La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 L INTEGRAZIONE ORGANIZZATIVA. 2 Ogni attività umana organizzata comporta due esigenze fondamentali e opposte: 1.La divisione del lavoro, dei compiti,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 L INTEGRAZIONE ORGANIZZATIVA. 2 Ogni attività umana organizzata comporta due esigenze fondamentali e opposte: 1.La divisione del lavoro, dei compiti,"— Transcript della presentazione:

1 1 L INTEGRAZIONE ORGANIZZATIVA

2 2 Ogni attività umana organizzata comporta due esigenze fondamentali e opposte: 1.La divisione del lavoro, dei compiti, delle attività, delle responsabilità 2.Il coordinamento di questi compiti e attività divise

3 3 contenuto dei ruoli – delle funzioni obiettivi (di ruolo – di funzione) competenze – specializzazioni priorità – attenzioni DIFFERENZIAZIONE E INTEGRAZIONE La differenziazione genera esigenze di coordinamento (integrazione) per conseguire gli obiettivi dellorganizzazione Organizzare significa dividere e differenziare:

4 4 LE ESIGENZE DI DIFFERENZIAZIONE E DI INTEGRAZIONE AUMENTANO IN RELAZIONE A: Grado di variabilità – complessità del contesto Dimensioni del sistema organizzativo Livello di interdipendenza tra le attività Più la realtà è complessa, più le differenze sono unesigenza ed una ricchezza dellorganizzazione

5 5 LA DIFFERENZIAZIONE COSA DETERMINA NEL TEMPO? Con il tempo le persone facendo cose diverse sviluppano mappe mentali diverse

6 6 DIVERSITÀ RELATIVE A: Queste diversità: Sono un fenomeno inevitabile Sono una ricchezza dellorganizzazione Esperienze fatte e memorizzate Conoscenze – competenze Capacità – abilità Schemi interpretativi Intuizioni Riferimenti esterni rilevanti Obiettivi Abitudini Linguaggio Fattori e criteri di valutazione Approccio ai problemi Soluzioni sperimentate Orientamenti – atteggiamenti Preoccupazioni Interessi professionali e personali

7 7 La differenziazione è una esigenza e una ricchezza MA comporta difficoltà nellintegrazione LINTEGRAZIONE Come fare affinché funzioni/ruoli/persone diverse riescano a operare insieme per fini comuni?

8 8 le organizzazioni hanno sperimentato 3 modi per fare integrazione: 1.Attraverso la gerarchia (i capi) 2.Attraverso soluzioni organizzative: Compiti prescritti e procedure rigide Obiettivi – programmi Ruoli di integrazione (project manager, coordinatori, ecc.) Strumenti di integrazione (comitati, task force, progetti, gruppi di lavoro, ecc.) 3.Attraverso adattamento reciproco e comportamenti integrativi Le tre soluzioni sono compresenti tuttavia più la realtà da affrontare è complessa più diventano rilevanti ladattamento reciproco ed i comportamenti integrativi

9 9 INTEGRAZIONE PER ADATTAMENTO RECIPROCO QUANDO ? (Mintzberg) Quando a priori nessuno può essere del tutto certo di cosa deve essere fatto e come. Questa conoscenza si sviluppa a mano a mano che lattività si realizza. Il successo dipende dalla capacità di adattarsi al lavoro e agli altri lungo un percorso non predefinito.

10 10 1. Obiettivi comuni 2. Chiarezza organizzativa – Processi 3. Informazioni 4. Conoscere e accettare le diversità 5. Comunicazione / Ascolto / Dialogo 6. Comportamenti collaborativi PER FARE INTEGRAZIONE SONO NECESSARI :

11 11 Ascolto Attivo Chi ascolta: si astiene dal giudicare è aperto a capire pensieri e sentimenti dellinterlocutore sospende i propri pensieri per concentrarsi allascolto dellaltro ha un atteggiamento di conferma, dà riconoscimenti allaltro fa attenzione allintera comunicazione, anche non verbale Interloquisce con domande pertinenti Fa sintesi finale


Scaricare ppt "1 L INTEGRAZIONE ORGANIZZATIVA. 2 Ogni attività umana organizzata comporta due esigenze fondamentali e opposte: 1.La divisione del lavoro, dei compiti,"

Presentazioni simili


Annunci Google