La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VENDERE SE STESSI FABRIZIO CIACCHI. Cosa vuol dire Vendersi VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Non vuol dire Svendersi Valorizzare se stessi Massimizzare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VENDERE SE STESSI FABRIZIO CIACCHI. Cosa vuol dire Vendersi VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Non vuol dire Svendersi Valorizzare se stessi Massimizzare."— Transcript della presentazione:

1 VENDERE SE STESSI FABRIZIO CIACCHI

2 Cosa vuol dire Vendersi VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Non vuol dire Svendersi Valorizzare se stessi Massimizzare ogni opportunità lavorativa Creare un cammino per la propria carriera

3 Problemi VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Trovare un lavoro Farsi pagare adeguatamente Accrescere la propria professionalità

4 Desideri VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Trovare un lavoro vicino a casa Guadagnare bene Fare un lavoro che piace

5 Regola n. 0 VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Siete il vostro Brand Dovete promuovervi come una qualsiasi azienda che abbia un Brand forte.

6 Regola n. 0 VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Caso di Successo Steve Jobs, è sicuramente l'esempio lampante di Uomo/Brand che ha portato al successo la Sua azienda

7 Regola n.1 VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Non svendersi Ovvero ottenere sempre un guadagno dal lavoro che si svolge

8 Regola n.2 VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Io sono bravo perché costo molto Credere in se stessi e far pagare la propria professionalità

9 Regola n.3 VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Non accettare tutti i lavori offerti Perché a volte è meglio fare meno, ma bene, che accettare tutti i lavori.

10 Come si comincia VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Partecipare a progetti gratuitamente Tenere un blog personale Scrivere per delle riviste del settore In che modo posso farmi notare?

11 Cosa ho fatto io VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Moderatore del forum Html.it Durante luniversità ho passato molto tempo sul forum di Html.it per la programmazione C++ e quella PHP. Nel 2000, quasi per caso, mi propongo come moderatore del forum di programmazione, unattività gratuita che richiedeva un discreto impegno, ma che mi permetteva di imparare molto dalle problematiche di programmazione e di rimanere aggiornato sulle tecnologie.

12 Cosa ho fatto io VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Collaboratore script PHP Html.it Successivamente, con la crescita del sito, mi viene offerto un lavoro da Html.it. Poiché stavo studiando il PHP mi viene offerto di recensire un certo numero di script a settimana, per il sito tematico che era in fase di lancio.

13 Cosa ho fatto io VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Prendo coscienza che leditoria informatica mi permette, da un lato di avere un introito per mantenermi (come tanti amici che facevano lavori saltuari per mantenersi durante luniversità), dallaltro di imparare nuove tecnologie e di farmi un nome. Ma scrivere per il web non mi rende molto conosciuto, decido quindi di contattare Internet News, rivista in voga al tempo, per proporre degli articoli sul PHP Il primo articolo

14 Cosa ho fatto io VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Propongo numerosi articoli, una serie di lezioni per principianti sul PHP, e tutta una serie di articoli connessi. Inizialmente mi vengono rifiutate tutte le proposte, non demordo e faccio altre proposte, alla fine mi viene commissionato un articolo poi pubblicato nellestate Pubblico un altro articolo a settembre, e poi calma piatta per altri sei mesi di proposte rifiutate Il primo articolo

15 Cosa ho fatto io VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Nellestate del 2003, vengo contattato da una rivista di Edizioni Master, di nome, che mi propone una serie di articoli sul PHP. Pubblico alcuni articoli e a fine anno, con la chiusura delle rivista, inizio a collaborare con Linux Magazine (sempre del gruppo editoriale di Edizioni Master) La svolta

16 Cosa ho fatto io VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Nel 2004 la mia attenzione è tutta rivolta al lavoro di editoria, scrivo quasi 30 articoli in un anno, 2 guide di programmazione per html.it e pubblico anche alcuni appunti universitari sul mio sito web. Alla fine dellanno collaboro con circa cinque riviste e tre siti web italiani. Inizio a collaborare con Linux Magazine in lingua inglese (per cui farò nel 2005 circa sei articoli) Scrivere, scrivere, scrivere

17 Cosa ho fatto io VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Abbassando un po il tenore delle collaborazioni editoriali, ottengo nellaprile del 2005 un lavoro come consulente presso Libero.it, con sede a Pisa. Il lavoro è a termine, per la ristrutturazione di una parte del sito e dura circa sei mesi. Il mio curriculum è stato trovato per caso su Internet, alla ricerca di programmatori PHP nella zona di livorno/pisa. La mia popolarità per gli articoli e le guide, alcune presenti sul sito, mi ha fatto notare ed ottenere il lavoro Libero

18 Cosa ho fatto io VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Lanno successivo, dopo sei mesi che invio curriculum senza ricevere risposta (cercando di far valere la mia esperienza per un portale come libero.it finché era ancora calda), vengo contattato da una società di consulenza che mi offre di fare lanalista Web presso Vodafone a Milano. Vengo a sapere di essere stato preso proprio per i miei articoli, che hanno fatto intravedere un margine di crescita nella mia professionalità Vodafone

19 Cosa ho fatto io VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Ed è effettivamente così. Pur avendo relativamente poca esperienza come sviluppatore, il mio percorso come scrittore informatico e come programmatore, mi danno le basi per diventare un bravo analista web. Decido tuttavia di provare ad avvicinarmi a casa e quindi faccio domanda di lavoro per Dada, dove vengo assunto nellagosto del 2007 come sviluppatore Dada

20 Cosa ho fatto io VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Dopo un anno e mezzo in Dada, voglio avvicinarmi ancora di più a casa, ed inizio ad inviare dei curriculum. Vengo contattato da unazienda di Pisa che mi propone, a pari stipendio, un progetto Web 2.0 completamente sotto la mia supervisione con altri due programmatori nel mio team. Il progetto si chiama Koego ed è un sistema di Web Analytics gratuito per i blog. 2008/ Trackset

21 Cosa ho fatto io VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Quando il progetto viene venduto ad una società di Roma, è per me impossibile trasferirmi. Trovo quindi lavoro in unaltra società pisana: Noze. Una piccola ma dinamica realtà in cui vengo assunto come sviluppatore/project manager, lavorando principalmente nel settore documentale Noze

22 Cosa ho fatto io VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI I tempi sono ormai maturi, e visti la mia esperienza in diverse realtà, ritengo sia giunto il momento di provare un progetto indipendente Face2Tube

23 Le realtà lavorative VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Le aziende per cui ho lavorato sono di molte tipologie: Wind – Libero.it – dipartimento di media entità, stimolante, ma purtroppo con assunzioni limitate; Vodafone – società molto grande, molto organizzata e molto competitiva; Dada – società di media grandezza, con respiro internazionale, ma con molti difetti organizzativi; Trackset – società dinamica, molto 2.0, ma con i titolari di Roma che non hanno dato peso al valore delle persone; Noze – piccola realtà, con buoni propositi, ma alcuni problemi nella gestione del personale.

24 Le realtà lavorative VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Cosa si evince? NESSUN POSTO DI LAVORO E' PERFETTO

25 Come scrivere il CV VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Si deve avere il proprio Curriculum in lingua italiana e in lingua inglese (per le aziende internazionali). Personalmente mantengo da diversi anni solo quello in lingua inglese (dà anche un certo tono al cv). Si devono elencare esperienze di lavoro, formazione scolastica e professionale, senza dimenticare di citare le proprie attitudini.

26 Come scrivere il CV VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Si deve anche avere un profilo su un Social Network come Linkedin, dove il Curriculum è consultabile da potenziali offerenti. Meglio se si realizza un blog personale e si utilizza qualche social network (es. Twitter o Flickr). Per completare si può fare un biglietto da visita virtuale su Flavors.me. Ad esempio

27 Come scrivere il CV VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI

28 Un po di numeri VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Oltre 300 Curricula inviati (la media di uno a settimana per sei anni) Circa 20 colloqui sostenuti (7% dei curriculum inviati) 5 lavori ottenuti (25% dei colloqui e 2% dei curricula)

29 Un po di numeri VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Ovvero si deve perseverare tanto per ottenere il lavoro che si desidera

30 La lingua è importante VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Nella realizzazione del Curriculum, nelleventuale lettera di presentazione e in tutte le comunicazioni scritte, la correttezza della lingua (italiano o inglese) è importante. Non si può non ottenere un lavoro perché si fanno errori di sintassi o grammatica.

31 Prepararsi al colloquio VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Se ci rispondono e si deve fare un colloquio, ci si deve preparare adeguatamente. Io consiglio di fare queste cose: Prepararsi una mappa del posto dove si deve andare (per non perdersi); Appuntarsi il numero di telefono della persona con la quale abbiamo preso accordi (o il numero dellazienda), per chiamare nel caso ci si perda o non si possa presenziare allappuntamento;

32 Prepararsi al colloquio VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Andare dal parrucchiere e tagliarsi i capelli (vi fa apparire più curati ed è sicuramente un buon impatto per il futuro datore di lavoro); Vestirsi in maniera adeguata al posto dove si fa il colloquio e comunque sempre con qualcosa che voi indossate con tranquillità, che vi faccia sentire a vostro agio. Ad esempio meglio un abbigliamento casual con camicia e maglione che in giacca e cravatta (se non siete abituati a portarli);

33 Prepararsi al colloquio VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Verificare come arrivare nel posto indicato e lorario migliore per lappuntamento (se è in unaltra città meglio fare il colloquio subito dopo pranzo); Se avete fatto un viaggio lungo, fermatevi in un bar vicino allazienda, prendetevi un caffè, bevete un po dacqua ed andate in bagno, in questo non avrete bisogno di fare queste cose durante il colloquio;

34 Il colloquio VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Un colloquio è del tutto simile ad un corteggiamento. Entrambi (voi e lazienda) dovete valutare se il soggetto che vi sta di fronte vi piace, è stimolante e vi dà fiducia. Come in un corteggiamento non si possono fare errori, e proprio come un corteggiamento ricordate che non siete solo voi ad essere valutati, ma anche lazienda viene valutata da voi, e cercherà quindi di farvi la migliore impressione possibile.

35 Il colloquio VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Per questo motivo, ci sono poche regole che io adotto per un colloquio, che riassumerei in questo modo: Iniziare subito con una stretta di mano energica, fa capire che siete una persona decisa e questo trasmette sicurezza; Avere sempre una o due copie del proprio curriculum da dare allazienda, un blocco e una penna. Il blocco vi permette di prendere appunti o anche solo di scarabocchiare se siete un po nervosi.

36 Alcune informazioni VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Mi sono sempre fatto pagare gli articoli, in 9 anni ho guadagnato circa euro con questattività. In ogni cambio di lavoro il mio stipendio è sempre aumentato. Ho continuato a scrivere anche quando avevo un lavoro fisso.

37 FINE VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI


Scaricare ppt "VENDERE SE STESSI FABRIZIO CIACCHI. Cosa vuol dire Vendersi VENDERE SE STESSI - FABRIZIO CIACCHI Non vuol dire Svendersi Valorizzare se stessi Massimizzare."

Presentazioni simili


Annunci Google