La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lesson Seven Subtitling in the Multimodal Context of Translated Film.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lesson Seven Subtitling in the Multimodal Context of Translated Film."— Transcript della presentazione:

1 Lesson Seven Subtitling in the Multimodal Context of Translated Film

2 SUBTITLES The basic premise is that subtitles, as a semiotic resource, ADD to the meaning-making potential of a multimodal text such as a TV ad. or a film. The basic premise is that subtitles, as a semiotic resource, ADD to the meaning-making potential of a multimodal text such as a TV ad. or a film. If they are done well (a huge provviso) they ADD to the pleasure, interest, emotion or other cognitive process experienced by the viewer. If they are done well (a huge provviso) they ADD to the pleasure, interest, emotion or other cognitive process experienced by the viewer. They ADD to and do not detract from the hermeneutic process as a whole. They ADD to and do not detract from the hermeneutic process as a whole.

3 TRANSLATED FILM Film has been translated since its earliest beginnings in the silent era. And in the beginning… there were subtitlesintertitles Eg The Clash of Wlolves

4

5 multimodal text within a multimodal text Modern subtitles also perform this function in a more subtle way. For example Kubricks Barry Lyndon, a film in any case much given to the visual verbal channel – information, comments, letters, dicuments, etc.

6 Barry Lyndon The seduction scene between Barry and Lady Lyndon is based exclusively on a long series of knowing glances. Schubert and the Faites vos jeux of the gaming tables provide the background. There is only one utterance, on the part of Lady lyndon: Samuel, Im going outside for a breath of fresh air

7 Barry Lyndon subtitled A subtly placed, clear to read subtitle here A subtly placed, clear to read subtitle here Samuel, esco a prendere un po daria accompanying the lady as she moves out to the veranda and also Barrys self-congratulatory expression, adds to the complicity and avoids the intrusion of an alien voice where the enunciation is brimming with covert intent.

8 but with talkies… …came the advent of dubbing especially in those countries with strict laws governing the intrusion of foreign languages (and cultures). …came the advent of dubbing especially in those countries with strict laws governing the intrusion of foreign languages (and cultures). … and the larger European countries have continued along this path, achieving excellent results.

9 but led Sergio Viaggio to say Film dubbing is the least studied of all the branches of translation …. and subtitling? …. and subtitling?

10 The subtitling vs. dubbing debate Views differ considerably, but a recently published work in Italy lays the battle ground in no uncertain terms. Views differ considerably, but a recently published work in Italy lays the battle ground in no uncertain terms. Tradurre per il doppiaggio Paolinelli and Di Fortunato. Tradurre per il doppiaggio Paolinelli and Di Fortunato. After a detailed consideration of the financial aspects, the authors list the drawbacks of subtitling… After a detailed consideration of the financial aspects, the authors list the drawbacks of subtitling…

11 Drawbacks 1. Reduction of text (eg. Natural Born Killers 9,758 words to 12,737); 2. Invasion of screen; 3. Reading takes up half length of film! 4. Continuous jumping from centre to bottom of screen; 5. No pedagogic value in context of cinema; AND

12 The main drawback? 6. Subtitles, given the preponderance of audiovisual material of foreign origin, give more nobility to the source text than the target text, and are therefore an instrument of creeping linguistic and cultural colonialism.

13 … theres worse to come I sottotitoli, quindi, si riducono a un semplice ausilio alla comprensione della trama, ma non possono, per ragioni strutturali, svolgere nessuna funzione di trasposizione linguistica. I sottotitoli, quindi, si riducono a un semplice ausilio alla comprensione della trama, ma non possono, per ragioni strutturali, svolgere nessuna funzione di trasposizione linguistica. Subtitles are a mere guide to understanding but for structural reasons unable to fulfil any language transposition function. Subtitles are a mere guide to understanding but for structural reasons unable to fulfil any language transposition function.

14 … and more Laddove poi – ci riferiamo in particolare ai film comici – il dialogo si fonda su giochi o ripetizioni di parole, il sottotitolo è costretto a distruggere la coerenza del discorso, e con esso lespressione comica. Laddove poi – ci riferiamo in particolare ai film comici – il dialogo si fonda su giochi o ripetizioni di parole, il sottotitolo è costretto a distruggere la coerenza del discorso, e con esso lespressione comica. Where there are plays on words or repetition subtitles necessarily ruin the coherence of the discourse and any comic element gets lost. Where there are plays on words or repetition subtitles necessarily ruin the coherence of the discourse and any comic element gets lost.

15 other typical shortcomings all seeming redundancy is eliminated; translation is limited to an understanding of the plot; the ideational function of language is favoured at the expense of the interpersonal and the textual

16 how? Typical interpersonal markers of a verbal nature (discourse markers, phatic devices, hedges, etc.) are omitted. The textual function is mostly present in the other semiotic modalities – a mere list of subtitles lacks many cohesive and structural components.

17 but in favour of subtitling… Hofstadter In America we tend not to dub movies, to my personal relief, so that we can experience the original voices and the alien phonemes of a foreign film. … Subtitles are not a replacement of anything, but an addition to a film – they form an overlay, so that one has a kind of simultaneous bicultural interpretation of what is going on. Multimodality in the service of intercultural communication. Multimodality in the service of intercultural communication.

18 Ivarsson People want to hear the languages of the rest of the world, but they want to be sure they have understood them in their own tongue too…. … SUBTITLES SEEM TO BE THE ANSWER … SUBTITLES SEEM TO BE THE ANSWER

19 But where do subtitles fit in the wider translation picture? The qualities of a good translator are not few Martin Luther We are bound in two ways: to our mother tongue and to the mother tongue of the text we are translating Martin Heidegger

20 Delisle and Woodsworth Translators (are) importers of foreign cultural values and key players at some of the greatest moments in history… ….. (they) have played a determining role in the development of their societies.

21 Voltaire Woe to the makers of literal translations, who by rendering every word weaken the meaning!

22 …but none of these people were thinking about subtitles… …and we are dealing with a recognisable variation on the general theme

23 Dolet (1540) 1. The translator must fully understand the sense and meaning of the original, although he is at liberty to clarify obscurities; 2. The translator should have a perfect knowledge of both SL and TL; 3. The translator should avoid word for word renderings; 4. The translator should use forms of speech in common use; 5. The translator should choose and order words appropriately to produce the correct tone.

24 Ivarsson and Carrolls good practice 1. Subtitlers must always work with a copy of the production, a copy of the dialogue list and a glossary… 1. Subtitlers must always work with a copy of the production, a copy of the dialogue list and a glossary… 2. It is the subtitlers job to spot the production and translate and write the subtitles in the language required. 2. It is the subtitlers job to spot the production and translate and write the subtitles in the language required. 3. Translation quality must be high with due consideration of all idiomatic and cultural nuances. 3. Translation quality must be high with due consideration of all idiomatic and cultural nuances. 4……… ………

25 so what are subtitles? an independent stratum midway between speech and writing Kovacic or a subcategory of either? (Answers please)

26 Comment In definitiva, i sottotitoli dovranno risultare parte del film e la loro integrazione con loriginale sarà tale che essi diventeranno, pardossalmente, invisibili. In definitiva, i sottotitoli dovranno risultare parte del film e la loro integrazione con loriginale sarà tale che essi diventeranno, pardossalmente, invisibili. Nironi Nironi (Subtitles must be part of the film and their integration with the original must be such that they become, paradoxically, invisible) (Subtitles must be part of the film and their integration with the original must be such that they become, paradoxically, invisible)

27 in terms of … good practice Good Practice 26 Good Practice 26 The subtitler should be aware that the translated title forms part of a multimodal whole and seek the best way to integrate it with the other semiotic modalities present. The subtitler should be aware that the translated title forms part of a multimodal whole and seek the best way to integrate it with the other semiotic modalities present.

28 Gottlieb in Trieste HG laid great emphasis on the aesthetic appearance of the titles (clarity, non intrusiveness, perfct synchronisation, acccessability) as well as their meaning- making role. HG laid great emphasis on the aesthetic appearance of the titles (clarity, non intrusiveness, perfct synchronisation, acccessability) as well as their meaning- making role.

29 so now in answer to Mario Paolinelli Comparing the dubbed and subtitled versions of the Marx Brothers Animal Crackers, and considering the following scene, the authors criticise the subtitled version…

30 Example from Animal Crackers Ex- pres:President Wagstaff, now that you have stepped into my shoes… Wagstaff:Oh, is that what I stepped in? I wondered… If these are your shoes, the least you could do was have them cleaned. (Groucho looks down with a look of disgust)

31 Subtitles Ex- pres:Ora che lei è nei miei panni… Wagstaff:Mi chiedevo di chi erano! Poteva farli lavare. (literal translation) Ex- pres:Now that you are in my clothes… Wagstaff:I wondered whose they were. You could have had them washed.

32 Dubbing Ex- pres:Professor Wagstaff, ora che si è messo nei miei piedi… Wagstaff:Ah, lì mi sono messo. Ecco da dove esala. Se questi sono i suoi, li mandi in lavanderia! (literal translation) Ex- pres:Now that you have put yourself in my feet… Wagstaff:Oh, there I put myself. Thats where the smell comes from. If these are yours,send them to the laundry.

33 Well… 1. The dubbed version uses an expression that does not exist in Italian (or English). 2. The subtitled version uses the equivalent colloquial expression in Italian and is nice and succinct. 3. The visual element (Groucho looking down at his feet and wrinkling his nose) is not misleading. 4. THE WHOLE POINT IS THAT IN A MULTIMODAL TEXT THE MEANING COMES FROM ALL SIDES AND THESE SUBTITLES FIT IN WELL WITH THE REST OF THE SEMIOTIC BATTERY.

34 Natural Born Killers The main objection to the subtitling of NBK was that the translation of the constant background of radio and television noise was sacrificed because of the inevitable condensation requirement. But the meaning conveyed by this component was the evil influence of irresponsible (American) media and this proved clear from the general context of the film, particularly as heard in the original language. This is the beauty of the multimodal text.

35 Shortcomings revisited regarding the inevitable condensation all seeming redundancy is eliminated; translation is limited to an understanding of the plot.

36 More objections Paolinelli agrees that subtitlers need to possess ottime qualità di analisi linguistica as well as grande familiarità con i meccanismi narrativi cinematografici, but suggests that few practitioners possess these qualities. So lets take a look at some subtitling from a multimodal point of view.

37 Insert video Insert video Ae Fond Kiss Insert video

38 Ae Fond Kiss This multimodal text is pregnant with explicit and covert meaning: 1. The tradition of the school in the private singing lessons cf. rough Glasgow background. 2. The enthusiasm of the teacher towards the girl who cant sing; 3. The Scots accents of the (middle class) Pakistanis.

39 Ae Fond Kiss 2 This text cries out for subtitles: 1 to hear the different accents (Irish, Scots Scots, Pakistani Scots) - dubbing neutralises this aspect; 2. The words of the song are in any case unintelligible and would be farcical dubbed into another language; 3. The overlapping chat in the garden (which gives the scene such texture) does not require explicitation – dubbing would have to be selective and would remove this important component completely.

40 Ae Fond Kiss subtitles 00:06:54:02 00:06:55:20 00:06:54:02 00:06:55:20 Ci sei? Bene. Ci sei? Bene. 00:07:02:22 00:07:09:01 00:07:02:22 00:07:09:01 Un tenero bacio, Un tenero bacio, e poi ci separeremo e poi ci separeremo

41 Subtitles 2 00:07:39:16 00:07:41:18 cosi' ti puoi fare cosi' ti puoi fare un'idea di come sara'. un'idea di come sara'. 00:07:41:18 00:07:44:12 00:07:41:18 00:07:44:12 Okay, allora facciamo una prova! Okay, allora facciamo una prova! Aspetta un attimo. Aspetta un attimo. 00:07:44:18 00:07:46:21 00:07:44:18 00:07:46:21 - Guarda un po'... Vado? - Guarda un po'... Vado? - Si', certo, vai. - Si', certo, vai.

42 Ae Fond Kiss - commentary Within the multimodal text the subtitles leave untouched the other semiotic modalities - the perspective in the various shots; - the colours in the garden; - the gaze vectors of the characters; - the embarrassed body language of the girl; - the clumsy movement of the father, AND PARTICULARLY - the suprasegmental elements –the accents of the characters and the spontaneous nature of the exchanges.

43 From script to screen Comparisons between the original script of a film and a transcription of the actual dialogues practically always show discrepancies in favour of a more spoken language approach. Comparisons between the original script of a film and a transcription of the actual dialogues practically always show discrepancies in favour of a more spoken language approach.

44 Philadelphia script CHANDRA (O.S.)You want to apply the foundation as evenly as you can, Andy. You don't want to look like you've thrown it on with a spoon. CHANDRA (O.S.)You want to apply the foundation as evenly as you can, Andy. You don't want to look like you've thrown it on with a spoon. ANDREW (O.S.) ANDREW (O.S.) Uh huh. CHANDRA Uh huh. CHANDRA Okay. You try. Okay. You try.

45 Insert video Insert video Philadelphia Insert video

46 Philadelphia transcription Chandra: Chandra: Okay, now, you gonna wanna apply the foundation as evenly as you can Andy, okay? Cos you dont want to look like youve thrown it on with a spoon, okay? So, okay, you try it. Okay, now, you gonna wanna apply the foundation as evenly as you can Andy, okay? Cos you dont want to look like youve thrown it on with a spoon, okay? So, okay, you try it.

47 Philadelphia - dubbing Il fondotinta va applicato il più uniformemente possibile. Perché non sembri che te lo sei spalmato con un cucchiaio.

48 CENTOVETRINE CENTOVETRINE transcription transcription

49 Intervista a Francesco Di Giovanni: la stesura dei dialoghi La ricreazione di spontaneità nei dialoghi è uno dei vostri obiettivi? La ricreazione di spontaneità nei dialoghi è uno dei vostri obiettivi? Quello sarebbe l obiettivo fondamentale, è lo sforzo principale. Quello sarebbe l obiettivo fondamentale, è lo sforzo principale.

50 Perché in CentoVetrine non è previsto linserimento di tratti regionali piemontesi Ormai è diventato un tratto editoriale: CentoVetrine è una soap opera che racconta le grandi passioni, cerca di raccontarle in un linguaggio più o meno digeribile però non ha un tratto né regionalistico, né social. Pur essendo a Torino, se tu ci fai caso, non viene mai nominata la Juventus, il Toro, la famiglia Agnelli: è una Torino immaginaria. Ormai è diventato un tratto editoriale: CentoVetrine è una soap opera che racconta le grandi passioni, cerca di raccontarle in un linguaggio più o meno digeribile però non ha un tratto né regionalistico, né social. Pur essendo a Torino, se tu ci fai caso, non viene mai nominata la Juventus, il Toro, la famiglia Agnelli: è una Torino immaginaria.

51 Come avviene il processo di stesura del dialogo? Ci sono quindici sceneggiatori. La prima parte è quella in cui gli head writer stabiliscono le grandi macrostorie. Una volta che queste macrostorie sono stabilite, si cominciano a scrivere le storie settimanali. Ci sono quindici sceneggiatori. La prima parte è quella in cui gli head writer stabiliscono le grandi macrostorie. Una volta che queste macrostorie sono stabilite, si cominciano a scrivere le storie settimanali.

52 Con che criterio inserite intercalari e modi di dire? A volte rischiamo di uniformarci su un italiano un po troppo standardizzato. Per tenere il linguaggio un po più vivo, evitiamo di proposito l utilizzo di luoghi comuni, proverbi, metafore, che paradossalmente rendono il linguaggio più falso. A volte rischiamo di uniformarci su un italiano un po troppo standardizzato. Per tenere il linguaggio un po più vivo, evitiamo di proposito l utilizzo di luoghi comuni, proverbi, metafore, che paradossalmente rendono il linguaggio più falso.

53 Come reagite quando lattore interviene sui dialoghi in fase di recitazione? Chi modifica un dialogo crea il rischio di non dare alla battuta il ritmo del dialogo, creando disagio all attore con cui interloquisce. Questo può generare nella scena girata una grande confusione, percepibile anche dal pubblico: la scena può apparire slegata, spesso priva di senso e di ritmo. Chi modifica un dialogo crea il rischio di non dare alla battuta il ritmo del dialogo, creando disagio all attore con cui interloquisce. Questo può generare nella scena girata una grande confusione, percepibile anche dal pubblico: la scena può apparire slegata, spesso priva di senso e di ritmo.

54 Cont. Il dialogo serve a dare il ritmo all attore. Poi ci sono dei maestri come Roberto Alpi che quando cambiano la battuta, la cambiano perché hanno l esperienza, la sagacia, l intelligenza di farlo; lui è uno che ha sempre grande rispetto per il nostro lavoro, capisce quello che funziona e se cambia la battuta, lo fa senza mai mettere in difficoltà il collega. Il dialogo serve a dare il ritmo all attore. Poi ci sono dei maestri come Roberto Alpi che quando cambiano la battuta, la cambiano perché hanno l esperienza, la sagacia, l intelligenza di farlo; lui è uno che ha sempre grande rispetto per il nostro lavoro, capisce quello che funziona e se cambia la battuta, lo fa senza mai mettere in difficoltà il collega.

55 Però… Pietro Genuardi, in CentoVetrine Ivan Bettini, Pietro Genuardi, in CentoVetrine Ivan Bettini,

56 Cerco di rendere il più credibile possibile una recitazione molte volte ostica e farraginosa; a volte le battute si discostano abbastanza dall emozione; un conto è scrivere a freddo, davanti a un computer, un altra cosa è avere un tuo collega che stimola le tue reazioni con le emozioni che trasudano da ogni poro, ecco perché molto spesso sento la necessità di dimenticare le parole scritte dando una veridicità diversa a quelle dette.

57 Linda Collini e Jgor Barbazza, in CentoVetrine Cecilia Castelli e Damiano Bauer «Una maggiore esperienza ci ha permesso di non rimanere più eccessivamente vincolati alla memoria del testo e di cercare di rendere personali le battute modificandole leggermente rispettando comunque il copione.»

58 SCENA 01 NUOVA CASA IVAN (CAMERA LETTO) DIANA CANCELLIERI IVAN BETTINI DIANA HA RACCONTATO A IVAN LA SUA LUNGA DISCUSSIONE CON ETTORE, AL TERMINE DELLA QUALE IL TYCOON LE HA CHIESTO DI PERDONARLO. IVAN LE HA CHIESTO CHE COSA ABBIA INTENZIONE DI FARE: ACCETTERÀ ETTORE COME PADRE?

59 1 IVAN (RIBADISCE, VIBRANTE) Certo, la tua vita potrebbe cambiare radicalmente, se tu, se tu decidessi di far parte della famiglia Ferri. e sarebbe un cambiamento positivo… Certo, la tua vita potrebbe cambiare radicalmente, se tu, se tu decidessi di far parte della famiglia Ferri. e sarebbe un cambiamento positivo…

60 2 DIANA (RIFLETTE, COMBATTUTA) accettare Ettore Ferri come padre significherebbe che, che dovrei trasferirmi qui a Torino per sempre e ricominciare tutto da zero… (AGGIUNGE, CONSAPEVOLE) accettare Ettore Ferri come padre significherebbe che, che dovrei trasferirmi qui a Torino per sempre e ricominciare tutto da zero… (AGGIUNGE, CONSAPEVOLE)

61 3 IVAN Lo hai incontrato, ci hai parlato, lo hai conosciuto: sta soltanto a te decidere e se vorrai avere un legame con lui. Lo hai incontrato, ci hai parlato, lo hai conosciuto: sta soltanto a te decidere e se vorrai avere un legame con lui.

62 4 DIANA (FIERA) È che Non so se compiere questo passo sia la scelta più giusta. vorrebbe dire entrare a far parte di un mondo che a me non piace, e che non ha nulla a che vedere con me. È che Non so se compiere questo passo sia la scelta più giusta. vorrebbe dire entrare a far parte di un mondo che a me non piace, e che non ha nulla a che vedere con me.

63 5 IVAN questo mondo non è solo potere e intrighi. è un mondo che dà anche delle opportunità che tu dovresti cogliere al volo. e secondo me potrebbe essere un risarcimento non soltanto morale per quello che hai passato questo mondo non è solo potere e intrighi. è un mondo che dà anche delle opportunità che tu dovresti cogliere al volo. e secondo me potrebbe essere un risarcimento non soltanto morale per quello che hai passato

64 6 DIANA (TRANCIANTE) Non mi interessano i suoi soldi, Ivan, se a questo ti riferisci… Non mi interessano i suoi soldi, Ivan, se a questo ti riferisci…

65 7 IVAN Il patrimonio di Ettore è anche il tuo. Ti spetta di diritto, è a tua madre che lha tolto… Il patrimonio di Ettore è anche il tuo. Ti spetta di diritto, è a tua madre che lha tolto…

66 8 DIANA (CONVINCENTE) Ma a me Non interessa. Io Non ho bisogno di, di essere ricca per vivere dignitosamente, non ne ho mai avuto bisogno finora. Se decido di restare non è di certo per questo. Ma a me Non interessa. Io Non ho bisogno di, di essere ricca per vivere dignitosamente, non ne ho mai avuto bisogno finora. Se decido di restare non è di certo per questo.

67 9 IVAN (INTENSO E VIRILE) E Allora comunque resta. resta perché hai trovato un padre. E perché hai trovato me. E Allora comunque resta. resta perché hai trovato un padre. E perché hai trovato me.

68 10 DIANA Io Non ho mai potuto fare affidamento su nessuno nella mia vita… e gli uomini con cui ho avuto a che fare mi hanno sempre delusa, tutti. Chi mi dice che con voi non sarà uguale? Io Non ho mai potuto fare affidamento su nessuno nella mia vita… e gli uomini con cui ho avuto a che fare mi hanno sempre delusa, tutti. Chi mi dice che con voi non sarà uguale?


Scaricare ppt "Lesson Seven Subtitling in the Multimodal Context of Translated Film."

Presentazioni simili


Annunci Google