La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La manovra economica e la scuola-miseria Luglio 2010 CESP Centro studi per la scuola pubblica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La manovra economica e la scuola-miseria Luglio 2010 CESP Centro studi per la scuola pubblica."— Transcript della presentazione:

1 La manovra economica e la scuola-miseria Luglio 2010 CESP Centro studi per la scuola pubblica

2 Dopo i tagli al personale i tagli agli stipendi Vediamo nel dettaglio alcuni tagli effettuati: Vediamo nel dettaglio alcuni tagli effettuati: Contratto (già scaduto il 31/12/2009) bloccato per 3 anni con una perdita media di circa 2500 Euro per lavoratore/trice. Contratto (già scaduto il 31/12/2009) bloccato per 3 anni con una perdita media di circa 2500 Euro per lavoratore/trice. Taglio degli organici e conseguente taglio del salario accessorio (che come si sa è determinato in base agli organici). Taglio degli organici e conseguente taglio del salario accessorio (che come si sa è determinato in base agli organici). Blocco, per legge, degli scatti di anzianità per 3 anni. Fino al 2013 il servizio non è valido neanche ai fini giuridici. Blocco, per legge, degli scatti di anzianità per 3 anni. Fino al 2013 il servizio non è valido neanche ai fini giuridici. Passaggio dal 01/01/2011 dal TFS (buonuscita) al TFR (liquidazione). Passaggio dal 01/01/2011 dal TFS (buonuscita) al TFR (liquidazione).

3 Art 2 A decorrere dall'anno 2011 è disposta la riduzione lineare del 10% delle dotazioni finanziarie delle missioni di spesa di ciascun ministero. Nel caso in cui gli effetti finanziari previsti risultassero,per qualsiasi motivo, conseguiti in maniera inferiore a quella prevista, è disposta una ulteriore riduzione lineare delle dotazioni finanziarie.

4 commento Per la scuola si tratta di un taglio di circa 64 milioni annui per anno. Tali fondi riguardano le spese di funzionamento delle scuole, la cui riduzione costante ha fatto diventare norma il ricorso al contributo volontario richiesto alle famiglie. Nel caso in cui non fossero raggiunti gli obiettivi, saranno possibili ulteriori tagli.

5 …il pagamento delle competenze accessorie spettanti al personale scolastico è effettuato mediante ordini collettivi di pagamento …ed è disposto congiuntamente al pagamento delle competenze fisse, fatta eccezione per il personale supplente breve nominato dai dirigenti scolastici. Allinizio di ogni anno viene stabilita per ciascuna istituzione Art. 4

6 Art 4 Art 4 Scolastica una dotazione finanziaria a valere sugli stanziamenti concernenti le competenze accessorie dovute al personale. La predetta dotazione viene successivamente definita, nel rispetto dei predetti limiti, in sede di contrattazione collettiva integrativa. Le maggiori entrate concorrono a costituire la dotazione finanziaria di cui allart. 42 Scolastica una dotazione finanziaria a valere sugli stanziamenti concernenti le competenze accessorie dovute al personale. La predetta dotazione viene successivamente definita, nel rispetto dei predetti limiti, in sede di contrattazione collettiva integrativa. Le maggiori entrate concorrono a costituire la dotazione finanziaria di cui allart. 42

7 Commento Commento Il Fondo dellIstituzione Scolastica ( FIS) sarà attribuito alle scuole, ma sarà gestito dal Ministero dellEconomia e delle Finanze ( MEF) che pagherà direttamente ogni lavoratore/trice, esclusi/e i/le supplenti temporanei/e. Le maggiori entrate conseguite ( i soldi non spesi ) saranno incamerate per finanziare le forze armate e gli sgravi fiscali alle imprese Il Fondo dellIstituzione Scolastica ( FIS) sarà attribuito alle scuole, ma sarà gestito dal Ministero dellEconomia e delle Finanze ( MEF) che pagherà direttamente ogni lavoratore/trice, esclusi/e i/le supplenti temporanei/e. Le maggiori entrate conseguite ( i soldi non spesi ) saranno incamerate per finanziare le forze armate e gli sgravi fiscali alle imprese.

8 Art 6 Comma 12 Comma 12 A decorrere dallanno 2011 le amministrazioni pubbliche non possono effettuare spese per missioni… per un ammontare superiore al 50% della spesa sostenuta nellanno A decorrere dallanno 2011 le amministrazioni pubbliche non possono effettuare spese per missioni… per un ammontare superiore al 50% della spesa sostenuta nellanno Comma 13 Comma 13 A decorrere dallanno 2011 la spesa annua sostenuta dalle amministrazioni pubbliche… per attività di formazione deve essere non superiore al 50% della spesa sostenuta nellanno 2009 A decorrere dallanno 2011 la spesa annua sostenuta dalle amministrazioni pubbliche… per attività di formazione deve essere non superiore al 50% della spesa sostenuta nellanno 2009

9 commento Larticolo 6 riduce del 50% i fondi per le missioni allestero ( per la scuola viaggi di istruzione, scambi culturali, esami di stato allestero etc.). Si riducono della metà anche i fondi per laggiornamento, che per il governo sono evidentemente uninutile spesa, visto il ritorno ad un modello culturale che annulla in un sol colpo tutte le conquiste democratiche e pedagogiche degli ultimi quaranta anni

10 Art 7 Comma 3-bis Con effetto dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, al fine di realizzare la piena integrazione delle funzioni in materia di previdenza e assistenza, lEnte nazionale di assistenza magistrale (ENAM) è soppresso e le relative competenze sono attribuite allINPDAP. Comma 3-bis Con effetto dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, al fine di realizzare la piena integrazione delle funzioni in materia di previdenza e assistenza, lEnte nazionale di assistenza magistrale (ENAM) è soppresso e le relative competenze sono attribuite allINPDAP.

11 comma Comma 25 Le Commissioni mediche di verifica operanti nellambito del Ministero delleconomia e finanze sono soppresse, ad eccezione di quelle presenti nei capoluoghi di regione e nelle Province Autonome, con protocolli di intesa possono avvalersi a titolo gratuito, delle ASL territoriali, ovvero previo accordo con il ministero della difesa, delle strutture sanitarie del predetto ministero operanti sul territorio

12 Soppressione dellENAM Con lart. 7 si sopprime lEnam che prevedeva ladesione obbligatoria per gli insegnanti elementari. Ma, cosa più importante, si sopprimono le commissioni mediche per le visite collegiali a livello provinciale, si possono prevedere quali saranno i disagi per chi ha problemi di salute Con lart. 7 si sopprime lEnam che prevedeva ladesione obbligatoria per gli insegnanti elementari. Ma, cosa più importante, si sopprimono le commissioni mediche per le visite collegiali a livello provinciale, si possono prevedere quali saranno i disagi per chi ha problemi di salute

13 Art. 8 1-Il limite previsto per le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili utilizzati dalle amministrazioni centrali e periferiche dello stato a decorrere dal 2011 è determinato nella misura del 2% del valore dellimmobile utilizzato. 5-Le amministrazioni centrali e periferiche dello Stato elaborano piani di razionalizzazione che riducono la spesa annua per consumi intermedi del 3% nel 2012 e del 5% a decorrere dal 2013 rispetto alla spesa del In caso di mancata elaborazione e comunicazione del piano si procede ad una riduzione del 10%. In caso di mancato rispetto

14 Comma 14 -Fermo restando quanto previsto dallart 9 ( congelamento delle retribuzioni al 2010) le risorse di cui allart.64 del dl 112 e della L133/2008, sono comunque destinate al settore scolastico. La destinazione delle risorse previste dal presente comma è stabilita con decreto non regolamentare del MIUR,del MEF, sentite le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative.

15 commento Si peggiorano le condizioni degli edifici scolastici, per la cui manutenzione gli enti locali non hanno possibilità di intervenire per mancanza di risorse. La situazione peggiorerà vistosamente. Si peggiorano le condizioni degli edifici scolastici, per la cui manutenzione gli enti locali non hanno possibilità di intervenire per mancanza di risorse. La situazione peggiorerà vistosamente. Lulteriore razionalizzazione delle spese intermedie, ovvero dei materiali di uso comune, quale cancelleria, toner, carta per fotocopiatrici,materiali per pulizie, carta igienica, porterà al collasso le scuole, che già oggi non sono in grado di provvedervi. Lulteriore razionalizzazione delle spese intermedie, ovvero dei materiali di uso comune, quale cancelleria, toner, carta per fotocopiatrici,materiali per pulizie, carta igienica, porterà al collasso le scuole, che già oggi non sono in grado di provvedervi.

16 Le presunte restituzioni al settore scolastico delle risorse tagliate con dal 2008 ad oggi non trovano alcun riscontro. Intanto perché il successivo articolo impone il blocco delle retribuzioni ( stipendio + accessorio) al 2010 e quello ancora successivo blocca la progressione professionale; poi perché tutta la finanziaria definisce nel dettaglio i tagli di tutte le voci possibili. Dunque si evince esclusivamente la volontà del ministro di intervenire, sentite le oo.ss, su una presunta ed oscura destinazione premiale. Le presunte restituzioni al settore scolastico delle risorse tagliate con dal 2008 ad oggi non trovano alcun riscontro. Intanto perché il successivo articolo impone il blocco delle retribuzioni ( stipendio + accessorio) al 2010 e quello ancora successivo blocca la progressione professionale; poi perché tutta la finanziaria definisce nel dettaglio i tagli di tutte le voci possibili. Dunque si evince esclusivamente la volontà del ministro di intervenire, sentite le oo.ss, su una presunta ed oscura destinazione premiale.

17 Art Per gli anni 2011,2012 e 2013 il trattamento economico complessivo dei singoli dipendenti, ivi compreso il trattamento accessorio, non può superarte,in ogni caso, il trattamento ordinariamente spettante per lanno 2010, al netto degli effetti derivanti da eventi straordinari della dinamica retributiva,ivi incluse le variazioni dipendenti da eventuali arretrati, conseguimento di funzioni diverse in corso danno, fermo restando quanto previsto per le progressioni di carriera.

18 Art.9 4- i rinnovi contrattuali del personale dipendente dalle pubbliche amministrazioni per il biennio ed i miglioramenti economici… per il medesimo biennio non possono, in ogni caso, determinare aumenti retributivi superiori al 3,2%. La disposizione di cui al presente comma si applica anche ai contratti ed accordi stipulati prima dellentrata in vigore del presente decreto. 15- Per lanno scolastico è assicurato un contingente di docenti di sostegno pari a quello in attività di servizio di insegnamento nellorganico di fatto dellanno scolastico , fatta salva lautorizzazione in deroga da attivarsi esclusivamente nelle situazioni di particolare gravità.

19 Art bis- Il MIUR è autorizzato a prorogare i rapporti convenzionali in essere per lespletamento di funzioni corrispondenti ai collaboratori scolastici. 17- Non si dà luogo, senza possibilità di recupero, alle procedure contrattuali e negoziali relative al triennio Sono conseguentemente ridetrminate le risorse di cui allart. 2, L.n 191/ Per il personale docente e ATA gli anni 2010,2011 e 2012 non sono utili ai fini della maturazione delle posizioni e dei relativi incrementi economici previsti dalle disposizioni contrattuali vigenti.

20 Art le disposizioni contrattuali del comparto scuola previste dagli artt.82 e 83 del CCNL saranno oggetto di specifico confronto tra le parti al termine del triennio Commento a) Si attacca la retribuzione dei lavoratori/trici,attraverso il blocco delle retribuzioni,compreso laccessorio, al 2010.Questultimo è poi pazzesco poiché non si capisce come si faccia a sostenere che una voce di per sé variabile come laccessorio possa rimanere bloccato, determina ndo peraltro posizioni di rendita di tipo ereditario.

21 art. 9 b) Si diminuisce addirittura la retribuzione,incredibilmente con effetto retroattivo. Gli aumenti stipendiali per il biennio sono stati calcolati infatti al 4,2%, mentre nel testo si dice che non possono superare il 3,2%, dunque devono rideterminare i nostri stipendi al ribasso. c) Il sostegno non può superare lorganico dellanno scorso, nonostante le sentenze, rispetto alle quali si cerca di mettersi a posto sostenendo che si può derogare ma solo in situazione di particolare gravità. d) Gli appalti oggi in essere per le pulizie sono prorogati. e) Il rinnovo contrattuale salta definitivamente e senza possibilità di recupero ( danno circa euro)

22 commento f) gli scatti di anzianità sono bloccati. Il blocco è definitivo e riguarda tutto il personale. La quantificazione raggiunge circa euro ( più i precedenti si arriva a circa euro di perdita a fine carriera). f) gli scatti di anzianità sono bloccati. Il blocco è definitivo e riguarda tutto il personale. La quantificazione raggiunge circa euro ( più i precedenti si arriva a circa euro di perdita a fine carriera). g) riguarda il salario accessorio ( Retribuzione professionale Docente-RPD per i docenti e Compenso Individuale Accessorio-CIA per gli ATA) che è attualmente determinato in base allanzianità e che probabilmente vuole essere rivisto in maniera differente. g) riguarda il salario accessorio ( Retribuzione professionale Docente-RPD per i docenti e Compenso Individuale Accessorio-CIA per gli ATA) che è attualmente determinato in base allanzianità e che probabilmente vuole essere rivisto in maniera differente.

23 Art il riconoscimento dellindennità di buonuscita… spettante a vario titolo è effettuato: 7- il riconoscimento dellindennità di buonuscita… spettante a vario titolo è effettuato: A) in un unico importo annuale se lammontare è pari o inferiore a euro; A) in un unico importo annuale se lammontare è pari o inferiore a euro; B) in due importi annuali se lammontare è superiore a euro ma inferiore a ; B) in due importi annuali se lammontare è superiore a euro ma inferiore a ; C) con effetto sulle anzianità contributive maturate a decorrere dal 1° gennaio 2011… il computo dei predetti trattamenti di fine servizio si effettua secondo le regole di cui al citato art del codice civile. C) con effetto sulle anzianità contributive maturate a decorrere dal 1° gennaio 2011… il computo dei predetti trattamenti di fine servizio si effettua secondo le regole di cui al citato art del codice civile.

24 Art sexies- 12 sexies- A decorrere dal 1° gennaio 2010 per le lavoratrici il requisito anagrafico di sessanta anni è incrementato di un anno. Tale requisito anagrafico è ulteriormente incrementato di quattro anni dal 1° gennaio 2012 ai fini del raggiungimento delletà di 65 anni A decorrere dal 1° gennaio 2010 per le lavoratrici il requisito anagrafico di sessanta anni è incrementato di un anno. Tale requisito anagrafico è ulteriormente incrementato di quattro anni dal 1° gennaio 2012 ai fini del raggiungimento delletà di 65 anni

25 Commento A) i docenti della secondaria ( di primo e secondo grado) e i dirigenti riceveranno solo una prima quota e dopo un anno il resto. A) i docenti della secondaria ( di primo e secondo grado) e i dirigenti riceveranno solo una prima quota e dopo un anno il resto. B) Passeremo tutti/e dal TFS al TFR- B) Passeremo tutti/e dal TFS al TFR- TFS = 13/12 * 80% (Ult. stip. + i.i.s.) * anni valutabili; TFS = 13/12 * 80% (Ult. stip. + i.i.s.) * anni valutabili; TFR = 6,91%della retribuzione utile annua + (1,5% fisso + 75% indice ISTAT) accantonamenti e rivalutazioni precedenti TFR = 6,91%della retribuzione utile annua + (1,5% fisso + 75% indice ISTAT) accantonamenti e rivalutazioni precedenti

26 Commento art 12 Il TFR è, quindi, strettamente legato alle retribuzioni effettivamente percepite negli anni passati e allindice ISTAT (che tutti sappiamo essere molto inferiore dellinflazione reale). Il TFR è, quindi, strettamente legato alle retribuzioni effettivamente percepite negli anni passati e allindice ISTAT (che tutti sappiamo essere molto inferiore dellinflazione reale). E' abbastanza evidente, quindi, che per i lavoratori è più vantaggioso il regime TFS. E non è un caso, appunto, che Tremonti, per legge, impone a tutti/e il passaggio al TFR. E' abbastanza evidente, quindi, che per i lavoratori è più vantaggioso il regime TFS. E non è un caso, appunto, che Tremonti, per legge, impone a tutti/e il passaggio al TFR. prima di questa imposizione chi voleva aderire al fondo Espero doveva passare dal TFS al TFR. Oggi questo problema non si pone più prima di questa imposizione chi voleva aderire al fondo Espero doveva passare dal TFS al TFR. Oggi questo problema non si pone più

27 Commento art 12 Espero è un fondo pensione chiuso, gestito da tutti i sindacati rappresentativi e dal Ministero dellIstruzione. I soldi del TFR dei lavoratori saranno investiti in borsa, infatti il rendimento di Espero è legato ai mercati finanziari. Per questo motivo, nella scheda informativa del fondo cè scritto: " In nessun caso lassociato ha la garanzia di ottenere, al momento dellerogazione delle prestazioni, la restituzione integrale dei contributi versati ovvero un rendimento finale rispondente alle aspettative. Non esistono del pari garanzie sul ripetersi in futuro delle perfomance realizzate negli anni precedenti né sul rendimento finale che sarà possibile ottenere al momento del pensionamento". Espero è un fondo pensione chiuso, gestito da tutti i sindacati rappresentativi e dal Ministero dellIstruzione. I soldi del TFR dei lavoratori saranno investiti in borsa, infatti il rendimento di Espero è legato ai mercati finanziari. Per questo motivo, nella scheda informativa del fondo cè scritto: " In nessun caso lassociato ha la garanzia di ottenere, al momento dellerogazione delle prestazioni, la restituzione integrale dei contributi versati ovvero un rendimento finale rispondente alle aspettative. Non esistono del pari garanzie sul ripetersi in futuro delle perfomance realizzate negli anni precedenti né sul rendimento finale che sarà possibile ottenere al momento del pensionamento".

28 A cura di Anna Grazia Stammati FINE FINE


Scaricare ppt "La manovra economica e la scuola-miseria Luglio 2010 CESP Centro studi per la scuola pubblica."

Presentazioni simili


Annunci Google