La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COMPETENZE, CITTADINANZA, VALUTAZIONE, CERTIFICAZIONE ITIS REGGIO di Isola del Liri, 9, 19, 20 marzo, 2 e 3 aprile 2012 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COMPETENZE, CITTADINANZA, VALUTAZIONE, CERTIFICAZIONE ITIS REGGIO di Isola del Liri, 9, 19, 20 marzo, 2 e 3 aprile 2012 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia."— Transcript della presentazione:

1 COMPETENZE, CITTADINANZA, VALUTAZIONE, CERTIFICAZIONE ITIS REGGIO di Isola del Liri, 9, 19, 20 marzo, 2 e 3 aprile /01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR1

2 Il programma !° giorno, venerdì 9 marzo: Introduzione e presentazione del corso 2° giorno: lunedì 19 marzo Presentazione delle life skills 3° giorno: martedì 20 marzo Intelligenze multiple 4° giorno: lunedì 2 aprile Teoria dell'intelligenza emotiva 5° giorno: martedì 3 aprile Certificazione delle competenze I formatori: dott. Lucio Maciocia, Dott. Nicola Mastrocola, Dott.sa Maria Lucia Martini 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR2

3 La normativa di riferimento Decreto del Ministro della Pubblica istruzione n. 139 del 22 agosto 2007 Obbligo formativo e certificazione delle competenze Ambiguità della normativa: le competenze come risultati minimi da conseguire nellambito dellobbligo formativo e non come attenzione costante e trasversale a tutte le discipline 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR3

4 Il dilemma del docente Vale la pena impegnarsi e trasformare il proprio approccio metodologico e il proprio stile o è meglio attenersi alla formalità dellatto, procedere di copia e incolla e far finta di niente? 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR4

5 La chiave di volta: la programmazione partecipata – lautonomia scolastica Attivare processi con caratteristiche di: Flessibilità e capacità di integrare competenze utili alla loro evoluzione; Economicità; Plasticità temporale favorita dalla attivazione di attori diversi a seconda delle necessità dei gruppi di interesse coinvolti ; Possibilità di inserimento della programmazione nelle attività ordinarie, senza risorse economiche aggiuntive; Mantenimento intrinseco; Miglioramento dei servizi offerti rispetto alla capacità di sviluppare empowerment nei singoli, nel contesto e nella comunità. 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR5

6 Quattro criticità del sistema scuola 1) Forte spinta disciplinarista – mancanza spinta relazionale Vale a dire che le proposte di riforme sembrano spingere ancor più verso una concezione dellinsegnamento basato sulla disciplina, con una doppia valenza: la disciplina intesa come materia e la disciplina intesa come comportamento conforme alle regole (senza nessun lavorio attorno alle regole del gioco educativo), mentre bisognerebbe prestare molta attenzione alla necessità di aumentare le competenze relazionali, sia tra i docenti stessi che tra docenti e alunni e tra gli alunni. 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR6

7 Quattro criticità del sistema scuola 2) Riduzione dellorario: ulteriore spinta verso le discipline La riforma della scuola, riducendo lorario scolastico, costringe ancor di più il docente a comprimere il tempo dedicato alla lezione, imprigionando il sapere e la relazione in un tempo interno alla disciplina, si perde loccasione di vivere la disciplina, di entrare nel merito dellessenza della materia, riuscendo ad evitare la pericolosa deriva del bravo studente che ripete quanto da lui ci si aspetta ma che non lega quanto appreso alla propria personale esperienza. sapere di saper fare. 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR7

8 Quattro criticità del sistema scuola 3) Valutazione orientata alla disciplina – la qualità della relazione cede alla cognizione La valutazione è il vero arcano mistero della Scuola italiana: pur essendo a fondamento della riuscita scolastica e pur utilizzando tutti criteri valutativi, solo in rarissimi e lodevoli casi, si è assistito ad una vera condivisione ed esplicitazione dei criteri di valutazione. Forse esiste una forma di mediazione tra i criteri fortemente personali legati allinterrogazione orale e quelli cosiddetti oggettivi legati ad un test a risposta multipla, luno troppo implicata nella relazione senza consapevolezza, laltro troppo legato ad una asetticità lontana dalla tradizione scolastica italiana 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR8

9 Quattro criticità del sistema scuola 4) sistema cultura orientato alleconomicismo Mancata definizione della Qualità dellofferta formativa. La qualità della scuola è nel rapporto educativo. Investire sulle persone e sulle competenze. Sembra essere evidente che esistono degli sprechi e delle discrasie economiche, ma deprimere e svalutare la professionalità dei docenti non sembra essere il sistema migliore per risollevare le sorti della scuola. Bisogno di un modello educativo fortemente centrato sul rispetto delle regole di convivenza e sulla valorizzazione delle potenzialità. Un economicismo che taglia o che promette sanzioni ai fannulloni senza proporre azioni di sostegno alla socialità è destinato a produrre conflittualità sociale, disuguaglianze, ignoranza di ritorno, demotivazione nei docenti, scarso senso di appartenenza e rispetto da parte degli alunni. 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR9

10 LE QUATTRO DISCONTINUITA la scuola richiede prestazioni individuali, mentre il lavoro mentale allesterno è spesso condiviso socialmente; LA NATURA DELLINSEGNAMENTO la scuola richiede un pensiero privo di supporti, mentre fuori ci si avvale di strumenti cognitivi o artefatti; la scuola coltiva il pensiero simbolico, nel senso che lavora su simboli, mentre fuori della scuola la mente è sempre direttamente alle prese con oggetti e situazioni; a scuola si insegnano capacità e conoscenze generali, mentre nelle attività esterne dominano competenze specifiche, legate alla situazione. [Resnick, 1995] 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR10

11 LA NATURA DELLINSEGNAMENTO SAPERE SCOLASTICOSAPERE REALE astratto concreto analitico globale sistematico intuitivo logico pratico generale particolare individuale sociale rigido flessibile 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR11

12 LO SPECIFICO DELLA SCUOLA : PRENDERE LE DISTANZE DALLA REALTA SAPERE REALE SAPERE SCOLASTICOlivello meta FUNZIONE PARENTETICA DELLA SCUOLA protezione dallesperienza diretta semplificazione della realtà esperienza LA NATURA DELLINSEGNAMENTO 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR12

13 LA SFIDA PER IL SAPERE SCOLASTICO la scuola è un luogo dove si svolge un particolare tipo di lavoro intellettuale, che consiste nel ritrarsi dal mondo quotidiano, al fine di considerarlo e valutarlo, un lavoro intellettuale che resta coinvolto con quel mondo, in quanto oggetto di riflessione e di ragionamento [Resnick, 1995] la differenza sta nella gestione della discontinuita centralità dellinsegnamento centralità dellapprendimento LA NATURA DELLINSEGNAMENTO 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR13

14 DUE LOGICHE DI INSEGNAMENTO A CONFRONTO IL MUROIL PONTE La conoscenza come prodotto predefinito, materia inerte La conoscenza come processo elaborativo, materia viva La conoscenza viene frammentata in parti per facilitare lassimilazione La conoscenza viene vista nelle sue reciproche relazioni Lo studente riproduce la conoscenzaLo studente produce la conoscenza Organizzato intorno a contenutiOrganizzato intorno a problemi Strutturato e uniformeDifferenziato e regolato sulla persona Prevede un percorso lineare insegnante-conoscenza-studente Prevede un percorso ricorsivo insegnante-conoscenza-studente Usa il libro come strumento principeUsa fonti e materiali diversi Procede in modo individualisticoProcede in modo cooperativo INSEGNAMENTO E APPRENDERE PER COMPETENZE 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR14

15 I prerequisiti per il successo formativo Centralità della formazione continua del docente La definizione chiara delle competenze del docente Le competenze nella comunicazione e nella relazione Gli studenti sono tutti uguali? La solitudine del docente Definire spazi e tempi per gli aspetti organizzativi e per la qualità. 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR15

16 Comunità di pratica/ comunità Professionali gruppi professionali che interagiscono tra loro e che costruiscono una pratica condivisa e scientificamente accertata che produce i cambiamenti indicati. Tutto questo richiede attenzione verso i processi legati alla socialità, alla solidarietà, alla gruppalità, termini contrapposti allindividualismo, alla ricerca del profitto senza regole, al familismo amorale e al capitalismo amorale; 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR16

17 Le competenze per la vita (Life skills) Il concetto di salute dellOMS La promozione di salute quale cardine del benessere organizzativo e del processo educativo Sostanziale identità tra competenze di cittadinanza e life skills Metodologie educative basate sulle life skills Etica della responsabilità 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia - ASL FR17


Scaricare ppt "COMPETENZE, CITTADINANZA, VALUTAZIONE, CERTIFICAZIONE ITIS REGGIO di Isola del Liri, 9, 19, 20 marzo, 2 e 3 aprile 2012 04/01/2014Dott. Lucio Maciocia."

Presentazioni simili


Annunci Google