblicistica di Albino Bernardini VI – Bernardini scrittore per linfanzia - Inedito - Bibliografia

9 Sono il nuovo maestro, mi hanno detto che devo insegnare qui Sono il nuovo maestro, mi hanno detto che devo insegnare qui Le bacchette di Lula (ed. 1969)- classe terza scuola e società-la maestra Balena- lazione – piazza Grazzina - la comunicazione e la forza della parola -Paulo FreireLe bacchette di Lula (ed. 1969)- classe terza scuola e società-la maestra Balena- lazione – piazza Grazzina - la comunicazione e la forza della parola -Paulo Freire Il 1960 e lesperienza di un anno del maestro di borgata Il 1960 e lesperienza di un anno del maestro di borgata Le conoscenze e lintensificazione dei rapporti culturali e professionali Le conoscenze e lintensificazione dei rapporti culturali e professionali Un anno a Pietralata (ed. 1968) – Il metodo Un anno a Pietralata (ed. 1968) – Il metodo La scuola nemica (ed. 1973) – valore sociale e politico- dialoghi maestro e ragazzi.La scuola nemica (ed. 1973) – valore sociale e politico- dialoghi maestro e ragazzi. Da Un anno a Pietralata a La scuola nemica verso Diario di un maestro in 4 puntate RAI (1973). Il parere di G. Guzzo: Bernardini sostituisce la cattedra con la società. Da Un anno a Pietralata a La scuola nemica verso Diario di un maestro in 4 puntate RAI (1973). Il parere di G. Guzzo: Bernardini sostituisce la cattedra con la società. G. Guzzo:Un anno a Pietralata, Le bacchette di Lula, La scuola nemica rappresentano un originale manuale di pedagogia operativa o pedagogia della prassi. E la società che diventa un autentico laboratorio. La pedagogia della comunicazione e loperatore sociale. G. Guzzo:Un anno a Pietralata, Le bacchette di Lula, La scuola nemica rappresentano un originale manuale di pedagogia operativa o pedagogia della prassi. E la società che diventa un autentico laboratorio. La pedagogia della comunicazione e loperatore sociale. La pedagogia della comunicazione - La repubblica dei ragazzi di A.S.Makarenko e listituto comprensivo in Russia, nel La classe zerodei pionieri. La centralità della lezione.(1977-Viaggio nella scuola soviet.) La pedagogia della comunicazione - La repubblica dei ragazzi di A.S.Makarenko e listituto comprensivo in Russia, nel La classe zerodei pionieri. La centralità della lezione.(1977-Viaggio nella scuola soviet.)

10 I nani e i giganti – La supplente dei Bagni di Tivoli (pubb. 1975) Le bancate Le bancate Il difficile avvio dei gruppi e lalternativa alla lezione tradizionale Il difficile avvio dei gruppi e lalternativa alla lezione tradizionale Il 1973 scuola minacciata, processata condannata Il 1973 scuola minacciata, processata condannata G. Guzzo: Bernardini da annoverare fra gli scrittori per linfanzia e per i ragazzi (letteratura giovanile). G. Guzzo: Bernardini da annoverare fra gli scrittori per linfanzia e per i ragazzi (letteratura giovanile). La struttura aperta dei racconti e delle fiabe – realtà e un pizzico di fantasia- Lintreccio di due mondi : adulti e ragazzi. La struttura aperta dei racconti e delle fiabe – realtà e un pizzico di fantasia- Lintreccio di due mondi : adulti e ragazzi. Tante storie sarde e Le avventure di Grodde Tante storie sarde e Le avventure di Grodde La banda del bolide e la creatività dei ragazzi La banda del bolide e la creatività dei ragazzi Storie di gente comune-conversazione con Tonino Mameli (doc. di Pedagogia allUniversità di Cagliari) –Trasposizione del testo. Storie di gente comune-conversazione con Tonino Mameli (doc. di Pedagogia allUniversità di Cagliari) –Trasposizione del testo.

11

12 PIETRALATA 40 ANNI DOPO

13 A Licia mia figlia, con laugurio di vederla una ……… grande maestra.

14 G. Guzzo: Bernardini educatore oltre la scuola Leducatore oltre la scuola, fuori dalla scuola: Un viaggio lungo trentanni Leducatore oltre la scuola, fuori dalla scuola: Un viaggio lungo trentanni Il Giornale dei genitori Il Giornale dei genitori La pedagogia della comunicazione (pagg ) La pedagogia della comunicazione (pagg ) Bernardini scrittore per linfanzia : non autore-educatore ma autore-lettore Bernardini scrittore per linfanzia : non autore-educatore ma autore-lettore Le avventure di Grodde e le strutture narrative aperte Le avventure di Grodde e le strutture narrative aperte Inedito di Albino Bernardini : dalla biografia ad una nuova storia autobiografica Inedito di Albino Bernardini : dalla biografia ad una nuova storia autobiografica PINO E ALBINO PINO E ALBINO

15 Giuseppe Guzzo e Albino Bernardini – LINEDITO DI 13 PAGINE LE CONFIDENZE DI UN AMICO FRATERNO GLI ATTI DI VIOLENZA - Il trasferimento dalla terza classe della maestra Balzani. GLI ATTI DI VIOLENZA - Il trasferimento dalla terza classe della maestra Balzani. IL DOVERE E IL RISPETTO PATERNO – Picchiare era un dovere - Lepisodio dellarancia. IL DOVERE E IL RISPETTO PATERNO – Picchiare era un dovere - Lepisodio dellarancia. I SENTIMENTI DI ODIO E IL RIMORSO – Tu sei stato bocciato. I SENTIMENTI DI ODIO E IL RIMORSO – Tu sei stato bocciato. AMORE E UMANA CARITÀ : La fame …... una mattina del AMORE E UMANA CARITÀ : La fame …... una mattina del AFFETTI,DOLORE, SENSO DI RESPONSABILITA: Forse quello è stato il giorno più bello della mia vita. AFFETTI,DOLORE, SENSO DI RESPONSABILITA: Forse quello è stato il giorno più bello della mia vita. IL FACILE E IL DIFFICILE – Lillusione e il problema dellemigrazione del fratello Mario. IL FACILE E IL DIFFICILE – Lillusione e il problema dellemigrazione del fratello Mario. LA CONFIDENZA DEL SUO PRIMO AMORE. LA CONFIDENZA DEL SUO PRIMO AMORE. LA VOGLIA DI RIUSCIRE : con mio fratello Annibale facemmo di tutto. Grodde. LA VOGLIA DI RIUSCIRE : con mio fratello Annibale facemmo di tutto. Grodde. LA GUERRA E IL PRIMO INCARICO- Era un insegnamento di guerra e mangiavo lerba. LA GUERRA E IL PRIMO INCARICO- Era un insegnamento di guerra e mangiavo lerba. CONFESSIONI DI GIOE, ASPETTATIVE, DELUUSIONI, INVIDIE GIOCHI SOMMERSI, DELUSIONI E AMAREZZE - Il partito nel 1944,il matrimonio, il concorso magistrale del 48, il licenziamento,larresto del 49 e il trasferimento a Tivoli CONFESSIONI DI GIOE, ASPETTATIVE, DELUUSIONI, INVIDIE GIOCHI SOMMERSI, DELUSIONI E AMAREZZE - Il partito nel 1944,il matrimonio, il concorso magistrale del 48, il licenziamento,larresto del 49 e il trasferimento a Tivoli Il 1950/51- LA NOMINA A LULA – La conoscenza di Carmelo Cottone Il 1950/51- LA NOMINA A LULA – La conoscenza di Carmelo Cottone NEL 1960, IL 20 SETTEMBRE, VIENE NOMINATO NELLA SCUOLA DI PIETRALATA – Frequenta la rivista La Riforma della Scuola NEL 1960, IL 20 SETTEMBRE, VIENE NOMINATO NELLA SCUOLA DI PIETRALATA – Frequenta la rivista La Riforma della Scuola LE CONFESSIONI : allamico Guzzo racconta i retroscena della RAI su DIARIO DI UN MAESTRO, tratto dal libro UN ANNO A PIETRALATA.I rapporti col regista Vittiorio De Seta. LE CONFESSIONI : allamico Guzzo racconta i retroscena della RAI su DIARIO DI UN MAESTRO, tratto dal libro UN ANNO A PIETRALATA.I rapporti col regista Vittiorio De Seta.

16 Lettera a mia figlia Licia, perché diventi una maestra grande. TIRIOLO,settembre 2006 Carissima Licia………sei diventata maestra di ruolo e la tua vita …è dimprovviso cambiata….sei chiamata a vivere unesperienza di grande fede professionale. Carissima Licia………sei diventata maestra di ruolo e la tua vita …è dimprovviso cambiata….sei chiamata a vivere unesperienza di grande fede professionale. Se vorrai essere una maestra grande - e non una grande maestra – dovrai imparare sin dai primi giorni, ad agire come un qualunque tuo ragazzo. Se vorrai essere una maestra grande - e non una grande maestra – dovrai imparare sin dai primi giorni, ad agire come un qualunque tuo ragazzo. Non ti preoccupare dei colleghi che esibiscono cultura e distribuiscono saperi, tante volte come lussuosi vestiti. Vivi tra i tuoi ragazzi con saggezza. Impara a saper rispondere solo a loro. Non ti preoccupare dei colleghi che esibiscono cultura e distribuiscono saperi, tante volte come lussuosi vestiti. Vivi tra i tuoi ragazzi con saggezza. Impara a saper rispondere solo a loro. Bevendo i sorsi amari di una scuola che non sempre ti avrà ricompensato dei sacrifici. Bevendo i sorsi amari di una scuola che non sempre ti avrà ricompensato dei sacrifici.

17 Non ti dico che cosa sono state le classi di tanti di quei maestri che hanno scritto la grande storia della scuola elementare…..di tanti educatori nello svolgere quel mestiere che hanno ritenuto …..il più bel mestiere del mondo. Non ti dico che cosa sono state le classi di tanti di quei maestri che hanno scritto la grande storia della scuola elementare…..di tanti educatori nello svolgere quel mestiere che hanno ritenuto …..il più bel mestiere del mondo. La scuola è fatta per imparare a vivere non per essere continuamente giudicati, puniti o premiati. Nella tua scuola, perciò, non ci siano i primi e gli ultimi. La scuola è fatta per imparare a vivere non per essere continuamente giudicati, puniti o premiati. Nella tua scuola, perciò, non ci siano i primi e gli ultimi. Sforzati a far parlare chi non sa, non vuole o non può parlare. Tu come maestra sei sta chiamata a dare la parola a chi non lha avuta dalla famiglia e dalla vita. Sforzati a far parlare chi non sa, non vuole o non può parlare. Tu come maestra sei sta chiamata a dare la parola a chi non lha avuta dalla famiglia e dalla vita.

18 Per essere quella maestra grande…….. Per essere quella maestra grande di cui ti parlavo…….ti basterà che tu faccia, e faccia fare, quelle cose di cui i ragazzi non si annoiano, che danno loro la gioia di venire a scuola, di apprendere, di far sentire la comunità scolastica come un momento di piacevole sosta, non uninsopportabile e dolorosa tortura. Per essere quella maestra grande di cui ti parlavo…….ti basterà che tu faccia, e faccia fare, quelle cose di cui i ragazzi non si annoiano, che danno loro la gioia di venire a scuola, di apprendere, di far sentire la comunità scolastica come un momento di piacevole sosta, non uninsopportabile e dolorosa tortura. Educare, perciò, i tuoi ragazzi alla reciprocità, allintegrazione, alla cooperazione, alla collaborazione è anche compito tuo. Questo vogliamo dire quando sosteniamo che i maestri sono i veri costruttori della società. Educare, perciò, i tuoi ragazzi alla reciprocità, allintegrazione, alla cooperazione, alla collaborazione è anche compito tuo. Questo vogliamo dire quando sosteniamo che i maestri sono i veri costruttori della società.

19 Non ti dispiacere……. Non ti dispiacere quando scopri che nello svolgimento delle varie attività i tuoi ragazzi collaborano tra loro… si preparano a vivere con gli altri e degli altri si preparano a risolvere poi i problemi della vita. Non ti dispiacere quando scopri che nello svolgimento delle varie attività i tuoi ragazzi collaborano tra loro… si preparano a vivere con gli altri e degli altri si preparano a risolvere poi i problemi della vita. Lobiettivo primario ritengo debba essere la formazione integrale. Saranno infatti veri cittadini quelli che avranno imparato a star bene insieme agli altri. Non gli…individualisti. Lobiettivo primario ritengo debba essere la formazione integrale. Saranno infatti veri cittadini quelli che avranno imparato a star bene insieme agli altri. Non gli…individualisti.

20

21 Qualsiasi pedagogia o didattica…… Qualsiasi pedagogia o didattica che non si inveri in una prospettiva politica è vuoto tecnicismo… Qualsiasi pedagogia o didattica che non si inveri in una prospettiva politica è vuoto tecnicismo…...Leducazione oggi, più che nel passato, si pone come promotrice di competenze umane, per loperare sociale della persona, per la possibilità di sviluppare lumanità alla base di qualsiasi conoscenza....Leducazione oggi, più che nel passato, si pone come promotrice di competenze umane, per loperare sociale della persona, per la possibilità di sviluppare lumanità alla base di qualsiasi conoscenza. La tua immissione nei ruoli della scuola elementare è un evento per te, ma pure per me. E festa per te, ma pure per me, per quel poco che ti ho saputo, e potuto dare, per farti capire in quale scuola ti accingevi ad entrare. La tua immissione nei ruoli della scuola elementare è un evento per te, ma pure per me. E festa per te, ma pure per me, per quel poco che ti ho saputo, e potuto dare, per farti capire in quale scuola ti accingevi ad entrare. Se diverrai maestra grande, io pure, insieme a te, gioirò. Molto. Se diverrai maestra grande, io pure, insieme a te, gioirò. Molto. Auguri per una lunga e felice carriera di maestra. Auguri per una lunga e felice carriera di maestra. Tiriolo, settembre 2006 Tuo padre, Pino Tiriolo, settembre 2006 Tuo padre, Pino


Scaricare ppt "5 maggio 2008 - CATANZARO Da Lula A Pietralata – autore G. Guzzo –Ed. Rubbettino – Soveria Mannelli (CZ) - Aprile 2007 Da Lula A Pietralata – autore G."

Presentazioni simili


Annunci Google