La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ECOSFERA SPA 1 Realizzazione di studi e analisi sulle modalità di trasferimento delle buone prassi e dei modelli esemplari per la formazione ECOSFERA SPA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ECOSFERA SPA 1 Realizzazione di studi e analisi sulle modalità di trasferimento delle buone prassi e dei modelli esemplari per la formazione ECOSFERA SPA."— Transcript della presentazione:

1 ECOSFERA SPA 1 Realizzazione di studi e analisi sulle modalità di trasferimento delle buone prassi e dei modelli esemplari per la formazione ECOSFERA SPA

2 2 Capoluogo: Napoli Superficie di km² incluse le isole (Ischia, Procida e Capri) Altre Province: Avellino, Benevento, Caserta, Salerno Numero di Comuni: 551 Più alto indice di natalità e più alta percentuale di giovani d'Italia Capoluogo: Napoli Superficie di km² incluse le isole (Ischia, Procida e Capri) Altre Province: Avellino, Benevento, Caserta, Salerno Numero di Comuni: 551 Più alto indice di natalità e più alta percentuale di giovani d'Italia

3 ECOSFERA SPA 3 IndicatoriCampaniaMezzogiornoItaliaUE Lisbona 2010 Tasso di attività (pop anni)51,953,662,570,2- Tasso di occupazione (pop anni)44,145,857,663,870 maschile60,661,969,971,3- femminile27,930,145,356,360 Tasso di occupazione popolazione anni32,4 31,442,550 Tasso occupazione pop femm. di anni18,418,620,833,7- Tasso di disoccupazione (pop. 15 anni e oltre)14,914,37,78,8- Maschile11,911,46,27,9- Femminile20,819,610,19,9- Tasso di disoccupazione di lunga durata 8,6 8,03,9 - Incidenza disoccup. femminile di lunga durata58,859,151,945,5- Tasso di scolarizzazione superiore66,968,072,976,985 Livello di istruzione popolazione anni97,997, Adulti che partecipano apprendim. permanente5,05,36,211,012 Giovani che abband. prematuramente gli studi27,826,821,915,2 max 10,0

4 ECOSFERA SPA 4 Area 17 Istruzione – Educazione – Formazione Professionale – Politica giovanile e del Forum regionale della gioventù – Osservatorio regionale del mercato del lavoro (O.R.M.E.L.) Coordinatore: Dott. Francesco Girardi Centro Direzionale Isola A 6, Napoli Telefono: Fax: Area 17 Istruzione – Educazione – Formazione Professionale – Politica giovanile e del Forum regionale della gioventù – Osservatorio regionale del mercato del lavoro (O.R.M.E.L.) Coordinatore: Dott. Francesco Girardi Centro Direzionale Isola A 6, Napoli Telefono: Fax: Settore Istruzione, Educazione permanente, Promozione culturale 2. Settore Musei, Biblioteche 3. Settore Politiche Giovanili e del Forum Regionale della Gioventù 4. Settore Osservatorio del Mercato del Lavoro e dellOccupazione, Emigrazione ed Immigrazione 10. Settore Tecnico Amministrativo Provinciale - Napoli 9. Settore Tecnico Amministrativo Provinciale - Caserta 8. Settore Tecnico Amministrativo Provinciale - Benevento 7. Settore Tecnico Amministrativo Provinciale – Avellino 11. Settore Tecnico Amministrativo Provinciale – Salerno Attività connesse competenze A.G. Coordinamento in relazione al processo di trasferimento Dlgs 112/98 6. Settore Orientamento Professionale, Ricerca, Sperimentazione e Consulenza nella Formazione Professionale 5. Settore Formazione Professionale

5 ECOSFERA SPA 5 Il Fondo Sociale Europeo quale strumento di supporto allo sviluppo e alla promozione della coesione tra i diversi Stati membri dellUE Il FSE sostiene lazione degli Stati membri nei seguenti ambiti: adattamento dei lavoratori e delle imprese: sistemi di apprendimento permanente, elaborazione e diffusione di modelli più innovativi di organizzazione del lavoro; adattamento dei lavoratori e delle imprese: sistemi di apprendimento permanente, elaborazione e diffusione di modelli più innovativi di organizzazione del lavoro; accesso al mercato del lavoro per coloro che sono alla ricerca di un impiego, per le persone inoccupate, le donne e i migranti; accesso al mercato del lavoro per coloro che sono alla ricerca di un impiego, per le persone inoccupate, le donne e i migranti; inclusione sociale dei gruppi svantaggiati e lotta contro la discriminazione sul mercato del lavoro; inclusione sociale dei gruppi svantaggiati e lotta contro la discriminazione sul mercato del lavoro; valorizzazione del capitale umano mediante la riforma dei sistemi di istruzione e il collegamento in rete degli istituti di istruzione valorizzazione del capitale umano mediante la riforma dei sistemi di istruzione e il collegamento in rete degli istituti di istruzione

6 ECOSFERA SPA 6 Le caratteristiche generali del progetto

7 ECOSFERA SPA 7 Lobiettivo generale del progetto è la costituzione di unazione di sistema finalizzata ad: Individuare Elaborare Implementare Un sistema regionale per il trasferimento di buone prassi e modelli esemplari per la Formazione Da attuarsi mediante: Metodologie e strumenti innovativi

8 ECOSFERA SPA 8 Obiettivi Più nello specifico lintervento è finalizzato allo studio di buone prassi della formazione e alla conseguente elaborazione di linee guida da applicare per lottimizzazione e la standardizzazione delle procedure di programmazione, gestione, rendicontazione, monitoraggio e controllo delle azioni finanziate dal P.O.R. Campania con particolare riferimento al Fondo Sociale Europeo. Ambito di intervento Le azioni che saranno realizzate per la stesura di un Compendium delle buone prassi focalizzeranno lattenzione sulle attività di formazione destinate ai dipendenti di enti pubblici e privati (formazione continua) finanziate. Ambito di analisi Rispetto al tema dellanalisi e del trasferimento di modelli esemplari per la formazione, il concetto di buona prassi assume a nostro avviso una valenza maggiormente significativa se visto in una chiave aziendale così interpretabile: qualità azione progettuale; qualità processo di gestione e attuazione del progetto; performance conseguita in termini di risultati raggiunti.

9 ECOSFERA SPA 9 Requisiti principali riconducibili ad una buona prassi (fonte ISFOL) Ulteriori dimensioni da contributi nazionali (MLPS, Univ. Pisa) e stranieri (Unesco) Adeguatezza e completezza del quadro logico progettuale e attuativo Innovatività Riproducibilità Sostenibilità Mainstreaming Adeguatezza e completezza del quadro logico progettuale e attuativo Innovatività Riproducibilità Sostenibilità Mainstreaming Efficacia, rispetto alla strategia adottata dai progetti nel raggiungere obiettivi di occupabilità, integrazione e costruzione di network Efficienza, intesa come utilizzo adeguato delle risorse per raggiungere gli obiettivi prefissati Rilevanza politica, intesa come capacità dei progetti di offrire un contributo allimplementazione delle priorità di azione Efficacia, rispetto alla strategia adottata dai progetti nel raggiungere obiettivi di occupabilità, integrazione e costruzione di network Efficienza, intesa come utilizzo adeguato delle risorse per raggiungere gli obiettivi prefissati Rilevanza politica, intesa come capacità dei progetti di offrire un contributo allimplementazione delle priorità di azione

10 ECOSFERA SPA 10 QUALITA AZIONE PROGETTUALE QUALITA PROCESSO DI GESTIONE E ATTUAZIONE DEL PROGETTO PERFORMANCE CONSEGUITA IN TERMINI DI RISULTATI RAGGIUNTI

11 ECOSFERA SPA 11 Attivià svolte Progettazione modello di trasferimento buone prassi e promozione rete territoriale di attori Benchmarking con modelli di altri paesi / regioni e diffusione buone prassi Analisi sul territorio

12 ECOSFERA SPA 12 Output Lintervento progettuale è finalizzato alla realizzazione di un Compendium delle buone prassi a partire dal quale sarà possibile avanzare raccomandazioni di linee guida Raccomandazioni per gli enti responsabili della programmazione e del controllo Raccomandazioni per gli enti attuatori

13 ECOSFERA SPA 13 1.Sistema di gestione della formazione in Campania 2.Migliore comprensione delle stesse attraverso il progetto in questione e, quindi, lanalisi delle buone prassi 3.Definizione aree formative (sviluppo competitività, recupero situazioni di crisi, etc.) su cui investire nellambito della nuova programmazione alla luce delle evidenze dellanalisi e del progetto 4.Definizione linee guida/standard per innovare le procedure di gestione delle risorse finanziarie destinate alla formazione Riassumendo …….

14 ECOSFERA SPA 14 Benchmarking con modelli di altri Paesi e diffusione buone prassi

15 ECOSFERA SPA 15 Attivare collaborazioni/partnership con gli operatori dei Paesi individuati al fine di supportare linternazionalizzazione delle esperienze campane ed al contempo creare occasioni di innalzamento dei livelli di performance dei Paesi verso i quali sperimentare la trasferibilità Risultato atteso

16 ECOSFERA SPA 16 I Paesi con i quali attivare reti cooperativistiche

17 ECOSFERA SPA 17 COSA ABBIAMO APPRESO ?

18 ECOSFERA SPA 18 Regno Unito Partnership tra soggetti pubblici e privati Servizio di intermediazione (Brokerage) E-learning Regional Skill Partnerships (RSPs) Elementi fondanti Meccanismi Strumenti innovativi

19 ECOSFERA SPA 19 Spagna Concertazione Sistema progressivo di sgravi fiscali Programmi Quadro Credito per la formazione Elementi fondanti Meccanismi Strumenti innovativi

20 ECOSFERA SPA 20 Francia Diritto individuale alla formazione Regole di contribuzione Congé Individuel de Formation: CIF Droit Individuel de Formation: DIF Elementi fondanti Meccanismi Strumenti innovativi

21 ECOSFERA SPA 21 Danimarca Centralizzazione - Semplificazione Collaborazione: molteplicità di consigli e comitati Sandwich Principle College-based Elementi fondanti Meccanismi Strumenti innovativi

22 ECOSFERA SPA 22 Irlanda Analisi dei fabbisogni Training Advisors Skill coach Mentoring Elementi fondanti Meccanismi Strumenti innovativi


Scaricare ppt "ECOSFERA SPA 1 Realizzazione di studi e analisi sulle modalità di trasferimento delle buone prassi e dei modelli esemplari per la formazione ECOSFERA SPA."

Presentazioni simili


Annunci Google