La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sistemi e Tecnologie del Web Sistemi informativi per la Pubblica Amministrazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sistemi e Tecnologie del Web Sistemi informativi per la Pubblica Amministrazione."— Transcript della presentazione:

1 Sistemi e Tecnologie del Web Sistemi informativi per la Pubblica Amministrazione

2 Lezione 1: Introduzione al corso

3 Sommario della lezione Introduzione ai sistemi informativi: concetto di risorsa, processo, informazione sistema informativo e sistema informatico Un esempio - discussione

4 Introduzione ai SI

5 Concetti essenziali in una organizzazione –risorse –processi

6 Risorse –risorsa e tutto cio con cui lazienda opera, sia materiale che immateriale, per perseguire i suoi obiettivi –diverse classificazioni (segue quella di Ricciardi)

7 Informazione come risorsa aziendale Risorse Esterne –Ambiente sociale ed economico –Mercato –Clienti Risorse Interne –Risorse di scambio: prodotti (beni o servizi) –Risorse di struttura: finanze, persone, infrastrutture –Risorse di gestione: norme, organigrammi, deleghe, piani, informazioni 7

8 Ciclo di vita di una risorsa Pianificazione Acquisizione Gestione Manutenzione Esempi: personale, denaro, informazioni 8

9 Processi Processo e linsieme di attivita che lorganizzazione nel suo complesso svolge –per gestire il ciclo di vita di una risorsa o di un gruppo omogeneo di risorse –per raggiungere un risultato definito e misurabile (prodotto/servizio) i processi per operare hanno bisogno di informazioni 9

10 Sosta 1 – lezione 1 Il termine risorsa umana viene utilizzato per indicare il personale che lavora per una organizzazione –Elencare alcuni processi connessi alla gestione di risorse umane –Classificarli nellambito dei passi del ciclo di vita illustrati Hotword: risorsa, processo, ciclo di vita delle risorse

11 Sistema informativo e sistema informatico

12 Cosa è un SI Gestione della risorsa informazione Utilizzo tecnologie Secondo regole e obiettivi aziendali

13 Sistema informatico tecnologie della informazione e della comunicazione (ICT: Information and Communication Technology) Per elaborare, archiviare, scambiare informazioni cambia nel tempo con levolvere della azienda e delle tecnologie 13

14 Sistema informativo Gestione della risorsa informazione flussi di informazioni informazione dato 14 Sistema informativo basato su ICT (SI informatizzato)

15 Contesti di un sistema informativo –Abbiamo visto: Processi Tecnologie –Abbiamo parlato di organizzazione, quindi: Obiettivi Risorse umane –Inserito in un sistema sociale

16 TECNOLOGIA(hardware, software, reti) OBIETTIVI E PRESTAZIONI (visione affari, strategia, criteri di economicità) SISTEMASOCIALE(valori,cooperazione)PROCESSI(produttivi,amministrativi,comunicativi) ORGANIZZAZIONE(progettoorganizzativo)

17 Complessita del sistema Un sistema informativo in una organizzazione e un sistema complesso: –più sorgenti informative –più basi di dati –Collegamenti in rete con reti locali e geografiche –processi interconnessi

18 Sosta 2 – lezione 1 Ipotizzare un processo di acquisto di libri allinterno di un dipartimento di unazienda pubblica Quali sorgenti informative? Quali dati in basi di dati? Quali collegamenti in rete? Quali altri processi sono collegati? Hotword: sistema informativo, sistema informatico, sistema informativo basato su ICT

19 Esempio di SI

20 Un esempio Ministero delle Finanze Missione del MF: Riscuotere le imposte dirette, le tasse e le imposte dirette sugli affari

21 Ministero dellEconomie e delle Finanze Strutture organizzative (Finanze) –Uffici del territorio –Dogane –Agenzie centrali (RM) Processi –Riscossione imposte –Assegnazione e gestione codice fiscale –Identificazione evasione

22 Problemi da affrontare (1) Presentare le informazioni e i servizi agli utenti (interni e esterni) –Esempio Dichiarazione dei redditi Punto di vista dellutente Punto di vista dellamministrazione –Modalita classica: Su carta, data entry da parte di operatori, 5 anni di ritardo, 10% di errori Evoluzione: su dischetto, problemi di compabilita, normativi

23 Problemi da affrontare (2) Una possibilita: il Web –acquisizione immediata –Controllo errori –Autenticazione (problemi tecnologici di sicurezza, riservatezza) –Italia avanzata sul fronte tecnologico (efficienza del processo) –Come il processo organizzativo e piu efficace in Francia (dichiarazioni inviate dallamministrazione e controllate dal contribuente)

24 Problemi da affrontare (3) –Quanti siti Web? Informazioni fiscali gestite da piu strutture organizzative (es. uffici unici delle entrate) Interazione con i cittadino e uso interno delle informazioni Dove sono i dati: strutture periferiche, strutture centrali Per processo o per struttura

25

26 Sosta 3 – lezione 1 Qual e la differenza tra efficacia e efficienza? Analizzare il sito del Ministero dellEconomia e delle Finanze –Quali sono i servizi offerti in linea –Che caratteristiche presentano? Hotword: sistema informativo, servizi in linea

27 Lezione 2 Tipologie di sistemi informativi

28 Sommario La gerarchia aziendale, portafoglio applicativo, processi e dati Protafoglio istituzionale e portafoglio operativo Portafoglio applicativo delle societa di servizi

29 Gerarchia dei processi e dati aziendali

30 Classificazione dei processi e delle applicazioni Decisioni strategiche Decisioni direzionali Decisioni operative Piramide di Anthony 30 Modello gerarchico dellorganizzazione

31 Esempi di processi strategici/direzionali/operativi Presso un comune –Operativo: contabilizzazione dei pagamenti dei cittadini, manutenzione delle strade –Direzionale: controllo dei pagamenti, solleciti, confronti mensili tra entrate previste ed effettive, monitoraggio inquinamento –Strategico: verifica dei costi e dei ricavi relativi ai servizi sociali, definizione di nuove tariffe, piani regolatori 31

32 Esempi di processi strategici/direzionali/operativi Presso una banca –Operativo: gestione movimenti dei conti correnti –Direzionale: Revisione degli scoperti –Strategico: Verifica dellandamento di un servizio, decisione di aprire nuovi servizi 32

33 Esempi di processi strategici/direzionali/operativi Presso una azienda –Operativo: registrazione costi delle commesse –Direzionale: controllo scostamenti settimanali tra preventivo e consuntivo –Strategico: scelta delle aree di mercato piu convenienti 33

34 Anche i dati sono strategici/direzionali/operativi Dati operativi: – importi di versamenti, ore di presenza dei dipendenti Dati direzionali –saldi mensili, lavoro mensile di ciascun reparto Dati strategici –dati macroeconomici, indicatori generali, dati di budget 34

35 Criteri per distinguere tra i tre tipi di processi (e dati) Tempo: lunga/media/bassa durata Orizzonte temporale: passato+futuro/presente Livello organizzativo: Top management/quadri intermedi/operativo Importanza della decisione: alta/media/bassa Livello di aggregazione: alto/medio/basso 35

36 Lezione 2 – sosta 1 Classificare i processi illustrati per il Ministero delle Finanze nellelenco allegato Hot words: Piramide di Anthony, livello strategico, livello direzionale, livello operativo

37 (Nella sosta) Processi del Ministero delle Finanze Assistere i cittadini, le imprese e gli intermediari fiscali nel rispetto degli adempimenti Attribuire codice fiscale Riscuotere le imposte Ricevere le dichiarazioni e atti Controllare la correttezza delle imposte versate Eseguire i rimborsi Accertare l evasione Fornire certificazioni e visure Gestire il personale e pianificare le attivita (autoamministrazione)

38 Piramide dei sistemi informativi aziendali

39 Informazioni Pianificaz. strategica Contr. direzionale Contr. operativo Esecuz. Report (supporto direz.) Report (supporto direz.) Informazioni transazionali Informazioni per la pianificazione delle operazioni Informazioni anagrafiche

40 Sistemi di supporto operativo Serie di funzioni di elaborazione Che interagiscono con basi di dati Registrano eventi e/o consultano BD

41 Sistemi informativi di supporto operativo I sistemi di supporto operativo supportano gli scambi informativi –Allinterno dei processi operativi (supporto di processo) –Fra processi della stessa azienda (supporto intra-aziendale) –Fra processi di diverse aziende (business to business)

42 Informazioni Anagrafi: di stato, descrivono proprieta di oggetti Transazioni: di eventi o movimenti –scambi e contratti –Trasformazioni (di oggetti fisici) –Movimentazioni –Certificazioni Pianificazione delle operazioni: programmare il lavoro, fissare obiettivi

43 Proprietà di una transazione In generale le proprietà di una transazione comprendono: -dati identificativi che permettono di individuare la singola transazione: -Chiave della transazione -Data, che indica quando la transazione è stata effettuata -Causale, che indica la tipologia della transazione -Chiavi del documento, che certifica lavvenuta documentazione della transazione -Altri dati identificativi -Attributi, che descrivono il contenuto specifico della transazione; ad esempio: -Il codice del prodotto spedito -La quantità spedita -Altri dati (testi, grafici, commenti…..)

44 Sistemi di elaborazione delle transazioni I sistemi di elaborazione delle transazioni comprendono vari tipi di funzioni di elaborazione che possono essere classificate in due categorie: –Funzioni dirette, che comprendono le elaborazioni attivabili dallutente finale: Registrazione delle transazioni e aggiornamento delle basi di dati Visualizzazione e interrogazione della basi dati –Funzioni damministrazione del sistema: Gestione degli archivi anagrafici Gestione dei profili degli utenti Operazioni periodiche di ripulitura degli archivi Caricamento della base dati Funzioni di sicurezza

45 Sosta 2- lezione 2 Esaminare un servizio di prenotazione di visite mediche specialistiche Identificare le caratteristiche informative delle prenotazioni Considerare le interazioni con altri sistemi, interni e esterni Hotword: anagrafe, transazione, pianificazione delle operazioni

46 Il portafoglio applicativo

47 La segmentazione dei bisogni Il termine portafoglio applicativo indica linsieme delle applicazioni delle IT in unazienda. Può essere diviso in tre segmenti principali: –Portafoglio direzionale: comprende le applicazioni informatiche a supporto dei cicli di pianificazione strategica e di pianificazione e controllo delle risorse aziendali –Portafoglio operativo: comprende le applicazioni informatiche per i processi primari dellazienda –Portafoglio istituzionale: comprende le applicazioni informatiche per i processi di supporto, quali amministrazione, gestione delle risorse umane, contabilità

48 Schema generale del portafoglio applicativo aziendale Altri processi di supporto

49 Il portafoglio istituzionale Il portafoglio istituzionale comprende le applicazioni utilizzate –allinterno dei processi di supporto (adempimenti di legge come contabilità, retribuzione, previdenza) –o come supporto allamministrazione di infrastrutture (immobili) e di fattori di produzione (personale, scorte, denaro, impianti)

50 Evoluzione applicazioni interne al portafoglio istituzionale Anni 70: primi pacchetti applicativi per linformatizzazione delle retribuzioni, delle fatturazioni e delle procedure contabili. –Bassa integrazione, procedure di interfaccia di tipo batch (non in tempo reale) e su misura. Anni 90: integrazione tramite sistemi ERP che hanno adottato un unico schema di riferimento per la gestione amministrativa e delle risorse umane. –Sono in grado di superare il problema della diversità di legislazione attraverso la cosiddetta localizzazione (adattamento alle norme delle diverse regioni) –Riduzione dei costi di elaborazione, capacità di elaborazioni superiori,…

51 Il portafoglio operativo Il portafoglio operativo: –comprende le applicazioni utilizzate dai processi primari della catena del valore; –è specifico di ciascun settore. Nelle aziende manifatturiere le applicazioni supportano: –lesecuzione dei processi primari; –la pianificazione; –il controllo del ciclo di trasformazione e della logistica in entrata ed in uscita; –le applicazioni a monte della produzione (es: applicazioni CAD) e quelle a valle (es: CRM)

52 Struttura del portafoglio applicativo operativo delle società di servizi Con riferimento alla catena del valore di Porter nelle società di servizi (bancarie, assicurative e finanziarie) si individuano le seguenti Attività Primarie: –Processo produttivo: Creazione della capacità produttiva per erogare il servizio Attività di back-office –Processo distributivo: Attività di front-office Attività di procacciamento/interazione con la clientela

53 La catena del valore di una società di servizi Attività infrastrutturali Gestione delle risorse umane Processi di sviluppo della tecnologia Comunicazione interna ed esterna Predisposizione delle condizioni produttive Attività di Back-Office Attività di Front-Office Attività di procacciamento della clientela Produzione dei serviziDistribuzione dei servizi Erogazione dei servizi Margine

54 Per approfondimenti G. Bracchi, C. Francalanci, G.M. Motta, Sistemi Informativi in Rete, McGraw Hill, 2001

55 Sosta 3 – lezione 2 Hotword: portafoglio istituzionale, portafoglio operativo, front-end, back- end Indicare alcuni processi primari in un comune


Scaricare ppt "Sistemi e Tecnologie del Web Sistemi informativi per la Pubblica Amministrazione."

Presentazioni simili


Annunci Google