La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Reti Logiche e Architettura dei Calcolatori Luciano Gualà home page

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Reti Logiche e Architettura dei Calcolatori Luciano Gualà home page"— Transcript della presentazione:

1 Reti Logiche e Architettura dei Calcolatori Luciano Gualà home page

2 Corso annuale (12 crediti): Durata: da ottobre 2011 a giugno moduli: Reti Logiche (6 crediti) Architettura dei calcolatori (6 crediti)

3 Calcolatore, programma, linguaggio macchina Cosa è un calcolatore? una macchina che può risolvere problemi eseguendo le istruzioni che le vengono assegnate Cosa è un programma? sequenza di istruzioni che descrive come portare a termine un dato compito Cosa è il linguaggio macchina? insieme di istruzioni che i circuiti elettronici di un calcolatore può riconoscere e eseguire (quasi) direttamente

4 Vi siete mai chiesti cosa effettivamente sa fare un calcolatore? Raramente le istruzioni elementari sono più complesse delle seguenti: sommare due numeri controllare se un numero vale zero copiare una porzione di dati da una parte allaltra della memoria I linguaggi macchina, poiché troppo elementari, sono difficili e tediosi da utilizzare

5 approccio strutturale problema differenza fra ciò che è adatto agli utenti e ciò che lo è per i computer gli utenti vogliono fare X, ma i calcolatori sanno fare solo Y Idea: definire nuove istruzioni (linguaggio L1) più facili da utilizzare e poi ricondurle a quelle elementari (linguaggio L0) Due soluzioni: Traduzione: trasformare un programma scritto in L1 in uno scritto in L0. La trasformazione la esegue un programma in L0. Interpretazione: scrivere un programma in L0 che sa eseguire ogni istruzione di L1 Un altro modo di vederla: definire una macchina virtuale il cui linguaggio elementare è L1

6 approccio strutturale: linguaggi, livelli e macchine virtuali calcolatore reale M0, con linguaggio macchina L0 Livello 0 I programmi in L0 possono essere eseguiti direttamente dai circuiti digitale calcolatore vituale M1, con linguaggio macchina L1 Livello 1 I programmi in L1 sono interpretati da un interprete eseguito da M0 oppure tradotti in L0 calcolatore reale Mn, con linguaggio macchina Ln Livello n calcolatore virtuale M2, con linguaggio macchina L2 Livello 2 I programmi in L2 sono interpretati da un interprete eseguito da M0 o M1 oppure tradotti in L0 o L1 I programmi in Ln sono interpretati da un interprete eseguito da una macchina inferiore oppure tradotti nel linguaggio macchina di una macchina inferiore......

7 …un tipico esempio… Livello logico digitale Livello 0 Hardware Livello di microarchitettura Livello 1 Interpretazione (microprogramma) o esecuzione diretta Livello del linguaggio orientato al problema Livello 4 Livello di architettura dellinsieme di istruzioni Livello 2 Traduzione (assemblatore) Livello del linguaggio assemblativo Livello 3 Traduzione (compilatore)

8 perché studiare i livelli bassi Le persone che scoprono la potenza e la bellezza di idee di alto livello di astrazione spesso commettono l'errore di credere che le idee concrete a livelli inferiori di astrazione sono tutto sommato inutili e possono essere dimenticate. Al contrario, i migliori informatici sono sempre saldamente radicati nei concetti basilari che governano il funzionamento dei calcolatori, ed in verità l'essenza dell'informatica è l'abilità di comprendere e governare molti livelli di astrazione contemporaneamente. Donald E. Knuth

9 Reti Logiche (Modulo I)

10 Cosè una rete logica? Oggetto che modella un componente hardware digitale laggettivo digitale viene dallinglese digit (cifra), che viene dal latino digitus (dito) Sistemi hadware digitali: tipologia di sistemi di elaborazione (sistemi dedicati o annegati) che svolgono specifici compiti in altri sistemi digitale: ingressi e uscite assumono valori finiti e discreti (binari o booleani o logici: 0 o 1)

11 Descrizione dei sistemi hardware digitali: tre livelli Comportamentale descrizione astratta di ingressi, uscite, relazioni fra essi funzionalità del sistema Logico interconnessione (la rete) degli elementi logici di base (porte logiche) porte logiche: componenti elementari Circuitale dispositivi elettronici (formati da transistor) che implementano i componenti logici per studiare il funzionamento di un transistor bisogna entrare nel campo della fisica dello stato solido

12 WE RE SE X0X0 X1X1 X2X2 X3X3 Y0Y0 Y1Y1 Y2Y2 Y3Y3 D in (SE.Ck)+ (WE.Ck) D Q Ck D Q D Q D Q …un esempio di rete logica…

13 Cosa si studia Prima parte: Reti logiche reti combinatorie uscite sono funzione dei soli ingressi Strumento: algebra booleana reti sequenziali concetto di stato uscite sono funzione di ingressi e stato Strumento: automi a stati finiti Seconda parte: (qualcosa) sul calcolatore Aritmetica del calcolatore rappresentazione dellinformazione algoritmi per le operazioni di base Memoria interna

14 Motivazioni Sistemi hardware digitali sono ovunque dispositivi mobili (palmari, cellulari) macchine fotografiche digitali elettronica per applicazioni automobilistiche apparecchiature biomedicali processori Indispensabile per comprendere il funzionamento di un calcolatore Concetti appresi nel corso costituiscono un patrimonio culturale importante trovano applicazione in altri corsi

15 …una motivazione meno ortodossa… …progettare reti logiche è divertente!

16 Informazioni utili Orario lezioni Martedì: 9,00 – 11,00 Venerdì: 9,00 – 11,00 Orario ricevimento Martedì: 11,15 – 12,45 Ufficio: dip. di matematica, piano 0, corridoio B0, stanza 206

17 Informazioni utili William Stallings Architettura e organizzazione dei Calcolatori Addison Wesley Libri di testo Slide e materiale didattico (in inglese) M. Morris Mano, Charles R. Kime Reti Logiche (quarta edizione) Prentice Hall

18 …altri testi utili… F. Fumi, M. Sami, C. Silvano Progettazione Digitale McGraw-Hill Franco P. Preparata Introduzione alla oraganizzazione e progettazione di un elaboratore eletronico FrancoAngeli C. Bolchini, C. Brandolese, F. Salice, D. Sciuto Reti Logiche Apogeo

19 …esame… 4 appelli (Reti Logiche e Architettura dei Calcolatori) 2 giugno-luglio settembre gennaio-febbraio 2013 prove parziali 1 esonero gennaio-febbraio 2012 modalità desame prova scritta in alcuni casi prova orale

20


Scaricare ppt "Reti Logiche e Architettura dei Calcolatori Luciano Gualà home page"

Presentazioni simili


Annunci Google