La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Impatto Jacie sullorganizzazione del reparto: Formazione infermieristica e mantenimento delle competenze. L. Orlando Istituto Europeo di Oncologia, Milano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Impatto Jacie sullorganizzazione del reparto: Formazione infermieristica e mantenimento delle competenze. L. Orlando Istituto Europeo di Oncologia, Milano."— Transcript della presentazione:

1 1 Impatto Jacie sullorganizzazione del reparto: Formazione infermieristica e mantenimento delle competenze. L. Orlando Istituto Europeo di Oncologia, Milano

2 2 Cronostoria JACIE richiede per gli infermieri che operano in un unità di TCSE una formazione ad hoc in ambito trapiantologico e di questa formazione ci deve essere evidenza!!!! B3.7 NURSES APPLICANTINSPECTOR YNN/AYN B3.7.1 The Clinical Programme shall have nurses and nurse supervisors formally trained and experienced in the management of patients receiving HPC transplants. B3.7.3 Training shall include haematology/oncology patient care; administration of high-dose therapy, growth factors, and immunosuppressive medications; management of infectious complications associated with compromised host defence mechanisms; administration of blood products; and an appropriate degree of intensive medical/paediatric nursing care.

3 3 Da dove siamo partiti??? Key words Lautovalutazione L impatto sullorganizzazione Le strategie di miglioramento Group of doctors and nurses starting out with JACIE Group of doctors and nurses starting out with JACIE Sulla base dei requisiti richiesti abbiamo avviato un progetto che potesse consentire di sviluppare le competenze richieste costruendo un PERCORSCO EDUCATIVO SPECIFICO per dimostrare anche FORMALMENTE lacquisizione ed il mantenimento nel tempo di tali competenze. Sulla base dei requisiti richiesti abbiamo avviato un progetto che potesse consentire di sviluppare le competenze richieste costruendo un PERCORSCO EDUCATIVO SPECIFICO per dimostrare anche FORMALMENTE lacquisizione ed il mantenimento nel tempo di tali competenze.

4 4 Materials/Methods: 1.Baseline evaluation Identificazione delle competenze specifiche attraverso una revisione della letteratura Audit delle competenze (documentate e relative allesperienza clinica) Autovalutazione delle competenze(Gilbert method) Focalizzazione del contesto Opinione degli esperti (Baseline Evaluation) Audit Competenze Presenti Opinione dei professionisti sulle competenze possedute

5 5 Materials/Methods: 2. Areas for improvement/planning Pianificazione di iniziative e momenti educazionali (incluso il working groups/ journal club meetings/ departmental meetings) Progettazione di un sistema documentale a supporto per dimostrare lacquisizione di competenze specifiche Aree da sviluppare Formazione Sistema documentale

6 6 Materials/Methods: 3. Implementation Iniziative educazionali (discussion & application of initiatives in staff development/ projects within working groups/ training & updates) Realizzazione ed utilizzo del sistema documentale Implementazione Formazione Sistema documentale

7 7 Materials/Methods: 4. Evaluation Audit finale dopo lattuazione degli interventi di miglioramento Customer satifacion dei professionisti Riflessioni/ discussioni sullefficacia del sistema documentale (senior nursing team) Verifica del traguardo raggiunto Audit delle competenze Valutazione dellimpatto sui professionisti Efficacia del sistema documentale

8 8 Modus operandi

9 9 CONDIVISION E

10 10 ……………nello specifico Corsi di aggiornamento interni su argomenti di pertinenza trapiantologica Partecipazione a eventi esterni Retraining (es gestione accesso vascolare centrale, manipolazione dei farmaci chemioterapici ecc.) Piano di form azione Sviluppo profe ssionale Gruppi di interesse Discussione di casi clinici Riflessioni riguardo un determinato evento Implementazione dei cambiamenti( a quale scopo, quale impatto può avere..) Osservazione della pratica Presentazioni o pubblicazioni Titoli accademici Revisione condivisa delle procedure Leggere le appropriate procedure …………

11 11 ……………nello specifico Gestione delle infor mazioni Gestione della docu mentazione Strutturare momenti di condivisione Diffusione capillare delle informazioni Briefing e debriefing News ……………………….. CV aggiornati Attestati dei corsi frequentati Titoli accademici coseguiti Database Portfolio Verbali riunioni e/o meeting ……………………

12 12 Alcuni esempi

13 13

14 14

15 15

16 16

17 17

18 18

19 19

20 20

21 21 Conclusioni 1 Laccreditamento JACIE diventa pertanto unoccasione privilegiata per: una revisione profonda delle pratiche adottate prima del processo, spesso contraddistinte da abitudini consolidate nel tempo (… si è sempre fatto così..!!) o da strategie messe in campo per fronteggiare inefficienze di altri servizi ladozione degli interventi per la gestione del rischio clinico, uno degli aspetti della qualità delle cure per i quali cè oggi maggiore attenzione una programmazione sul lungo periodo per leducazione continua del personale sanitario, tecnico ed ausiliario attraverso la presentazione delle procedure e degli strumenti di controllo e verifica lavvio di una più ampia politica della qualità a livello aziendale, attraverso la creazione di circoli per la verifica della qualità in cui siano presenti tutte le categorie dei professionisti della salute e i rappresentanti delle associazioni dei pazienti/utenti la creazione di indicatori per la verifica della qualità

22 22 Conclusioni 2 Per la professione infermieristica: un'opportunità di responsabilizzazione e di riconoscimento sia all'interno dell'organizzazione presso cui si opera in termini di contributo ai risultati complessivi che la stessa organizzazione consegue, sia nei confronti della società, in termini di contributo al miglioramento della salute dei cittadini.

23 23 Alcune riflessioni…….. Errore concettuale considerare la qualità come esterna allattività professionale

24 24 La competenza non ha surrogati …………….. La buona volontà, il coraggio, lo spirito di sacrificio, lingegno estemporaneo non servono molto, anzi, in mancanza di competenza, possono essere nocivi. Agli uomini di buona volontà è promessa la pace sulla terra, ma nelle situazioni di emergenza, guai a chi si fida dei soccorritori che dispongono solo di buona volontà. GRAZIE PER LATTENZIONE Primo Levi ( )


Scaricare ppt "1 Impatto Jacie sullorganizzazione del reparto: Formazione infermieristica e mantenimento delle competenze. L. Orlando Istituto Europeo di Oncologia, Milano."

Presentazioni simili


Annunci Google